Cerca

Promozione

Cheraschese-Sommariva Perno: un gol per tempo e un pareggio stretto a Mascarello, a Morra risponde Fissore nella ripresa

Termina in pareggio la sfida fra nerostellati e biancoverdi, con gli ospiti portatisi in vantaggio nei primi minuti di gara, poi ripresi nel secondo tempo

Maurizio Morra (Sommariva Perno)

Il classe 2000 Maurizio Morra ha portato la squadra ospite in vantaggio dopo circa cinque minuti grazie a una rete di pregevolissima fattura.

Termina 1-1 la gara fra Cheraschese e Sommariva Perno, con la formazione ospite passata in vantaggio nei primi minuti di gara, grazie a una favolosa rete di Morra, e poi ripresa a sua volta nei primi minuti della seconda frazione, a opera di Fissore tornato al gol dopo svariate giornate. Il primo tempo ha visto la formazione allenata da Maurizio Battaglino esprimere un calcio più fluido e propositivo, con i nerostellati inizialmente più schiacciati, per poi prendere maggiormente le redini in mano ed effettuare tante costruzioni, faticando però ad arrivare alla conclusione a causa di un palleggio poco preciso e talvolta sconclusionato. Nella ripresa, invece, il Sommariva abbassa troppo il baricentro, concedendo ampio palleggio ai padroni di casa che schiacciano i biancoverdi per tutti e i secondi 45', trovando il gol del pareggio al 6' ma non riuscendo più a trovare il secondo e decisivo sigillo per chiudere la pratica e trovare i tanto agognati tre punti. Secondo pareggio di fila, dunque, per la compagine di Luca Mascarello, che ultimamente sta attraversando un momento complicato, con solo due punti raccolti nelle ultime tre uscite; più prezioso per i sommarivesi questo pari, invece, dato che permette loro di rifiatare un momento e prendere leggermente le distanze dalle zone meno nobili della griglia. 

Morra estrae il mancino dal cilindro. Topico 4-3-3 da parte di Mascarello, che deve rinunciare a Parussa in attacco e si affida dunque a Colaianni punta, supportato a destra da De Faveri e a sinistra da Lorenzo Fissore; ancor più in emergenza Battaglino, che nel suo 4-4-2 schiera come tandem d'attacco Boggione e Veglio. Proprio quest'ultimo si rende decisivo dopo nemmeno 5', entrando in area di rigore dopo una ripartenza e servendo con un colpo di tacco geniale Morra, il quale si porta la sfera sul sinistro e battezza il secondo palo con un idilliaco tiro a effetto che lascia di stucco Marengo. Nonostante il risultato si sia sbloccato, il gioco risulta alquanto statico, creando un'altra situazione di equilibrio, che la Cheraschese prova a rompere su palla inattiva con Colaianni e con Fissore, tuttavia senza successo. Cerca allora di farsi vedere la compagine ospite, nuovamente con Morra, che si porta in area con una grande progressione personale e riesce ad andare al tiro, deviato però da un difendente avversario. Al 28', i sommarivesi hanno un'altra opportunità per raddoppiare il vantaggio, dato che Vittone perde palla nella propria trequarti: Veglio ne approfitta e, quando si vede sbarrata la strada, scarica su Boggione, il quale però butta alle ortiche l'occasione sbagliando totalmente l'appoggio verso un altro compagno, permettendo ai Lupi di recuperare palla e posizione e sventare la minaccia. 

L'ululato di Fissore. Usciti dagli spogliatoi, Battaglino deve sostituire Poffa per una emorragia al naso e inserisce Stefano Capello: il cambio sembra dare i suoi frutti, poiché il numero 20 viene servito al limite dell'area e dà sfogo a una conclusione mancina tenuta bassa, che però sfila di poco alla sinistra del secondo palo. È decisamente più preciso Fissore, che al 6' porta nuovamente l'ago della bilancia nell'esatta metà: Colaianni allarga dalle parti del classe 2000, il quale esegue il solito movimento a rientrare dalla sinistra e calcia forte e teso sul palo più distante, battendo De Miglio e portando il risultato sull'1-1. La Cheraschese si scuote e parte all'arrembaggio, mentre il Sommariva si schiaccia irrimediabilmente, preferendo non uscire più dalla propria metà campo (salvo qualche fugace ripartenza) ma dovendo subire la furia nerostellata: al 13' Fissore scodella in area per Colaianni, il quale da due passi spedisce assurdamente la sfera sopra la traversa. L'asse Colaianni-Fissore è caldo e cerca di inventare qualcosa al 25', quando il classe 1995 serve il numero 9 con un cross proveniente da destra, ma la conclusione al volo dell'ala sinistra viene bloccata egregiamente dall'estremo difensore. Colaianni ha un'altra occasione per portare in vantaggio i suoi, quando viene lanciato a tu per tu con De Miglio, ma l'ex-Torinese spedisce nuovamente il pallone sul fondo; al 37' è De Miglio, invece, ad annullare il centravanti bianconero, eseguendo un doppio importantissimo intervento che fa mangiare le mani a tutta la panchina nerostellata. Malgrado gli innumerevoli tentativi prodotti dall'asse Colaianni-Fissore, al triplice fischio il risultato rimane di 1-1 fra le parti: Battaglino ha strappato un importante punto in trasferta, ottenuto su un campo non semplice; Mascarello invece può recriminare qualche cosa ma soprattutto deve ritrovare una via che almeno per il momento pare perduta. 

IL TABELLINO

CHERASCHESE - SOMMARIVA PERNO 1-1 
RETI (0-1, 1-1): 5' Morra (S), 6' st Fissore L. (C). 
CHERASCHESE (4-3-3): Marengo 6, Costamagna 6.5, Coltelluccio 6, Rinero 6, Battaglino 6, Vittone 6, De Faveri 6 (22’ st Anselmo 6), Nastasi 6.5, Fissore L. 7, Colaianni 6.5, Mazzucco 6. All. Mascarello 6.5. A disposizione: Falco, Polizzi, Mazzola, La Rosa, Capello F., Fissore A., Cordero. 
SOMMARIVA PERNO (4-4-2): De Miglio 6.5, Tarable 6 (29’ st Gili 6), Galvagno 6, Costa 6, Marchisio 6.5, Morra 7.5 (43’ st Cignetti sv), Poffa 5.5 (1’ st Capello S. 6) (43’ st Battaglino sv), Astrua 6, Credendino 6, Boggione 5.5 (35’ st Riorda sv), Veglio 6.5. All. Battaglino 6. A disposizione: Bertolusso, Gatti, Rosso, Dia. 
GIALLI: 42' Astrua (S), 27' st Marchisio (S). 
ARBITRO: Talamo di Cuneo 5.5: Arbitraggio un po' confusionario in certi frangenti a causa di un'assistenza non sempre adeguata. 
ASSISTENTI: Giuseppe Tricarico, Giorgio Acciario. 

LE PAGELLE

CHERASCHESE 
Marengo 6 Inoperoso per oltre un'ora, si limita allora a dare indicazioni ai propri compagni; non può nulla di fronte alla magia di Morra. 
Costamagna 6.5 Tanta corsa e tanta voglia di fare: essendo meno impegnato in fase di contenimento, quando riesce alza il baricentro della squadra con qualche sgroppata. 
Coltelluccio 6 Subisce l'estro di Morra e difatti deve rinunciare ai suoi tipici inserimenti per prestare maggiore attenzione alla fase difensiva. 
Rinero 6 Fa buona guardia e interviene puntualmente sui pochi palloni che passano dalle sue parti. 
Battaglino 6 Patisce la fisicità del centrocampo biancoverde e in più ha il "vizio" di tenere troppo la palla fra i piedi, ma è molto giovane e gare di questo calibro possono solo fargli bene. 
Vittone 6 Completa il pacchetto difensivo con un discreto tempismo nelle scelte; rischia di combinare la frittata, fortuna vuole che l'attacco avversario sia più pasticcione di lui. 
De Faveri 6 Ci mette impegno ed energia, tuttavia annaspa nel trovare ossigeno e gli spazi giusti, finendo in posizione irregolare più di una volta.  
22’ st Anselmo 6 Tenta di dare il suo contributo in avanti ma viene messo a bada dai centrali sommarivesi. 
Nastasi 6.5 Il solito uomo-chiave del centrocampo nerostellato: ripulisce un buon numero di palloni, ma soprattutto è bravo a creare triangolazioni coi compagni e a effettuare degli inserimenti di qualità senza la palla. 
Fissore L. 7 Leva le castagne dal fuoco sfornando il suo tipico gol a rientrare; con Colaianni dà vita a un ottimo tandem che però dà meno frutti del previsto. 
Colaianni 6.5 Ha sprecato due grandi occasioni, è vero, ma è probabilmente l'elemento che si è sbattuto maggiormente, dando una mano anche in fase di interdizione; interessante il sodalizio con Fissore. 
Mazzucco 6 Meno imponente del previsto: conferisce fisicità e spessore al centrocampo, dovendo anche ricorrere a qualche fallo di troppo. 
All. Mascarello 6.5 Dopo un primo tempo quasi totalmente da buttare, riesce a toccare le corde giuste e a trovare una grande reazione che, tuttavia, non dà i risultati sperati. 

SOMMARIVA PERNO 
De Miglio 6.5 Quasi inattivo nel primo tempo, nel secondo è il protagonista assoluto dell'incontro, eseguendo tante parate di ottima fattura. 
Tarable 6 Dà il suo contributo sulla corsia di sinistra, senza mai faticare contro De Faveri; il suo infortunio rimescola le carte in tavola e dà qualche preoccupazione all'allenatore. 
29’ st Gili 6 Si adatta come terzino e cerca di fare il suo: ovviamente Colaianni ne approfitta. 
Galvagno 6 Titubante nello stare dietro a Fissore, concedendogli infatti lo spazio giusto per il tiro, ma per il resto svolge una buona gara di copertura. 
Costa 6 Fa buona guardia, cercando di non prendersi troppi rischi e tamponando appena possibile. 
Marchisio 6.5 A dispetto della giovane età, riesce a leggere benissimo gli anticipi e conferisce grande solidità al reparto arretrato. 
Morra 7.5 Porta subito in vantaggio i suoi, cambiando in poco tempo le sorti dell'incontro con un favoloso sinistro a giro; per il resto, abbina rapidità e tecnica, dimostrandosi un cliente alquanto scomodo. (43’ st Cignetti sv). 
Poffa 5.5 Dei quattro centrocampisti è quello che si nota di meno, finendo per agire un po' nell'ombra; esce anzitempo per un'emorragia. 
1’ st Capello S. 6 Entra con il piglio giusto, sfiorando la rete del raddoppio, ma per il tempo rimanente non si fa più vedere. (43’ st Battaglino sv). 
Astrua 6 Fa da filtro in mezzo al campo, abilità che gli permette anche di imbastire qualche ripartenza nella prima frazione di gioco. 
Credendino 6 L'esterno sinistro tenta di alzare il baricentro della squadra, quando non può, diventa una specie di terzino aggiunto. 
Boggione 5.5 La macchia più grande è sicuramente lo sbagliato appoggio che ha sciupato l'occasione d'oro per il potenziale 0-2; lento e macchinoso, non ferisce la difesa bianconera. (35’ st Riorda sv). 
Veglio 6.5 L'elemento di maggiore creatività del gruppo, i suoi inserimenti sono spesso velenosi e dimostra di avere fame; assolutamente fantastico l'assist per il gol di Morra. 
All. Battaglino 6 Ottiene un buon punto su un campo ostico giocando un ottimo primo tempo e finendo per abbassarsi eccessivamente nella ripresa, rischiando in più di una occasione. 

LE INTERVISTE

«Avremmo meritato di più nel secondo tempo, dove abbiamo giocato solo noi; nel primo tempo, invece, abbiamo giocato meno bene, sbagliando tanti passaggi, ma siamo stati in grado di reagire di nervi e di tecnica - ha affermato Luca Mascarello (Cheraschese) - La partita è cambiata subito e loro erano pericolosi nelle ripartenze; col Villafranca avevamo perso giocando ben meglio, oggi nell’intervallo ero preoccupato per l'atteggiamento e mi sono concentrato nel lavorare sul piano mentale dei miei ragazzi. Non ho nulla da rimproverare, ma non stiamo sfruttando le occasioni. Contro la Montatese sarà una battaglia dura, loro hanno bisogno di punti. Mancano tre gare alla fine del girone d’andata, ci manca qualche punto, solo a fine anno però potremo tirare le somme».

«Si tratta di un punto importante ottenuto su un campo difficile contro una formazione strutturata (che mi aspettavo più su in classifica in questo punto della stagione) - ha dichiarato Maurizio Battaglino (Sommariva Perno) - Per noi è stata la prima gara dell’anno su un sintetico però abbiamo fatto bene, sebbene siamo arretrati troppo e fra squalifiche e infortuni abbiamo faticato, in più l’infortunio di Tarable non ci ha aiutato, dovendo perciò posizionare dei giocatori fuori ruolo. Il Pancalieri probabilmente non è nel momento migliore, tuttavia, sarà molto difficile e cercheremo di dare il massimo nel prossimo turno».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400