Cerca

Promozione

Girone E: che imprese Senna Gloria e Città di Segrate, la Paullese sbanca Tribiano con un Arrigoni show, Soncinese avanti tutta

Nasi e Samà espugnano Cologno, Ghidinelli trascina i suoi, Miglioli firma la grande notte di Campagnoli

Lorenzo Nasi, centrocampista del Città di Segrate

Lorenzo Nasi, autore del gol che ha aperto la grande vittoria del Città di Segrate

Il mercoledì di coppa ha sancito il quadro della fase ad eliminazione diretta che inizierà il 13 ottobre con i sedicesimi di finale, che il girone E affronterà con un contingente di 4 squadre. Se la riduzione era inevitabile, quel che salta all’occhio è l’assenza delle grandi favorite per la vittoria del campionato dal lotto, con Senna Gloria e Città di Segrate che hanno letteralmente incantato, stravincendo entrambe 4-1 contro, rispettivamente, Casalpusterlengo e Cologno. In particolare, la squadra di Campagnoli ha ottenuto una vittoria strepitosa, inimmaginabile alla vigilia e che porta un’iniezione di fiducia per il proseguimento del torneo. Degno di nota il successo della Paullese sul Tribiano, ottenuto in rimonta: bastava un pareggio per staccare il pass, ma un successo così aumenta la solidità e la sicurezza di una squadra partita con il piede giusto. Anche alla Soncinese occorreva un punto, ma la vittoria per 3-1 contro la Cividatese è la dimostrazione che la squadra di Ferla non vuole lasciare nulla quest’anno. Il grande rammarico è quello del Club Milanese, che vince il secondo derby in tre giorni contro l’Atletico CVS, ma non riesce a qualificarsi in quanto il regolamento prevede che, a parità di punti, differenza reti e gol segnati, passi chi ha segnato più reti in trasferta: il criterio ha premiato gli avversari del Locate. Ecco nel dettaglio le gare infrasettimanali che hanno visto le società del girone E protagoniste.

Soncinese-Cividatese 3-1

La Soncinese ha cercato di riscattare il mezzo passo falso in campionato contro la Settalese e lo ha fatto disputando una ripresa sontuosa. Nella prima frazione di gioco il più pericoloso è Marchiondelli, che a inizio gara ha due buone occasioni, ma prima tira alto sul cross di Guindani, e poi trova la risposta del portiere ospite con una conclusione a mezz’altezza. Insidioso anche prima dell’intervallo, con il tiro che ancora una volta viene parato da Casati. Da segnalare l’infortunio dopo pochi minuti di Campisi per la Cividatese, sostituito da Mazza. Nel secondo tempo Ghidinelli si prende la scena: dopo 5 minuti, Mazzini serve un filtrante per il numero 8 che insacca. Al 16’ è invece Alzani a mettere al sicuro la qualificazione, intercettando un retropassaggio ospite e depositando in rete non prima di aver saltato il portiere con un dribbling. Mapelli accorcia su punizione, ma è ancora Ghidinelli a tre minuti dal termine a chiudere la contesa con una sassata sotto la traversa. Prossimo avversario sarà il Voluntas Montichiari.

Casalpusterlengo-Senna Gloria 1-4

Notte fonda per il Casale. Dopo il brutto esordio in campionato, arriva un’incredibile batosta interna che estromette la squadra dalla Coppa, in una serata in cui sarebbe bastato portare a casa il pareggio. Merito di una Senna Gloria che ha stravinto e ha ribaltato tutti i pronostici, andando ad eliminare anche la Soresinese, in un girone incredibilmente equo che ha visto tre vittorie esterne su tre partite di tre società diverse. La gara: Manini nel primo tempo mette la freccia, poi Miglioli sale in cattedra e sigla due reti, inframmezzate dal momentaneo 1-2 del subentrato Biba. Già così sarebbe potuto bastare, ma Ramundo non vuole correre rischi e fissa il punteggio sul 4-1 per i suoi. Il tecnico ospite Luigi Campagnoli si aspettava una reazione dopo la brutta sconfitta in campionato contro la Barona ed è stato soddisfatto: «Il derby cascava a pennello. Le motivazioni erano enormi per riscattarci. Sappiamo che sono una delle favorite e avremmo potuto incontrare delle difficoltà. La squadra è partita fortissima e probabilmente li abbiamo colti di sorpresa perché si sarebbero potuti attendere un ritmo diverso. Dopo abbiamo sfruttato le nostre caratteristiche, aspettando il Casale che ha cercato di sfruttare la sua tecnica e provando a reagire in ripartenza. Siamo stati bravi, ma adesso dobbiamo ripartire e fare punti in vista del campionato». Appuntamento in Coppa al 13 ottobre, data in cui sarà la Juventina Covo a testare le ambizioni della squadra.

Tribiano-Paullese 1-2

Se la sconfitta del Casale scuote, la caduta del Tribiano fa ancora più rumore, sebbene la Paullese si stia dimostrando una squadra quadrata e che potrebbe davvero ritagliarsi un posto di spicco. Prima frazione di gioco che vede i padroni di casa andare in vantaggio e sperare nel passaggio del turno grazie al gol di Tini, che di testa stacca e raccoglie al meglio l’invito di Nicolosi. Nella ripresa, però, il vento cambia e Furlanetto si prende i tre punti e la testa del gironcino: Rapelli al 5’ di gioco pareggia i conti su un bell’assist di Arrigoni, che si conferma devastante anche oggi dopo la bella prestazione di domenica, il quale concede il bis, offrendo a Cellamare al 31’ l’occasione di chiudere i conti e certificare il successo che fa spiccare il volo alla Paullese.

Cologno-Segrate 1-4

Punteggio in fotocopia per i padroni di casa, che ancora una volta subiscono quattro reti. Domenica in campionato era stata la Paullese, mercoledì è il Città di Segrate: urge rimediare. Primo tempo in cui la squadra di Persico chiude virtualmente il conto qualificazione, estromettendo anche lo spettatore interessato Villa: una prodezza di Nasi apre le marcature, con un gol pazzesco da 35 metri al volo che si merita la copertina della giornata. Poi, ci pensa l’esperto Nazzareno Samà a siglare il raddoppio con un colpo di testa su azione da corner. Lo stesso attaccante troverà la doppietta personale, segnando il 3-1, in quanto preceduto dalla rete di De Falco che aveva temporaneamente accorciato le distanze. La chiusura finale è di Guerra: questa squadra ha davvero iniziato la stagione col botto e le premesse si stanno rivelando molto gustose. Prossimo appuntamento contro la Paullese, in una sfida tra appartenenti allo stesso girone E di campionato.

Club Milanese-Atletico CVS 3-1

Vincere ma non sorridere. È ciò che purtroppo è accaduto al Club Milanese, che conquista un successo mai banale come un derby contro l’Atletico CVS, ma che non può festeggiare il passaggio del turno a causa del meccanismo spiegato in apertura. Ospiti in vantaggio con Necchi, prima della rimonta dei padroni di casa: Campani, Barbieri e Gabaglio firmano il tris, ma non basta per portarsi a casa la qualificazione. Sarebbe servita un’altra marcatura per poter proseguire il cammino, ma resta sicuramente la prova di carattere e di reazione fornita. Soddisfazione anche per il tecnico dell’Atletico CVS Guido Viandanti che, nonostante la sconfitta, ha ricavato delle buone indicazioni: «Ottima gara per un’ora, considerando anche che avevo impiegato tanti ragazzi giovani. Ancora sfortunati contro di loro, però sono davvero contento di quanto prodotto. Ho voluto dare l’opportunità di giocare a tutti e posso dire che usciamo a testa altissima».

La Spezia-Barona Sporting 0-3

La sfida tutta milanese premia la Barona e la vittoria non può che alimentare il rimpianto per la sconfitta a tavolino contro il Vighignolo: senza di essa, la squadra avrebbe meritatamente passato il turno. Certamente, la prova di forza è l’ennesima dimostrazione di una rosa che può fare benissimo. La Spezia che invece deve ancora fare i conti con una sconfitta: serve trovare immediatamente la giusta condizione per ottenere qualche risultato. Siliquini, Finizza e Fantaziu sono gli autori dei gol che hanno permesso alla Barona di ottenere il successo. Il tecnico dei padroni di casa Basilio nel post-gara: «Oggi molto male, anche se ho fatto riposare diversi titolari e ho provato alcune situazioni diverse».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400