Cerca

Promozione

Solbiatese-Solese: Villa e i suoi stoppano la capolista rimasta in nove

Strappano un 1-1 pesantissimo i gialloverdi in casa dei neroazzurri

Solese-Bresso Promozione

Mottura, migliore in campo della Solese

Inizio di gara che vede i padroni di casa imporre il proprio gioco mentre gli ospiti aspettano con 10 uomini dietro la linea della palla e sono pronti a ripartire. Dopo un quarto d'ora sterile di emozioni al 19' occasionissima per la Solese: il numero 11 Perotti è abile a scippare la sfera al difensore avversario involandosi verso la porta. Nonostante la buona posizione però l'11 calcia debolmente favorendo un buon intervento di Castanese, ma da segnalare come D'Auria fosse tutto solo in area.  Parte centrale delle partita che non vede occasioni, troppo bravi gli ospiti a chiudere tutti gli spazi. Al 40' ancora Perotti si divora il gol del vantaggio: i neroazzurri sbagliano un pallone in uscita, Lopez intercetta e Suppa scarica per l'11 che a tu per tu con l'estremo difensore avversario prova il cucchiaio che però esce di poco sopra la traversa, occasione davvero clamorosa. La dura legge del gol non sbaglia mai: passano 2 minuti e sono i padroni di casa a passare in vantaggio al primo tiro in porta: da calcio svetta Lonardi che insacca alle spalle di Beretta. Vantaggio non immeritato certo, ma fortunoso viste le due clamorose occasione sciupate dagli ospiti. Sembra iniziare nel migliore dei modi la ripresa per i padroni di casa, pericolosissimi con una punizione dal limite di Anzano. Intorno al 5' però accade l'incredibile: uno Zecchini già ammonito colpisce ingenuamente di mano e va quindi anzitempo sotto la doccia animando così le speranze ospiti. Al quarto d'ora la Solese trova il pareggio. Suppa si avventa su un pallone in profondità sulla destra, si libera meravigliosamente di più avversari mettendone uno a sedere, facendo tunnel ad un secondo e superandone un terzo, la palla in mezzo per Mottura è un cioccolatino e il numero 3 da pochi passi non può che segnare. Si innervosisce non poco la partita tra colpi proibiti e polemiche, dopo diversi minuti tesi saltano i nervi a Stefano Pellini che ingenuamente commette un fallo di reazione lasciando i suoi in nove al quarto d'ora. Si fa quindi durissima per i padroni di casa. Nonostante i due uomini in meno però sono i neroazzurri a cercare in maniera spasmodica e rabbiosa la vittoria, Scapinello diverse volte si mette in proprio sfiorando il palo col mancino. Nel finale è De Vincenzi a fare rabbrividire gli ospiti con un destro a giro ma è tutto inutile, la gara termina 1-1. 



Soddisfatto si, ma fino ad un certo punto il tecnico ospite Massimiliano Villa: «C'è tanto rammarico oggi per il risultato, abbiamo sbagliato due gol clamorosi nel primo tempo e il gol subito nel finale poteva darci un colpo pesante. Nello spogliatoio ho caricato i miei ragazzi perché le occasioni più importanti le avevamo avute noi ed ero convinto di potere ribaltare la partita. Il nostro gol è un'invenzione si Suppa che anche oggi ha dimostrato di essere un grandissimo giocatore, non è ancora al cento per cento ma fa comunque la differenza. Una volta rimasti in 11 contro 9 non so bene cosa sia successo ai ragazzi, non siamo riusciti a ragionare e a completare la rimonta ed è un gran peccato».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400