Cerca

Assago-La Spezia Promozione: Celichini-Sorrenti, esordio vincente per Gallanti

Sorrenti (Assago)

Giulio Sorrenti, l'attaccante dell'Assago ha deciso la sfida con La Spezia ed è risultato uno dei migliori in campo.

L'Assago stende per 2-1 La Spezia e conquista i primi tre punti del campionato. Nel Girone F esordio vincente per i ragazzi di Gallanti, che indirizzano la partita dopo appena un quarto d'ora con le reti di Celichini e Sorrenti. I gialloblu hanno vinto con merito una sfida molto fisica, caratterizzata da una ripresa priva di emozioni e occasioni, ma piena di contrasti, duelli e cartellini. Dall'altra parte gli uomini di Quaranta hanno lottato fino alla fine, ma si sono dovuti arrendere agli avversari più navigati e quadrati, facendo tantissima fatica a rendersi pericolosi dalle parti di Ghirardelli, battuto solamente dal dischetto dall'ex di turno, Ibrahima Sow. Gallanti si schiera con un 4-4-2 offensivo, con gli esterni sempre pronti ad alzarsi sulla linea degli attaccanti in fase di possesso: davanti a Ghirardelli ci sono Galetti a destra, Mangiarotti e Avino al centro, e Trimboli a sinistra, Tosoni e Bortolotti sono gli esterni, mentre al centro del campo abbiamo Putignano e Rossi, in attacco spazio a Celichini e Sorrenti. Quaranta risponde col 4-3-3: Bonito in porta, Priore e Fiorani sono i terzini, coadiuvati in fase difensiva da Zilocchi ed Esmail, in cabina di regia c'è Evangelisti, supportato ai lati da Melogli e Santobuono, Fantozzi e Cassano sono le ali ai fianchi di Sow. Al 2' i padroni di casa passano già in vantaggio: cross dalla sinistra, sponda di testa di Tosoni che trova sul dischetto Celichini, l'attaccante di prima intenzione fredda Bonito con un destro che termina sotto l'incrocio dei pali. All'11' Sorrenti scappa in contropiede e viene steso da Bonito al limite, proprio poco prima della battuta a rete: per l'arbitro è punizione e solamente ammonizione. Passano quattro minuti e l'Assago raddoppia: errore in fase di impostazione degli ospiti, ne approfittano Rossi e Sorrenti che duettano al limite, il primo manda in porta il secondo che in diagonale non lascia scampo a Bonito. La reazione azzurra è tutta in un destro da fuori di Sow bloccato senza problemi da Ghirardelli. Al 26' arriva a sorpresa il 2-1 ospite: Avino regala il pallone a Sow, che serve Santobuono in area, il tiro del numero 8 carambola sul braccio di Avino e il fischietto di Busto Arsizio assegna il penalty. Dagli undici metri Sow batte Ghirardelli per il più classico dei gol dell'ex. La Spezia prova a crederci e a otto giri di lancette dalla fine del primo tempo vanno vicini al pari: Priore scodella un bel pallone per Cassano, ma il classe 2001 non inquadra lo specchio della porta. All'intervallo Quaranta inserisce Dauria per uno spento Fantozzi, tentando di alzare il livello fisico in fase d'attacco. L'esperimento non funziona: Melogli e compagni faticano a sfondare il muro avversario, sbagliando spesso la scelta negli ultimi venti metri. Il match diventa brutto e spezzettato da tanti falli: Tosi fatica a mantenere l'ordine ed è costretto a far sventolare più volte il cartellino. Alla fine saranno sette, due rossi e cinque gialli. L'Assago pensa principalmente a difendere, non creando niente in attacco, a parte qualche calcio piazzato, ma non rischiando praticamente mai di subire la rete del 2-2. A parte al 29' quando Cassano di testa si divora la rete del pareggio, colpendo malissimo il pallone a pochi passi da Ghirardelli, col portiere gialloblu bravo a salvarsi bloccando la sfera sulla linea. Nel finale sale il nervosismo fra le fila ospite e il direttore di gara è costretto ad espellere prima Esmail per proteste, e poi Santobuono per una doppia infrazione nel giro di cinque secondi. I quasi otto minuti di recupero decretati dall'arbitro non cambiano il risultato: l'Assago si prende i primi tre punti della stagione, mentre La Spezia resta al palo.

TABELLINO DI ASSAGO-LA SPEZIA

ASSAGO-LA SPEZIA 2-1 RETI ( 1-0, 2-0, 2-1): 2' Celichini (A), 15' Sorrenti (A), 26' rig. Sow (L). ASSAGO (4-4-2): Ghirardelli 6, Galletti 6, Trimboli 6.5, Mangiarotti 6, Avino 5.5, Tosoni 6,5 (50' st Zito sv), Bortolotti 6 (34' st Sandor sv), Putignano 6 (20' st Logoluso 6), Sorrenti 7, Rossi 7, Celichini 6.5 (37' st Schiavoni sv). A disp.: Guasco, Mancosu, Milone, Grimaldi, Alario. All. Gallanti 6.5. LA SPEZIA (4-3-3): Bonito 6, Fiorani 6, Zilocchi 6, Esmail 5, Evangelisti 5.5 (23' st Spinelli 5.5), Priore 6.5 (46' st Ditacchio sv), Cassano 5, Santobuono 5.5, Sow 6.5, Melogli 5.5, Fantozzi 5.5 (1' st Dauria 5.5). A disp.: Della Penna, Magnaghi, Brambilla, Mbilla Bilong, Toresani. All. Quaranta 5.5. ARBITRO: Tosi di Busto Arsizio 5.5: Grossi dubbi sul mancato rosso a Bonito nel primo tempo, nella ripresa perde il controllo della gara. AMMONITI: Celichini (A), Tosoni (A), Bonito (L), Zilocchi (L), Evangelisti (L). ESPULSI: 46' st Esmail (L), 48' st Santobuono (L).

PAGELLE

ASSAGO  Ghirardelli 6 Non viene praticamente mai chiamato in causa, per poco non agguanta il calcio di rigore di Sow . Galletti 6 Prestazione solida la sua, non si butta quasi mai davanti, ma dietro non rischia. Trimboli 6.5 Buon match difensivo, prestazione ordinata e senza fronzoli, la sua fisicità lo aiuta spesso. Mangiarotti 6 Contiene bene Sow, in area la sua presenza si sente, forse qualche rischio di troppo in uscita. Avino 5.5 Regala il pallone che porta al 2-1 ospite, sfortunato sul tocco di mano, per il resto gioca un match diligente. Tosoni 6.5 Un carro armato sulla fascia: quando parte è impressionante, però a volte pasticcia palla al piede. Bella la sponda per la rete del vantaggio. ( 50'st Zito sv) Bortolotti 6 Si accende poco, ma quando parte sulla corsia è un'alternativa interessante a Tosoni. Serve più costanza. ( 34'st Sandor sv) Putignano 6 Lotta tantissimo in mezzo al campo, la sua assenza nel finale per infortunio si sente. ( 20'st Logoluso 6) Sorrenti 7 Molto Gran gara! Davanti lavora parecchio per tutti, l'azione del 2-0 è tanta roba ed lui a recuperare il pallone. Guerriero. Rossi 7 Il migliore in campo. Intelligenza superiore, mette sempre ordine e non sbaglia praticamente mai. L'assist del raddoppio è un cioccolatino. Celichini 6.5 Anche lui battaglia con gli avversari, ma meno rispetto a Sorrenti, però è davvero bravo in occasione del gol. ( 37'st Schiavoni sv) All. Gallanti 6.5 I suoi partono fortissimo e indirizzano subito la gara, regalano il 2-1, ma si difendono benissimo dopo e la portano a casa. LA SPEZIA  Bonito 6 Assolutamente incolpevole sui gol, se la cava solo con un giallo in apertura di match per il fallo su Sorrenti. Fiorani 6 Si comporta bene su Fantozzi, riesce a limitarlo quasi sempre. Zilocchi 6 Grinta da vendere, cerca sempre di mettere ordine in fase difensiva, a volte è costretto ad usare le cattive. Esmail 5 Male sia a difendere che ad impostare, in più alla fine perde la testa facendosi cacciare per proteste. Evangelisti 5.5 Fatica a creare il gioco dal basso, corre per tutto il match senza riuscire ad entrare mai nel vivo. ( 23'st Spinelli 5,5) Priore 6.5 Tosoni è davvero tosto, ma lui non molla mai, inoltre quando ha spazio prende campo e crossa anche bene in diverse occasioni. ( 46'st Ditacchio sv) Cassano 5 Si divora malamente la rete del 2-2, nel complesso troppo fumo e niente arrosto. Santobuono 5.5 Lotta contro tutto il centrocampo avversario, ma corre spesso a vuoto, qualche buon inserimento offensivo, però nel finale anche lui esagera e si fa espellere. Sow 6.5 Svaria tanto sul fronte offensivo, ma i palloni che arrivano sono pochi, freddo dal dischetto. Melogli 5.5 RLa qualità non si discute, uno dei pochi a riuscire a creare superiorità numerica, però sbaglia troppi passaggi e il suo lavoro diventa inutile. Fantozzi 5.5 Cerca di prendere spazio in fascia, con scarsi risultati. Quaranta infatti lo toglie all'intervallo. ( 1'st Dauria 5,5) All. Quaranta 5.5 Manca qualcosa in fase offensiva, non riesce a cambiare la gara nella ripresa, ma i suoi hanno margini di crescita.

LE INTERVISTE

Nel post gara Gallanti mostra tutta la propria soddisfazione: «I ragazzi hanno meritato di vincere, giocando un ottimo primo tempo. Abbiamo fatto tutto noi, regalando anche il 2-1. Nella ripresa abbiamo faticato ma alla fine non abbiamo praticamente mai concesso nulla ai nostri avversari. Poi la partita è diventata dura e non era facile, ma non abbiamo mai mollato, sono davvero soddisfatto dei ragazzi». Ovviamente deluso Quaranta, anche se qualcosa da salvare c'è: «Siamo partiti malissimo, regalando i primi 20 minuti, anche per merito loro, ma noi siamo andati in confusione, concedendo il raddoppio. Poi ci abbiamo provato fino alla fine a pareggiare, abbiamo avuto anche un paio di occasioni, ma siamo stati troppo confusionari in zona d'attacco. Abbiamo tanti ragazzi giovani da far crescere, lo sapevamo e dobbiamo impegnarci tanto per migliorare».  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400