Cerca

Promozione

Girone E: poker Soresinese e Club Milanese, tiene botta il Romanengo, Matteo Catalfamo eroe La Spezia nel primo successo dei suoi

Tribiano corsaro a Paullo, Volpi firma la risalita Soncino, L'Erede fa sognare in grande Segrate, Zoia fa festeggiare Zecchillo

Matteo Catalfamo, La Spezia

Matteo Catalfamo, match-winner per La Spezia contro l'Atletico CVS

Prosegue inarrestabile la marcia delle prime tre della classe. La Soresinese travolge la Barona Sporting per 4-1 con una doppietta di Ardini, vincendo un match complicato a dispetto del risultato, e rigetta le ambizioni di sorpasso del Club Milanese, anch'esso autore di un poker (un gol per Migliavacca che arriva a quota 8 centri) nei confronti della Senna Gloria appena affidatasi al neotecnico Roberto Scarpellini. Alle costole delle due corazzate c'è sempre il Romanengo, che ringrazia Cavallanti con il colpo di coda che ha permesso ai biancorossi di battere a domicilio il Villa. Quest'ultima che non riesce a trovare continuità come il Casalpusterlengo, ancora ko, stavolta contro la Soncinese, la quale, grazie al rigore di Volpi, riesce a centrare il quinto successo consecutivo. Segrate in zona play-off con una vittoria di misura contro il Cologno, mentre va al Tribiano la sentitissima sfida contro la Paullese. Vince anche la Settalese per 1-0 contro il Bresso, mentre può finalmente sorridere La Spezia che dopo nove sconfitte consecutive vince nel finale la sfida contro l'Atletico CVS. Match-winner Matteo Catalfamo, che nel weekend appena trascorso si è preso la scena sia nella Prima Squadra che nell'Under 19, siglando due reti in due giorni e regalando una gioia al tecnico Basilio. Di seguito i dettagli delle partite disputate.

Club Milanese-Senna Gloria 4-0
Due gol per tempo e i padroni di casa battezzano l'esordio sulla panchina ospite di Scarpellini. Un debutto amarissimo per l'ex tecnico del Romanengo, che dovrà lavorare sodo per riportare sui binari giusti una squadra invischiata nella zona play-out e alle prese con dei problemi difensivi che la rendono ad oggi la retroguardia più perforata del raggruppamento. Gara vinta in scioltezza, aperta da un rigore concesso dal direttore di gara Rosciano e trasformato al 10' da Gabaglio. Prima dell'intervallo arriva il raddoppio di Barbieri con un tiro in diagonale che instrada la vittoria. Nella ripresa gara in controllo della seconda forza del campionato, che trova altri due gol: al 32' Stroppa, entrato poco prima sul terreno di gioco, sfodera un tiro al volo dal limite che si insacca alle spalle di Ferrari e permette di centrare il tris. Al 40', è invece Migliavacca a segnare col più classico dei tap-in e a calare il sipario sul match. Senna Gloria che si è fatta vedere con Miglioli nella prima frazione di gioco (tiro parato da Todesco) e poi con i soliti Aquilante, Manini e Mella, che hanno però trovato sempre pronto l'estremo difensore della squadra di San Donato. Il DS del Club Milanese Marozzi sull'incontro: «Gara sempre in mano. Avversario presente e vivace, ma noi siamo riusciti a capitalizzare al massimo le occasioni che abbiamo prodotto. Contento per la rete di Stroppa che è un subentrato ed ha dimostrato che abbiamo una rosa solida e completa».

Paullese-Tribiano 1-2
Vittoria fondamentale per gli uomini di Crotti, che portano a casa la vittoria in una partita sempre vibrante. Tre punti che rilanciano le ambizioni di un Tribiano attardato in classifica: vietato sbagliare ulteriormente. Prosegue invece il digiuno di vittorie della Paullese: quattro gare di fila senza successi. La partita. Pallone perso a centrocampo dalla retroguardia ospitante, e Tchetchoua è lesto ad approfittare e a segnare il vantaggio al 5'. Gara molto equilibrata, ma ancora un errore difensivo, stavolta di Carra, che favorisce Giambelluca, il quale serve la sfera ad Anteri, che a sua volta riesce a raddoppiare a fine primo tempo e a chiudere virtualmente i conti. Ripresa con Tribiano più schiacciato e con qualche momento di nervosismo, fino alla rete nel finale di Giussani su punizione che rende la sconfitta meno amara nel punteggio. Il DS dei padroni di casa Bignami: «Abbiamo pagato gli errori nel primo tempo. Nella ripresa siamo cresciuti, abbiamo avuto una percentuale maggiore di possesso e siamo riusciti ad accorciare le distanze. Potevamo pareggiarla, hanno arretrato molto il baricentro e puntavano a spazzare il pallone sulla nostra pressione».

Segrate-Cologno 3-2
Una vittoria non semplice quella che consente alla squadra di Perico di trovarsi al quinto posto da sola: finisse oggi il campionato sarebbe ai playoff. Manca ancora tantissimo, ma la squadra sta continuando a mantenere una propria identità, pur soffrendo contro un Cologno arcigno. Nel primo tempo, i padroni di casa sembrano gettare le basi per un pomeriggio tranquillo andando in vantaggio con Ogliari e poi con un capolavoro del neoacquisto L'Erede, che alla mezz'ora salta con un pallonetto un difensore e con un bel colpo mette a segno il raddoppio. Gli ospiti non demordono: in cinque minuti, tra il 10' e il 15', Corrarati ed Elli rimettono in piedi la gara, prima del penalty concesso al Segrate e trasformato da Vario che decide l'incontro. A livello di prestazione si segnalano Cecere e Santi da una parte e Ferrera e Pacifico dall'altra. Il DS del Segrate Luca Gatti a fine match, oltre all'analisi dell'incontro, spiega le novità: «Sono contento dell'esordio del neoacquisto Zennaro, classe '99. Abbiamo inoltre tesserato Luca Di Palma, giovane del 2002 che ha già esordito nell'Under 19. Saluta invece Visani, che aveva voglia di giocare con maggior continuità, cosa che da noi non poteva essere garantita: per il nostro tecnico non esistono titolari fissi. Riguardo alla partita, abbiamo difficoltà contro le squadre che giocano molto chiuse. Noi diamo il meglio contro compagini che disputano la gara a viso aperto. Siamo comunque riusciti a portare i tre punti in cascina. In alcuni frangenti occorre finalizzare».

Settalese-Bresso 1-0
La squadra giallorossa continua a sognare in grande e a dimostrare il suo valore anche nella sfida contro il Bresso. Primo tempo formidabile degli uomini di Zecchillo, che però non riescono a capitalizzare tanto quanto prodotto: tra pali e occasioni sprecate, è Zoia al 40' l'unico a riuscire a infrangere la difesa ospite. Nella ripresa la squadra di Manzo si è fatta viva, restando in partita fino al termine dei novanta minuti, ma senza riuscire a strappare il pari. Unico neo di giornata, l'ingresso sul terreno di gioco e l'uscita dopo pochi minuti di Ferretti, su cui lo stesso tecnico della Settalese si è espresso: «Dinamica non chiarissima, ma sembra qualcosa di serio. L'auspicio è che ovviamente non sia così. Per quanto riguarda la gara abbiamo disputato i primi 45 minuti in modo esemplare, potevamo amplificare il vantaggio».

Soncinese-Casalpusterlengo 1-0
Cantoni suona la quinta sinfonia. Il cambio in panchina sta producendo benefici alla squadra di casa, che ha trovato continuità di rendimento e si sta mantenendo a ridosso delle prime. A decidere l'incontro è stato un tiro dagli undici metri di Volpi, all'ottavo centro nel torneo e capocannoniere in coabitazione con Migliavacca e Maraschio. Penalty concesso per fallo di Anelli su Marchiondelli. Il più pericoloso è sempre il numero 9 di casa, che non riesce però a inquadrare lo specchio della porta. Nella ripreaa Frontori si esalta ancora su Marchiondelli e Volpi, grandi protagonisti. Casalpusterlengo assolutamente irriconoscibile: la posizione in classifica è troppo bassa per il potenziale della squadra. Occorre una sterzata decisa, ma adesso il margine di errore è veramente ridotto all'osso per poter tornare a inseguire le ambizioni di inizio stagione.

Soresinese-Barona Sporting 4-1
Che non tragga in inganno il largo risultato. La capolista mantiene il primato e vince con un bel punteggio, ma la Barona ha offerto una signora prestazione e il 4-1 non rende giustizia alla squadra di Pisani. Nulla togliendo al merito della Soresinese, che continua ad avere un ruolino di marcia impressionante che la spinge verso il 12 dicembre, appuntamento da segnare in rosso sul calendario, quando l'avversario sarà il Club Milanese primo inseguitore. La gara ha visto un inizio di marca ospite, con Joderi a colpire un palo. Poi, in pochi minuti è venuta fuori la potenza della prima della classe: Lahdili e Ardini nel primo tempo, ed un rigore di Brunetti neoentrato a metà ripresa, hanno imposto la legge di Soresina. Prima del 3-0 altro palo di Marcantoni, autore anche del momentaneo 3-1, prima del poker firmato Ardini. Quest'ultimo, a mani basse migliore in campo, ha realizzato un gran gol dalla distanza, sfruttando anche la giornata storta di Marina tra i pali. Soresinese sorride, Barona Sp. che deve dimenticare questa bruciante sconfitta che la estromette dalla zona playoff.

Villa-Romanengo 1-2
Cavallanti trascina i suoi ad un successo fondamentale, che consente di restare in scia delle prime due che stanno viaggiando a velocità supersonica. Il numero 9 ha aperto le danze con una punizione, ma il vantaggio è durato poco: al 15' è Cannistrà a pareggiare i conti con un'azione penetrante che ha consentito al Villa di rientrare subito in partita. Gara equilibrata in tutto l'arco dei novanta minuti, anzi, per larghi tratti i bianconeri sono stati superiori: solo un episodio poteva impedire la divisione della posta in palio. E ciò è avvenuto a recupero inoltrato, con un corner del neoentrato Dognini che ha imbeccato sempre Cavallanti, il quale ha regalato una gioia indescrivibile ai suoi. Tessadori, allenatore degli ospiti, sportivo: «Campo difficile. Credo che il risultato più giusto sarebbe stato il pari. Noi siamo stati bravi a sfruttare l'occasione al gong. Dognini inizialmente in panchina? Scelta per preservarlo».

La Spezia-Atletico CVS 2-1
Matteo Catalfamo. Questo il nome e cognome da segnare. Il suo acuto suona come l'urlo di una squadra che, ingenerosamente, aveva perso tutte le gare fin qui giocate. Nel segno del suo giovane potrebbe essere partita la riscossa. Deve invece riflettere Guido Viandanti, DS/allenatore dell'Atletico CVS: urge fare punti. Di seguito il link con i dettagli della partita.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400