Cerca

Promozione

Alpignano, credi ai playoff! Espugnata Bussoleno grazie a Cecconello e Cammisa

Tre punti pesantissimi per Roberto Berta in casa biancorossa: nonostante la solita, buona partita i padroni di casa di Foch non sfigurano, ma concedono una disattenzione di troppo

Union BB Vallesusa-Alpignano: galeotta fu  una seconda palla. Salvatore Cammisa regala i tre punti all'Alpignano

Gli eroi dell'Alpignano a Bussoleno: Cecconello, autore di grandi parate, e il match winner Cammisa

Vittoria di gran carettere, arrivata dopo una grande battaglia, dell'Alpignano di Roberto Berta, ai danni dell'Union Vallesusa, guidata da Silvio Foch. A decidere il match, un gol rocambolesco, ma cruciale, a 10 dal termine, di Salvatore Cammisa, capace di sfruttare al meglio l'unica grave disattenzione della difesa valsusina. Sconfitta pesante per i padroni di casa, che vengono "beffati" dall'ennesima palla "sporca" gestita poco bene che, ai fini della classifica, potrebbe risultare pesantissima. Morale alle stelle, invece, per l'Alpignano, che rimane in piena corsa per un posto ai playoff. A questo punto potrebbero pesare i punti persi per strada dai biancazzurri come nel match contro il Caselle, ma nulla è perduto: questo Alpignano può giocarsi tutte le sue carte migliori per prendersi un posto nei playoff del girone.

Union BB Vallesusa: ripartire dal primo quarto d'ora. Nonostante la sconfitta, la squadra di Silvio Foch, nei novanta minuti, non sfigura, gioca in modo ordinato e, nei primi quindici minuti di gioco, professa calcio, lasciando pochi spazi, e creando tre occasioni clamorose, sulle quali solo un super Giampiero Cecconello nega la gioia del gol. Nella ripresa, i biancorossi calano leggermente, sbagliando qualche appoggio di troppo e concedendo più spazio alla manovra alpignanese. Oltre alla gestione delle palle "sporche", all'Uion bisogna rimproverare il poco affidamento (in questi novanta minuti) su Daouda Ndiaye: in ottima forma, l'ex Settimo parte largo a destra, ma viene cercato pochissime volte, non potendo dare sfoggio delle sue indubbie capacità. Foch crede fortemente in lui, i compagni un po' meno.

Cecconello+Cammisa: Berta si gode i suoi fenomeni. "Quando si vince o si perde, la gloria (o e colpe) non è di uno solo, ma di tutta la squadra". Quante volte, sui campi di calcio, si sente questa frase, che esce dalla bocca di un presidente, di un allenatore o di un dirigente. Oggi l'Alpignano torna da Bussoleno con il bottino pieno, grazie ad una prestazione sopra la sufficienza di tutta la squadra, ma i meriti maggiori vanno a due elementi del roster biancoblu: Giampiero Cecconello e Salvatore Cammisa. Il primo, una certezza tra i pali, sventa almeno cinque occasioni nitide dell'Union (tre, come detto, nel primo quarto d'ora), mostrando grandi doti tecniche, grande personalità, e dei riflessi fuori dal comune. Il secondo, che subentra ad uno stremato Alessandro Di Fiore, oltre a decidere la partita, copre benissimo, occupando molto bene la propria zona di competenza. A sette giornate dal termine, la società di Via Migliarone può fare affidamento su una rosa di grande talento, per rendere realtà il sogno playoff.

IL TABELLINO

UNION VALLESUSA-ALPIGNANO 0-1
RETI: 34' st Cammisa S. (A).
UNION VALLESUSA (3-5-2): Cotterchio 7, Foch 6.5, Roggero 6 (31' st Casasanta sv), Ndiaye 6 (44' st Pecchioli sv), Gandiglio 6.5, Serpa B. 6, Scapino 6, Pereno 6.5, Di Paola 6 (23' st Beltempo 6), Bertuzzi G. 6, Aimasso 6.5. A disp. Toscano, Botto, Candeloro, Iorianni, Aiassa, Suppo. All. Foch 6.5. Dir. Giuliano.
ALPIGNANO (4-3-3): Cecconello 8, Vanin 6.5, Caponnetto 6, Di Fiore 6.5 (23' st Cammisa S. 7), Piovesani 6.5, Bianco 6.5 (38' st Balestra sv), Zigliani 6, Rulli 6 (23' st Trombin 6), Serta 6, Viano 6.5, Di Fiore 6.5 (31' st Le Pera sv). A disp. Dosio, Quaglia, Pinna, Pacchiardo, De Martiis. All. Berta 6.5. Dir. De Martiis.
ARBITRO: Gallo Rosso di Pinerolo 6.
COLLABORATORI: Contro e Centamore.
AMMONITI: 11' Rulli (A), 12' Di Fiore (A), 3' st Serpa B. (U), 38' st Piovesani (A).

LE PAGELLE

UNION BB VALLESUSA

Cotterchio 7 Sicuramente, l'uomo in più nella retroguardia biancorossa. Ottimo nelle uscite, bravo a richiamre all'ordine i compagni. Sul gol, fa il possibile.

Foch 6.5 Il suo piede  delicato, preciso, è sicuramente una delle armi in più di questa Union BB Valolesusa. Geometra.

Roggero 6 Poco lucido nelle occasioni di inferiorità numerica (in particolare, soffre i 3 contro 2). Ci mette il cuore, ma non basta. 31' st Casasanta sv.

Dauda 6 Ha talento da vendere, ma non ha l'occasione per dimostrarlo. Cercato pochissimo dai compagni. Deve proporsi di più. 44' st Pechioli sv.

Gandiglio 6.5 Bravo a raddoppiare sempre, non lasciando a Serta lo spazio materiale per pensare alla giocata da fare.

Serpa 6 Gioca una buona gara, ma ha qualche responsabilità sul gol subito: si fa "fregare" dal vento, gestendo malissimo il tempo di intervento su un pallone sanguinosissimo.

Scapino 6 Tanta velocità, buona tecnica nella battuta dei corner, ma pochissima concretezza negli ultimi 25 metri. Può migliorare.

Pereno 6.5 Prova da capitano vero per il numero 8 biancorosso. Protesta poco, interviene pulito, e richiama i compagni quando sbagliano.

Di Paola 6 Corre tanto, entra spesso negli ultimi sedici metri, ma non concretizza mai. Deve lavorare sul cinismo.

23' st Beltempo 6 Forse schierato troppo tardi, ma non riesce a dimostrare il suo valore nella mezz'ora scarsa che Foch gli concede.

Bertuzzi 6 Gioca una partita di concretezza, in cui prova più volte a "gettare" il cuore oltre l'ostacolo. Paga un po' di inesperienza.

Aimasso 6.5 Leader in campo, nonostante la giovane età. Crea molte potenziali azioni da gol, ma i compagni non concretizzano.

All. Foch 6.5 Grande uomo di sport. La sua squadra gioca una buona gara, in cui, a sprazzi, predica calcio. Usando (e parafrasando) il titolo di un film, "quella maledettissima palla sporca".

ALPIGNANO

Cecconello 8 Per distacco, il migliore in campo nelle fila alpignanesi. Para tutto il parabile (e, a volte, l'imparabile). Top player per Berta.

Vanin 6.5 Se qualcuno avesse ancora dubbi su quanto sia importante, nell'economia di ogni match, avere un capitano che merita la fascia sul braccio, lui è l'esempio più lampante: leader devastante.

Caponetto 6 Prova sufficiente, ma non una delle sue migliori uscite quest'anno. Si accende a tratti, si fa sopraffare dalla frenesia.

Di Fiore A. 6.5 Spende intelligentemente il cartelino giallo, in un momento in cui l'Alpignano era in grossa difficoltà. Dà tutto per la squadra.

23' st Cammisa 7 Entra e, al secondo pallone toccato, decide una gara bloccata fino a quel punto. Talismano biancoblu.

Piovesani 6.5 Se la porta rimane inviolata, parte dei meriti vanno anche a lui: raddoppia, gestisce benissimo le diverse fasi, ed è una certezza in materia seconde palle.

Bianco 6.5 La carta d'identità parla per lui: classe 2004, grande personalità, tecnica sopraffina, voglia da vendere. Un talento incredibile. 38' st Balestra sv.

Zigliani 6 Da un calciatore come lui ci si aspettano sempre grandi prestazioni: tanta grinta, ma poca concretezza in mezzo al campo. 

Rulli 6 Non una buona buona prova per il centrocampista ospite, che non sfrutta bene la fase di non possesso. 

23' st Trombin 6 Non ha l'impatto sulla gara che Berta gli chiede. Impreciso, frenetico, si innervosisce troppo spesso.

Serta 6 Non sfrutta benissimo le situazioni offensive che gli capitano. Patisce un po' il fatto di giocare spalle alla porta. Nervosismo evitabile al fischio finale.

Viano 6.5 La sua classe non sorprende più nessuno. Un numero 10 incredibile, a cui manca solamente il gol. Punto fermo per Berta e l'Alpignano.

Di Fiore 6.5 Esce dal campo un po' contrariato, avrebbe voluto finire la partita. Gioca una gara di grande sacrificio, lottando per e con la squadra, e l'Alpignano ne beneficia. 31' st Le Pera sv.

All. Berta 6.5 L'importante era guadagnare tre punti, ed il suo Alpignano lo fa, mettendoci carattere e gioco di squadra. Da rivedere l'approccio alla gara, in cui i suoi sono sembrati parecchio contratti.

ARBITRO: Gallo Rosso di Pinerolo 6 Sbaglia completamente la gestione dei cartellini nei primi minuti. Poi si riprende, salvando la prestazione, ma serve più fermezza. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400