Cerca

Promozione

L'autogestione del Villarbasse funziona: Carignano KO nella sfida salvezza

Davide Russo firma il colpo a pochi minuti dalla fine: gli arancioblù tirano una boccata di ossigeno e si portano a -2 dai biancorossi di De Vincenzo

Giorgio Borin, Davide Russo,Alessio Marino, Villarbasse

Il man of the match Davide Russo con i due centrali Giorgio Borin e Alessio Marino

Quanto cuore ha questo Villarbasse. In un momento complicatissimo portato dall'assenza di un allenatore di ruolo gli arancioblù del presidente Loris Cappelli tira fuori una prestazione da far commuovere ogni villarbassese, battendo il Carignano nella delicatissima sfida salvezza. Con questi tre punti la formazione del trio Scassa-Milone-Preziuso stacca il Nichelino fanalino di coda e accorcia sia sul Carignano che su Montatese e Infernotto, compattando la zona salvezza che ora si fa interessantissima.

Al termine di una partita maschia, giocata ad altissimi ritmi da entrambe le compagini, è 1-0, in virtù del gran gol di Davide Russo a due minuti dalla fine. Fin dagli schieramenti iniziali, entrambi parecchio spregiudicati, si nota che le due squadre vogliono portare a casa la vittoria. I padroni di casa abbandonano il consueto 3-5-2, affidandosi ad un 4-3-3 contenitivo: Marco Rizzo tra i pali; Gabriele De Stefani, Alessio Marino, Giorgio Borin ed Andrea Agnolon in difesa; Davide Russo, Gabriele Daghero e Pier Claudio Promio a centrocampo, dietro il tridente Federico Peretto-Alessandro e Federico Miraglio. Il Carignano, dalla sua, sceglie il 3-5-2, con gli esterni molto alti: Manuele Mazzetti in porta; linea difensiva a tre con Erik Requirez, Valerio Franceschi e Mirko Rampazzo; Alessandro  Schiavone, Ossama Mouississa, Stefano Curto, Danny Meitre Libertini e Enrico Romagnini a centrocampo, dietro la coppia offensiva Alessio Gambardella-Samuel Ciccone. 

Davide Russo, centrocampista decisivo. I meriti per i tre punti ottenuti dai padroni di casa sono da spartirsi tra tutti i giocatori arancioblù, ma tra tutti, è Davide Russo a prendersi la scena. Schierato nei tre di centrocampo, il classe 1994 dimostra che, anche fuori ruolo, risulta decisivo. In fase di non possesso, azzecca tutti i movimenti, non dando punti di riferimento ai giocatori avversari. Quando la squadra è in difficoltà, funge quasi da quinto di difesa, raddoppiando molto bene sul portatore di palla. La marcatura che decide la gara è sicuramente la ciliegina sulla torta, che corona a pieno una prestazione sublime. Il calendario non sorride al Villarbasse (dopo la sosta, la trasferta contro un Busca già salvo potrebbe riservare brutte sorprese), ma, con lo spirito di gruppo e i giocatori di gran classe, l'obiettivo salvezza diretta potrebbe non essere solo un sogno.

Carignano, quante imprecisioni! Se il Villarbasse, per due settimane, può sorridere e goderai questa vittoria, lo stesso non si può dire per i ragazzi di De Vincenzo: i biancorossi non sfigurano, giocano bene, creando buone trame di gioco, ma, una volta superata la propria metà campo, risultano frenetici e poco incisivi, non creando mai articolari problemi a Marco Rizzo. Sul gol che decide la gara, l'apoteosi dell'imprecisione, in quattro errori pesantissimi: prima concedono molto ingenuamente l'angolo, poi sbagliano il contropiede con un misunderstanding generale, concedono il secondo corner e, infine, non intervengono sulla seconda palla che porta al gol. La pausa arriva al momento giusto: alla ripresa, il Carignano dovrà sicuramente lavorare sulla cattiveria sotto porta e, soprattutto, sulla testa, per non ritrovarsi invischiato nella difficile lotta salvezza. Già dalla prossima gara, contro il Carmagnola, bisogna cambiare marcia.

IL TABELLINO

VILLARBASSE-CARIGNANO 1-0
RETI: 43' st Russo D. (V).
VILLARBASSE (4-3-3): Rizzo 6.5, De Stefani 6, Agnolon 6 (33' st Pisano sv), Marino 6.5, Borin 7, Russo D. 7, Daghero 6 (38' st Fugalli sv), Peretto 6 (12' st Pignataro 6), Miraglio A. 6 (29' st Dalmasso sv), Promio 6, Miraglio F. 6 (1' st Nicosia 6). A disp. Morana, Ortoncelli, Preziuso, De Vitti. All. Scassa 7.
CARIGNANO (3-5-2): Mazzetti 6.5, Requirez 6, Rampazzo 6.5, Schiavone 6.5 (41' st Destefanis sv), Franceschi 6, Mouississa 6, Curto 6, Meitre 6.5, Gambardella 6, Romagnini 6, Ciccone 6 (45' st Bosio sv). A disp. Gioacas R., Ponte, Bassoli, Toma, Campagna, Gioacas S., Carnà. All. De Vincenzo 6.5.
ARBITRO: Barberis di Torino 6.5.
COLLABORATORI: Cencio e Contro.
AMMONITI: 38' Marino[00] (V), 4' st Miraglio A. (V), 19' st Agnolon (V), 25' st Pignataro (V), 42' st Gambardella (C).

LE PAGELLE

VILLARBASSE

IL VILLARBASSE DI CAPPELLI

Rizzo 6.5 Gioca una buona prova, richiamando spesso all'ordine i propri difensori. Nel primo tempo, compie l'unica (e decisiva) parata della sua gara.

De Stefani 6 Primo tempo timido, in cui non riesce ad incidere a dovere. Megliola ripresa, in cui è ordinato e decisivo. 

Agnolon 6 Prende un giallo un po' severo, per un intervento di normale amministrazione. Buon secondo tempo, in cui corre per due. 33' st Pisano sv.

Marino 6.5 Coadiuvato da Borin, dimostra di essere uno dei migliori in campo. Raddoppia, chiude spazio, scivola di posizione quando la squadra soffre.

Borin 7 Il calciatore giusto da schierare nelle gare decisive. Il difensore ex Lucento arriva ovunque, sacrificandosi più volte per la squadra.

Russo 7 Oltre a decidere, con una conclusione straordinaria, la partita, dimostra, a più riprese,  di essere l'uomo giusto al momento giusto.

Daghero 6 Soffre un po' l'inesperienza, data dalla giovanissima età. Deve migliorare sul controllo di palla e la gestione della tensione. 38' st Fugali sv.

Peretto 6 Buona prova di sacrificio per lui, che copre come può diverse zone di campo. Esce con l'amaro in bocca, consapevole di non aver dato tutto.

12' st Pignataro 6 Bravissimo a proporsi più volte nella mezz'ora in cui gioca. Da rivedere il cinismo e il controllo di palla, talvolta impreciso.

Miraglio A. 6 Gioca fuori ruolo, crea superiorità, ma non riesce a trovare gol e concretezza. Esce dal campo dolorante, si spera nulla di grave. 29' st Dalmasso sv.

Promio 6 Poco cercato in fase offensiva. Partecipa pochissmo all'azione, ma, talvolt, offre dei bei palloni ai compagni meglio piazzati.

Miraglio F. 6 La prestazione del centravanti passa in secondo piano. A fine primo tempo esce dal campo per una botta forte al naso. Non si esclude la frattura. Speriamo sia meno grave del previsto.

1' st Nicosia 6 Ha il merito di lavorare dei buoni palloni a centrocampo e di crederci fino alla fine in ocasione del gol.

All. Scassa 7 Secondo risultato utile consecutivo della sua gestione, seconda gara conclusa a reti inviolate. Ci sono tutte le premesse per un gran finale di stagione.

CARIGNANO

Mazzetti 6.5 In alcuni tratti di gara, sembra lui l'allentore del Carignano. Urla, dà indicazioni, e richiama la squadra in entrambe le fasi. Qualche intervento buono in uscita.

Requirez 6 Si salva dal cartellino solamente per una dubbia posizione di fuorigioco di Alessandro Miraglio. Partita con luci ed ombre.

Rampazzo 6.5 Partita in cui dimostra di essere tra i motori portanti della cavalcata del Carignano verso a salvezza. Tecnica e sacrificio.

Schiavone 6.5 Partita di gran controllo per lui, che sfrutta la sua grande esperienza per dettare legge a centrocampo. 41' st Destefanis sv.

Franceschi 6 Non una giornata da giocatore del suo calibro. Sbaglia qualche appoggio facile e, in fase difensiva, risula essere sottotono. Saprà rifarsi.

Mouississa 6 Qualche errore di troppo quando, per aiutare la squadra, scivola in difesa. Deve lasciare da parte paura e frenesia.

Curto 6 Tante sgroppate sulla destra, in cui salta molto bene l'uomo, ma pochissima precisione negli ultimi sedici metri.

Meitre Libertini 6.5 Tra i migliori del Carignano. Ottimo a centrocampo, in cui dimostra grande visione di gioco, e dietro, quando aiuta la squadra in difficoltà.

Gambardella 6 Attaccante di indubbie qualità tecniche. Viene schermat molto bene dalla difesa di casa, che lo costringe a giocare spalle alla porta.

Romagnini 6 Non perfett in fase conclusiva, come, del resto, tutto il Carignano. Deve lavorare sull'aspetto emotivo, in cui è risultato fragile.

Ciccone 6 Tantissima grinta nei contrasti, tanta forza di volontà, ma pochissima precisione nella metà campo avversaria. 45' st Bosio sv.

All. De Vincenzo 6.5 Il suo Carignano non sfigura, ma, nella ripresa, sconnette la testa e perde la partita. Deve lavorare sulla testa dei giocatori.

ARBITRO: Davide Barberis di Torino 6.5 Buona direzione, senza particolari errori di valutazione. Un po' troppi cartellini in una prtita molto corretta.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400