Cerca

Primavera 2

Obiettivo centrato! Il Brescia piega il Vicenza e vola ai playoff

Centazzo risponde a Mor, poi Bertazzoli su rigore firma il 2-1 per le Rondinelle

La squadra arriva ai playoff

E alla fine è festa. Il Brescia centra i playoff chiudendo al terzo posto il Girone A e si guadagna l'accesso alla post season: le Rondinelle battono 2-1 il Vicenza, superano il Monza e respingono l'attacco della Cremonese e del Venezia. Nei quarti di finale degli spareggi, i ragazzi di Gustavo Aragolaza se la vedranno con la Lazio arrivata quarta nel Girone B.

TUTTO NEL PRIMO TEMPO

Succede tutto nella prima frazione, con il Vicenza che dimostra di non essere andato al San Filippo a fare una scampagnata. Che i biancorossi abbiano voglia di tornare a casa con un risultato positivo lo si intuisce dopo appena 51 secondi, quando Pettinà pizzica il palo esterno con un destro ravvicinato deviato da Castellini. L'occasione serve al Brescia per capire che se vuole vincere deve dare il meglio di sé, e l'effetto è immediato: al 5' infatti arriva l'1-0 con Mor, che conclude in rete col mancino un'azione da destra condotta da Manu Denis che brucia Paoloni sull'imbeccata di Bianchetti e mette in mezzo per il centrocampista che insacca dopo il corto disimpegno di Bonetti pressato da Del Barba. Il Vicenza accusa il colpo e ai veneti serve una parata di Morello sempre su Mor per rimanere in partita. Il 4-3-1-2 biancorosso però cresce col passare dei minuti, e al 38' arriva il pareggio: uno-due tra Santi e Pettinà, il terzino crossa per Centazzo che in meravigliosa coordinazione calcia col mancino e mette alle spalle dell'incolpevole Prandini. Come nella prima occasione del match, il pericolo corso sveglia il Brescia che al 41' rimette il muso in avanti: Morello para su Castellini, poi Centazzo si allaccia con Tomella e per Zanotti è rigore, dagli undici metri Bertazzoli spiazza il portiere e firma il 2-1.

RIPRESA PIATTA

Nel secondo tempo sale la tensione del risultato che si avvicina: al Brescia viene un po' di "braccino", il Vicenza gioca più sciolto anche se - dopo un bel sinistro incrociato di Pettinà che va venire i brividi a Prandini (6') - di altre grandi occasioni non ne arrivano. È anzi il Brescia a farsi vedere dalle parti di Morello, bravo a dire di no in due tempi al tiro da fuori di Fogliata al 21'. Aragolaza incarta i vicentini con i cambi, e il risultato non cambierà più anche se in pieno recupero gli ospiti avrebbero la palla buona per pareggiare, ma sulla zampata ravvicinata di Spiller Prandini si fa trovare pronto bloccando senza problemi.

IL TABELLINO

BRESCIA-VICENZA 2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1): 5' Mor (B), 38' Centazzo (L), 41' rig. Bertazzoli (B).
BRESCIA (4-2-3-1): Prandini 6.5, Boafo 7, Riviera 6.5, Mor 7 (1' st Fogliata 6.5), Castellini 6.5, Maccherini 6.5, Bianchetti 6 (17' st Scalmana 6.5), Tomella 7, Del Barba 6 (11' st Cappadonna 6), Bertazzoli 7 (17' st Ferro 6), Manu Denis 6.5 (33' st Vasta sv). A disp. Recaldini, Bertoni, Bonazza, Mainardi. All. Aragolaza 7.
L.R.VICENZA (4-3-1-2): Morello 7, Santi 6.5 (28' st Lodovici sv), Saggioro 5.5 (20' st Borsato 6), Barbieri 6 (39' st Fighera sv), Bonetto 5.5, Paoloni 5.5, Djibril 6, Centazzo 7 (28' st Scarpa sv), Spiller 5.5, Cester 6, Pettinà 7 (20' st Ongaro 6). A disp. Bresolin, Lattanzio, Burraci, Aprile, Anticoli. All. Simeoni 6.
ARBITRO: Zanotti di Rimini.
AMMONITI: Cester (L).

Brescia: l'undici scelto da Gustavo Aragolaza

Vicenza: il sistema di gioco presentato da Lorenzo Simeoni

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400