Cerca

Promozione

Il bomber non si smentisce: doppietta e allungo in vetta

La capolista rischia di subire il 2-2, poi cala il tris e manda in archivio la tosta pratica lecchese

Mair AltaBrianza

Denis Mair, autore della prima e della terza rete dell'AltaBrianza

La doppietta di Mair e il gol d’istinto di Mauri sono le coordinate sul quale viene costruito il successo dell’Altabrianza, che esce vincitrice per 1-3 dal confronto con l’Olimpiagrenta. Una partita che offre ritmo e spettacolo da ambo le parti sin dai minuti inaugurali di un primo tempo che, al netto di un tabellino a reti bianche, da mostra di diverse occasioni da rete, con i padroni di casa che partono timidamente ma entrano presto in gara. La ripresa si apre vittoriosa però per gli ospiti, con Mair che si impadronisce di un retropassaggio lezioso e segna il gol del vantaggio al 1’, a cui seguono la bella rete di Mauri al 17’ e la doppietta del numero 11 al 25’. Quando la partita sembra ormai segnata ecco che i ragazzi di Perziano si svegliano dal quarto d’ora di blackout e vanno in gol al 27’ con Moyans, la cui rete riaccende la squadra che va anche clamorosamente vicina alla seconda marcatura senza però riuscirci. Termina quindi con il tris dell’Altabrianza, che approfitta del pareggio del Muggiò, raggiunto a quota 42 dal Cinisello, per portarsi a +4 sulle due inseguitrici.

DIESEL GRENTA: È TESTA A TESTA

L’Olimpiagrenta entra in campo con l’obiettivo di raggiungere quanto prima la dichiarata “quota 34 punti” capitalizzando l’ottimo stato di forma, mentre l’Altabrianza è intenzionata a mantenere il primo posto in classifica e a proteggerlo dall’insidiosa corsa del Muggiò alle sue spalle. La partita è dinamica sin dalla sua apertura con protagonista immediato Brivio che al 3’ deve prodigarsi in un doppio intervento annullando due tiri da distanza estremamente ravvicinata dell’attacco ospite. Dall’altra parte Finiguerra diventa terminale di un ottimo lancio lungo ma la difesa è brava a ricompattarsi complicandogli il controllo della sfera. Al 9’ bella iniziativa di Delle Fave che si fa consegnare il pallone da Galimberti e dribbla un paio di difensori aprendo poi un cross basso che viene schermato sul fondo: il vero brivido per i padroni di casa arriva però sul corner immediatamente successivo quando Mair impatta da distanza ravvicinata colpendo però uno dei difensori posti davanti alla porta.  Inizio di gara più aggressivo da parte dei biancazzurri che tendono a presentarsi con maggiore insistenza dalle parti di Brivio, a fronte di un’Olimpiagrenta attenta ma che ancora fatica a proporre i giusti movimenti. Al 14’ primo squillo dei padroni di casa che sfiorano il gol: Manzoni calcia un’ottima punizione con il pallone che taglia pericolosamente dentro l’area per venire impattato di testa da Pozzi e sfila con un sussulto davanti a Bertoni depositandosi però sul fondo. Poco dopo è ancora Pozzi a rendersi protagonista di un’ottima cavalcata seminando due difensori e aprendo per il centro area dove però Finiguerra non riesce a portarsi sul pallone. I ragazzi di Perziano però danno prova di essere entrati gradualmente in partita. Al 30’ Manzoni batte una punizione fotocopia a quella di un quarto d’ora prima pescando ancora il taglio giusto di Pozzi in centro area, ma il pallone inganna di nuovo il pubblico andando a depositarsi poco dietro la porta. Al 35’ gli ospiti vanno alla carica con Delle Fave, tra i migliori dei suoi, che conduce il pallone e apre per Rossetti che però calcia frettolosamente fuori dallo specchio. Poco dopo è Mair a proporsi involandosi sulla fascia destra dove però Caredda gli si oppone prontamente. C’è ancora tempo per qualche scambio prima che l’arbitro mandi le due squadre negli spogliatoi dopo aver dato entrambe prova di un buono spirito di competizione, con un’Olimpiagrenta decisamente convinta dei suoi mezzi.

UN MAIR SENZA FINE

La seconda metà di gara si apre con un buon piglio specialmente da parte degli ospiti che iniziano a portare subito pressione nella metà campo dell’Olimpiagrenta: Brivio deve mettersi subito sotto i riflettori uscendo alto per vanificare una pericolosa incursione. Ed ecco che quest’attitudine premia immediatamente i ragazzi di Ziliotto quando Mair prende possesso del pallone a bordo area su retropassaggio avventato della difesa di casa, mette Brivio fuori gioco e insacca il pallone in porta. Il gol permette ai biancazzurri di giocare più liberamente e infatti poco dopo vanno vicini al raddoppio quando su un corner il pallone viene spazzato via dalla difesa di casa a ridosso della linea di porta. L’Olimpiagrenta inizialmente risente della rete subita ma cerca di tornare mentalmente in gara quanto prima, come si vede in occasione dei buoni movimenti sul corner conquistato al 14’ e che fanno sussultare Bertoni. Il nervosismo però serpeggia in campo ed ecco che al 17’ arriva il raddoppio dell’Altabrianza: a firmarlo è Mauri che si coordina agilmente trasformando un rimpallo in area nel gol del 2-0. Perziano percepisce la necessità di un cambiamento a livello mentale ed inserisce ben tre cambi nel giro di un minuto per conferire nuove energie alla squadra. Gli ospiti però fiutano ormai l’inerzia favorevole della gara e al 25’ arriva il 3-0 con la seconda firma di Mair, che fulmina Brivio da dentro l’area, ma la partita è ancora lontana dall’essere chiusa. Quando ormai i giochi sembrano fatti l’Olimpiagrenta torna in gara con un colpo di reni: è il neo entrato Moyans che prima controlla un pallone sul lato destro, poi si accentra e libera il sinistro siglando un gran gol al 27’, che oltre ad aprire le marcature per i suoi riaccende anche gli animi della squadra. Solo due minuti più tardi infatti l’Olimpiagrenta va vicina alla seconda rete in un’azione rocambolesca, dove si vede murata da distanza ravvicinata i tiri di Conti ed Esposito. Anche Ziliotto nonostante il vantaggio percepisce l’urgenza di nuovi innesti e da fondo alla propria panchina per evitare che la situazione si complichi. Al 37’ altra grande occasione per i padroni di casa quando sullo sviluppo di un corner il pallone danza sfilando sulla linea di porta prima di venir spazzato via. Negli ultimi minuti la stanchezza diventa protagonista e nessuna delle due squadre riesce più a proporsi in modo nettamente pericoloso:il triplice fischio consegna all’Altabrianza i tre punti e l'allungo in vetta.

IL TABELLINO

OLIMPIAGRENTA-ALTABRIANZA 1-3
RETI (0-3, 1-3):1’ st Mair (A), 17’ st Mauri (A), 25’ st Mair (A), 27’ st Moyans (O).
OLIMPIAGRENTA (4-3-3): Brivio 6.5, Caredda 6 (18’ st Curioni 6), Redaelli 6 (37’ st Cocco sv), Puglisi 6, Sangalli 6, Esposito 6.5, Finiguerra 6.5 (18’ st Conti 6), Colombo 6, Manzoni 6.5 (1’ st Farina 5.5), Viganò 6 (18’ st Moyans 7), Pozzi 6.5. A disp. Castagna, Invernizzi, Riva, Bonacina. All. Perziano 6.5.
ALTABRIANZA (4-2-3-1): Bertoni 6, Donghi 6.5, Galimberti 6.5, Ferrario 6.5, Mauri 7, Bello 6.5, Gualandris 6 (15’ st Fumagalli 6), Corvino 6.5 (30’ st Boni sv), Rossetti 6 (22’ st Colombo 6), Delle Fave 7 (31’ st Tagliabue sv), Mair 7.5 (46’ st Tirinzoni sv). A disp. Corti, Chakhssi, Mauri, Brunati. All. Ziliotto 7.
ARBITRO: Negri di Legnano 6
ASSISTENTI: Cappello e Rubolino.
AMMONITI: Bello (A), Colombo (O), Delle Fave (A), Caredda (O), Sangalli (O), Curioni (O).
ESPULSO: 22' Invernizzi (O).

LE PAGELLE

OLIMPIAGRENTA

Brivio 6.5 Al netto delle reti subite, si rende protagonista già in apertura di gara e si fa trovare pronto quando viene chiamato in causa. 
Caredda 6 Protegge meglio che può la propria zona schermando diverse incursioni. 
18’ st Curioni 6 Entra in un momento concitato e cerca di offrire energia e convinzione. 
Redaelli 6 Qualche errore in copertura dovuto alla stanchezza, ma performa con buon piglio.
Puglisi 6 Lavora meglio che può in cambio di regia dove cerca di offrire un buon tempismo con il quale dettare le aperture per i compagni.
Sangalli 6 Coadiuva il compagno di reparto schermando più passaggi che riesce. 
Esposito 6.5 Concreta prova di leadership la sua, guidando la squadra in modo esemplare.
Finiguerra 6.5 Molte delle manovre offensive passano per lui. Ottima presenza, anche se ogni tanto si intestardisce con la palla fra i piedi. 
18’ st Conti 6 Entra e sfrutta bene il tempo a sua disposizione sfiorando il gol nella mischia. 
Colombo 6 Buon lavoro di incontro il suo, lotta a centrocampo per schermare al meglio il giocatore di riferimento. Qualche errore nella ripresa dovuto alla stanchezza. 
Manzoni 6.5 Nel primo tempo le punizioni gli permettono di dar prova delle sue abilità balistiche.
1’ st Farina 5.5 Si mette in mostra bene al suo ingresso, ma non è sempre convinto quando va sul pallone. 
Viganò 6 Non sempre da mostra delle sue potenzialità ma disputa comunque un gara ordinata.
18’ st Moyans 7 Miglior ingresso possibile: entra e segna il gol che ridà speranza ai suoi. 
Pozzi 6.5 Sempre pericoloso con il pallone tra i piedi, con il quale sa esser protagonista con accelerazioni notevoli. 
All. Perziano 6.5 La partita è complicata ma i suoi giocano comunque una gara convinta, al netto di un blackout nella prima metà della ripresa.

L'undici titolare dell'Olimpiagrenta

ALTABRIANZA 

Bertoni 6 Incolpevole sul gol subito, disputa una gara concisa e ordinata. 
Donghi 6.5 Lavora bene a presidio della propria zona dialogando efficacemente con il reparto.
Galimberti 6.5 Sale ogni volta che può ed è bravo ad ampliare il campo per agevolare la manovra offensiva.
Ferrario 6.5 Agisce bene in mediana andando a equilibrare con competenza il movimento della palla. 
Mauri 7 Il bel gol del 2-0 è il giusto riconoscimento per una partita disputata con solidità ed esperienza. 
Bello 6.5 Coadiuva al meglio il compagno di reparto andando a coprire efficacemente sull’uomo di riferimento. 
Gualandris 6 Bravo ad ampliare il campo anche se incappa in qualche errore di lettura.  
15’ st Fumagalli 6 Entra bene e cerca di distinguersi nelle fasi di verticalizzazione del gioco.
Corvino 6.5 Lavora molti pallone a centrocampo ed è coinvolto attivamente nella manovra andando a fare da collante tra la difesa e l’attacco.
Rossetti 6 Nel primo tempo si vede meno del previsto al netto di un paio di occasioni nitide, cresce nella ripresa.
22’ st Colombo 6 Entra in un momento concitato e segue fedelmente il piano partita del tecnico. 
Delle Fave 7 Uno dei migliori dei suoi: tecnica al servizio della squadra. Bravo sia a mettersi in proprio che ad attivare i compagni di reparto.
Mair 7.5 Pochi ma concreti highlights nel primo tempo, nel secondo invece si scatena senza possibilità di obiezione. Doppietta d’autore che permette ai suoi di mantenere il primato. 
All. Ziliotto 7 Prepara un piano gara che segue fedelmente e che lo premia grazie anche alla consapevolezza di una partita non facile. 

L'undici titolare scelto da Ziliotto

ARBITRO
Negri di Legnano 6
Fischia molto e lascia correre davvero poco, ammonendo ampiamente nel perseguire l’obiettivo di tenere le redini della gara. 

LE INTERVISTE

OLIMPIAGRENTA
Consapevole il tecnico di casa Perziano: «Possiamo dire di aver disputato un primo tempo migliore dei nostri avversari: siamo stati aggressivi e convinti sfiorando la rete con le due occasioni di Pozzi sulle punizioni di Manzoni. L’errore nel secondo tempo sul retropassaggio ci ha fatto perdere temporaneamente la bussola: abbiamo concesso troppe palle gol agli avversari, sprecato diverse occasioni su cui spiccano le palle gol di Conti ed Esposito. Posso dire però che abbiamo per buona parte giocato alla pari con i primi della classe e ne usciamo a testa alta».

ALTABRIANZA
Soddisfatto della performance il tecnico ospite Ziliotto: «Questa gara l’avevo preparata esattamente così perché sapevo avremmo avuto bisogno di essere aggressivi e lavorare sulle seconde palle proprio come loro sono soliti fare. Siamo poi entrati convinti seguendo il piano gara che siamo riusciti a mettere in atto sopratutto dal primo minuto della ripresa. Purtroppo poi c’è stata una leggerezza da parte nostra che loro hanno sfruttato bene. Con i cambi ho cercato di gestire al meglio la situazione e siamo riusciti a portare la gara a casa: sono molto soddisfatto sia sul piano tecnico che mentale».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400