Cerca

Primavera 1

L'Inter di Cristian Chivu vuole lo Scudetto: numeri e statistiche di una squadra che può sognare

I nerazzurri chiudono la regular season dietro la Roma e volano direttamente alla semifinale

L'Inter di Cristian Chivu sogna lo Scudetto: numeri e statistiche di un campionato da favola

A sinistra Peschetola e a destra Fabbian, talenti dell'Inter di Chivu

Un punto serviva, un punto è arrivato. La trasferta di Genova contro la Samp incorona l'Inter che si prende, in un colpo solo: un pareggio d'oro, quanto basta per tenere a distanza il Cagliari, nel frattempo sconfitto contro l'Empoli e dunque condannato ai playoff per inseguire il sogno final four; un secondo posto dietro la Roma ma davanti a Juventus, Atalanta e appunto Cagliari, ottenuto grazie a un filotto di risultati utili consecutivi durato 15 partite e un campionato giocato da grandissima squadra; l'ennesima semifinale Scudetto, da giocare un anno dopo il famoso gol al 120' di Manfredi che regalò l'Empoli nella finalissima contro l'Atalanta, gara poi vinta dalla formazione di Buscé. Se per l'Inter di Simone Inzaghi la strada verso lo Scudetto è decisamente in salita, la formazione di Cristian Chivu è in corsa più che mai: 64 punti in 34 partite non si fanno per caso, così come non può passare inosservato il rendimento in crescendo di una formazione costruita per vincere.

CLICCA PER LA CLASSIFICA

Uno scatto di Chivu ai tempi dell'Under 18 nerazzurra

PERCORSO

La svolta è arrivata il 16 febbraio, giorno del ko numero 6 in campionato contro la Fiorentina. Da quel momento in poi sono arrivate solamente vittorie (10) e qualche pareggio (5), il tutto a coronamento di un girone d'andata chiaroscuro ma durante il quale, tuttavia, si era già capito che in pentola stesse bollendo qualcosa. Soprattutto per quanto riguarda la rosa, essendo quella dei nerazzurri una delle più attrezzate del campionato: un mix perfetto tra giocatori esperti (Moretti e Sangalli), giovani promesse (Valentin Carboni e Owusu, entrambi classe 2005), giovani stelle da tenere d'occhio (Mattia Zanotti e Fabbian) e talenti già pronti al grande salto. Quest'ultimi hanno nomi e cognomi precisi: Franco Carboni e Cesare Casadei. Il primo ma messo a segno 2 gol ma ne ha fatti fare almeno il quintuplo, avendo formato con il secondo un'asse da fare invidia a chiunque. Parlando dello stesso Casadei, i numeri non lasciano spazio a equivoci: 15 gol stagionali, 14 dei quali in campionato e 1 in Youth League. Il tutto sotto gli occhi sia di Simone Inzaghi che di Roberto Mancini, con il ct della Nazionale presente all'ultimo derby del Suning pareggiato per 2-2 (clicca per la cronaca). 

I NUMERI DELL'INTER DI CHIVU

  • POSIZIONE: 2ª
  • PUNTI: 64
  • VITTORIE: 18
  • PAREGGI: 10
  • SCONFITTE: 6
  • GOL FATTI: 60
  • GOL SUBITI: 33
  • MIGLIOR MARCATORE: Cesare Casadei (14 gol)
  • MIGLIORE GIOCATORE: Cesare Casadei (media voto: 6.7)

Cesare Casadei durante lo scorso derby di Milano

RICONOSCIMENTI

Un riconoscimento doveroso va a Cristian Chivu, alla prima stagione tra i grandi della Primavera e condottiero della corazzata nerazzurra. Subentrato ad Armando Madonna lo scorso luglio, il tecnico rumeno si è distinto per versatilità, intraprendenza e consapevolezza: vedi lo schieramento tattico, 4-3-2-1 in avvio di stagione diventato poi 4-3-1-2 fino al 4-3-3, schema divenuto arma in più soprattutto a partita in corso; la qualità del gioco, il più delle volte spumeggiante, divertente e basato su un calcio offensivo; la mentalità, caratterizzata da una voglia di attaccare che viaggia a pari passo con la consapevolezza dei propri mezzi. La testa ora va alla final four, quando i nerazzurri entreranno già in semifinale: comunque vada, Chivu è riuscito già ad eguagliare il risultato ottenuto la scorsa stagione da Madonna, ma con una squadra così - specie considerando la forma attuale - è vietato porsi limiti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400