Cerca

Promozione

Cheraschese-BSR Grugliasco: Gandino rimedia all'errore di Vittone, battesimo negativo per Frattolillo e i suoi

Partita tiratissima fra nerostellati e crociati, con i padroni di casa che trovano il gol della vittoria solo nel finale di gara

Matteo Gandino

Con un chirurgico colpo di testa, Matteo Gandino ha risolto la partita a pochi minuti dalla fine

Non era sicuramente l'esordio che sperava il BSR Grugliasco, alla sua prima partita nel Girone C in questa stagione: il battesimo è infatti avvenuto sull'ostico campo della Cheraschese, dove ha perso per 1-0 a causa di una disattenzione difensiva nei minuti finali di gara. Una partita tiratissima, in cui la prima frazione di gioco ha visto dominare i padroni di casa, mentre nei secondi quarantacinque minuti sono emerse tutte le qualità dei torinesi, che hanno tenuto botta fino al 42', momento in cui, scordandosi in area il piccolo Matteo Gandino, hanno sciupato la propria bella prestazione e si sono fatti punire dal classe 2000, subentrato qualche minuto prima. Grande prova di unità e coraggio da parte dei cheraschesi, che non si sono sciolti dopo l'espulsione (per doppio giallo) di capitan Vittone e hanno messo in campo tutta la tenacia possibile, trovando tre preziosissimi punti al termine di una sfida alquanto complicata, giocata contro una compagine sempre ben piazzata in mezzo al campo.

Gestione nerostellata. Il tecnico Luca Mascarello adotta il suo canonico 4-3-3, con il neo-acquisto Parussa al centro dell'attacco a fare da boa e utile a favorire gli inserimenti delle mezzali e degli esterno; dall'altra, Frattolillo risponde con un 4-2-3-1 per coprire il più possibile il rettangolo verde e con il quale cerca il più possibile la profondità per sorprendere la difesa avversaria con delle imbucate. I nerostellati attaccano fin da subito con insistenza, creando la prima occasione da gol al 4', grazie alla sponda di Parussa per Mazzucco, che allarga per Costamagna, il quale chiude il quadro tornando dal centravanti, che girandosi riesce ad andare alla conclusione, ma Sperandio è reattivo e annulla la conclusione avversaria. Se il Grugliasco fatica inizialmente a uscire dalla propria metà campo, cercando di affondare con le ripartenze, dall'altra gli uomini di Mascarello proseguono le proprie arrembate, grazie a delle belle triangolazioni sulle fasce palla a terra, guadagnandosi infatti ben cinque calci d'angolo nel giro di una decina di minuti. Parussa prova a rendersi nuovamente protagonista al 22', quando calcia al volo il cross di Capocchiano, ma stavolta la conclusione termina a lato. Pochi minuti dopo, i rossobianchi devono fare i conti con l'infortunio di Spadaro, sostituito da Palumbo che va a piazzarsi sulla sinistra, mentre Barbero si sposta sulla corsia opposta.  Gli ultimi grandi squilli della prima frazione giungono al 31', con Ciaravola annullato da Sperandio, e al 37', con Marengo attentissimo nell'intercettare il cross rasoterra di Dispenza.

Sciocchezza di Vittone, rimedia Gandino. Finito l'intervallo, rientrano in campo i medesimi ventidue interpreti del primo tempo, tuttavia, cambia l'antifona della partita: la Cheraschese perde lucidità e fatica ad affondare il colpo, cercando quindi più di una volta la soluzione dalla distanza, mentre il Grugliasco aumenta i ritmi e gioca un importante secondo tempo, sfruttando fin dal principio i contropiedi. Se al 6' Ciaravola intercetta palla al limite dell'area e riesce a concludere in porta, impegnando ancora una volta l'estremo difensore, all'8' Barbero prova a mettere la firma sugli annali della Promozione cercando lo specchio dalla propria metà campo, col pallone che però rimbalza sopra la traversa davanti agli occhi di uno sbigottito Marengo. I crociati tentano di ferire anche con le azioni personali di Dispenza e D'Agostino, bravi ad accentrarsi per andare alla conclusione ma infine poco precisi nell'impensierire il portiere avversario. Dalla parte opposta, Parussa cerca di mettere il suo primo sigillo in campionato al 16', su un buon assist di Bernocco (inseritosi dentro l'area con un intelligente movimento senza palla), ma anche in questa occasione Sperandio gli chiude il portone in faccia, deviando sul fondo. Al 34' avviene l'episodio che potrebbe, almeno sulla carta, cambiare le sorti della sfida: al suo secondo fallo, Vittone si vede sventolare davanti agli occhi il secondo cartellino giallo, lasciando perciò il campo anzitempo e i propri compagni in inferiorità numerica; i nerostellati, tuttavia, non accusano il colpo, mentre gli ospiti non riescono ad approfittare dell'episodio nei minuti restanti. Nonostante giochi in dieci, infatti, la squadra di casa riesce ad avere la meglio grazie al gol del subentrato Matteo Gandino, che lasciato clamorosamente da solo in mezzo all'area dalla difesa grugliaschese, riceve un traversone dalla sinistra e con una capocciata infila la sfera alle spalle del portiere. La Cheraschese sfrutta quindi l'episodio e trova i primi tre punti della propria stagione, al termine di una gara sofferta e combattuta; il BSR Grugliasco, invece, al netto di una prova piuttosto positiva, deve rimandare l'appuntamento con la vittoria nella sua nuova esperienza nel Girone C.

IL TABELLINO

CHERASCHESE-BSR GRUGLIASCO 1-0
RETI: 42' st Gandino (C).
CHERASCHESE (4-3-3): Marengo 6.5, Costamagna 6, Capocchiano 6.5, Grimaldi 6.5, Mazzucco 6.5, Vittone 5.5, Bernocco 7, Nastasi 7, Parussa 6.5 (36' st Rinero sv), Fissore L. 6.5 (26' st Gandino 7), Ciaravola 6. A disp. Falco, Coltelluccio, Garello, Capello, Battaglino, Fissore Al., Cordero. All. Mascarello 7.
BSR GRUGLIASCO (4-2-3-1): Sperandio 6.5, Spadaro 6 (26' Palumbo 6.5), Barbero 7, Marmo 6.5 (36' st Grabbi sv), Zammuto 6, Cappellazzo 7, Duò 6.5 (7' st Micelotta 6), Soatto 6, Donegà 6 (30' st Cincinnato 6), Dispenza 6 (24' st Mastrorosa 6), D'Agostino V. 6.5. A disp. Vello, Colucci, Tempo, Garino. All. Frattolillo 6.
ARBITRO: Dossetto di Pinerolo 6.5.
COLLABORATORI: Tuninetti e Actis-Giorgetto.
AMMONITI: 3' st Costamagna (C), 5' st Vittone (C), 20' st Nastasi (C), 25' st Micelotta (B), 27' st Marmo (B).
ESPULSI: 34' st Vittone (C).

LE PAGELLE

CHERASCHESE
Marengo 6.5 Impegnato poche volte ma si fa trovare ogni volta attento e reattivo nel respingere le minacce rossobianche.
Costamagna 6 Bravo a contenere Dispenza e soprattutto nel dare vita a delle pregevoli triangolazioni con Nastasi.
Capocchiano 6.5 Duetta alla grande con Ciaravola e crea qualche grattacapo agli avversari con le sue incursioni dalla sinistra.
Grimaldi 6.5 Ottima spalla di Vittone, dà sicurezza al reparto di difesa e non concede mai lo spazio idoneo a D'Agostino per affondare il colpo.
Mazzucco 6.5 Effettua un lavoro preziosissimo in fase di recupero, sapiente anche nel gestire il pallone, sa sempre cosa fare e dispensa consigli a chiunque.
Vittone 5.5 Offre una gara sontuosa ma paga amaramente due disattenzioni che gli costano l'espulsione: il cartellino rosso avrebbe potuto pesare molto sull'economia della gara e lui lo sa.
Bernocco 7 Geniale nell'inserirsi senza palla alle spalle degli avversari, non molla un centimetro e dialoga splendidamente coi propri compagni.
Nastasi 7 Recupera palla e la gioca con calma e precisione: talvolta un po' irruento, il suo lavoro in mezzo al campo è sempre di ottima fattura.
Parussa 6.5 Perno d'attacco al quale è mancato solamente il gol: si fa vedere e trovare dai propri compagni e va più volte alla conclusione, ma deve fare i conti con un portiere in gran forma. (36’ st Rinero sv).
Fissore L. 6.5 Quando si accentra dalla sinistra per calciare diventa imprendibile, sfuggendo come una saponetta, tuttavia le sue conclusioni si dimostrano scarsamente pericolose.
26’ st Gandino 7 Entra e nel giro di un quarto d'ora segna il gol da tre punti con una delle armi meno efficaci del suo repertorio: il colpo di testa.
Ciaravola 6 Lotta su ogni pallone e non si perde mai d'animo, risultando indispensabile nell'ossatura della squadra.
All. Mascarello 7 Grande prova corale, meglio nel primo tempo che nel secondo, ma soprattutto è stato fondamentale non disunirsi dopo il rosso di Vittone: i punti sudati sono sempre i più belli.

BSR GRUGLIASCO
Sperandio 6.5 Tiene a galla la nave con delle parate eccezionali, crollando solamente quando Gandino viene dimenticato dai propri difensori.
Spadaro 6 Fa lo stretto indispensabile, ma deve lasciare il terreno di gioco anzitempo per un problema fisico che lo disturba da tempo.
26’ Palumbo 6.5 Si posiziona sulla corsi di sinistra e lotta come un guerriero contro chiunque gli capiti a tiro, regalando una prova di grande quantità.
Barbero 7 A destra o a sinistra per lui non fa differenza, risultando sempre chirurgico: cerca addirittura il gol dell'anno calciando da distanza siderale.
Marmo 6.5 Completa alla grande il pacchetto difensivo chiudendo gli spazi e non lasciando mai buchi ai nerostellati. (36’ st Grabbi sv).
Zammuto 6 Buona gara in fase di interdizione, aiuta bene la difesa a fare muro di fronte alle arrembate avversarie.
Cappellazzo 7 Gigantesco, interviene su ogni pallone e annulla qualunque azione avversaria che capiti nel suo raggio: indispensabile.
Duò 6.5 Gioca bene nella trequarti, effettuando dei buoni inserimenti e giocate palla al piede, tuttavia perde alcuni preziosi tempi di gioco.
7’ st Micelotta 6 Fa il proprio dovere per rifornire il centrocampo di energie fresche, aiutando spesso la squadra nella ripresa.
Soatto 6 Come Zammuto, bene quando deve costruire la muraglia che blocca i Lupi, meno lucido invece quando cerca la giocata personale.
Donega 6 Prova a non dare punti di riferimento agli avversari spostandosi di continuo, ma alla fine si vede piuttosto poco.
30’ st Cincinato 6 Cerca di conferire il proprio contributo nell'ultimo quarto d'ora di gara.
Dispenza 6 Gioca a tutta fascia sulla destra, ingaggiando dei duelli interessanti contro il solido Capocchiano.
24’ st Mastrorosa 6 Subentra in maniera positiva, cercando sempre l'affondo e provando a impensierire l'estremo difensore in un paio di occasioni.
D’Agostino 6.5 Tenta di dare maggiore profondità alla formazione con i suoi inserimenti, finendo però spesso in fuorigioco: bene anche sulla fascia sinistra, dove forse riesce a esprimersi meglio.
All. Frattolillo 6 Prova sicuramente positiva per i rossobianchi, che pagano però una disattenzione in maniera cara e peccano di concretezza negli ultimi sedici metri; sicuramente meglio in fase difensiva, chiudendosi bene a riccio.

ARBITRO: Dossetto di Pinerolo 6 Arbitraggio senza sbavature, anche grazie alle buone chiamate degli assistenti.

LE INTERVISTE

«Mi aspettavo questo tipo di partita contro una delle candidate a vincere - ha affermato Massimo Frattolillo (BSR Grugliasco) - Erano loro a fare la partita, noi abbiamo fatto la nostra gara con dignità: nel primo tempo siamo andati benino, mentre nel secondo tempo abbiamo fatto meglio ma, nonostante la superiorità, non abbiamo sfruttato l'opportunità e abbiamo pagato una disattenzione. Sono comunque soddisfatto della prestazione. Abbiamo fallito un’occasione e abbiamo pagato poco dopo. In futuro giocheremo al meglio possibile, faremo la nostra figura e potremo pareggiare i livelli anche di una big come la Cheraschese, quindi a certi livello posso dire che possiamo starci anche noi, senza presunzione. Sicuramente è mancato un po’ di cinismo, abbiamo preso meglio le misure soltanto nel secondo tempo».

«Non era facile giocare in queste condizioni, dovevamo e potevamo essere in vantaggio nel primo tempo, nei venti metri siamo arrivati spesso con delle trame ottime a palla a terra - ha spiegato Luca Mascarello (Cheraschese) - Nel secondo tempo la squadra non mi è piaciuta molto, gli avversari hanno avuto delle situazioni figlie dei nostri errori però abbiamo vinto meritatamente: l’episodio ci ha favorito, abbiamo giocato anche in inferiorità. Abbiamo una rosa ampia e di livello, con elementi come Gandino che è entrato e ha segnato. Abbiamo speso molto, loro si sono chiusi bene e ci hanno fatto sprecare energie, perché giocano con qualità e sono ben organizzati. Possiamo ancora migliorare e lavorare per avere un ritmo alto nei 90’. Siamo una squadra che può vincere con chiunque, ma penso sia veramente bello vincere nel momento di maggiore difficoltà».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400