Cerca

Primavera 1

Toro, un rosso fantasma e tre gol in 13': la maledizione-derby continua!

Granata in dieci per un'espulsione inspiegabile. Rimonta e goduria bianconera dalla panchina

Federico Coppitelli

La rabbia di Federico Coppitelli per un derby partito bene e finito malissimo...

La Juventus conquista il derby contro il Torino per 4-1 per un tabù che i granata non riescono a sfatare dall'ormai lontano febbraio 2019, l'ultima vittoria targata proprio Coppitelli che a Vinovo non si è ripetuta come quel venerdì di tre anni fa. Anzi. Le reti di Turicchia, Cerri, Hasa e Mbangula ribaltano il vantaggio iniziale di Anton e fanno aumentare rabbia e rimpianti in casa Toro, soprattutto per la decisione dell'arbitro Andrea Bordin di Bassano del Grappa - che ha fatto e farà discutere - di espellere proprio l'autore del gol granata, sullo 0-1 e quasi al termine del primo tempo. Un cartellino rosso sventolato tra lo stupore di tutti al 42', per un suo fallo al limite, 'scambiato' per un fallo da ultimo uomo (che non era). Con la maledizione del derby che si materializza beffardamente qualche istante dopo, con il gol dell1-1 bianconero a chiudere la prima frazione e ad aprire un secondo tempo nel quale il Toro di Coppitelli prova a reggere l'urto anche psicologico ma crolla nei minuti finali, subendo tre reti in 13' ad opera degli assi nella manica sfoderati dalla panchina dal tecnico bianconero Bonatti. Per un film che scrive 4-1 nei titoli di coda, densi di rimpianti, rabbia e recriminazione in casa granata mentre rilanciano una Juve che guarda in alto per un finale di stagione da protagonista.

Anton gol e rosso, svetta Turicchia L'inizio della partita è ricco di intensità e contrasti di gioco che d'altronde caratterizzano il derby. Per vedere la prima conclusione dobbiamo aspettare l'undicesimo quando Zanetti scalda i guanti a Senko che mette in angolo. Qualche minuto dopo arriva la prima chance bianconera con Bonetti che spara alto dopo un'ottima combinazione tra Omic e Chibozo. Minuto ventuno è su calcio di punizione battuto da Edera si inserisce Anton alla perfezione che buca le mani a Senko e porta in vantaggio il Torino. Un gol che testimonia un bel primo tempo del Torino che potrebbe anche raddoppiare alla mezz'ora ma il tiro di Akhalaia è facile preda di Senko sul primo palo. Insistono i ragazzi di Coppitelli con una conclusione da fuori area di Garbett, anch'essa senza grossi problemi tra le bracca di Senko. Al 42' episodio chiave della partita: Anton commette un fallo su Turco nei pressi dell'area di rigore e per l'arbitro non c'è dubbio e assegna il rosso. Decisione sbagliata visto che non era ultimo uomo in quanto N'Guessan aveva ormai ampiamente recuperato sull'ex attaccante di Alessandria e Genoa. Un rosso che pesa, tanto da trasformarsi in un 1-1 qualche istante dopo. Sugli sviluppi di corner, Turicchia taglia sul primo palo e tocca di testa quel tanto che basta per portare a riposo il risultato in parità.

Cambi vincenti di Bonatti Nella ripresa Bonatti prova a giocarsi alcune carte per cercare di allargare il gioco e fa entrare Hasa, Mbagula e Cerri oltre a Rouhi al posto di Omic, ammonito e a rischio secondo giallo. Al 10' Stenio non è lesto a battere a rete venendo anticipato benissimo da Savona. Non spreca invece l'occasione la Juventus che al 26', dopo una triangolazione perfetta tra Mbangula e Rouhi, il laterale svizzero pennella per Cerri che di testa segna uno dei suoi più classici gol aerei beffando Milan. La rete stordisce i granata che ora, ricordando sempre l'inferiorità numerica, si trovano sempre corti o per accorciare o per spingersi in avanti. Al 36' si accende Mulazzi, doppio passo, finta e via sulla destra con un bolide che trova l'opposizione di Milan che non può nulla sulla ribattuta vincente da Hasa. Tra gli attaccanti subentrati manca solo il timbro di Mbangula, ma anche qui è solo questione di tempo: minuto trentanove, Cerri serve Mbangula che riesce anche con un rimpallo a superare il portiere e depositare in porta per il definitivo 4-1.  

IL TABELLINO

JUVENTUS-TORINO 4-1
RETI (0-1, 4-1): 20' Anton (T), 43' Turicchia (J), 26' st Cerri (J), 36' st Hasa (J), 39' st Mbangula (J).
JUVENTUS (4-4-2): Senko 6, Savona 6, Nzouango 6.5, Muharemovic 6.5, Turicchia 8 (38' st Doratiotto sv), Mulazzi 7, Omic 6 (1' st Rouhi 7), Bonetti 7, Iling-Junior 6 (14' st Cerri 8), Turco 6.5 (14' st Mbangula 6.5), Chibozo 5.5 (9' st Hasa 7). A disp. Scaglia, Daffara, Citi, Fiumanò, Sekularac, Strijdonck, Maressa. All. Bonatti 7.
TORINO (4-3-3): Milan 6, Della Valle 6.5, Anton 6.5, N'Guessan 6.5, Angori 5.5, Garbett 5.5 (32' st Baeten sv), Gineitis 6.5, Di Marco 6.5 (23' st Ciammaglichella 6), Edera 6 (1' st Reali 6), Akhalaia 6.5 (32' st Caccavo sv), Zanetti 6 (37' st Lindkvist sv). A disp. Vismara, Pagani, Sassi, Polenghi, Wade, Giorcelli, D'Agostino. All. Coppitelli 6.5.
ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa 5.
ASSISTENTI: Moroni di Treviglio e Torresan di Bassano del Grappa.
ESPULSI: 42' Anton (T).
AMMONITI: Gineitis (T), Della Valle (T), Omic (J), Turicchia (J).

LE PAGELLE

JUVENTUS
Senko 6 Qualche indecisione sul gol di Anton, prestazione comunque di livello con interventi importanti.
Savona 6 Ci mette carattere, forse talvolta soffre un po' troppo il diretto avversario ma alla lunga dimostra di tenere botta.
Nzouango 6.5 La sua prima frazione è da dimenticare, nella ripresa ci mette una pezza salvando più volte la situazione sul 2-1.
Muharemovic 6.5 Dai suoi piedi nascono la maggior parte delle azioni, riesce a smistare senza dimenticarsi la fase difensiva.
Turicchia 8 Il gol è la ciliegina sulla torta di una prova spettacolare, a fine gara Bonatti spende parole d'oro per lui mettendosi nei nostri panni e dando dieci al proprio terzino tuttofare. (38' st Doratiotto sv).
Mulazzi 7 Primo tempo un po' bloccato e fin troppo ostacolato dagli avversari, nel secondo tempo diventa un incubo per i granata propiziando il gol di Hasa.
Omic 6 Bravo a dialogare coi compagni ma al tempo stesso in difficoltà quando se la deve vedere con il centrocampo granata. Il giallo costa la sostituzione.
1' st Rouhi 7 Suo l'assist del soprasso targato Cerri, un ingresso di quelli coi fiocchi
Bonetti 7 Se la Juventus ha potuto gestire con calma la maggior parte della gara lo deve al suo numero dieci, palla in cassaforte quando transita dai suoi piedi.
Iling 6 Non in serata e poco incisivo, offre comunque l'assist su angolo per il pari momentaneo di Turicchia.
14' st Cerri 8 Una delle sue migliori partite in bianconero, entra e cambia clamorosamente la gara trovando il gol del 2-1 e non sbagliando niente da ogni punto di vista.
Turco 6.5 Va apprezzato come non mai il suo grande lavoro sporco nei primi quarantacinque minuti quando fa salire la squadra praticamente da solo.
14' st Mbangula 6.5 Entra non benissimo a dir la verità, fa poi la differenza col passare dei minuti.
Chibozo 5.5 N'Guessan lo francobollo e per l'attaccante del Benin è notte fonda, non riesce quasi mai a fare la differenza.
9' st Hasa 7 Si merita la gioia del gol, frutto di un grande lavoro dal suo ingresso in campo fino al triplice fischia.
All. Bonatti 7 I suoi ragazzi, nonostante un primo tempo con qualche sofferenza, amministrano nella ripresa trovando tre gol e vincendo il derby.

TORINO
Milan 6 Non è responsabile su nessuno dei quattro gol, la Juventus calcia poco e bene.
Dellavalle 6.5 Limita molto bene Iling annullandolo, lotta in lungo e in largo per tutta la durata della gara.
N'Guessan 6.5 Si mette in tasca Chibozo costringendo Bonatti alla sostituzione, soliti salvataggi provvidenziali.
Anton 6.5 Porta in vantaggio i suoi con un gol sugli sviluppi di calcio piazzato. Si becca un cartellino rosso inesistente.
Angori 5.5 Parte bene, coprendo ogni possibile pericolo. Nel secondo tempo Mulazzi si sveglia e la sua giornata diventa un incubo.
Garbett 5.5 Ci prova dalla distanza, prova a dare tutto, ma purtroppo per lui la palla persa che costa il rosso ad Anton è troppo pesante. (32' st Baeten sv).
Gineitis 6.5 Impiegato in una posizione non sua, riesce a fornire una prestazione di livello da regista entrando sempre nel vivo del gioco.
Di Marco 6.5 Mette in difficoltà il centrocampo della Juventus, uno dei più attivi e interessanti da vedere a Vinovo.
23' st Ciammaglichella 6 Entra nel momento peggiore, dove non può più mettersi in mostra.
Edera 6 L'infortunio sembra ancora condizionare le sue prestazioni.
1' st Reali 6 Ha il compito di non far patire alla squadra l'assenza di Anton e in parte riesce nell'intento.
Akhalaia 6.5 Meritava maggior fortuna con la splendida conclusione da fuori area del secondo tempo. Con il fisico e la tecnica disputa un'ottima gara. (32' st Caccavo sv).
Zanetti 6 Potrebbe fare di più, spreca un'occasione nel secondo tempo che poteva cambiare la gara. Detto ciò, impegna a dovere la difesa della Juve. (37' st Lindkvist sv).
All. Coppitelli 6.5 Il risultato è esagerato, i suoi disputano un signor primo tempo e la superiorità numerica si vede solo dopo venti minuti buoni.

ARBITRO
Bordin di Bassano del Grappa 5 Gestione dei cartellini da rivedere, a partire dal rosso inesistente che cambia le sorti della gara: non era né chiara occasione da gol, né ultimo uomo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400