Cerca

Youth League

Milan straripante: batte la Dinamo Zagabria e vola in vetta al girone

Apre El Hilali e chiude Lazetic, nel mezzo un impressionante Traorè: dominio rossonero al Vismara

Marco Lazetic

PRIMAVERA MILAN: Marco Lazetic, classe 2004 rossonero

Non poteva desiderare un pomeriggio migliore Ignazio Abate, tecnico della primavera rossonera, che dopo un inizio scricchiolante di stagione si trova davanti la Dinamo Zagabria, nella seconda giornata di Youth League. I croati arrivano a Milano a petto in fuori dopo la sorprendente vittoria per 4-2 ai danni del Chelsea di settimana scorsa: alti, forti e vincenti... Ma solo fino al fischio d'inizio. Da li in poi è un soliloquio rossonero. Il Milan annienta completamente gli avversari (3-0) che al termine della partita registrano il sorprendente dato di 0 (zero!) tiri nella porta presieduta da Nava. L'attacco rossonero, invece, crea tantissimo e il risultato sta anche stretto, merito di uno scatenato Chaka Traorè (gol e assist quest'oggi). L'ivoriano è la vera mina vagante dei padroni di casa e fa letteralmente ammattire la linea a 4 croata con dribbling fulminanti e giocate da Top Player, fino a che non viene prematuramente sostituito per via di un lieve infortunio. Un gol e un assist anche per l'altro grande talento El Hilali, non in formissima ma estremamente concreto. Chiude la partita un super Lazetic, entrato nella ripresa, che prima di siglare il 3-0 nel finale crea almeno altre 5 occasioni da gol: insomma, tutto perfetto. Il Milan trova così la seconda vittoria e il secondo clean sheet consecutivo dopo il 2-0 rifilato al Cagliari domenica e guarda tutti dall'alto nel girone E, grazie anche al pareggio 1-1 tra Chelsea e Salisburgo. Che sia la svolta definitiva? 

NEL SEGNO DI TRAORE 

Che sia da destra, da sinistra o da calcio piazzato. Che sia in versione assistman o da rifinitore. In qualsiasi situazione, c'è lo zampino di Chaka Traorè. Potrebbe essere questa la sintesi del primo tempo rossonero che vede come protagonista indiscusso il numero 11 ivoriano. Il baby fenomeno fa letteralmente impazzire i 4 difensori croati che non lo prendono mai. Lui non smette di creare e di deliziare il pubblico: al 15' si porta a spasso 4 uomini e serve Zeroli in area, il quale tiro viene deviato. Sull'angolo successivo ne salta altri due e calcia in porta ma trova pronto Pršlja. Pochi minuti più tardi ci prova su punizione e va vicino alla traversa. Al 25' inventa: con una giocata che ricorda l'assist di Neymar a Mbappè nell'ultimo PSG-Juventus, scodella perfettamente per El Hilali che col sinistro batte Pršlja: sesto gol stagionale per il numero 10 e 1-0 Milan. I rossoneri passano meritatamente in vantaggio. Allo scoccare del 45' i due si scambiano i ruoli per il raddoppio: El Hilali, smarcatosi a centrocampo, imbuca perfettamente per Traorè che parte in posizione regolare e buca il portiere degli ospiti in uscita. 2-0 Milan. Per il numero 11 secondo gol consecutivo e ciliegina sulla torta di una prima frazione praticamente perfetta. Il Milan è spettacolare, la Dinamo non sembra esserci.

RIPRESA A SENSO UNICO

Inizia il secondo tempo e Senzen corre ai ripari con una triplice sostituzione: Vrbančić, Šakota e Roskovacki prendono il posto di Čaić, Topic e Cvetko. Cambiano gli uomini ma non la solfa: il Milan fa la partita e la Dinamo guarda. Ancora Traorè ubriaca con una serie infinita di doppi passi il povero neo entrato Roskovacki ma calcia sul fondo. Per fortuna degli ospiti è l'ultima azione pericolosa della sua partita, poco più tardi viene colpito al viso e sanguinante lascia il campo al giovane Scotti. Per loro sfortuna, insieme a Scotti entra in campo Lazetic, al posto di uno spento Longhi. Il croato, dopo le numerose difficoltà riscontrate negli ultimi mesi, fa capire perché di lui si parli così bene: crea numerose occasioni sia come bomber che come uomo assist sulle quali Prslja si fa trovare pronto. Il portiere bosniaco si supera anche su Scotti e viene graziato da El Hilali, reggendo fino al 45' quando il già citato Lazetic si smarca col il tacco e lo prende in contrattempo per il 3-0 finale. Su questa giocata finisce la partita: Abate e i suoi possono festeggiare la seconda vittoria consecutiva in casa e prepararsi al doppio confronto con il Chelsea come teste di serie del girone E. Pomeriggio deludente invece per i balcanici che vengono fortemente ridimensionati dopo la vittoria 4-2 all'esordio con i blues. 

LE PAGELLE

MILAN

Nava 6 Guarda i suoi dominare e non è mai chiamato in causa, porta a casa la seconda imbattibilità consecutiva. 

Simic 6.5 Il terzino ex Stoccarda copre bene su Rukavina ed esce egregiamente palla al piede, servendo Traore con un bel cambio gioco in occasione del primo gol. 

16' st Bakoune 6 Non ha grandi pensieri e gestisce il vantaggio.

Coubis 7 Giganteggia su Topic prima e Sakota poi dimostrando personalità anche in uscita. 

Paloschi 6.5 Non ha grossi problemi, agisce in linea con tutto il reparto difensivo.

Bozzolan 7 Fresco di convocazione in nazionale, si dimostra impeccabile in difesa e letale in fase di spinta. 

Pluvio 5.5 Il meno brillante del centrocampo milanese, commette qualche errore di troppo e in generale non è molto lucido. 

16' st Gala 6.5 Entra bene e va anche vicino al gol, conclude però debolmente. 

Eletu 6.5 Non ruba l'occhio ma è imprescindibile per la squadra di Abate. Recupera un numero di palloni incalcolabile e se il Milan schiaccia la Dinamo nella sua metà campo, il merito è soprattutto del suo lavoro sporco. 

Zeroli 6.5 Offre spunti di qualità nella trequarti avversaria, tra cui un sombrero in aria di rigore, ma sul più bello viene anticipato .

Traore 8 Fa saltare il banco. Per 60 minuti mette in crisi la difesa avversaria, serve un assist sopraffino ad El Hilali e segna il 2-0 che taglia le gambe ai croati. Decisamente l'MVP di giornata.

22' st Scotti 6.5 E' vivace e ha voglia di fare, si rende pericoloso con un tiro sul quale Prsjla si deve superare. Il ragazzo si farà. 

Longhi 5.5 Poco inserito nel gioco dei suoi, tocca un basso numero di palloni e non riesce a trovare il guizzo vincente. 

22' st Lazetic 7.5 Finalmente il vero Marko. Abbina qualità e forza fisica per seminare il panico nella ripresa. Tira 4 volte in porta in mezz'ora, serve un pallone interessante per Scotti che viene anticipato. Chiude il match con un meritato gol. 

El Hilali 7 Rompe il ghiaccio con il gol dell'1-0. Assiste Traore per il raddoppio. Nella ripresa qualche errore di troppo, non la sua migliore partita  ma comunque basta. (45' st Foglia sv)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400