Cerca

Tribiano Promozione, il DS Polli piazza il colpo da novanta: arriva Diego Mella e non solo, cambi anche nello staff e in società

Il DS Livio Polli annuncia un acquisto importantissimo: Diego Mella farà parte della rosa del Tribiano per la stagione 2021/22. Un arrivo davvero rilevante per la categoria: il trequartista nato nel 1993 ha giocato in settori giovanili prestigiosi, Inter su tutti, ma anche Parma e Sassuolo. Ha inoltre collezionato più di 50 presenze in Serie C con le maglie di San Marino, Pro Patria e Pro Piacenza, prima di approdare in Serie D e disputare diverse stagioni, ultima delle quali con la maglia del Bra. La scelta di scendere di categoria è stata coraggiosa: sposare la causa del Tribiano significa credere ancora di più nella possibilità di trascinare la società in Eccellenza, candidando la squadra ad un ruolo ancor più da protagonista nella Promozione che verrà. «Ci aspettiamo tanto da lui»: queste le parole del DS sull’arrivo del giocatore. Non solo Mella, però, protagonista del mercato: Stendhal Tchetchoua lascia il club per trasferirsi a Cinisello. Per sostituirlo arriverà dalla Senna Gloria l’esperto Mirko Spina, attaccante del ’90. Sempre in entrata, oltre al riscatto di Ruggeri dalla Settalese, centrocampista classe 1998, arriva Fugazza, difensore proveniente dalla Paullese nato nel 1999. E potrebbe non essere finita qui: «Siamo a buon punto, ma ancora possiamo completare la squadra con altre soluzioni. Vedremo nelle prossime settimane», ha chiosato sul mercato il Direttore Sportivo. Per quanto riguarda la società, Livio Polli ha fatto il quadro della situazione, partendo dal cambio del Presidente: «Il nuovo numero uno della società da qualche mese è Renato Mazzetti, il quale aveva già ricoperto anni fa il medesimo incarico, che sostituisce Andreoli. Confermato Crotti in panchina, mentre Panzetti, come già annunciato, sarà il preparatore atletico e il secondo allenatore. Lo sponsor storico della squadra proseguirà nel sostenere la squadra. Siamo entusiasti nel poter iniziare la stagione, sperando di poter mettere a frutto il lavoro di questi anni. Nella scorsa stagione avevamo allestito una rosa che aveva tutti i favori del pronostico, così come la Juniores».
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400