Cerca

Gessate, Promozione Femminile: ecco Fabrizio Bramati il nuovo tecnico per le ragazze rossoblù

Bramati-Gessate
L'avventura di Fabrizio Bramati alla guida del Gessate è ufficialmente partita con la conoscenza del gruppo delle ragazze martedì scorso e l'informale presentazione alla stampa giovedì sera, sempre al centro sportivo. Bramati sostituisce Armando Nobiltà che non era entrato in sintonia con le giocatrici, come ha spiegato il presidente Ciocchetta. “Ci sono state delle difficoltà oggettive: Nobiltà negli ultimi anni aveva allenato formazioni giovanili maschili ed era alla sua prima esperienza con le donne; non è riuscito a capire le differenze e non potevamo continuare così, anche se dal punto di vista del gioco l'esordio in campionato sul campo della Colnaghese era andato bene, era mancato soltanto il gol. Pensava fosse scattato qualcosa e, invece, parlando con le ragazze non era così. Ora, avanti con Bramati che ha la mia piena fiducia e credo abbia tra le mani un gruppo che può ambire alle parti nobili della classifica”. Bramati è arrivato a Gessate con un paio di mesi di ritardo perché già ad agosto doveva essere l'allenatore della neonata formazione femminile rossoblù. “In estate - ha spiegato il direttore sportivo del Gessate Antonio Steduto - avevamo contattato Bramati, purtroppo lui aveva già dato la parola al Curno dove allenava dallo scorso campionato. Invece, la formazione bergamasca non si è più iscritta al campionato, Bramati è tornato libero e quando c'è stata la risoluzione consensuale con Nobiltà lo abbiamo richiamato e ha subito accettato”. [caption id="attachment_238067" align="alignnone" width="900"] Da sinistra il DS Antonio Seduto, il neo tecnico Bramati e il Presidente del Gessate, Iuri Ciocchetta[/caption] Bramati negli ultimi cinque anni ha allenato la Vibe Ronchese e il Curno con buoni risultati e spera di ripetersi con il Gessate. “Mi ha convinto soprattutto il progetto del Gessate - ha spiegato Bramati - nel calcio femminile è rarissimo trovare una società che ha un programma pluriennale dato che solitamente si ragiona alla giornata ed è per questo che spesso le squadre spariscono da un anno all'altro. So che sto prendendo in mano una squadra totalmente nuova, però ci sono i margini per lavorare bene. Ora inizieremo, forzatamente per il Covid, con un programma individuale e cercheremo di fare un allenamento alla settimana in una struttura aperta per conoscerci. Si tratta di uno sport di squadra e l'allenamento in gruppo è fondamentale, soltanto vedendo le giocatrici in campo potrò decidere che modulo applicare in partita”. Un Gessate che è sì una formazione nuova di zecca ma che non mai nascosto i suoi obiettivi nel suo primo campionato di Promozione femminile. “Non voglio sbilanciarmi - ha detto Ciocchetta - il mio parere è che si possa già fare bene nel campionato di esordio, puntando alla parte alta della classifica, se poi lotteremo per la promozione ben venga. Con un piazzamento da metà graduatoria in poi, mister Bramati si assicura la conferma”. Un Gessate che ha un progetto serio per il calcio femminile con l'intenzione per il 2021-2022 di schierare due formazioni giovanili. “Per quest'anno non c'è stato tempo - ha confermato il presidente - a settembre 2021 il Gessate avrà una Under 19, serbatoio fondamentale per la Prima squadra, e una Under 15. Puntiamo tanto sul femminile, che per noi ha lo stesso valore del calcio maschile”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400