Cerca

Promozione

Girone E: altro poker Soresinese, pirotecnico pareggio a Segrate, rimonta Barona contro la Settalese, continua la marcia vincente della Soncinese di Cantoni

I protagonisti: Schiavini lancia il Romanengo, D'Angelo protagonista del colpo Villa, doppio Farina fa risorgere il Casale, Miglioli stoppa il Tribiano

Marco Farina, Casalpusterlengo

Marco Farina, attaccante del Casalpusterlengo autore di una doppietta contro

Primo allungo del campionato: la Soresinese rifila il secondo poker consecutivo, stavolta ai danni del Cologno, stravincendo fuori casa e approfitta del pareggio esterno del Club Milanese, fermato da un Segrate che ormai non sorprende più sul 3-3. Sandonatesi acciuffati al secondo posto dal Romanengo, vincitori di misura grazie alla rete di Schiavini contro una Paullese in crisi di risultati, mentre si avvicina sempre di più la Soncinese, espugnando Bresso grazie a Volpi e Biglietti e infilando la sesta affermazione consecutiva. Altra occasione sprecata dal Tribiano, raggiunto nel finale dal colpo di Miglioli per la Senna Gloria, mentre il Villa fa la voce grossa contro l'Atletico CVS, rimontando lo svantaggio iniziale e tornando dopo un avvio difficoltoso ad essere una seria accreditata per un posto nei playoff. L'impresa di giornata è pero firmata Barona Sporting, che recupera tre gol di scarto contro la Settalese, andata addirittura sullo 0-3 dopo 17 minuti. Squillo del Casalpusterlengo, che ringrazia Farina e ritorna alla vittoria contro La Spezia. Prima di andare a ripercorrere i vari avvenimenti, però, ricordiamo che, come raccontato a questo link, da quest'anno vi basterà scannerizzare un qualsiasi qr-code del giornale per diventare utenti premium della nostra applicazione, con la possibilità di leggere articoli come questo e partite a pagamento seguite il weekend successivo.

Atletico CVS-Villa 1-3
Il Villa conquista la terza vittoria nelle ultime quattro partite, avvicinando la zona playoff e rilanciando le sue quotazioni. Altra sconfitta invece per l'Atletico CVS, che rimane impantanato nella zona calda della classifica. Il neotecnico Emidi Igino, che siederà in panchina in luogo di Guido Viandanti, il quale ha preso l'incarico nell'Under 19 a seguito delle dimissioni del tecnico Perna, avrà da lavorare per tirare fuori la squadra dal terzultimo posto. Proprio il DS-neoallenatore Under 19 si è espresso a margine della partita: «Nel primo tempo potevamo fare più di una rete e sfruttare il vantaggio. Nella ripresa abbiamo pagato i soliti errori individuali che ci stanno costando carissimo. Dobbiamo prestare maggior attenzione». La partita ha visto i padroni di casa andare in vantaggio al 16' con Damiani, che ha realizzato una splendida punizione all'incrocio. Lo stesso numero 7 e Negri hanno avuto le occasioni per raddoppiare, ma non le hanno sfruttate. Dopo l'intervallo, perciò, sono venuti fuori i bianconeri, che tra il 6' e il 9' hanno capitalizzato due ripartenze con Motta e Alves. Alla mezz'ora della ripresa, è invece il classe 2000 D'Angelo a risolvere una mischia e chiudere la contesa sul punteggio finale di 1-3.

Bresso-Soncinese 1-2
La cura Cantoni sta funzionando. Dopo uno stentato inizio di campionato, la Soncinese si è assestata e a Bresso infila la sesta vittoria di fila. Padroni di casa imbottiti di giovani, i quali hanno comunque reso pan per focaccia agli avversari, provando a strappare almeno un punto. Trascinatore della squadra il solito Volpi, capocannoniere del raggruppamento insieme a Migliavacca con 9 reti realizzate. Ospiti che hanno timbrato il cartellino nel primo tempo: al 20' il numero 9 sfrutta appieno l'invito di Ghidinelli, segnando di testa e sbloccando il match. Al 36' è invece Biglietti a siglare un gran gol al volo, frutto di un grande recupero di Doi, il quale ha poi servito Stringa che ha assistito la gran giocata del numero 11. Nella prima frazione di gioco ci hanno provato ancora Volpi e Ghidinelli, tra i più pericolosi, e anche Marchiondelli, che al 15', sullo 0-0, trova pronto Didoni. Nella ripresa Bresso più vivace, con Manca e Dominoni che provano a ridurre le distanze ed è proprio il primo a riuscirci al 16', sfruttando un errore difensivo avversario. Ancora Volpi prova a spegnere l'incontro, ma l'occasione ghiotta capita nel recupero al neoentrato dei padroni di casa Pignata, classe 2004, che trova la parata di Milanesi: cala il sipario sul match. Il tecnico della Soncinese soddisfatto del percorso: «Contento del momento della squadra. Ce lo godiamo. Partita fino al loro gol condotta molto bene. Siamo andati rapidamente in vantaggio ed abbiamo subito il gol in ripartenza, ma non abbiamo mai rischiato di subire il pareggio. Partita difficile su un campo sintetico. Il Bresso non è una squadra morbida».

Casalpusterlengo-La Spezia 3-1
La legge del Cisco Friggè. Il rendimento della squadra della provincia lodigiana continua ad essere a due facce: cinque sconfitte su sei gare esterne, imbattuto in casa. E anche con La Spezia ha mantenuto l'andamento stagionale. Rigore dopo 10 minuti con cui Arena apre le danze, al quale risponde Celichini dopo appena 5 minuti. Ancora 300 secondi, e Farina riporta in vantaggio il Casale. Nella ripresa, di nuovo il colpo estivo dell'attacco di casa entra nel tabellino dei marcatori e fissa il risultato sul 3-1. Guaitamacchi può rifiatare: «Oggi abbiamo giocato bene. Farina migliore in campo. Fuori casa abbiamo dei problemi, mentre tra le mura amiche continuiamo a far bene. Abbiamo vinto con merito. L’ambiente aveva bisogno di un bel successo per ripartire. Dobbiamo stare calmi e non parlare di obiettivi a lunga distanza: viviamo partita per partita». Basilio riconosce i meriti agli avversari: «Molto bravi dal punto di vista offensivo, con calciatori di altra categoria. Hanno meritato, sebbene abbiamo provato a pareggiare la contesa. Il rigore del vantaggio dubbio, a mio avviso. Purtroppo noi paghiamo le solite ingenuità individuali. Siamo giovani, commettiamo qualche peccato di inesperienza».

Cologno-Soresinese 0-4
Senza storia. La distanza di punteggio in classifica si fa sentire tutta e la capolista stacca a +3 sul Club Milanese, riuscendo a timbrare il primo allungo stagionale. Partita che si mette bene per gli ospiti già al 15', con il solito De Santis che colpisce a rete. La Soresinese macina gioco ma nei primi 45 minuti non riesce a chiudere l'incontro. Lo fa, però, nel secondo tempo, con tre reti tra il 9' e il 25' messe a referto dall'immenso Brunetti, da un incontenibile Myrteza, a mani basse migliore in campo, e dal neoentrato Arcari. Da segnalare anche una traversa di Scandolara, anche lui subentrato dalla panchina. Cologno che si è fatto vivo in un paio di circostanze, ma senza mai rendersi realmente pericoloso. Il DS ospite Bandera ha commentato: «Prestazione buona. Già nel primo tempo dovevamo segnare uno o due gol in più. Abbiamo avuto qualche occasione nitida, ma non le abbiamo sfruttate a dovere. Unica nota stonata della giornata il campo impraticabile, niente di similare ad un terreno di gioco».

Romanengo-Paullese 1-0
Continua a sognare la squadra biancorossa, che batte di misura la Paullese e aggancia al secondo posto il Club Milanese. Ospiti che continuano il digiuno di vittorie, che perdura dal 24 ottobre. Dopo 15 minuti, il solito mattatore Dognini serve un pallone filtrante per Schiavini, il quale non fallisce l'appuntamento con il gol e firma la rete che risulterà decisiva per le sorti della gara. Nella ripresa, alla mezz'ora, è invece Catanzaro ad esaltarsi sul tentativo dell'onnipresente Dognini. Dall'altra parte ci provano soprattutto nel primo tempo Rapelli e Cristarella, senza esito. L'allenatore dei padroni di casa Tessadori predica calma nonostante l'ottimo andamento: «Settimana prossima sarà impegnativa per la nostra categoria. Mai sottovalutare le partite: domenica avremo una gara difficile contro la Senna Gloria contro il mio predecessore Scarpellini. Sarà necessario turnover. Noi soffriamo l’assenza del centravanti Cavallanti, che oggi era squalificato. Al suo posto ho optato per Gallarini». Sulla partita: «La Paullese era ben messa in campo, ma dopo il vantaggio abbiamo mantenuto il controllo. Loro hanno alzato il ritmo, ma non abbiamo corso rischi».

Segrate-Club Milanese 3-3
Lo diciamo da settimane: il Città di Segrate è l'ammazzagrandi. E la conferma è arrivata contro l'imbattuta Club Milanese, unica squadra a zero sconfitte del girone, che non riesce a tornare a casa con i tre punti venendo raggiunta al secondo posto dal Romanengo, in attesa della settimana che potrà dire molto sull'andamento del campionato. Eppure, la squadra di Greco era andata addirittura sullo 0-2: il nono gol di Migliavacca al 10' e il raddoppio di Cavenaghi al 22' suggellano un approccio alla gara fortissimo degli ospiti, che sfruttano appieno la qualità del collettivo. Poi, però, gli uomini di Perico danno dimostrazione del perché si trovino attualmente in zona playoff: Puccio commette fallo da rigore su Samà e Vario accorcia le distanze al 32'. Poi, prima dell'intervallo, è Ferraguto a pareggiare con un grandissimo gol. Il numero 11 riceve palla da centrocampo e, dopo aver superato un avversario, dribbla anche Todesco e deposita in rete a porta sguarnita. Nella ripresa Club Milanese ancora sul pezzo: al 18', sugli sviluppi di un corner, Gabaglio di testa riporta avanti i suoi. La squadra di San Donato ha le opportunità per chiudere la contesa, ma "grazia" gli avversari che ringraziano e pareggiano: una punizione di Samà ribattuta mette Nasi nelle condizioni di calciare e battere a rete. Nel finale, Ferraguto replica l'azione del gol del 2-2 e nella circostanza ha la chance di servire Samà libero a pochi passi dal 4-3 che sarebbe stato epico, ma si fa ingolosire e la sua conclusione trova pronto il solito monumentale Todesco. Ottima prestazione di L'Erede tra le fila dei padroni di casa. Il DS del Segrate Luca Gatti: «Partita tiratissima, il Club Milanese è veramente una grandissima squadra».

Tribiano-Senna Gloria 1-1
Primo punto nell'esperienza Senna Gloria per Roberto Scarpellini, che strappa il pareggio contro un avversario ostico quale il Tribiano. Quest'ultimo manca nuovamente l'appuntamento con la seconda vittoria consecutiva, evento che non accade da inizio stagione con le affermazioni contro Barona e Cologno alla seconda e terza giornata. Il vantaggio nel primo tempo illude la squadra di Crotti, che passa grazie ad una bella azione manovrata e combinata da Piras e Venturiero, il quale ha servito a Tini il pallone del vantaggio, segnando di piatto. L'ex di turno Aquilante esce dopo pochi minuti per infortunio. Nel finale, però, l'appuntamento con i tre punti viene fallito grazie al colpo di testa di Miglioli, che ha raccolto un cross dalla sinistra. Il DS del Tribiano Livio Polli amareggiato: «Abbiamo fuori troppi calciatori. Stiamo pagando troppo lo scotto e anche qualcuno che era in campo è stato condizionato da qualche fastidio. Il pareggio è comunque un risultato giusto. La prossima settimana affronteremo tre trasferte di fila: francamente è incomprensibile».

Barona Sp.-Settalese 3-3
Roncalli, Reali, Lasi. Tre schiaffi in 17 minuti avrebbero steso chiunque, ma non la Barona Sp. di Pisani. Joderi a fine primo tempo riapre la gara, poi Finizza e un autogol di Pedretti completano una strepitosa rimonta. Nel seguente link i dettagli della partita seguita live dalla nostra Redazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400