Cerca

Presentazioni

Casati Arcore, comincia ufficialmente la stagione della prima squadra di Davide Bosis: Malchiodi e Ciceri dettano le linee guida

Obiettivo playoff con la Promozione e approdo ai Regionali per l'Under 19. Il dg Dattola e il ds Pilat presentano la rosa tra conferme e nuovi acquisti

Casati Arcore

Le presentazione ufficiale del Casati Arcore

La Casati Calcio Arcore ha inaugurato “in casa” la stagione 2021/22, scegliendo l’elegante e frizzante cornice estiva del “Beat” per dare il via al nuovo anno calcistico. Presidente, dirigenza, staff e giocatori (di Prima Squadra e Juniores) si sono trovati (e ritrovati) per fare da subito gruppo, per augurarsi i migliori auspici per la stagione che verrà, per presentare le rose. Il tutto con un po’ di bollicine, buoni piatti e molta allegria. Ad aprire i “microfoni” è stato il dirigente Giancarlo Malchiodi che ha subito trasmesso grande entusiasmo e voglia di iniziare, dopo le due ultime stagioni non vissute interamente causa Covid. Il rispetto dei ruoli e l’educazione, secondo il dirigente, saranno elementi che accompagneranno questa felicità di tornare in campo e non saranno una mera cornice, ma anzi la base del lavoro nella Casati. Malchiodi ha poi “lasciato la palla” al Presidente Fabrizio Ciceri che ha ripreso idealmente i concetti del dirigente specificando alla platea che ci sarà bisogno di umiltà per poter fare bene. Il Presidente non si è però risparmiato sugli obiettivi delle due squadre (playoff almeno per la Prima Squadra, ritorno ai Regionali per gli Juniores).

Proprio questa partecipazione congiunta è stata invece il punto di partenza del discorso del nuovo (ma con tantissimi anni di esperienza da giocatore e Direttore Sportivo) Direttore Generale, Davide Dattola: «Abbiamo voluto la presenza di entrambe le compagini perché i ragazzi devono capire che, seppure non sarà facile, arrivare in Prima Squadra dovrà essere un obiettivo sapendo che la crescita del settore giovanile è fondamentale per la società». Dattola ha poi invitato a riflettere sui valori dell’Italia Campione d’Europa di Mancini, esaltandone la coesione e la determinazione, che naturalmente il dirigente vorrà vedere anche nella sua Casati. Dattola ha anche richiamato tutti all’impegno costante e alla buona condotta, prima di ringraziare tutto lo staff, introducendo poi, con sincero apprezzamento, il nuovo ds Davide Pilat, definendolo persona disponibile ma decisa nelle scelte, cedendogli così di fatto la poltrona che era stata precedentemente la sua. Il nuovo ds ha ringraziato, non ha nascosto l’emozione e ha ricalcato i concetti di chi lo ha preceduto ovvero voglia di giocare, partecipazione, educazione. I valori morali dunque di questa società, si evince chiaramente, non sono secondi agli obiettivi sportivi che però hanno chiaramente la loro importanza e autenticità. Parlando di questi, Pilat ha espresso volontà di vincere sempre e ha ricordato i quattro acquisti (Fall dalla Brianza Olginatese, Mita e Maggi dalla Casatese e Manno dal Carugate) definendo il mercato in entrata, chiuso. Salutati poi il portiere Mattia Labate, che tornerà al Leon e, con un pizzico di rimpianto, Alessandro Martella («Si è subito infortunato, non si sa quanto avrebbe potuto realmente dare» le parole del neo DS), Pilat ha confidato tutta la sua trepidazione per l’imminente avventura ma anche la sicurezza che la vivrà in una grande famiglia. A guidare la squadra in Promozione, due novità nel team (il nuovo allenatore in seconda Matteo Pessina e il nuovo preparatore atletico Cesare Falcinella che si sdoppierà tra Brianza Olginatese e Casati appunto) ma al timone, confermato Davide Bosis che non parla ma incassa i complimenti sia di Pilat (eclettico e preparato dal punto di vista tattico) che di Dattola (sa valorizzare tutto il collettivo). Ed è proprio il concetto di collettivo che indubbiamente emerge dalla serata. Gli obiettivi calcistici ci sono e sono stati dichiarati ma la piacevole sensazione dall’esterno è quella di vedere una società che è prima di tutto una famiglia con grande unità di intenti. I vari brindisi e gli applausi ripetuti agli interventi ufficializzano la nuova avventura e una certezza dunque: la Casati Calcio Arcore riparte col sorriso.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400