Cerca

Promozione

Non solo Lautaro: le triplette della settimana scaldano il weekend

Mihana e Campani si portano a casa il pallone, Nasi illumina il miglior attacco del raggruppamento

Lorenzo Nasi, centrocampista del Città di Segrate

Lorenzo Nasi, autore di tre gol in due partite in settimana con la maglia del Segrate

La settimana infinita. Dopo la 23° giornata disputata domenica (la diciottesima effettiva), neanche il tempo di metabolizzare i risultati che il turno infrasettimanale ha fornito ulteriori indicazioni, rafforzando le posizioni di Club Milanese e Soresinese, sempre a braccetto insieme al comando della classifica con 40 punti, seguiti da un Villa che ha rallentato il ritmo con due pareggi negli ultimi due match, dopo una striscia positiva che le ha permesso di tornare ai piani alti. La bagarre playoff è più serrata che mai, e anche in coda non sono mancati i sussulti, come l’exploit del Cologno contro la Barona Sporting e i pareggi preziosi rimediati dal La Spezia e dalla Senna Gloria. E, alle porte, vi è già un nuovo turno, sulla carta favorevole al duo al comando. Riavvolgiamo il nastro e scopriamo cosa ci attende nel fine settimana del girone E di Promozione.

GIORNATA 23 (18 EFFETTIVA)

ATLETICO CVS-SETTALESE 1-2
Rimonta pazzesca. La Settalese è sotto fino a cinque minuti dal termine a causa della rete di Miscioscia al 25’, mattatore della prima frazione con una prestazione effervescente Poi, dagli sviluppi di due calci piazzati, Zoia prima e Carobbio al 90’ fanno felice Zecchillo. Il Ds dell’Atletico CVS Viandanti a margine del match: «Abbiamo gettato una partita vinta. Allucinante. Primo tempo dominato. Nella ripresa altre occasioni per raddoppiare, poi due punizioni discutibili ci hanno punito. Difficile commentare un epilogo del genere».

BARONA SPORTING-COLOGNO 2-3
Mihana batte Martella 3-2. Avremmo potuto scrivere così, per sintetizzare il duello meraviglioso tra i due numeri 10, con il gioiello del Cologno che si è regalato una giornata memorabile, rilanciando le quotazioni salvezza. Nei primi 20 minuti, la Barona Sporting segna 2 reti, inframmezzati dal momentaneo pareggio per 1-1. Nella ripresa, dopo un approccio morbido, la squadra ospite costringe i locali nella propria metà campo, conquistando i tre punti con altre due reti del suo capocannoniere: pallone a casa e tre punti vitali.

BRESSO-SEGRATE 2-6
Il primo tempo finisce 2-2, con Bozzoli e L’Erede che sembrano spianare la strada, senza, però, fare i conti con D’Apice e Cancedda, che in pieno recupero piazzano due reti micidiali. Eppure, nonostante ciò, gli ospiti rientrano dall’intervallo con il piglio giusto, trascinati dal subentrato Nasi (autore di una doppietta) e chiudendo a valanga, completando il quadro con le reti di Samà e Vario e ringraziando uno Sgura strepitoso, bravo ad opporsi agli attacchi dei padroni di casa. Il Ds del Segrate Gatti a fine partita: «Oggi gli attacchi certamente meglio delle difese. L’ingresso di Nasi ha cambiato la partita».

CASALPUSTERLENGO-SORESINESE 3-3
Spettacolo al Friggè. La capolista va tre volte in vantaggio e per tre volte viene ripresa, in un secondo tempo da montagne russe. Vantaggio lampo degli ospiti sull’asse Lahdili-De Santis: il numero 9 non fallisce e porta avanti i suoi dopo 120 secondi. I primi 45 minuti vedono una Soresinese alla caccia del raddoppio, con Arcari e Myrteza che trovano un Frontori pronto a impedire il centro del bersaglio. Al 13’ della ripresa, Tomasoni serve Farina che rimette in equilibrio il match solamente per un minuto, con Prandi che sfrutta ancora un servizio di Lahdili. Pezzi F. al 26’ pareggia, ma il finale è da thriller: Berishaku all’alba del recupero sembra far sorridere Mizzotti, ma a pochi istanti dal termine, Oprandi contrasta Arena e l’arbitro Saraci non può che concedere il penalty: lo stesso numero 20 trasforma. Amaro in bocca per il Ds ospite Bandera al termine: «Un’ingenuità ci è costata i tre punti».

PAULLESE-CLUB MILANESE 0-0
Un pareggio giusto per quanto visto in campo, ma che lascia spiazzate entrambe le compagini. La Paullese manca ancora il colpo per entrare nel lotto playoff, mentre il Club Milanese sciupa l’occasione di allungare visto il pari della concorrente. Una partita agonisticamente tesa, che ha visto anche un cartellino rosso per Puccio nel finale di partita. Il Ds dei sandonatesi Mario Marozzi: «Loro sono una squadra quadrata, molto aggressiva. Primo tempo combattuto ad armi pari, nella ripresa siamo venuti fuori noi».

ROMANENGO-SONCINESE 2-1
Lo scontro degli ex. Dognini e Profeta tornano sul campo della loro squadra fino a qualche mese fa, contro Arpini e Magnoni, i quali hanno effettuato il percorso inverso (seppur quest’ultimo rimasto in panchina tutti i 90 minuti). L’attuale numero 10 della Soncinese ha segnato il rigore del pareggio, preceduto dalla rete di Baronio, splendidamente servito da Medaglia, e dal gol-vittoria di Gallarini, servito dal marcatore del primo gol e che a tu per tu con Milanesi ha deciso il derby in favore del Romanengo. L’assalto finale scopre la squadra di Cantoni, ma il risultato non si muove più. Caccianiga, protagonista della nostra intervista che trovate al link di seguito, è subentrato, disputando l’ultima gara con il club: dopo qualche settimana, il rapporto si è già interrotto.

SENNA GLORIA-VILLA 1-1
Dopo cinque successi di fila, la corsa del Villa di Altarelli si frena contro un coriaceo Senna Gloria, bisognoso di punti. Per poco, Salvini non regala i tre punti ai padroni di casa: la sua rete al 33’ della ripresa spezza l’equilibrio, ma Salomoni, entrato un quarto d’ora prima, infligge al 38’ il gol del pari. La partita è stata seguita dalla nostra Redazione: al seguente link i dettagli del match.

TRIBIANO-LA SPEZIA 2-2
Clamoroso. Una partita emozionante sarebbe una espressione quasi banale per descrivere quanto accaduto in quel di Tribiano, con i padroni di casa che sprecano l’ennesima occasione per accorciare in testa al campionato, mentre il La Spezia conquista un punto d’oro. Giambelluca nel primo tempo porta avanti Crotti. Poi, l’espulsione di Fugazza lascia in inferiorità numerica i locali per tutta l’ultima mezz’ora, in cui accade di tutto, con i sostituti che si prendono la scena: al 35’ Cobucci firma il pareggio, ma Rancati non è dello stesso avviso e a tre giri d’orologio dal novantesimo riporta avanti i suoi. Sembra fatta, ma all’ultimo istante, in un caos dentro l’area, Fumarolo piazza la zampata che permette agli ospiti di ottenere un risultato preziosissimo. Il tecnico del La Spezia Danilo Quaranta: «Siamo partiti bene. Abbiamo preso gol per superficialità. Gara ben disputata, abbiamo subito il 2-1 su una ripartenza ma siamo stati bravi a crederci fino all’ultimo respiro. La soddisfazione c’è, vista la situazione e vista l’evoluzione del risultato, ma resta il rammarico perché avremmo potuto vincere, sfruttando anche la superiorità numerica. Noi abbiamo bisogno dei tre punti».

RECUPERO GIORNATA 16 (19 EFFETTIVA)

Al netto di due rinvii (Casalpusterlengo-Romanengo al 9 marzo e Bresso-Tribiano al 16 marzo), il primo turno infrasettimanale di recupero ha riservato 20 reti e tanti risultati importanti. A partire dal successo mostruoso del Club Milanese targato Campani.

CLUB MILANESE-ATLETICO CVS 5-1
Il risultato non lascia molto spazio alle interpretazioni. Il divario in classifica esiste e i padroni di casa non lasciano scampo. Il rientro da titolare di Robbiati viene battezzato con un gol al 18’, raddoppiato dal 14° centro di Migliavacca, sempre re dei marcatori del raggruppamento alla mezz’ora. Poi, sale in cattedra Campani, che nel secondo tempo entra e si sfoga segnando una strepitosa tripletta che lo rendono il protagonista assoluto della giornata. Rete del momentaneo 3-1 di Miscioscia. Il Ds dell’Atletico CVS Guido Viandanti: «Presentarsi in casa della capolista non è mai semplice ed a ciò vanno aggiunte le tante defezioni, soprattutto in difesa. Loro sono un’ottima squadra, per noi è stata una partita complicata. Di certo non è col Club Milanese che dobbiamo fare i punti per la corsa salvezza. Negli scontri diretti dobbiamo venir fuori».

PAULLESE-COLOGNO 3-0
Vittoria senza appello della Paullese, che dopo aver fermato il Club Milanese piazza i tre punti che la tengono in orbita spareggi post-season. Protagonista assoluto è Pepe, autore di una doppietta (il secondo gol su rigore) e di Cellamare, bravo ad arrotondare il punteggio con una rete nel finale. Per il Cologno passo indietro dopo il bel successo raccontato poc’anzi contro la Barona Sporting.

SEGRATE-VILLA 1-1
Il 3-5-2 inedito di Perico imbriglia un Villa contratto e nervoso, confermando ancora una volta il trend stagionale che vuole il Segrate avversario indigesto per tutte le big. Nasi, dopo la doppietta di Bresso, sigla la rete del vantaggio del primo tempo, con uno splendido tiro al volo che finisce nel sette. Tante le palle gol a disposizione dei padroni di casa per chiudere l’incontro, ma l’imprecisione nella battuta a rete ha impedito di raddoppiare. E, come la crudele legge del calcio insegno, quando si sbaglia troppo si subisce: alla mezz’ora della ripresa, Maraschio trova il momento giusto per pareggiare i conti. Il Ds Gatti soddisfatto a metà: «Spiace non aver approfittato delle opportunità per andare sul 2-0. Siamo però contenti, avevamo una panchina colma di giovani ed eravamo in emergenza. Quando giochiamo contro squadre blasonate riusciamo a tirare fuori il meglio».

SENNA GLORIA-BARONA SPORTING 1-1
Pronti, via, e al 6’ di gioco c’è già la prima occasione: Salvini approfitta del cross di Aquilante, ma il suo tentativo si infrange sul palo. Reazione ospite con Martella, che al 12’ non inquadra la porta. Al 24’, però, arriva la rete di Tchetchoua, lesto a insaccare il pallone in mezzo messo da Manini. Ancora l’autore del gol cerca di raddoppiare, ma al 36’ della ripresa giunge la beffa: Cotugno in diagonale riporta l’equità con un tiro che sbatte sul palo e finisce nel sacco. Nel finale Bussatori ci prova, ma Marina si oppone: termina 1-1.

SETTALESE-SONCINESE 1-2
Vittoria di rimonta per la Soncinese, che reagisce alla sconfitta di Romanengo infliggendo il secondo ko stagionale a Zecchillo. Eppure, giallorossi in vantaggio con un rigore per fallo di Profeta su Zoia: quest’ultimo si incarica della battuta e segna. Nella ripresa, però, Ghidinelli delizia il pubblico con un cross perfetto per Dognini, che di testa al 9’ rimette in parità l’incontro. Nel finale, Biggi serve Pepa, entrato da neanche 5 minuti, che confeziona il vantaggio e regala tre punti vitali, realizzando il sorpasso proprio ai danni della Settalese.

SORESINESE-LA SPEZIA 3-1
La Soresinese batte tre colpi, firmati De Santis, Berishaku e Brunetti. La Spezia che si affida al solo Santobuono, autore del temporaneo 2-1. Un successo che riporta il sorriso a Mizzotti, dopo il pareggio beffardo subito a Casalpusterlengo.

PROSSIMO TURNO

La giornata di domani, come anticipato, vede le due leader avere due impegni casalinghi teoricamente agevoli: il Club Milanese ospita il Cologno nel più classico dei testacoda, mentre la Soresinese se la vedrà col Bresso, insidioso anche perché ha riposato durante la settimana. Così come accaduto al Tribiano, che farà visita al Villa nel match di cartello: per Crotti ennesima occasione di rosicchiare punti in una stagione che fatica a decollare in termini di continuità. Altarelli, dal canto suo, vuole tornare al successo, magari tagliando fuori una delle grandi favorite della vigilia dalla corsa. La Soncinese ospita l’Atletico CVS, mentre il Romanengo fa visita all’altro fanalino di coda, il La Spezia: entrambe possono approfittare per incrementare i punti, ma la fame delle due avversarie in zona salvezza potrebbe scombinare le carte. La Paullese ospita la Senna Gloria, mentre due incontri occorrono per misurare le ambizioni playoff: Settalese-Casalpusterlengo e Segrate-Barona Sporting promettono scintille e gol.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400