Cerca

Promozione

Dalla bolgia del Parco Einaudi esce fuori un pari: Sanmauro e Lascaris non si fanno male

Buona gara sia per la formazione di Piazzoli che per quella di Falco, entrambe molto rimaneggiate: distanze invariate in zona playoff

Dalla bolgia del Parco Einaudi esce fuori un pari: Sanmauro e Lascaris non si fanno male

Gran partita del capitano del Sanmauro Simone Salerno: la palma di MVP è sua

clicca qui per leggere le pagelle

Nel festival delle assenze tra Sanmauro e Lascaris ne esce un punticino, che vista la lunga lista di acciaccati tra gialloblù e bianconeri può considerarsi un puntone: il risultato dice 0-0, ma le formazioni di Piazzoli e Falco non si sono risparmiate, giocando una partita equilibrata per una buona ora, salvo poi vedere una crescita costante dei padroni di casa che hanno messo qualcosa in più nel finale senza trovare l'acuto giusto. In virtù dei pareggi tra Charvensod e Valdruento e dell'Alpignano in casa del Caselle in zona playoff risulta tutto sostanzialmente invariato, potendo guardare a domenica prossima con la speranza di recuperare qualche uomo in più.

Padroni di casa del Sanmauro con tante defezioni tra titolari e rincalzi. Piazzoli fa la conta dei superstiti e disegna un 3-4-3 che, come definito da lui stesso nel pre-partita, è un 3-0-7: in porta scelto Busato; terzetto di difesa composto da Pacelli, Salerno e Coretti; in mezzo al campo ci vanno Pozzana e Barbati, mentre le fasce se le prendono Stocco a destra e Cavallaro a sinistra; in trequarti tocca ai soliti Di Vanno e Fascio, con punta centrale Piroli. Falco sceglie invece il 4-3-1-2, ritrovando finalmente “il Puma” Ahmed tra i titolari, schierato però in mezzo alla difesa vicino a Marchesini (Buso ancora out), completano la linea difensiva Sottil a destra e Serafino a sinistra; in regia Ghironi, con mezzali Pretti e D’Agostino; dalla trequarti parte Di Carlo, pronto ad allargarsi sulla destra, completando il reparto avanzato con Cravetto e Giambertone.

CINQUE SOLI MINUTI DI FUOCO

Primo tempo abbastanza avaro di occasioni, con tanti scontri e i due reparti difensivi ben attenti e concentrati per quasi tutta la prima frazione. Da un lato i padroni di casa provano più a sfruttare o i lanci lunghi su Piroli o ad infilare la retroguardia bianconera sulle fasce, mentre Falco e il Lascaris provano a sviluppare dal centro grazie alle geometrie di Ghironi e alla mobilità dei tre uomini offensivi. I pianezzesi non disdegnano comunque il tiro da fuori, come fatto vedere da D’Agostino che, nei primi 10’, tenta un paio di conclusioni terminate però alte. Il Sanmauro si fa invece vedere al 14’ quando da una punizione dalla lunga distanza Fascio pesca Piroli, che prolunga bene di testa per Cavallaro che per un soffio non riesce a chiudere a rete. I ragazzi di Falco alzano il ritmo con il passare dei minuti, soprattutto con il duo Cravetto-Giambertone che ben dialoga e ben riesce a districarsi tra le casacche gialloblù. Nel giro di due minuti l’ex Chisola prima apparecchia un’azione sulla sinistra, senza trovare nessuno che possa ribadire in gol il suo cross, mentre al 21’ si mette in proprio calciando dal limite col destro, rischiando di beffare Busato che riesce comunque a rimediare.

Tolto l’infortunio di Pacelli, sostituito da Fiora, le azioni clou nel cuore del primo tempo rasentano lo zero, con tanta tattica e pochi lampi. Però basta poco per accendere la miccia e così accade quando al 38’ Piroli va a contrasto (pulito) con Zaccone dopo un lancio lungo, il portiere del Lascaris va a terra senza fallo e Di Vanno potrebbe ribadire a rete a porta vuota, ma calcia scoordinato e a lato. Un acuto che sblocca un po’ la partita anche dal fronte Lascaris, con i bianconeri che sfiorano a loro volta il gol del vantaggio al 43’ con Di Carlo, bravo a farsi trovare pronto nel lato sinistro dell’area di rigore dopo l’assist di Cravetto, ma il tentativo di piazzare con il destro a incrociare sul secondo palo è timido e impreciso.

A POCHI CENTIMETRI DAL GOL

La ripresa si può dire che parte con tutt’altro ritmo. Ci vogliono 3’ soltanto per far sussultare il Parco Einaudi, quando Fascio si libera bene a destra pescando lo stacco poderoso di Piroli, che con una gran frustrata indirizza bene scheggiando la traversa. Il Lascaris vive invece un momento di apprensione con l’uscita dal campo di Pretti pochi minuti dopo, costretto al forfait per un problema fisico e rimpiazzato da Lacava, inizialmente partito dalla panchina. È proprio il talentino classe 2003 a innescare una rapida ripartenza all’11, prima portata avanti da Ghironi sulla sinistra e poi da Giambertone, con quest’ultimo che è furbo nel dare una palla a rimorchio per Cravetto che però strozza troppo il tiro. Squadre che si allungano e palle gol che fioccano, da un lato e dall’altro: per il Lascaris è ancora Cravetto a provarci al 20’ al termine di una bella ripartenza sviluppata a sinistra (colpo di testa largo di poco), mentre per i padroni di casa di Piazzoli è Barbati a mangiarsi le mani al 22’, quando viene egregiamente servito da Di Vanno ma nonostante il destro piazzato non riesce ad inquadrare per un soffio lo specchio.

Le ultime battute di gara sono un vero incendio, in campo e in tribuna. Tra gol sfiorati per una manciata di centimetri, animi che si surriscaldano un po’ ovunque e qualche contrasto duro non fischiato il Parco Einaudi diventa una vera bolgia. Ai punti è però il Sanmauro a meritare qualcosa in più, viste le più nitide palle gol avute. Tra il 29’ e il 31’ ne arrivano due per i gialloblù, una da piazzato (gran corner di Fascio, colpo di testa di Coretti alto di nulla) e una su azione, che vede nella combinazione Piroli-Fascio una insidiosa gatta da pelare per il Lascaris, ma il tiro del 10 viene limitato da un attento Zaccone. Anche se il Sanmauro sembra sul punto di trovare la soluzione definitiva per sbloccare questa partita l’acuto non arriva mai, sia per meriti di un mai disattento Lascaris che per un pizzico di precisione mancata nel momento clou. A conti fatti ne matura un pareggio che sicuramente non farà contento Piazzoli, ma viste le defezioni della vigilia può essere considerato positivo. Discorso simile per Falco, che aveva sicuramente bisogno di un punto come questo per riprendere la corsa playoff.

IL TABELLINO

SANMAURO-LASCARIS 0-0
SANMAURO (3-4-3): Busato 6, Cavallaro 6.5, Pacelli 6 (23' Fiora 6.5), Coretti 6.5, Stocco 6.5 (27' st Traversi 6), Salerno 7, Di Vanno 6.5, Barbati 6, Piroli 6.5, Fascio 6.5 (44' st Corapi sv), Pozzana 6. A disp. Grande, Felletti, Milazzo, Frisoli, Vadanescu. All. Piazzoli 6.5. Dir. Cavallaro - Daniele.
LASCARIS (4-3-1-2): Zaccone 6.5, Sottil 6, Serafino 6.5, Ghironi 6, Ahmed 6.5, Marchesini 6, Di Carlo 5.5, Pretti 6 (6' st Lacava 6), Giambertone 6.5, Cravetto 6.5 (37' st Marginean sv), D'Agostino 6.5. A disp. Bergonzi, Vassallo, Sicilia, Pirro, Ataupillco, Lapis, Buso. All. Falco 6.
ARBITRO: Forina di Collegno 6.
COLLABORATORI: Bianco e Sartori.
AMMONITI: 39' Cravetto (L), 10' st Piroli (S), 13' st Pozzana[00] (S), 24' st D'Agostino[00] (L), 33' st Sottil[04] (L), 38' st Traversi[01] (S).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400