Cerca

Coppa Italia Promozione

Cob 91-Bresso: fantasia al potere con Lossani, Abd Alla cecchino su punizione e Provasi si gode la prima vittoria

Un espulso per parte e due legni per gli ospiti, sfortunatissimi: la squadra di Manzo esce sconfitta ma fa una buona prestazione guidata dal mancino di Panin

Tutto si crea: le invenzioni di Davide Lossani, a tratti immarcabile. Tutto si distrugge: la sostanza del guastatore Michael Romano, fantastico nel rompere gli schemi del centrocampo avversario con il suo movimento. Tutto si trasforma, anzi una sola cosa si trasforma: la punizione chirurgica di Alessandro Abd Alla, che al 33' del primo tempo aggira la barriera con suo mancino educato e imprime nella pietra l'1-0 con il quale la Cob 91 batte il Bresso nella prima uscita stagione in Coppa Lombardia. La partita però non è tutta qui: ci sono due espulsioni, una per parte, ci sono due legni colpiti dagli ospiti e c'è una prestazione, quella della squadra di Roberto Manzo - infarcita di giovani, ma come la Cob del resto - che può essere considerata sicuramente positiva e nella quale gli episodi hanno girato in maniera contraria. I ragazzi di Maurizio Provasi comunque non hanno rubato nulla: prima dell'intervallo hanno reclamato per un rigore che avrebbe chiuso la partita, poi una volta tornata la parità numerica hanno sofferto il forcing bressese uscendo infine nella seconda parte della ripresa sfiorando due volte il raddoppio.

Finalmente si gioca. Cob 91-Bresso è uno scontro tra giovani, 4 da una parte e ben 7 dall'altra, ma è anche un confronto diretto tra "vecchi": da una parte Alessandro Abd Alla, perno centrale del 4-1-4-1 di Provasi condito da Lossani e Maffi sugli esterni e dal moto perpetuo di Romano, dall'altra Andrea Panin, trequartista nel 4-2-3-1 di Manzo e poi regista a tutto campo nell'infuocato finale. Due piedi mancini non certo da Promozione, e lo si capisce già dopo 3 minuti quando Panin prova il piattone calibrato con Coppo che però blocca facile, e poco dopo quando Ripamonti incorna a lato un cross perfetto da sinistra del dieci bressese, particolarmente ispirato. Nel mezzo l'occasione più grossa degli ospiti, con Galbiati che arriva sul fondo e mette a rimorchio per Parmigiani che colpisce il palo alla sinistra del portiere (5'). L'ottimo avvio del Bresso fa pensare a una gara a senso unico, ma a togliere questo pensiero dalla testa dei presenti ci pensa Lossani con la prima giocata della sua partita favolosa: sponda all'indietro per l'accorrente Rampoldi che spara a botta sicura, Attianese fa il miracolo e respinge. Il fantasista della Cob 91 cresce di minuto in minuto, manda in bambola la difesa avversaria e al 27' fa girare la partita anticipando l'uscita disperata di Attianese che lo atterra, viene espulso ed esce pure infortunato dopo 6 minuti di stop al match per i soccorsi del caso. Quando la gara riprende, Abd Alla la svolta col suo mancino calibrato che gira dietro la barriera e beffa il neoentrato Gregori (Manzo sacrifica Galbiati, abbassa Siviero e sposta Zumpano a sinistra). Nei minuti di recupero proteste vibranti dei padroni di casa per un intervento di Siviero su Rampoldi: per Viola di Abbiategrasso è tutto regolare, ma il rigore ci poteva stare.

Sull'altalena. Anche nel secondo tempo le aspettative della gara durano quel che durano: 13 minuti per l'esattezza. La Cob 91 parte a razzo, al 5' colpisce un palo ancora con Abd Alla (sinistro da fuori su cross basso di Lossani e velo di Romano) e subito dopo gli ospiti devono ringraziare Gregori che fa un miracolo a tu per tu con Genovese, imbeccato da un filtrante millimetrico dell'ispiratissimo Lossani. Il 2-0 sembra nell'aria, e invece al 13' la gara gira di nuovo quando Strafezza si becca un secondo giallo ingenuo calciando via il pallone. La ristabilita parità numerica fa salire i giri del Bresso, le armi della panchina (Manca e Rossi) fanno la loro parte ma l'anima della squadra è Panin che al 16' colpisce una traversa clamorosa con un sinistro da fuori di rara bellezza. Scampato il pericolo la Cob serra le fila, lascia sempre meno spazi e trova pure il modo di pungere in contropiede e legittimando il vantaggio: prima con Di Nunno che si invola ma a tu per tu con il portiere calcia a lato (35'), poi con Rampoldi che sfonda a destra ma sciupa l'occasione calciando da posizione defilata invece di servire i compagni al centro dell'area di rigore. È l'ultima vera azione della gara, il Bresso ci prova ma rimane impantanato e la Cob 91 porta a casa la prima vittoria della sua stagione.

IL TABELLINO

COB 91-BRESSO 1-0
RETE:
33' Abd Alla (C).
COB 91 (4-1-4-1): Coppo 6.5, Primavera 6, Genovese D. 7, Romano 7, Strafezza 5.5, Loperfido sv (8' Bortolotti 6.5), Maffi 6 (25' st Mazzeo A. 6), Abd Alla 7.5 (47' st Galli sv), Picone 6.5 (17' st Di Nunno 6), Lossani 8 (39' st Monticelli sv), Rampoldi 6.5. A disp. Volpe, Bilardo, Megna, Mazzeo L. All. Provasi 7.
BRESSO (4-2-3-1): Attianese 5.5, Ripamonti 6, Salvatore 6 (31' st Dominoni sv), Mainardi 5.5 (17' st Manca 6), Ceriani 6.5, Galbiati 6 (28' Gregori 6.5), Zumpano 5.5 (42' st Pollutri sv), Parmigiani 6, Ciceri 6.5, Panin 7, Siviero 5.5 (26' st Rossi sv). A disp. Cocozza, Scaglia, Miceli, Didoni. All. Manzo 6.
ARBITRO: Viola di Abbiategrasso 6.
ASSISTENTI: Zaretti di Seregno e Golzi di Seregno.
ESPULSI: 27' Attianese (B), 13' st Strafezza (C).
AMMONITI: Romano e Lossani (C), Ceriani e Manca (B).

LE PAGELLE

COB 91
Coppo 6.5 Pronti-via viene stuzzicato da un mancino di Panin che lui blocca con sicurezza, poi ringrazia la buona sorte sia sul palo di Parmigiani che sulla traversa di Panin. Attento nel concitato finale.
Primavera 6 Abbastanza bene su Siviero, non copre al meglio su una discesa di Galbiati e nel secondo tempo va un po' in affanno con la "gamba" di Pollutri nei minuti finali. Però appoggia bene la fase offensiva e tutto sommato tiene bene.
Genovese D. 7 Dirottato subito al centro per l'infortunio di Loperfido alza la barricata e non fa passare nessuno. Ciceri si muove tanto, ma quando arriva al dunque sbatte sul difensore ex Brescia, Seregno e Aldini. Sbaglia un gol davanti al portiere, ma lo fa dopo una discesa devastante dalla propria area fino alla porta avversaria. Dominante.
Romano 7 Il suo agire nell'ombra è semplicemente indispensabile. Consente ad Abd Alla di impostare in tranquillità e va a pestare i piedi a tutte le fonti di gioco bressesi. Inoltre, il solito grande apporto di carisma.
Strafezza 5.5 Tutto molto bene fino al momento in cui si becca il secondo giallo per aver allontanato il pallone una volta che ormai era uscito dal campo. La partita era in pugno ed era un rischio che non andava corso.
Loperfido sv La sua partita dura solamente 8 minuti, poi deve uscire per un infortunio.
8' Bortolotti 6.5 Si piazza a sinistra e, nonostante qualche apprensione all'inizio, porta a casa la pagnotta con una gara decisamente positiva soprattutto nel finale quando conquista punizioni preziose.
Maffi 6 Larghissimo a destra, un po' fuori dalla manovra offensiva ma comunque utile per l'equilibrio tattico della squadra. (25' st Mazzeo A. 6)
Abd Alla 7.5 L'esperienza si vede tutta, sia nella fase di gestione dei tempi di gioco, sia quando c'è da tenere alta la soglia d'attenzione dei compagni. E poi quel mancino, sempre calibrato, come in occasione della punizione che aggira la barriera per il gol dell'1-0. Colpisce anche un palo e chiude da difensore centrale. Clonatelo. (47' st Galli sv).
Picone 6.5 Non conclude mai verso la porta ma fa un buonissimo lavoro spalle all'area di rigore. Allarga spazi per Lossani e Rampoldi che ringraziano. (17' st Di Nunno 6).
Lossani 8 Quando accende la luce, i difensori del Bresso rimangono accecati. Parte da sinistra ma converge dando fastidio a tutta la retroguardia. Sponde intelligenti, come quando aziona il tiro ravvicinato di Rampoldi, e incursioni letali come quando costringe al rosso Attiantese. Nel secondo tempo dispensa assist a profusione e nel finale si sacrifica pure in fase difensiva fino al cambio. Migliore in campo. (39' st Monticelli sv).
Rampoldi 6.5 Sempre nel vivo e sempre pericoloso, il gol sbagliato da distanza ravvicinata è più un miracolo di Attianese che un suo errore. Nel recupero di primo tempo si prenderebbe anche un rigore che l'arbitro non concede. Mezzo punto in meno solo per come spreca il 2-0 nel finale, ma dopo tanti chilometri percorsi ci sta anche un po' di mancanza di lucidità.
All. Provasi 7 Concetti già chiari, ottima organizzazione collettiva e chiavi del gioco date in mano a due fenomeni che sanno come far girare il gioco. Anche con l'uomo in meno la squadra regge bene. 

BRESSO
Attianese 5.5 Esce in ritardo su Lossani beccandosi un sacrosanto cartellino rosso, peccato perché prima aveva fatto un mezzo miracolo sulla conclusione da zero metri di Rampoldi. Sull'episodio dell'espulsione si fa pure male. 
Ripamonti 6 Quando Lossani accelera sono dolori, preso in mezzo anche lui sul lancio che porta all'espulsione di Attianese che cambia la storia della partita. Meglio in fase offensiva, sfiora il gol con un bel colpo di testa su assist di Panin.
Salvatore 6 Sorpreso come l'intera difesa sul lancio lungo che porta Lossani davanti al portiere, si riprende con una buona prova tutta "sportellate" con Picone. (31' st Dominoni sv).
Mainardi 5.5 Prova a mettere ordine al gioco ma i ritmi sono ancora troppo bassi. In più c'è Lossani che gravita nelle sue zolle, il che rende la partita decisamente complicata. (17' st Manca 6).
Ceriani 6.5 Il migliore della difesa, la guida con la personalità di un veterano e sbroglia alcune situazioni decisamente intricate.
Galbiati 6 Forse un po' timido, ma quando prende l'iniziativa e arriva sul fondo riesce a creare pericoli alla difesa avversaria. Dietro controlla senza troppi affanni: dopo il rosso ad Attianese il sacrificato è lui. (28' Gregori 6.5).
Zumpano 5.5 Si sbatte, questo è sicuro, ma non riesce a cavare granché dal suo incedere sulla fascia destra. Dopo il rosso ad Attianese passa a sinistra per riequilibrare la squadra, ma le cose non migliorano particolarmente. (42' st Pollutri sv).
Parmigiani 6 Gioca di fisico, e anche se il giropalla è un po' lento riesce a dare il suo contributo. Colpisce un palo in avvio che avrebbe potuto cambiare il corso della gara: tanta sfortuna e poco demerito nell'occasione.
Ciceri 6.5 Viene incontro e appoggia, dialoga con gli esterni e torna quando c'è da tornare. Manca il colpo del bomber, ma lo sbattimento che si fa è evidente.
Panin 7 Trequartista con il compito di azionare Ciceri e gli esterni, veleggia tra le linee con il solito mestiere ed inaugura l'elenco delle occasioni con un mancino che Coppo controlla facilmente. Quando la squadra rimane in dieci deve dare una mano in più in fase difensiva, ma la sua stella non si spegne: colpisce una traversa con un sinistro da fuori e poi abbassa il suo raggio d'azione giocando praticamente a tutto campo.
Siviero 5.5 La spinta propulsiva è costante, non solamente da esterno alto ma anche da basso, quando deve arretrare dopo l'uscita di Galbiati per il rosso ad Attianese. Manca però nelle conclusioni: arriva almeno tre volte al tiro sparando sempre alto. (26' st Rossi sv).
All. Manzo 6 La partenza è super, poi dopo l'espulsione di Attianese le cose si complicano maledettamente. In dieci contro dieci la squadra prova in tutti i modi a pareggiarla, ma non c'è niente da fare: due legni colpiti a testimoniare la giornata sfortunata dei suoi. E il calo degli ultimi dieci minuti è ampiamente giustificabile.

ARBITRO
Viola di Abbiategrasso 6 Gestione perfetta dei cartellini: Attianese è da rosso diretto (chiara occasione da gol per Lossani), giusti anche i due gialli a Strafezza (uno per un fallo su Panin e l'altro per perdita di tempo) e quelli sventolati a Romano, Lossani, Ceriani e Manca. Due gli episodi che abbattono la pagella: sull'azione che porta al palo di Parmigiani la palla era uscita, e sul finire di primo tempo ci poteva stare un rigore per la Cob 91 sul contatto Siviero-Rampoldi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400