Cerca

Torinese - Ivrea Promozione: Amoruso si presenta con gol, Orange in vetta

Torinese - Ivrea Promozione Amoruso
Vittoria e cima della classifica conquistata per Andrea Porrini e l'Ivrea, che superano 2-0 la Torinese in trasferta. L'appuntamento più atteso con il meglio di questo inizio di stagione della "Terza Eccellenza" è qui: da un lato la "big" che si conferma tale, gli eporediesi di Porrini, contro la "big" che verrà (o che lo è già diventata), gli oronero di Roberto Sorrentino, partiti a razzo con 4 vittorie su 4 in campionato, più due in coppa. Con delle premesse così, c'è solo da ben sperare: due 4-3-3 speculari, due stili di gioco spumeggianti e tanti grandi nomi pronti a colpire. Da Monteleone al nuovo arrivato in Orange Amoruso (ex Trino e Asti), da Tozzi a Soster, da Geografo a El Kas. Tanta roba, insomma. Nonostante le sole 4 giornate disputate, la pressione del big match si sente. Sia l'Ivrea che la Torinese, più che a creare pericoli concreti agli avversari, si annullano a vicenda, convincendo alla grande nei rispettivi reparti arretrati. A mantenere nei primi minuti il pallino del gioco è però la Torinese, affidando ai piedi di Tozzi e Geografo il compito di creare gli spunti offensivi. Sul fronte eporediese è invece compito di Cervato, Soster e Amoruso portare avanti la squadra verso la porta di Marina. Il primo squillo nasce infatti dai piedi di Cervato al 9', che da corner riesce a pescare El Kas, che di testa manda alto. Dalla sponda oronero invece di vere e proprie palle gol ce ne sono poche, se non con iniziative individuali che arrivano dalle fasce. Per cercare di scardinare la ben piazzata difesa Orange Sorrentino inverte Tozzi e Geografo, ma le due ali non riescono a servire Monteleone a dovere. A differenza della Torinese l'Ivrea attende e si rende maggiormente pericolosa, soprattutto con Amoruso che al 25' manda in porta El Kas con un filtrante, ma Marina dice no con il piedone. La ripresa, invece, è spettacolo puro. Se la paura del big match bloccato sullo 0-0 avanzava inesorabilmente, dopo pochissimi minuti la partita subisce uno scossone improvviso. Al 6' palla a geografo a sinistra, cross teso, Monteleone scatta e si lancia in spaccata, impatta il pallone e segna la rete dell'1-0. Nel tripudio totale degli spalti, però, il guardalinee alza la bandierina, segnalando un fuorigioco molto dubbio, visto che Monteleone partiva da dietro la linea difensiva in arancione. Ai ragazzi di Sorrentino saltano le misure e l'Ivrea, con il killer instinct di chi sa gestire momenti delicati come questo, affonda il colpo. Al 9' una manciata di centimetri salvano Marina dalla punizione mancina di Vitale, ma 4' dopo non c'è scampo per l'ex CBS: palla larga a sinistra per Amoruso, un paio di finte, apre il mirino e con un destro a giro chirurgico dal vertice dell'area di rigore insacca all'angolino, lasciando immobile Marina. Le squadre si allungano e la Torinese, che non riesce a cancellare dalla mente la rete annullata a Monteleone, si innervosisce. L'Ivrea sente il sangue della preda ma manca l'affondo finale in contropiede con Soster. Gli oronero, su uno dei tanti ribaltamenti di fronte, vanno ancora una volta in gol con Monteleone, ma il guardalinee segnala ancora l'offiside, questa volta netto. Sorrentino getta nella mischia D'Ambrosio e Terribile, ma il gol non arriva. Nel massimo momento di spinta oronero, l'Ivrea la chiude in contropiede al 39': lancio a destra per Susbenso, che calcia a rete trovando l'opposizione di Marina, sulla ribattuta il 7 serve Cervato, che ha tutto il tempo di stoppare, mirare e segnare all'angolino. Gioco, partita e incontro. La Torinese molla l'osso, recriminando solamente per un episodio nel finale (contatto tra Lionello e Giarnera in uscita alta, intervento ruvido del portiere ma sul pallone), ma senza impensierire gli Orange. La vetta è conquistata, l'Ivrea è la nuova capolista.

IL TABELLINO

TORINESE-IVREA CALCIO 0-2 RETI: 13' st Amoruso (I), 39' st Cervato (I). TORINESE (4-3-3): Marina 6, Toscano J. 7 (42' st Lionello sv), Gueye 6.5, Sperandio 6, Marinaro 6, Benucci 6.5, Tozzi 6.5 (33' st Terribile sv), D'Agostino 6 (26' st D'Ambrosio 6), Monteleone 6, Giordana 5.5 (47' Fanelli 6), Geografo 6.5. A disp. Baldi, Dente, Campanella, Cane, Sorrentino. All. Sorrentino R. 6.5. IVREA CALCIO (4-3-3): Giarnera 6, Sardaro R. 6 (26' st Pellone 6), Cabras 6, Bonaccorsi 6, Vitale 6.5, Sartoretto 6, Susbenso 6.5, Cervato 7, Amoruso 7.5, Soster 7 (43' st Noro sv), El Kas 6 (18' st Dotelli 6.5). A disp. Loggia, Stumbo, Brocco, Munari, Cirincione, Chiaro. All. Porrini 7. ARBITRO: Lorusso di Novara 6 L'arbitraggio all'inglese nel primo tempo è pressoché perfetto. Perde un po' di mano l'incontro nella ripresa, a partire dal gol annullato a Monteleone per dubbio fuorigioco. Il contatto nel finale tra Giarnera e Lionello è regolare. AMMONITI: 18' Vitale (I), 19' Geografo (T), 39' Monteleone (T), 5' st Sardaro R.[03] (I), 6' st Toscano J. (T), 16' st Sorrentino (T), 35' st Sperandio (T), 36' st Gueye[01] (T). COLLABORATORI: Rosso e Maiullari di Collegno.

LE PAGELLE

TORINESE All. Sorrentino R. 6.5 La sua squadra può imparare molto da questa sconfitta: onore agli oronero per la gara disputata. Marina 6 La porta la difende con grande maestria, regalando un paio di interventi di assoluta qualità. Il primo gol subito è imparabile, sul secondo ci mette inizialmente una pezza, poi cede. Toscano J. 7 Per costanza ed intensità è quello che spicca di più: difende, spinge e insidia la difesa eporediese con lanci lunghi.  42' st Lionello sv Gueye 6.5 Nel primo tempo sembra un treno ad energia perpetua: lo trovi ad attaccare sull'ala sinistra e una manciata di secondi dopo è già a difendere. Le energie calano inevitabilmente con il passare dei minuti. Sperandio 6 A centrocampo va in difficoltà, è decisamente più a suo agio in mezzo alla difesa. Sfiora il gol in uno dei suoi inserimenti dalle retrovie. Marinaro 6 Gara non bella da vedere, ma sicuramente efficace al punto giusto. Benucci 6.5 Difesa ben gestita, mai messa in difficoltà nel primo tempo grazie alla sua ottima gestione. Lascia qualche spazio in ripartenza, ma ci mette spesso una pezza. Tozzi 6.5 Brillante per tutta la gara, crea grandi pericoli sia a destra che a sinistra. Ancora qualcosa da rivedere in fase di tiro. 33' st Terribile sv D'Agostino 6 Gli oronero si affidano alle sue precise geometrie, spesso fondamentali per impostare l'azione. Va maggiormente in apnea in fase d'interdizione. 26' st D'Ambrosio 6 Aggiunge forze fresche alla manovra, soprattutto sul versante quantitativo. Monteleone 6 I compagni si affidano tantissimo a lui, che spesso non si vede ma è sempre prontissimo a colpire quando nessuno se l'aspetta. La rete da rapace annullata per (presunto) offside lo dimostra: Monteleone è un Inzaghi a tinte oronero. Giordana 5.5 Gli manca la giocata giusta per innescare i compagni. Sente tirare il femorale destro ed esce per precauzione. 45'+2 Fanelli 6 Un tempo giocato ad altissima intensità. Geografo 6.5 Quando si mette in proprio dai suoi piedi può nascere un pericolo da un momento all'altro. Il tridente con Monteleone e Tozzi è ben assortito. IVREA All. Porrini 7 Se gli Orange continueranno così, sono inevitabilmente la squadra da battere. Porrini ha costruito una squadra che sa soffrire e sa colpire quando c'è bisogno di farlo. Giarnera 6 Sono rari gli interventi nel corso dei 90', il suo contributo lo si sente nella gestione della fase difensiva. Sardaro R. 6 In spinta lo si vede raramente, ma i compiti in copertura sono tutti svolti nel modo giusto. Considerata la giovane età, può solo migliorare ancora. 26' st Pellone 6 Ossigeno sulla fascia, 19' con un buon passo. Cabras 6 Azzarda maggiormente la giocata rispetto a Sardaro, specialmente quando la gara è bloccata come nel primo tempo. Bonaccorsi 6 Frangiflutti davanti alla difesa, spezza il gioco con grande sapienza tattica. Vitale 6.5 Fa spesso la scelta giusta nell'arginare gli attaccanti avversari. I suoi calci piazzati possono essere letali: Marina viene graziato per un soffio. Sartoretto 6 Un paio di duelli vinti con il fisico e la giusta astuzia da difensore centrale. Susbenso 6.5 Maggiormente pericoloso nel secondo tempo, quando le squadre si allungano. Marina gli nega il gol, ma è furbo a servire Cervato che non sbaglia. Cervato 7 Incontrista vero, mai domo e vera spina nel fianco per gli oronero. Il gol che chiude l'incontro è la ciliegina sulla torta. Amoruso 7.5 Esordio in Orange da incorniciare: apre il compasso con il destro e insacca all'angolino sul secondo palo. Soster 7 L'Ivrea non può fare a meno di lui. Dal suo estro ti puoi aspettare una giocata da un momento all'altro. 43' st Noro sv El Kas 6 Nel tridente eporediese è quello che si vede di meno, svolge più un'attività di supporto per i compagni di reparto. 18' st Dotelli 6.5 Sfoga la sua voglia di giocare con grandi cavalcate a campo aperto verso la porta avversaria.  

LE INTERVISTE AGLI ALLENATORI

Roberto Sorrentino, allenatore Torinese: « Sono orgoglioso e contentissimo dei miei ragazzi. Loro sono una big del girone, la prima sconfitta prima o poi doveva arrivare. Per l'obiettivo che ci siamo prefissati ad inizio stagione abbiamo dimostrato di essere ampiamente all'altezza. Abbiamo giocato un'ottima gara, spiace per il risultato ma pensiamo già a mercoledì. Il gol annullato a Monteleone? Non si può parlare di episodio dubbio, il ragazzo partiva nettamente da dietro. Non so cosa abbia visto il guardalinee». Andrea Porrini, allenatore Ivrea: « Abbiamo preparato la partita in questo modo. Sapevamo di venire in casa della capolista e di poter soffrire, abbiamo giocato una buona gara. Siamo stati corti, le cose provate in settimana ci sono riuscite e i ragazzi sono stati eccezionali. Il buon lavoro svolto in settimana ha pagato».  

Mercoledì 21 ottobre verrà pubblicata la fotogallery dell'incontro. Restate sintonizzati!

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400