Cerca

Promozione

Cavenago-Muggiò: prova di maturità superata per gli uomini di Natobuono, guidati da un super Cavalli

Con due gol e un assist il centrocampista confeziona il tris esterno dei gialloblù, di nuovo vittoriosi

Muggià Cavenago

L'abbraccio degli ospiti dopo il gol meraviglia di Manuel Personè

Grande prova di maturità del Muggiò che sbanca con un netto 3-0 il campo del Cavenago e continua la sua marcia in testa alla classifica in compagnia del Cinisello. Esito per niente scontato, con il rischio di un match sulla falsariga di quello precedente tra le mura amiche contro l’Olimpiagrenta, in cui il Muggiò non era riuscito a sfondare il muro eretto dagli avversari ben organizzati in campo. Questa volta, però, la sfida si fa subito in discesa grazie alla doppietta di Cavalli nel corso del primo quarto d'ora di gioco. Il solito Manuel Personè manda poi in archivio la contesa con un gol alla Baggio poco prima dell'ingresso negli spogliatoi.

Super Cavalli. La differenza oggi l’ha fatta l’approccio al match. Il Muggiò ha dimostrato di aver imparato dagli errori di domenica scorsa contro l’Olimpiagrenta e ha da subito messo in campo lo spirito giusto per azzannare la partita. Dopo appena 3’ infatti, gli uomini di Natobuono sbloccano la partita con uno dei suoi uomini più rappresentativi. Brighenti fa da sponda, Cavalli scarica verso la porta l’1-0 per il suo primo gol in campionato. Al 16’ è ancora il numero 10 a scrivere il suo nome sul tabellino: punizione da capogiro con traiettoria imprendibile per Matera e raddoppio muggiorese. Secondo e terzo gol stagionale per Cavalli che, prima di oggi, si era sbloccato solamente in Coppa Italia contro l’Aurora Olgiate, quando realizzo il primo gol in assoluto della stagione gialloblu. L’uno-due degli ospiti tramortisce il Cavenago, che vede andare in frantumi, già dopo poco dopo il primo quarto d’ora, il piano tattico preparato per affrontare il match odierno. La reazione non arriva e il Muggiò gioca sul velluto per tutto il tempo restante della prima frazione. Al 35’ potrebbe già essere tris per il Muggiò se solo Brighenti fosse stato più freddo davanti al portiere per sfruttare l’assiste di Monteverde. Dopo pochi secondi, uno scatenato Cavalli si infila in area e calcia a botta sicura trovando la grande risposta in corner di Matera, bravo oggi in più occasioni a rendere meno pesante il passivo. Al 46’ Cavalli mette la ciliegina sulla torta della sua incredibile partita: lancio con il contagocce per Manuel Personè che, sul filo del fuorigioco, mette fuori causa Matera con il solo stop e poi appoggia in rete indisturbato, ricordando tanto il gol che Roberto Baggio realizzò con la maglia del Brescia al Dell Alpi contro la Juventus nel 2001.

Ordinaria amministrazione. L’atteggiamento della grande squadra messo in campo dal Muggiò nella prima frazione si vede anche nel secondo tempo. Il netto vantaggio accumulato non fa rilassare l’undici ospite, con gli stessi effettivi del primo tempo che affrontano la ripresa con la giusta concentrazione. Il risultato di questo atteggiamento è una timida reazione del Cavenago che, senza troppa convinzione, si affaccia dalle parti di Regina senza, tuttavia, riuscire a trovare il gol della bandiera che avrebbe anche potuto riaccendere l’incontro. Ci provano Verderio al 15’ e Brusati  al 22’ ma, se nel primo caso è facile per Regina allungarsi e bloccare, sul secondo tentativo il portiere non deve nemmeno sporcarsi le mani per la palla calciata troppo alta sopra la traversa. L’ultimo sussulto del Muggiò è la bella punizione di Personè: tiro potente e preciso messo in angolo da Matera. Per il Muggiò, dopo il passo falso contro l’Olimpiagrenta, serviva dare una risposta che oggi è puntualmente arrivata. 

IL TABELLINO

CAVENAGO-MUGGIÒ 0-3
RETI: 3’ Cavalli (M), 16’ Cavalli (M), 46’ Personè M. (M).
CAVENAGO (4-2-3-1): Matera 6.5, Tricella 5 (46’ Russo 6), Villa 5.5 (24’ st Mazzarella 6), Corti 5.5, Manno 5, Carbone 5, Gallo 6, Galleani 5.5, Verderio 5.5 (25’ st Gioacchini 6), Breda 5, Brusati 5.5 (25’ Piscopo 6). A disp. Grazi, Giuliani, Alonge, Masserini, Catalano. All. Tinelli 5.5.
MUGGIÒ (4-3-3): Regina 6, Campanella D. 6, Raffaglio 6.5, Kasse 6 (24’ st Conforto 6), Nopali 6.5, Di Maio 6.5, Tremolada 6, Monteverde 6.5, Brighenti 6.5 (35’ Personè J. sv), Cavalli 8.5 (43’ Ammirato sv)., Personè M. 7.5. A disp. Frontino, Attokkaran, Pipia, Lanzani, Arena, Parravicini. All. Natobuono 7.5.
ARBITRO: Belingheri di Lecco 6.5.
ASISTENTI: Franzon di Busto Arsizio e Susini di Saronno.
AMMONITI: Raffaglio (M), Di Maio (M), Villa (C), Galleani (C). 

LE PAGELLE

CAVENAGO
Matera 6.5 Poco può in occasione delle reti subite e, anzi, è bravo in più di un’occasione a evitare un passivo più pesante.
Tricella 5 Di sicuro Tinelli si aspettava qualcosa di più dal suo esterno basso che, autore di una prova deludente, viene sostituito all’intervallo.
1’ st Russo 6 Entra in scena quando il punteggio è già compromesso ma ci mette tutto per provare a rendere meno amara la giornata con qualche incursione sulla fascia degna di nota.
Villa 5.5 Qualche buona giocata ma troppo poco per riuscire a fare del male a una squadra ben messa in campo e organizzata come il Muggiò.
Corti 5.5 Ha vissuto sicuramente giornate migliori, con la prima frazione in grande difficoltà e la seconda buona abbastanza solo per limitare i danni.
Manno 5 Primo tempo in apnea per via del dominio totale del Muggiò, fa vedere qualcosa di buono nella seconda frazione in cui vengono un po’ fuori le sue qualità.
Carbone 5 Partecipa piuttosto passivamente al torello messo in scena oggi dal Muggiò, senza mai trovare i tempi giusti della giocata.
Gallo 6 Poche trame di gioco oggi per il Cavenago e a lui non resta che apportare pressing con tanta forza di volontà al centrocampo ospite. Colpisce però una traversa.
Galleani 5.5 Dimostra di saperci fare con la sfera tra i piedi, ma oggi il Muggiò è di un’altra categoria e fare di più era veramente difficile.
Verderio 5.5 Partita quasi a senso unico e a risentirne è soprattutto il reparto offensivo di casa che ha pochi palloni giocabili. La conseguenza sono scarse occasioni per pungere.
25’ st Gioacchini 6 Buon approccio alla partita una volta entrato, ma non riesce comunque a fare male.
Breda 5 È spaesato tra le linee di centrocampo e attacco, non riesce a essere mai incisivo in fase offensiva.
Brusati 5.5 È uno dei pochi ad avere avuto oggi il merito di provarci. Se la sua azione a pochi secondi dall’inizio della gara fosse andata a buon fine forse staremmo parlando di un altro esito.
26’ st Piscopo 5 Riceve poche palle da poter giocare, quasi invisibile dopo il suo ingresso in campo.
All. Tinelli 5.5 Sceglie di giocarsela a viso aperto con un Muggiò troppo in forma. Buona comunque la reazione del secondo tempo.

MUGGIÒ
Regina 6 Poche chance di mettersi in mostra quest’oggi, l'unico brivido rientra grazie alla traversa.
Campanella 6 Anche il proverbiale compitino bisogna essere in grado di interpretarlo al meglio e lui ci riesce giocando una partita sufficiente.
Raffaglio 6.5 Apporto costante sulla fascia sinistra, ha gamba e anche i guizzi giusti per mettere sempre in apprensione la difesa di casa.
Kasse 6 Anche quando non è protagonista dei suoi soliti inserimenti, dimostra di saper giocare sempre mettendo sostanza nel mezzo del campo. Uomo fondamentale per la squadra.
Nopali 6.5 Poche difficoltà oggi ma va anche detto che non sbaglia praticamente nulla, quasi insuperabile oggi.
Di Maio 6.5 Rari pericoli corsi in una giornata in cui si è giocato prevalentemente nella metà campo avversaria. Ci prova anche in zona gol da calcio piazzato. 
Tremolada 6 Ennesima partita di grande personalità, anche se con un po’ meno di malizia rispetto al solito, che gli avrebbe consentito di rendersi anche più pericoloso.
Monteverde 6.5 Grande qualità in ogni giocata, è fondamentale nella fluidità di manovra con cui il Muggiò impone sempre il proprio gioco.
Brighenti 6.5 Tanto tanto lavoro al servizio della squadra, anche se non segna. Suo il prezioso appoggio per il gol che apre le marcature dopo pochi minuti.
Cavalli 8.5 Giornata di grazia, ogni pallone che tocca diventa letteralmente oro. Sua la doppietta che indirizza il match e l’assist al bacio per il tris. Imprescindibile.
Personè M. 7.5 Bomber quiescente per tutto il primo tempo, sfodera una giocata da strapazzarsi gli occhi proprio allo scadere della prima frazione, chiudendo di fatto il match.
All. Natobuono 7.5 L’aggressività della sua squadra nell’approccio alla partita è di quella della grande squadra che vuole mettere in chiaro le intenzioni di giornata.

ARBITRO
Belingheri di Lecco 6.5 Tira fuori tanti cartellini gialli ma tutti più che giusti, non ha paura di mettere le cose in chiaro con grande personalità.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400