Cerca

Promozione

Tozzi è il Re Mida della Torinese: colpaccio salvezza sul Barcanova

Il centravanti oronero firma la doppietta personale con un gol per tempo che lancia la banda di Macrì. Un Barca decimato gioca come meglio può, senza strappare un punto

Tozzi è il Re Mida della Torinese: colpaccio salvezza sul Barcanova

Jacopo Tozzi, classe '97, autentico leader della Torinese: la sua doppietta è una boccata d'ossigeno per Macrì

Colpo salvezza della Torinese che batte 2-0 il Barcanova, ricco di assenze, al culmine di una sfida al cardiopalma. I nero-oro interpretano la partita con intensità, cattiveria agonistica e pressing offensivo sbloccando il risultato in avvio con Tozzi. Nella ripresa i rossoblu sfiorano il pari, ma un felino Baldi salva il risultato. Il bomber classe '97 si ripete a un quarto d'ora dalla fine firmando il successo casalingo dei ragazzi di Macrì.

Un match che vale una stagione. Torinese-Barcanova, valevole per le 24a giornata della Promozione girone B, rappresenta la sfida salvezza che potrebbe determinare in maniera definitiva il futuro di una delle due squadre. I padroni di casa si trovano terzultimi a quota 17 punti, una sola lunghezza di vantaggio sugli ospiti. La formazione nero-oro ha colto appena tre punti nelle ultime dieci giornate e non ottiene il successo di tappa da fine novembre. Nonostante le ultime uscite siano state negative, la Torinese può contare sull'apporto di Jacopo Tozzi, autore di 12 reti nell'arco dell'annata in corso. La compagine rossoblu a sua volta sta attraversando un momento poco redditizio dal punti di vista dei risultati, l'ultima vittoria risale a dicembre antecedentemente alla pausa natalizia, dato che è reduce da tre sconfitte consecutive. I ragazzi di Macrì sono autori di un avvio sprint e sbloccano il risultato all'8' con Tozzi. Il vantaggio galvanizza i nero-oro che per lunghi tratti nell'arco della prima frazione di gioco dominano il gioco ma non trovano il raddoppio. Nella ripresa, nonostante l'assenza di ben sette titolari, i rossoblu provano la reazione e sfiorano il pari in due circostanze con Aikhomu e Migliardi, ma si imbattono in un fenomenale Baldi. Al 29' la Torinese trova il 2-0 con la doppietta di Tozzi, che sale a 14 reti stagionali, che sugella il trionfo dei padroni di casa ai danni del Barcanova. Per i ragazzi di Macrì si tratta di un successo dall'alto peso specifico, dato che si allontanano dalla retrocessione diretta e rimangono in piena lotta per i playout. La formazione di Scardino, colma di defezioni con l'assenza di sette titolari, vede complicarsi ulteriormente la propria posizione in classifica.

AVVIO SPRINT DELLA TORINESE

La battute iniziali della partita vedono ritmi alti da parte di ambedue le formazioni, che cercano di imporre il proprio gioco pressando alto gli avversari. Maugeri sulla corsia mancina si rende subito protagonista di un bel duello con Sperandio, col centrale nero-oro che prova a contenere e a contrastare le iniziative personali dell'esterno offensivo rossoblu. All'8' il Barcanova sbaglia un disimpegno in uscita con e Tozzi, lanciato in profondità, approfitta del buco difensivo degli ospiti per involarsi in area e calciare di sinistro a incrocio sull'angolino opposto portando in vantaggio la Torinese. I padroni di casa sbloccano il risultato e galvanizzati alzano il pressing offensivo accelerando la monovra offensiva con verticalizzazioni centrali per innescare la velocità in contropiede di Tozzi. Gli ospiti riscontrano più di una criticità nella costruzione dell'azione, dato che i centrocampisti della Torinese pressano il portatore di palla per provare subito il contropiede. Al 16' Fiorillo tenta l'azione personale sulla corsia mancina, accentrandosi e calciando di destro a giro, ma la conclusione è imprecisa e si spegne sul fondo. La formazione di casa sembra avere sotto controllo sia la gestione del possesso sia le eventuali ripartenze avversarie e i rossoblu di rado riescono a impensierire la retroguardia difensiva nero-oro. Al 21' Cozzolino si conquista una punizione dai venticunque metri che viene battuta da Migliardi con un cross verso il centro che trova lo stacco di testa di Idahosa che, però, viene deviato in angolo.

Al 23' Bordone serve con un assist di esterno destro deliziosoTozzi, ma l'attaccante è in offside. La partita si disputa prevalentemente a centrocampo, con diversi svariati contrasti e poco costrutto da punto di vista del gioco. Il Barcanova cerca di reagire al passivo per ristabilire le distanze, con Maugeri che è il più dinamico sul fronte offensivo ma viene sempre raddoppiato dai difensori nero-oro. Al 31' Bordone per poco non apprendere Denzio con una punizione dai 30 metri dalla sinistra che sfiora il sette opposto. Un minuto dopo Palermo si invola sulla fascia destra e calcia col medesimo piede mancando di poco lo specchio della porta. Al 34' Moriello conclude di destro a giro ma trova il riflesso felino di Denzio che devia in calcio d'angolo. Dagli sviluppi di quest'ultimo Rima crossa il centro con Tozzi che anticipa tutti e di testa sfiora la traversa. La Torinese cerca il raddoppio: Genovese lancia in profondità Tozzi, che scatta sul filo del fuorigioco provando il destro a incrocio, ma la conclusione è flebile. Al 39' Burei è protagonista di un dribbling fenomenale e atterra in area successivamente a un contrasto: episodio dubbio da VAR con gli ospiti chiedono il rigore, ma secondo il direttore di gara non ci sono gli estremi. Al 42' Maugeri è autore di un'iniziativa personale nella quale porta palla quaranta metri per poi calciare un destro potente che trova reattivo Baldi. Al 46' i padroni di casa sfiorano il raddoppio: cross dalla destra e colpo di testa di Tozzi che, in questa circostanza, non trova la rete da posizione molto favorevole col portiere fuori dallo specchio della porta.

TOZZI FA LA DIFFERENZA, BALDI SALVA IL RISULTATO

La prima frazione di gioco si è conclusa col vantaggio della Torinese, con il Barcanova che cercherà la reazione nell'arco della seconda frazione di gioco. Il Barcanova effettua il primo cambio, Ranciu sostituito Monica sulla corsia di destra, con Scardino che cerca maggior spinta offensiva su quel lato del rettangolo verde. Al 3', dagli sviluppi di una punizione dalla sinistra, Bordone crossa al centro di destro a giro e trova lo stacco di testa di Tozzi che anticipa nuovamente tutti e sfiora la doppietta personale. Al 6' il Barcanova si fa rivedere in fase offensiva: punizione calciata da Migliardi dalla destra verso il centro dell'area di rigore, Chiarle ci arriva di testa ma non riesce a dare forza alla girata. I nero-oro cercano il raddoppio anche con conclusioni dalla distinta, come con Bordone che calcia un destro rasoterra potente ma centrale che non sorprende Denzio. L'avvio della ripresa è sulla medesima lunghezza d'onda di quanto si è denotato nell'arco dei primi quarantacinque minuti: i nero-oro pressano alto e sovente verticalizzano, mentre i rossoblu faticano nel creare occasioni. Al 14' Fiorillo tenta la conclusione al volo di piatto destro dai venti metri, Denzio para in presa sicura. Al 17' altro brivido per la retroguardia difensiva rossoblu: su un pallone vagante al limite, Tozzi conclude di controbalzo e il tiro sorvola di poco la traversa. Il centravanti nero-oro rappresaglia una spina nel fianco costante per la difesa del Barcanova.

Gli ospiti si fanno vedere poco dopo in attacco con una conclusione dai venti metri di Burei che, però, termina fuori. Al 23' sfiorano il pari: cross da calcio d'angolo dalla sinistra di Migliardi, colpo di testa perentorio di Aikhomu sotto il sette ma Baldi è protagonista di una parata superlativa e sventa sopra la traversa. Al 29' la Torinese raddoppia: Fiorillo crossa dalla sinistra con un delizioso destro a giro, Tozzi gira di testa e firma la doppietta personale portando a quota 14 il proprio bottino stagionale. L'attaccante nero-oro è stato lasciato troppo solo all'interno dell'area di rigore dalla difesa del Barcanova. Al 36' i rossoblu gettano alle ortiche una ghiotta occasione: Maugeri è straripante sulla corsia sinistra e al culmine di una brillante azione personale crossa rasoterra verso il limite dell'area trovando Migliardi, che calcia lentamente di piatto destro con tutta la porta davanti a se. Sul successivo ribaltamento di fronte, Tozzi viene lanciato in profondità e crossa al centro un fendente sul quale Vosden non arriva di poco. La battute conclusive del match non vedono spunti offensivi determinanti da parte di ambedue le squadre e il triplice fischio del direttore di gara sancisce la pesante vittoria in ottica salvezza della Torinese per 2-0 ai danni Barcanova.

IL TABELLINO

TORINESE-BARCANOVA 2-0
RETI: 8' Tozzi (T), 29' st Tozzi (T).
TORINESE (4-3-1-2): Baldi 7, Rima 6, D'Ambrosio 6.5, Sperandio 7, Ciccomascolo 6.5, Genovese 6.5, Moriello 7.5 (42' st Dalton sv), Fiorillo 7, Tozzi 8 (42' st Laporta sv), Bordone 7 (20' st Filetti 6), Palermo Si. 6.5 (20' st Cossi 6). A disp. Maggiolo, Rossi, Carini, Cristofaro, Scoditti Lu.. All. Macrì 7.5. Dir. Squillace.
BARCANOVA (4-4-2): Denzio 6.5, Monica 6 (1' st Ranciu 7), Chiarle M. 6, Idahosa 5.5 (4' st Frascà 6), Aikhomu 6, Carangelo 6, Migliardi 6.5, Burei 6, Maugeri 7.5, Cozzolino 5.5, Tufarulo 6 (39' st Granato sv). A disp. Lorusso, De Feudis, Versaci, Maculan, Roeta, Foxon. All. Scardino 6.5. Dir. Lionetti.
ARBITRO: Cattaneo di Novara 5.5.
AMMONITI: 13' st Carangelo (B), 45' st Dalton[01] (T).

LE PAGELLE

TORINESE
Baldi 7
Si fa trovare pronto ogni qual volta viene chiamato in causa. Nella ripresa è protagonista di una parata da fenomeno sul colpo di testa all'incrocio di Aikhomu che evita il momentaneo pareggio ospite. La della sicurezza e della reattività i suoi punti di forza.
Rima 6
Sul lato destro del rettangolo verde soffre il dinamismo, la velocità e le progressioni sulla corsia Maugeri che gli creano più di un grattacapo. Per questa motivazione tecnico e tattica non si propone in modo costante in fase offensiva, concentrandosi prevaletemente in copertura per evitare le ripartenze dell'esterno offensivo rossoblu.
D'Ambrosio 6.5
Sull'out mancino gestisce ambedue le fasi non correndo particolari rischi quando gli avversari attaccano da quel lato del rettangolo verde e sovente cerca la sovrapposizione. Ordine e consistenza riassumono la sua partita.
Sparandio 7
E' il leader della retroguardia difensiva oronera, si distingue per la sua personalità e per la sua capacità non di perdere mai la concentrazione anche quando viene messo a dura prova per esempio da Maugeri. Spesso interviene in modo pulito e con tempismo.
Ciccomascolo 6.5
Al centro della difesa marca stretto il centravanti rossoblu, seguendolo come un'ombra e togliendo il punto di riferimento offensivo agli avversari quando questi impostano la manovra offensiva.
Genovese 6.5
Lotta, contrasta e raddoppia. La sua prestazione è l'esempio calzante di cosa voglia dire giocare con determinazione e cattiveria, non sfociando mai in correttezze. Dal punto di vista tecnico e tattico è dinamico e porta ordine al centrocampo non sbagliando un passaggio.
Moriello 7.5
Si pone come punto di riferimento tra il reparto avanzato e la linea di centrocampo, distinguendosi per le sue abilità tecniche coniugate al suo dinamismo che rappresenta un'arma tattica in più per la Torinese. Ogni qual volta si impossessa della sfera da la sensazione per di poter tirare fuori il coniglio dal cilindro. (42' st Dalton sv)
Fiorillo 7
Serve l'assist del raddoppio di Tozzi con un delizioso destro a giro col contagiri. Oltre al passaggio vincente per il compagno di squadra, è protagonista di una partita molto consistente.
Tozzi 8
E' semplicemente straripante. Vive sul filo del fuorigioco e sovente attacca la profondità negli spazi aperti aperti per anticipare la difesa avversaria. Realizza una rete per tempo, sfruttando due amnesie difensive rossoblu, firmando la doppietta personale che lo proietta a quota 14 sigilli stagionali.(42' st Laporta sv)
Bordone 7
Lascia il terreno di gioco verso la metà della ripresa, sino a quel momento era stato il padrone del centrocampo. Imposta, verticalizza, fraseggia nello stretto. Una prova in cui spicca per la sua qualità tecnica.
20' st Filetti 6 Gioca l'ultima metà della ripresa, si limita semplicemente a mantenere la posizione e non prendersi rischi inutili.
Palermo 6.5 Abbandona il rettangolo verde verso la metà della seconda frazione di gioco. I suoi movimenti si rivelano preziosi per portare via su di se un difensore del Barcanova e aprire maggiormente gli spazi aperti in profondità per le incursioni di Tozzi.
20' st Vosden 6
Non si denota per qualche spunto offensivo particolare, cerca di tenere alta la squadra.

BARCANOVA
Denzio 6.5 Sulle due reti subite da Tozzi può fare ben poco: sul primo gol dell'attaccante oronero la conclusione a incrocio è semplicemente inarrivabile, mentre sul raddoppio dei padroni di casa non si aspettava il colpo di testa della punta della Torinese, lasciato troppo solo in area di rigore. Per il resto si dimostra reattivo ogni qual volta viene chiamato in causa.
Monica 6 E' costretto a lasciare il campo all'intervallo a causa di un infortunio, questo spiega la sua poca brillantezza sulla corsia destra nell'arco dei primi quarantacinque minuti dove, di fatto, non prova a proporsi in fase offensiva.
Ranciu 7 Subentra all'intervallo al posto del compagno infortunato, disputa un buon secondo tempo dove mostra una certa personalità con alcune progressioni sulla corsia destra. Ci mette l'anima.
Chiarle 6 Sulla corsia mancina offre una prestazione in generale anonima ad eccezion fatta di qualche sporadico spunto. Di rado lo si denota per qualche discesa o iniziativa personale, si focalizza prevalentemente sulla fase di copertutra.
Idahosa 5.5 Abbandona il rettangolo verde nelle battute iniziali del secondo tempo. Nel corso dei primi quarantacinque minuti spesso viene anticipato dagli avversari, subisce il pressing della Torinese non riuscendo a impostare l'azione.
4' st Frascà 6 Una prestazione leggermente migliore rispetto al compagno di squadra, tuttavia non brilla per qualche giocata, Sufficiente ma non di più.
Aikhomu 6 Sfiora la rete del pareggio con uno stacco di testa perentorio, ma la gioia del gol gli viene negata da uno straordinario intervento di Baldi. In difesa ha qualche amnesia, paga la sua inesperienza. Col tempo si farà, inutile crocifiggerlo.
Carangelo 6 Sovente arriva in ritardo sul pallone e riscontra più di una criticità nel marcare il dinamico e incisivo Tozzi, uno degli attaccanti più prolifici del girone. Il dinamismo del fronte offensivo oronero crea ulteriori problematiche e spesso sembra essere fuori posizione.
Migliardi 6.5 Nella prima frazione di gioco non riesce a impostare l'azione con continuità, dato che viene pressato costantemente dagli avversari. Nell'arco della ripresa offre qualche spunto interessante anche da calcio piazzato, da ammirare per il suo spirito combattivo. Unica pecca quell'occasione dove poteva calciare meglio e forse trovare il pari per il Barcanova.
Burei 6 Sulla fascia si denota per qualche iniziativa personale o progressione sulla fascia, appare depotenziato.
Maugeri 7.5 E' la luce del Barcanova. Sin dalle battute iniziali della partita si distingue per velocità, dribbling e scatti. Sulla fascia sinistra rappresenta una spina nel fianco per la retrogaurdia difensiva della Torinese nell'arco dei novanta minuti. Nella prima frazione di gioco con la sua imprevedibilità porta i difensori oroneri a fare gli straordinari, nel secondo tempo, nonostante spesso venga raddoppiato o pressato di continuo, riesce comunque a creare occasioni in fase offensiva. Ha una marcia in più.
Cozzolino 5.5 Riscontra molteplici difficolta per tutta la partita. La sua staticità lo rende molto prevedibile nei movimenti, avvantaggiando conseguentemente la retroguardia difensiva avversaria. Non riesce a effettuare le sponde o smistare il pallone sulle fasce. Una prestazione sottotono.
Tarafulo 6 Abbandona il campo sul finale del match in seguito a una partita nella quale si accende solamente a sprazzi. Per lunghi tratti viene eclissato dalla difesa oronera, anche se nel primo tempo va detto che non viene mai servito a dovere. (39' st Granato sv)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400