Cerca

Promozione

Sei gol, un rosso e tanto spettacolo: il derby finisce in parità

Doppia rimonta dei padroni di casa, per gli ospiti è un punto amaro

Alessandro Magro Lentatese

Alessandro Magro, uno dei migliori della Lentatese autore di una doppietta

Termina 3-3 la partita tra Lentatese e Meda. Un derby ricco di gol e spettacolo quello che va in scena al centro sportivo Ottavio Bugatti di Lentate. Le squadre prima di questa partita erano divise da soli 2 punti in classifica, con la possibilità per la Lentatese di sorpassare gli avversari in caso di vittoria. Per questo motivo l'allenatore dei padroni di casa, Valente, schiera la sua squadra con un offensivo 4-3-3 col numero 10 Del Gaudio a dare qualità al centrocampo e Meroni a guidare la difesa. Il tecnico del Meda, Cairoli, risponde con un 3-4-3 con Cicola regista di centrocampo e l'ex Pro Patria, Filomeno, a svariare sul fronte offensivo partendo da sinistra. È il Lentate a passare in vantaggio con un tiro da fuori di Magro, ma il Meda risponde con il primo gol stagionale del difensore in maglia numero 3, Orsi. Botta e risposta anche nel secondo tempo con il Meda che va due volte in vantaggio e viene rimontato entrambe le volte. Espulso a fine partita il difensore della Lentatese Bianchimano per fallo da ultimo uomo.

PRIMA FRAZIONE EQUILIBRATA

I padroni di casa vista la ghiotta opportunità di superare i rivali, partono subito forte e dopo 10 minuti vanno in vantaggio grazie ad un sinistro potente dal limite dell'area dell'ala sinistra Magro. Il Meda prova subito a rispondere, e da un calcio d'angolo battuto dal numero 10 Filomeno, lascia partire un cross forte e teso sul primo palo che diventa un tiro. Il difensore Parravicini recupera la posizione e di testa salva sulla linea impedendo al pallone di entrare. La tensione della partita si sente e l'arbitro nei primi 25' deve tirare fuori ben 3 cartellini gialli, due per il Meda e uno per la Lentatese. Proprio dal fallo che porta all'ammonizione di Parravicini scaturisce un cross di Cicola e un colpo di testa di Ponti che, lasciato libero in area, si fa bloccare il tiro dal portiere Tagliabue. Non c'è un attimo di tregua e la Lentatese risponde con un calcio d'angolo battuto da Coppola e un colpo di testa di Meroni, che da due passi la spara centrale e para Allievi. Alla mezz'ora il Meda trova il gol dell'1-1 con il numero 3 Orsi che scarica un sinistro potente all'incrocio dal limite dell'area dopo una bell'azione nata sull'out di destra. Al 40' ancora Meda pericoloso con un'azione dagli sviluppi da corner, una mischia in area e un tiro salvato sulla linea. Il pallone spazzato viene ributtato in area e il numero 9, Torrente, la colpisce di testa e va ad impattare la traversa. Un pizzico di fortuna per la squadra di casa che riesce ad evitare di subire il gol ben due volte nella stessa azione. All'ultimo minuto del primo tempo pasticcio dei difensori della Lentatese con l'appoggio sbagliato di Bianchimano per Meroni, intercettato da Filomeno, che si dirige in velocità a tu per tu con il portiere. Miracolo di Tagliabue che è molto abile nell'uscire dai pali e chiudere lo specchio al numero 10 bianconero.

BATTAGLIA SENZA VINCITORI

Seconda metà di gara che comincia in maniera frizzante, con Filomeno che ha probabilmente ancora in testa il gol sbagliato al 45'. Proprio l'ex Pro Patria sale in cattedra nel secondo tempo e al 1' impegna un portiere con un tiro potente sul primo palo da posizione defilata. A occuparsi della battuta del corner proprio il numero 10 che pennella un cross sulla testa di Michi che segna il gol che porta il Meda avanti di uno. Al contrario del primo tempo adesso è la Lentatese che deve rispondere e lo fa al 4' con una punizione dai 35 metri battuta molto forte da Coppola col mancino. Il pallone passa vicinissimo all'incrocio dei pali e termina sul fondo. Non smette di spingere la Lentatese e lo fa con il centravanti Tagliabue che, in area defilato sulla destra, lascia partire un missile che si stampa sulla traversa interna e ritorna in campo senza varcare la linea. Dopo 6 minuti sempre Tagliabue protagonista, da attaccante vero, stoppa il pallone in area, si gira e calcia forte sul primo palo. Pallone all'incrocio e gol del 2-2. Il derby è molto acceso e vive di fiammate e spesso il protagonista di queste è il numero 10 Filomeno che al 27' fa vedere tutta la sua qualità: riceve palla da un compagno e con una finta di corpo si libera del marcatore e lascia partire un sinistro all'angolino. È la giocata del gol del 3-2 che, a poco più di 15 minuti dalla fine, sembra poter dare la vittoria alla squadra ospite. Ma la Lentatese in questa partita non muore mai e si rende protagonista di un'ultimo ruggito ancora con Magro che in area riceve un cross rasoterra dalla destra e si fa parare una prima volta il tiro sulla linea, ma sulla respinta tira potente e imbuca il gol del 3-3. Il Meda a questo punto si butta di nuovo in avanti per trovare il gol del vantaggio e all'ultimo minuto ancora Filomeno protagonista, va via in velocità e si invola verso la porta. Il numero 10 viene fermato con un fallo da ultimo uomo al limite dell'area. Cartellino rosso per il numero 6, Bianchimano, che esce dal campo senza protestare consapevole di aver salvato la squadra da un gol quasi certo. Della punizione dal limite se ne incarica il neo entrato Schinetti, che prova a sorprendere il portiere sul suo palo con un destro potente. Tagliabue para in tuffo e salva la sua squadra. È l'ultima emozione del match che termina dopo 4 intensi minuti di recupero con il punteggio di 3-3.

IL TABELLINO

A.C.D. LENTATESE-A.C. MEDA 3-3
RETI: 9' pt Magro (L), 30' pt Orsi (M), 2' st Michi (M), 9' st Tagliabue (L), 27' st Filomeno (M), 37' st Magro (L)
LENTATESE (4-3-3): Tagliabue 6.5, Molteni 7, Coppola 7 (28' st Noviello 6), Parravicini 6, Meroni 6.5, Bianchimano 5.5, Malacarne 6.5, Ballabio 6.5, Tagliabue 7, Del Gaudio 6.5 (19' st Monti 6), Magro 7.5 (45' st Bottos sv). A disp. Lunare, Gambirasio, Barilla, Pagnozzi, Cuzzolin, Agati. All. Valente 7
MEDA (3-4-3): Allievi 6.5, Orsenigo 6, Orsi 7, Cicola 7 (39' st Fraternali sv), Michi 7, Quitadamo 6.5 (22' st Bosisio 6.5), Cutuli 6.5 (42' st Schinetti 6.5), Molteni 6, Torrente 6.5 (30' Tallarita 6), Filomeno 8, Ponti 6.5. A disp. Chierico, Panizza, Mauri, Tavella, Haddaoui. All. Cairoli 7
ARBITRO: Savoldi di Bergamo 6.5
AMMONITI: Parravicini (L), Coppola (L), Magro (L), Orsenigo (M), Orsi (M), Cicola (M), Cutuli (M), Molteni (M), Filomeno (M), Tallarita (M)
ESPULSO: Bianchimano (L)

LE PAGELLE

LENTATESE
Tagliabue 6.5 Effettua delle buone parate, in particolare all'ultimo minuto del primo tempo è insuperabile quando Filomeno gli si presenta a tu per tu.
Molteni 7 Spinge molto in fase offensiva ed è attento in fase difensiva. Si rende pericoloso nel secondo tempo con un dribbling a rientrare e tiro di sinistro deviato. Ha tanta corsa e qualità e dimostra di essere anche duttile quando si sposta sulla fascia sinistra di difesa dopo l'uscita del compagno Coppola.
Coppola 7 Il suo mancino è davvero un mix letale di potenza e precisione. Batte corner e punizioni e imprime al pallone un effetto sempre pericoloso. Sfiora il gol in occasione di una punizione dai 35 metri nel secondo tempo. 
28' st Noviello 6 Entra e si piazza a centrocampo davanti alla difesa. Si limita a spartire palloni sulle fasce e a dare una mano in difesa. Non si propone molto in fase offensiva.
Parravicini 6 Buona partita da mediano davanti alla difesa nel 4-3-3. Gioca in maniera ordinata e dà tanta sostanza.
Meroni 6.5 Leader del reparto difensivo della squadra è anche motivatore. Non rinuncia mai a dare indicazioni ai compagni e li guida in ogni momento della partita. Un giocatore davvero importante, oltre che solido difensivamente. Dimostra di avere anche un ottimo piede nei cambi campo.
Bianchimano 5.5 Insufficienza dovuta al cartellino rosso rimediato nel finale e a qualche sbavatura in fase di impostazione. 
Malacarne 6.5 Ala destra veloce prova spesso a puntare l'uomo e crea qualche apprensione ai difensori avversari. Gioca nel complesso una partita ordinata.
Ballabio 6.5 Centrocampista di corsa, a cui abbina anche un'ottima tecnica. Si impegna molto e lotta nei momenti in cui c'è bisogno far sentire la propria presenza a centrocampo.
Tagliabue 7 Gioca una gran partita e sbaglia davvero poco. Fa i movimenti giusti in avanti, trova un gol da centravanti vero e colpisce una traversa da posizione quasi impossibile. 
Del Gaudio 6.5 Un buon primo tempo, in cui mette in mostra le sue doti tecniche. Dà qualità al centrocampo, ma non riesce a essere incisivo in zona gol. Prova qualche conclusione dalla distanza senza mai centrare la porta.
19' st Monti 6 Si impegna e prova a tenere su la squadra. Prova a svariare su tutto il fronte d'attacco sia chiedendo il passaggio in profondità, sia venendo incontro a coprire palla. Non ha occasioni per segnare.
Magro 7.5 Il migliore dei suoi con una doppietta. Apre le marcature con un sinistro rasoterra potente nel primo tempo e le chiude con un tap-in vincente nel secondo. Nel mezzo si propone spesso per aiutare la manovra offensiva della squadra.
All. Valente 7 La squadra scende in campo in maniera ordinata e con la giusta mentalità. Nonostante vada due volte in svantaggio ha sempre la lucidità mentale per andarla a recuperare. 

Gli 11 iniziali scelti da Valente

MEDA
Allievi 6.5 Gioca una buona partita, senza parate particolarmente difficili. Bravo sul colpo di testa ravvicinato di Meroni a metà primo tempo. Aiutato dalla traversa nel secondo.
Orsenigo 6 È il primo ammonito della partita all'inizio del primo tempo. Gioca tutta la partita con l'ammonizione sulle spalle, ma rimane cauto negli interventi e se la cava bene.
Orsi 7 Uno dei migliori dei suoi. Gioca il primo tempo come esterno di centrocampo e abbina qualità offensiva a letture difensive importanti. Prestazione condita dal gol, un sinistro di rara bellezza all'incrocio. Nel secondo tempo gioca come difensore centrale della difesa a 3 per l'ingresso in campo di Bosisio. Dimostra duttilità e capacità di interpretare bene entrambi i ruoli.
Cicola 7 È il fulcro del gioco della sua squadra. Gioca davanti alla difesa e tutti i palloni passano da lui. Mette in mostra il suo sinistro potentissimo con qualche tiro dalla distanza molto insidioso. Anche nei lanci lunghi dimostra di essere molto preciso e avere visione. Commette un intelligente fallo tattico a 5' dalla fine e viene sostituito.
Michi 7 Una partita ordinata difensivamente, condita dal gol del momentaneo vantaggio ad inizio ripresa. Leader centrale della difesa a 3 del tecnico Cairoli. 
Quitadamo 6.5 Difensore centrale di destra della difesa a 3. Gioca una partita solida.
22' st Bosisio 6.5 Entra e si fa subito vedere in fase di spinta sull'out di sinistra. È molto propositivo e fa sempre il movimento in profondità. Attento anche in fase difensiva.
Cutuli 6.5 Tanta corsa e ottimo dribbling per l'esterno destro della formazione ospite. Esce stremato negli ultimi minuti.
42' st Schinetti 6.5 Subentra a 3 minuti dalla fine e si prende subito la responsabilità di calciare la punizione dal limite al 90'. Calcia potente e angolato ed è molto bravo il portiere a respingere. 
Molteni 6 Centrocampista grintoso, lotta su ogni pallone.
Torrente 6.5 Agisce alle spalle della punta e si crea qualche buona occasione come il colpo di testa sulla traversa. Suo l'assist per il primo gol della sua squadra.
30' Tallarita 6 Entra e fa la lotta un po' con tutti. Finisce sul taccuino dell'arbitro per un fallo nel finale di gara.
Filomeno 8 Il migliore in campo. Grande qualità palla al piede e ottimi movimenti senza palla. Svaria su tutto il fronte d'attacco e quanto ha palla tra i piedi c'è sempre quella sensazione che possa inventare una giocata. E infatti lo fa, servendo l'assist del secondo gol e inventandosi un sinistro all'angolino per il terzo gol. Da appalusi.
Ponti 6.5 Centravanti fisico e veloce, duetta alla perfezione con Filomeno. I due si cercano spesso e quando si trovano creano sempre apprensioni alla difesa avversaria.
All. Cairoli 7 La sua squadra esprime un bel gioco e prova a vincerla a tutti i costi. Peccato per la rimonta subita.

Arbitro
Savoldi di Bergamo 6.5 Gestisce con molto polso una partita non semplice. Deve spesso far ricorso ai cartellini perché i giocatori in campo non vanno per il sottile e lo costringono a tirare fuori ben 10 gialli e un rosso.

Gli 11 iniziali scelti da Cairoli

LE INTERVISTE

Allenatore Lentatese, Valente: «È stata una partita un po’ matta, era un derby ed era molto sentita da entrambe le parti. I loro valori tecnici erano superiori ai nostri. La partita per noi si era messa bene all’inizio con il gol del vantaggio, poi si è complicata dopo il loro gol del 2-1. Alla fine il risultato di pareggio è giusto, anche se si poteva fare qualcosa di più».

Allenatore Meda, Cairoli: «Quello di oggi non è un punto guadagnato, sono due punti persi. Abbiamo preso gol per nostre distrazioni, i ragazzi erano nervosi perché era un derby e volevano la vittoria. Avevamo tante defezioni, siamo partiti male, dopodiché siamo venuti fuori. Se vai 2 volte in vantaggio la partita la devi portare a casa, non è ammissibile farsi rimontare ben due volte. Però c’è da dire che eravamo in emergenza e molti giocatori han giocato adattati in ruoli diversi dai loro abituali. Va anche dato merito agli avversari, che sono stato bravi a crederci fino alla fine senza mai mollare».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400