Cerca

Coppa Promo e Prima

Quattro semifinali, tre pareggi e una vittoria con clean sheet: verdetti rimandati al ritorno

Quattro reti segnate nei due big match di Promozione, in Prima Categoria regna l'equilibrio: doppio 0-0

Quattro semifinali, tre pareggi e una vittoria con clean sheet: verdetti rimandati al ritorno

Andrea Amoruso dell'Ivrea in gol contro il Dormelletto nella semifinale di andata

Altra due giorni infrasettimanale dedicata alle semifinali di coppa. In Promozione e in Prima Categoria sono iniziate le due Final Four, con le gare d'andata giocate tra mercoledì 30 marzo e giovedì 31 aprile. 3 pareggi e una vittoria con tanto equilibrio che ha sicuramente rimandato i verdetti ai match di ritorno del 13/14 aprile, ma procediamo con ordine.

COPPA PROMOZIONE

Le quttro vincitrici dei gironi finalmente contro. Con il nuovo format di Coppa Promozione le semifinali sembrano quasi un All Star Game, con l'élite della categoria arrivate fino in fondo al tabellone dei rispettivi gruppi. Nell'anticipo di mercoledì 30 marzo l'Ivrea di Andrea Porrini ha ricevuto a Bollengo il Dormelletto di Marco Poma, nel match terminato 1-1: gli eporediesi, arrivati sicuramente più freschi in virtù del turno di riposo del 27 marzo, se la sono giocata a viso aperto contro i lacuali, che ancora una volta hanno dimostrato di essere una squadra divertente da vedere e soprattutto senza paura di giocarsela con tutti. Un tempo per parte, il primo dei biancoblù, i quali sono andati in vantaggio al 23' con Matteo Rossoni, al secondo centro nella competizione dopo il gol segnato al Cossato nei sedicesimi di finale. Risultato che però non ha scoraggiato gli Orange, bravi a impattare bene nella ripresa e a ribaltare, seppur parzialmente, il risultato grazie al gol del solito Andrea Amoruso. Porrini, che era in tribuna a Bellinzago nella sfida di campionato tra Bulè e Dormelletto, è riuscito a trovare la strada giusta per mettere in difficoltà gli avversari, ma è tutto ancora apertissimo nel ritorno di metà aprile.

Decisamente meno aperta la sfida tra Pedona e Santostefanese, nel derby cuneese vinto dalla società di Borgo San Dalmazzo per 2-0. Come avevamo scritto nel giornale del 21 marzo l'ultimo precedente tra le due formazioni risaliva addirittura alla stagione 2013/2014, quando vinse la Santostefanese 1-0 in trasferta. Può essere di buon auspicio per la banda di Enzo Isoldi, ma per ora resta la sconfitta dell'andata per mano di Marco Dalmasso (in gol al 31') e di Luca Peano (raddoppio al 16' della ripresa) che possono aver spianato la strada alla formazione biancoblù di Giacobbe Zappatore. Va detto però che nell'ultima gara casalinga della Santostefanese in coppa, contro il Trofarello nel ritorno dei quarti di finale, ha segnato addirittura 7 reti. L'avversario gioca diversamente e ha altre ambizioni anche in campionato, ma se si parla di precedenti i langaroli possono essere fiduciosi.

Marco Dalmasso del Pedona

COPPA PRIMA CATEGORIA

In Prima Categoria c'è stato qualche gol in meno, anzi non ce ne sono proprio stati. Doppio 0-0 nelle due semifinali d'andata, con 4 big di 4 gironi diverse (gruppi B, C, E ed F) affrontatesi sempre secondo il criterio di vicinorietà, rimasto valido per la Prima Categoria. Nella sfida di Gattinara tra i bianconeri padroni di casa e il Gassino SR è parità, ma le emozioni non sono mancate. I valsesiani e i rossoblù di Filograno non si sono risparmiate, nonostante qualche defezione di formazione che ha portato all'utilizzo delle seconde linee o dei ragazzi delle giovanili. Il Gassino è sceso in campo con 6 fuoriquota dal primo minuto, tra cui i Juniores Giardina, Manukyan e Sinigaglia. Un tempo per parte, dove i bianconeri hanno creato di più nel primo tempo, salvo poi patire il ritorno di fiamma del Gassino nella ripresa, il quale è andato vicino al gol del vantaggio Mattia Emanuel a pochi minuti dalla fine. Grande attesa per la partita di ritorno del Bertolini, in programma per il 14 aprile.

Altro pareggio, sempre 0-0, anche tra Tre Valli e Perosa. Trasferta quasi biblica per i giallorossoblù, con quasi 140 chilometri percorsi per andare a giocarsi la semifinale d'andata a Villanova Mondovì. Match interessante per due formazioni in piena corsa playoff nei gironi E ed F, le quali non si sono risparmiate per portare a casa una finale che sarebbe storica. Solita formazione interessantissima per i monregalesi dell'espertissimo Michele Del Vecchio, con la rosa composta quasi in totalità di calciatori sudamericani e giovanissimi, a testimonianza dei 6 fuoriquota schierati titolari nella sfida contro il Perosa. Match comunque alla pari tra le due compagini, dove a spiccare tra i pinerolesi è stato il solito portierone Mattia Odier, autore di un paio di interventi importanti, e gli attaccanti Caserio e Bianco, protagonisti di una delle azioni più pericolose dei pinerolesi sventata da un ottimo intervento del capitano del Tre Valli Jadan Pigatti. Anche qui tutto rimandato alla sfida di Perosa Argentina, in programma per giovedì 14 aprile.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400