Cerca

Promozione

Pozzomaina-Pastorfrigor Stay: vittoria nel segno dei ragazzi terribili di Mammola! Due '03 abbattono la corazzata di Perotti

Caviello prima e Pavia poi ribaltano il vantaggio dei biancoblù firmato dal jolly tuttofare Alessio Margaglio. Mammola esulta e si porta in testa alla classifica.

Pavia Pozzomaina

Emiliano Pavia decide la gara: è suo il 2-1 alla Pastor

Esordio col botto per i grigiorossoblù che in casa abbattono in rimonta la corazzata Pastorfrigor con due gol nella ripresa da parte dei più giovani in campo: Edoardo Covello e Emiliano Pavia, entrambi classe '03 promossi stabilmente fra i senior dal tecnico Mammola, rispondono alla rete di Margaglio avvenuta dopo appena 240 secondi dal fischio di inizio.
Dopo 11 mesi si torna in campo con la Promozione e si va scena con una delle partite più interessanti della giornata: il Pozzomaina di Roberto Mammola ospita al campo dedicato al Presidente Porta di Via Monte Ortigara la Pastorfrigor Stay di Perotti di cui abbiamo sentito parlare molto quest'estate. Due squadre con due filosofie opposte: una all'insegna della continuità e della costruzione in casa dei talenti e l'altra più propensa alla ricerca di ragazzi al di fuori delle proprie mura.

Lotta a centrocampo. Match fin dalle prime battute a ritmi molto alti con la Pastorfrigor che prende subito il sopravvento sulla squadra di casa grazie ad un lestissimo Alessio Margaglio, abilissimo a sfruttare una incomprensione fra Contorno e i centrali difensivi Mofodda e Colicino, superando l'estremo portiere grigio con un controllo a seguire di testa e una conclusione strozzata quel tanto che basta per trarre in inganno i difensori a difesa della porta sguarnita. Palla che lentamente gonfia la rete portando gli ospiti di Perotti in vantaggio. 
Apparentemente sembra una montagna insormontabile, ma Mammola e i suoi non si danno per vinti e cominciano la scalata: al 7' la risposta del Pozzo è tutto nei piedi di Pavia. Martini recupera palla a centrocampo e verticalizza per Robucci che sulla trequarti allarga sull'out mancino per il numero 11 in casacca rossa Tulifero, cross rasoterra al centro per il puntuale Pavia che schiaccia troppo la conclusione diventando preda facile di Parisi. Mammola, partito con un 4-2-3-1 iniziale prova a mischiare le carte in tavola scambiando le posizioni delle due ali e del centravanti Castrignano per provare a non dare punti di rifermento alla retroguardia della Pastor guidata da un ottimo Miglietta e che dovrà fare a meno per più di 3/4 di partita di Marianini, uscito per infortunio.
I ritmi crescono così come la pressione da parte del Pozzo che nella prima mezz'ora impegna per almeno 4 volte un attento Parisi, che al 27' si esibisce in una parata plastica su un calcio di punizione battuto da Robucci dai 30 metri. 5' dopo i rossi hanno una doppia occasione da gol prima con Pavia che parte dalla sua trequarti palla al piede, arriva sul fondo e crossa a rimorchio alla ricerca di un compagno che però non c'è sulla seconda palla arriva Simone Martini che dal vertice dell'area controcrossa sul secondo palo per Castrignano che tutto solo, controlla e calcia a botta sicura da pochi passi dalla porta di Parisi, è ancora una volta quest'ultimo a superarsi e a salvare il vantaggio della sua squadra deviando la conclusione del numero 9 grigiorossoblù in corner. 
La Pastor ha sì il pallino del gioco fra le mani con un possesso palla «sterile e fine a se stesso», secondo lo stesso Perotti, che non si fa più vedere dalle parti di Contorno se non con rare folate sulla fascia destra con le sovrapposizioni di Cicogna e con le invenzioni di Petrillo sulla corsia opposta.
E' ancora una volta il Pozzo a farsi più pericoloso con una nitida occasione da gol, questa volta sui piedi del trequartista in maglia rossa: Contorno fa ripartire veloce Pavia che si invola verso la metà campo avversaria, premia la sovrapposizione interna di Tulifero che ancora una volta dal fondo sinistro del campo serve a rimorchio Robucci, tutto solo il 10 ha tempo anche di prendere la mira e caricare, ma il suo destro si spegne di poco sopra la traversa di un immobile Parisi.

Il Pozzo risale la china. Ripresa che si apre nello stesso modo della prima frazione di gara con la Pastorfrigor che si fa subito pericoloso con Veliu che scatta sul filo del fuorigioco servito da Cicogna, il 9 biancoblù vola verso Contorno e tira rasoterra sul primo palo, questa volta l'estremo portiere di Mammola si fa perdonare e mantiene il risultato sullo 0-1. I toni iniziano ad accendersi con il fischietto Mancuso di Ivrea a comincia a interrompere spesso il gioco e a sventolare gialli forse troppo facilmente. I ragazzi di Perotti continuano a spingere e al quarto d'ora è ancora il 7 biancoblù Margaglio che con un'azione fotocopia di quella del gol del vantaggio supera di nuovo Contorno ma allargandosi troppo questa volta non riesce a trovare lo specchio.
Al 22' il Pozzo pareggia: Pavia supera con un gioco di gambe un uomo nella sua trequarti e serve Robucci nel cerchio di centrocampo, il fantasista grigiorossoblù con una verticalizzazione rasoterra imbecca Tulifero lanciato verso la porta, il falso nueve semina Miglietta e supera Parisi, uscito dai pali per rubare il tempo all'attaccante, viene però superato dal numero 11 che da posizione defilata trova al centro dell'area Covello, professione mediano, che segue perfettamente l'azione e viene premiato al meglio gonfiando la porta con un tap-in facile facile. 1-1 meritato per i ragazzi di Mammola.
Galvanizzati dal pareggio il Pozzo si lancia in attacco con la Pastorfrigor a sua volta sbilanciata in avanti alla ricerca del gol del nuovo vantaggio. Solo 4' più tardi Fricano recupera un pallone a centrocampo e serve sulla corsia di destra Emiliano Pavia che a 40 metri dalla porta si invola verso Parisi, entra palla al piede in area e punta Argellini, doppio passo e finta di corpo che disorienta il difensore biancoblù, Pavia rientra sul sinistro e col piede debole segna con Parisi immobile e incolpevole che può solo raccogliere il pallone dal fondo della rete. 2-1 e rimonta completata con Pavia che fa esplodere di gioia panchina e spalti.
Mammola decide quindi di coprirsi inserendo Persichella e mettendosi con un 3-5-2 molto solido e con tanta densità dentro il campo.
La Pastorfrigor continua a fare la partita col solito contropiede che tuttavia non riesce a scalfire le mura della retroguardia del Pozzomaina che rischia solo in due occasioni di veder vanificate tutte le fatiche della rimonta: al 46' Miglietta in proiezione offensiva non trova la precisione necessaria per gonfiare la rete in ottima posizione e per giunta libero da ogni marcatura, poi con Marco Tosi, questa volta per qualche secondo Mammola e i suoi sudano freddo, perché Mancuso annulla la rete del numero 18 biancoblù per fuorigioco dopo la conclusione di Margaglio: l'autore del gol dello 0-1 controlla col petto il traversone del capitano Michelerio e conclude verso la porta, Contorno respinge, ma la sfera rotola sui piedi di Tosi che praticamente sulla linea di porta insacca all'ultimo secondo del match.
Offside e sospiro di sollievo per il Pozzomaina che può esultare per la vittoria all'esordio. Una vittoria di squadra e una grande gioia per Mammola, frutto dello spirito di sacrificio del gruppo e della filosofia della società. 

IL TABELLINO

POZZOMAINA-PASTORFRIGOR STAY 2-1 RETI (0-1, 2-1): 4' Margaglio (Pa), 22' st Covello (Po), 26' st Pavia (Po). POZZOMAINA (4-2-3-1): Contorno 6, Opsi 6, Sanna 6.5 (12' st Cazzuola An. 6), Covello 7, Colicino 6.5, Mafodda 6, Pavia 7.5 (41' st Mastratisi sv), Martini 6.5, Castrignano 6 (20' st Fricano 6.5), Robucci 6.5 (31' st Persichella 6), Tulifero 7 (31' st Carrubba sv). A disp. Ballatore, Cazzuola Al., Novara, Prenga. All. Mammola 7.
PASTORFRIGOR STAY (4-3-3): Parisi 6.5, Cicogna 6.5, Moolenaar 5.5, Michelerio 6, Miglietta 6, Marianini sv (18' Argellini 5.5), Margaglio 7, Pozzatello 5.5 (12' st Micillo 5.5), Veliu 5.5 (42' st Osellame sv), Petrillo N. 6 (35' st Tosi sv), Napolitano 5.5. A disp. Cairola, Carpinelli, Mulla, Antiga. All. Perotti 6.
ARBITRO: Mancuso di Ivrea 6.
COLLABORATORI: Mulassano e Petracca.
AMMONITI: 37' Pavia[03] (Po), 46' Colicino (Po), 6' st Mafodda (Po), 17' st Martini (Po), 19' st Cazzuola An.[03] (Po), 23' st Cicogna[01] (Pa).

LE PAGELLE

POZZOMAINA
Contorno 6 Grave errore di scelta di tempo per il n.ro 1 del Pozzo in occasione del gol di Margaglio. Il portiere si fa perdonare eccome nel secondo tempo prima su Veliu e infine sempre sulla conclusione ravvicinata di Margaglio
Opsi 6 Più forte dell'emozione dovuto all'ennesimo esordio stagionale. Qualità ed esperienza per il veterano 41enne che non ha nulla da invidiare ai giovani avversari che passano dalle sue parti.
Sanna 6.5 Corsa e grinta per il capitano grigiorossoblù. Cliente scomodo quello che deve marcare, Margaglio, ma il terzino sinistro riesce a contenere l'avversario fin quando resta nel rettangolo verde (12' st Cazzuola An. 6 Mancino esuberante, tempo di prendere le misure a Margaglio e a Veliu e il classe '03 trova una mezz'ora di gioco da ricordare).
Covello 7 Primo tempo  apparentemente sottotono, forse il salto dagli allievi alla prima squadra è troppo grande, però tiene sempre bene la posizione davanti alla difesa ad intercettare le linee nemiche. Nella seconda frazione la sua intelligenza tattica e il suo fisico da gladiatore hanno il sopravvento sul centrocampo avversario.
Colicino 6.5 Pilastro della retroguardia grigiorossoblù sempre attento in fase di copertura e di impostazione e capitano con l'uscita dai giochi di Sanna.
Mafodda 6 Qualche errore di troppo in fase di costruzione con tocchi leziosi e inopportuni che fanno infuriare anche lo stesso Mammola, roccioso in fase di distruzione del gioco.
Pavia 7.5 Talento. Il classe'03 scuola Toro parte in sordina largo sulla fascia destra. Mammola lo invita a dare sfogo al suo talento e per la Pastor è finita. Sgaloppate e giocate da gran giocatore: il gol del 2-1 all'esordio con i grandi è una perla difficile da dimenticare. (41' st Mastratisi sv)
Martini 6.5 Centrocampista box to box. Piede educato e geometrie. Ho perso il conto dei palloni recuperati e delle botte ricevute (e date). Ennesima prestazione da grande per il ragazzo scuola Pozzo.
Castrignano 6 Esterno adattato a centravanti. Nei primi minuti di gara fatica a trovare l'intesa e la posizione con Robucci, ma lavora al servizio della squadra finendo appannato in zona gol (20' st Fricano 6.5 Ritorno in grigiorossoblù da ricordare, legna e lega il gioco con l'attacco. Suo l'assist per il gol di Pavia)
Robucci 6.5 Trequartista tutta qualità col fisico da puntero che gli permettono di giocare anche spalla alla porta e fare sponda per i compagni. (31' st Persichella 6 Col suo ingresso la squadra si schiera con un 3-5-2 solido e con tanta densità in mezzo al campo).
Tulifero 7 Altra freccia, e che freccia nella faretra di Mammola. Svaria su tutto il fronte d'attacco da sinistra a destra fino al centro come falso nueve senza dare punti di riferimento. Assist al bacio e perfetto per l'inserimento di Covello che vale il pareggio (31' st Carrubba sv).
Mammola 7 Un leone in gabbia e uno stratega esperto: «E' la vittoria del gruppo! Ci voleva cuore per presentarsi all'esordio del campionato con una squadra così giovane e i ragazzi si sono meritati questa vittoria. Non ci sono migliori e peggiori: tutta la squadra ha giocato un'ottima gara. Ora ci godiamo questa vittoria contro una squadra molto forte e da domani ci prepariamo al ritorno di Coppa».

PASTORFRIGOR STAY
Parisi 6.5 Estremo difensore esperto e solido, sono almeno 6 le chiare occasioni da gol respinte dal n.ro 1. Una garanzia per tutta la retroguardia della Pastorfrigor.
Cicogna 6.5 Terzino ambidestro di spinta costante e qualità. Il suo scontro diretto con Tulifero è una vera corsa tra velocisti che alla fine non ha un vincitore.
Moolenaar 5.5 Il più giovane della Pastorfrigor si comporta bene ma non benissimo, d'altra parte se la deve cavare contro giocatori di qualità superiore.
Michelerio 6 Capitano e cervello della Pastor. Sempre a disposizione del compagno offrendogli l'appoggio e la giocata in sicurezza.
Miglietta 6 Difensore mingherlino ma cazzuto. Provvidenziale la sua chiusura da ultimo uomo su Pavia nel primo tempo che salva il risultato sullo 0-1. 
Marianini sv (18' Argellini 5.5 Ingresso in campo difficile. Le frecce grigiorossoblù sono troppo più veloci per poter essere contenute.)
Margaglio 7 Jolly e migliore dei suoi. Parte come ala destra finendo per accentrarsi lasciando spazio alle sgroppate di cicogna. Gol dello 0-1 da vero rapace d'area di rigore abilissimo a sfruttare l'incomprensione fra la retroguardia e il portiere.
Pozzatello 5.5 Prestazione sottotono per l'interno destro di centrocampo della Pastor, mai arrivato al tiro e poco presente in fase di costruzione della manovra (12' st Micillo 5.5 Entra per dare peso all'offensiva della Pastor ma viene arginato alla perfezione dai 3 centrali del Pozzo).
Veliu 5.5 (42' st Osellame sv)
Petrillo N. 6 Ala di classe e qualità 5 stelle, a volte un po' fine a se stesso. Prova a inventare la giocata per i compagni dalla fascia sinistra ma Opsi e Covello lo contengono a meraviglia. (35' st Tosi sv)
Napolitano 5.5 Mezz'ala sinistra di quantità e corsa. Perde lo scontro diretto con Covello che lo sovrasta fisicamente e tatticamente.
Perotti 6 «Oggi non siamo scesi in campo. Sono dispiaciuto perchè oltre ad un possesso palla sterile e fine a se stesso non siamo riusciti a creare chiare occasioni da gol». Queste le parole del tecnico della Pastorfrigor al termine di un match che aìha provato a raddrizzare provando anche a mischiare le carte in tavola.

ARBITRO: Mancuso di Ivrea 6 Prima frazione di gioco diretta egregiamente con i giusti fischi e i cartellini. Nella ripresa va leggermente in confusione insieme agli assistenti, estraendo inoltre qualche cartellino giallo di troppo. Corretto annullare il gol del momentaneo pareggio finale per offside di Tosi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400