Cerca

Promozione

Il bomber raggiunge quota 20 gol in campionato e lancia la sfida per il secondo posto

Vittoria in rimonta per i gialloblù di Gallanti che ribaltano il risultato già nel primo tempo con la coppia di attacco più prolifica del girone

Iacuaniello Assago

Iacuaniello, protagonista del pareggio last minute dell'Assago

Dopo due pareggi consecutivi torna alla vittoria l’Assago grazie, anche, alla doppietta del solito Iacuaniello. A passare in vantaggio, però, è il Vighignolo con il colpo di testa di capitan Turconi. Sigillo ribaltato già nel primo tempo con la coppia d’attacco Iacuaniello-Magistrelli. Al 14’ della ripresa Iacuaniello si ripete e permette ai gialloblù di vivere una mezz’ora finale relativamente tranquilla fino al 36’ quando Bandini sigla il quarto gol che consegna agli uomini di Gallanti tre punti che rafforzano il terzo posto salendo a 55 punti, a -3 dalla Virtus Binasco.

TURCONI APRE SUBITO, MA LE PUNTE DI GALLANTI LA RIBALTANO

Due cambi poco prima del fischio di inizio per il Vighignolo che perde Bacchetta, sostituito da Bonsignore, e per far quadrare i conti sui fuoriquota deve far entrare anche Petrolà al posto di Battaglia. Padroni di casa che si schierano con un 4-3-3 dove la difesa di Martino, in fase di possesso passa a tre con Trabacchi che alza la posizione sulla sinistra. Il tridente d’attacco è composto da Petrolà-Scotti-Lolli. Assago che risponde con un 4-3-1-2 con Schiavoni alle spalle di di Magistrelli e Iacuaniello. Pronti e via e al 4’ passano in vantaggio i padroni di casa su azione di calcio d’angolo. Dalla destra va Azzarone che arrota il sinistro a rientrare e trova la testa di capitan Turconi. Il numero 4 ruba il tempo con un taglio in area piccola e batte Ghirardelli. Risposta quasi immediata dell’Assago che, come gli avversari, trova la rete alla prima conclusione nello specchio della porta. Battaini salta Trabacchi sulla destra, palla in mezzo dove arriva Iacuaniello sul primo palo, il numero 11 si vede rimpallata da Airoldi la deviazione di prima al volo, ma con la sfera che rimane là può toccare verso il secondo palo, trovando l’angolino per battere Lella. Partita tutt’altro che noiosa e che al 10’ è già sull’1-1. Gialloblù che, dopo il pari, prendono in mano il pallino del gioco e continuano a rendersi pericolosi sulla sinistra dove Battaini e Bandini creano più di qualche problema a Scotti e Trabacchi, ammonito dopo una trattenuta proprio su Battaini, che era ancora scappato nei pressi della linea mediana del campo. Al 19’ il Vighignolo riesce a mantenere il possesso del pallone e andare alla conclusione con Azzarone, ma il sinistro al limite del numero 10 va alto sopra la traversa. Gara frizzante con le due squadre che mettono in mostra due idee chiare di calcio, fatto di palla a terra e continui cambi di fronte passando, da una parte, da Azzarone, e dall’altra, da capitan Putignano. Proprio dal piede di quest’ultimo parte il pallone che sigla la rimonta dell’Assago. Una punizione dalla trequarti, piuttosto innocua, non viene liberata dalla difesa di casa e finisce sui piedi di Magistrelli che di prima intenzione, e senza pensarci un secondo, scarica un sinistra da circa 7 metri e fulmina Lella, che non può far altro che vedere il pallone infilarsi a fil di palo alla sua destra. Assago che spinge e con una pressione molto alta, ma organizzata, costringe gli avversari a giocare di fretta facendogli commettere diversi errori in fase di uscita dalle retrovie. I problemi più grossi per gli uomini di Martino arrivano sempre dalla destra con Bandini che duetta bene con Iacuaniello, ma quest’ultimo non riesce a dare forza al suo colpo di testa in piena area di rigore. Ultima porzione di primo tempo che vede il Vighignolo alzare il proprio baricentro con Azzarone e Lolli che entrano definitivamente in gara provando anche qualche combinazione nello stretto sulla sinistra. Martino cambia anche qualcosa sul piano tattico spostando Petrolà in mezzo al campo e Bescapè sulla destra. Proprio il numero 7 biancoblù, sfruttando il fatto di essere più in posizione centrale, al 39’ si rende pericoloso con una progressione centrale, dove dribbla Battaini, ma il suo sinistro, complice anche qualche zolla non perfettamente allineata, finisce alle stella da ottima posizione. Ma a chiudere la prima frazione ci pensa una bellissima occasione dell’Assago. Tutto nasce, come al solito dalla destra con Bandini che scappa sulla fascia e mette in mezzo un pallone basso, che Magistrelli lascia passare per il sinistro di prima intenzione di Iacuaniello. Ma a risposta di una grande manovra ci pensa Lella a compiere un ottimo intervento a mano aperta alla sua sinistra. Dal tiro della bandierina successivo, il cross di Bandini viene impattato alla perfezione da Mangiarotti. Quasi perfetta la conclusione del difensore centrale di Gallanti che termina un soffio più in là rispetto all’incrocio alla sinistra di Lella. 

IACUANIELLO FA 20 E CHIUDE I GIOCHI


Martino rivoluziona la sua squadra con ben tre cambi all’intervallo con Dell’Orto, Battaglia e Vacchini che rilevano Allegretti, Bonsignore e Bascapè. Ma la prima conclusione pericoloso della ripresa è dell’Assago con Schiavoni che tenta una conclusione di prima intenzione dai 20 metri che non va di molto lontana dalla traversa della porta del Vighignolo. Dall’altra parte è sempre il sinistro, piuttosto caldo, di Azzarone ad attentare il vantaggio gialloblù. Al 9’ il numero 10 riceve dalla destra, stop a seguire e sinistro a incrociare sul primo palo con la palla che termina a lato di un soffio. Gara ad altissimi ritmi, come la parte centrale del primo tempo, e 60 secondi dopo sono gli ospiti ad andare vicinissimi al gol. Iacuaniello riesce a sgusciare in mezzo alla difesa avversaria e viene chiuso al momento del tiro da Lella, che si ripete sul tentativo di tap-in di Schiavoni. Dopo lo spavento, Martino lancia in campo l’ex di turno Sow al posto di Scotti. Attacco del Vighignolo che aggiunge centimetri alla tecnica e alla velocità di Petrolà e Lolli. Ma nonostante questo a trovare il gol è l’Assago e lo fa con il solito Iacuaniello. Al 14’ il bomber di Gallanti trova il 20° sigillo del suo campionato grazie a una verticalizzazione che lo trova totalmente libero in posizione centrale e lo mette in condizione di sfidare a tu per tu Lella e a spiazzarlo per il gol del 3-1. La rete subita accende qualche segno di nervosismo fra le fila del Vighignolo che fatica a prendere in mano le redini della gara e rendersi pericoloso con continuità dalle parti di Ghirardelli. Al 31’ i padroni di casa riescono a pungere, sempre sullo stesso asse, Lolli-Azzarone-Petrolà. Azione insistita del numero 10 in piena area di rigore, scarico al limite ed esterno destro di prima intenzione di Petrolà che sibila vicino al palo alla sinistra di Ghirardelli. A mettere il sigillo finale è però l’Assago. Al 36’ una brutta palla persa in mezzo al campo da Vacchini apre il campo a Annoni, palla larga sulla destra di Iacuaniello, tocco di prima per l’accorrente Bandini che di destro infila sul secondo palo il gol che manda in archivio la sfida. 

IL TABELLINO

Vighignolo-Assago 1-4
RETI (1-0, 1-4): 5' Turconi (V), 10' Iacuaniello (A), 22' Magistrelli (A), 14' st Iacuaniello (A), 36' st Bandini (A).
VIGHIGNOLO (4-3-3): Lella 6.5, Trabacchi 5.5, Airoldi 5.5, Turconi 6.5, Allegretti 5.5 (1' st Dell'Orto 5.5), Bonsignore 5.5 (1' st Battaglia 6), Petrolà 7, Bascapè 5.5 (1' st Vacchini 5), Lolli 5.5, Azzarone 7, Scotti 6 (13' st Sow 5.5). A disp. Agosto, Bacchetta, Preatoni, Malnati. All. Martino 5.5.
ASSAGO (4-3-1-2): Ghirardelli 6, Battaini 6.5, Di Biase 6 (41' st De Andreis sv), Mangiarotti 6.5, Falsini 6.5, Galletti 6.5 (47' st Magri sv), Bandini 7, Putignano 6.5 (31' st Annoni 6.5), Magistrelli 7 (34' st Teta 6), Schiavoni 7, Iacuaniello 8 (37' st Zito sv). A disp. Montella, Lombardi, Rossi. All. Gallanti 7.
ARBITRO: Pigozzi di Lomellina 6.
ASSISTENTI: Minardi e Agazzi.
AMMONITO: Trabacchi (V).

LE PAGELLE

VIGHIGNOLO

Lella 6.5 Tre interventi di livello nella sua partita. Uno nel primo tempo su una girata di prima intenzione di sinistro di Iacuaniello e due, nell'arco di pochi secondi, a inizio ripresa che permettono alla sfida di rimanere viva anche per qualche minuto.
Trabacchi 5.5 La coppia Battaini-Bandini lo costringe agli straordinari sin dai primissimi ammoniti. Gioca più di metà gara con un cartellino giallo sulla testa che ne condiziona non poco il proseguo della gara. L'Assago lo sa e continua a metterlo in inferiorità numerica.
Airoldi 5.5 Un pomeriggio difficile per il centrale di Martino. Che sia Iacuaniello o Magistrelli, la difficoltà non cambia. Appena è costretto a staccarsi dalle zolle di competenza, che sia uscire in anticipo che correre all'indietro, fa una fatica enorme.
Turconi 6.5 Il capitano prova con tutte le sue forze a tenere la barra dritta della propria squadra. Il più veloce al 4' a infilarsi in area piccola sul cross di Azzarone e insacca di testa il momentaneo vantaggio.
Allegretti 5.5 Anche sulla fascia sinistra non vanno bene le cose per il Vighi. Meno battuta dagli attaccanti gialloblù di Gallanti, ma questo non significa che non soffra.
1' st Dell'Orto 5.5 Prova a spingere in avanti con più continuità, anche in virtù del punteggio, ma non riesce a trovare il varco. A questo si aggiungono i soliti problemi di contenimento dell'attacco avversario e il voto non può essere più alto.
Bonsignore 5.5 Prova a piazzarsi davanti alla difesa per impedire a Schiavoni di galleggiare fra le due linee. Riesce a contenere il trequartista avversario per buona parte di primo tempo, fino a quando il 10 gialloblù non inizia a svariare e lui va in apnea per seguirlo.
1' st Battaglia 6 Più geometrie rispetto al compagno. Prova a illuminare la manovra difensiva del suo Vighignolo, prima di arrivare da Lolli e soci. Sicuramente un impatto niente male, ma che non porta i biancoblù a riprendere la partita.
Petrolà 7 Martino lo sposta in mezzo al campo a metà primo tempo e lui sale in cattedra. Tecnica e velocità che mettono in apprensione Putignano e compagni. Peccato per un paio di conclusioni che vanno vicinissimi alla porta di Ghirardelli che, se fossero entrate, avrebbero impreziosito ancora di più un'ottima prestazione.
Bascapè 5.5 Sia a centrocampo in posizione centrale che leggermente decentrato sulla destra fatica a trovare il ritmo giusto contro il pressing organizzato e aggressivo dell'Assago, che lo schiaccia verso i suoi compagni della difesa.
1' st Vacchini 5 Perde un pallone sanguinolento che porta al gol dell'1-4 che manda in archivio il match. Sempre un tocco di troppo prima di scaricare palla, che permette all'Assago di compattarsi e intercettare per poi colpire in contropiede.
Lolli 5.5 Le sue qualità tecniche non si discutono, ma quest'oggi fa fatica ad accendersi anche grazie a una doppia marcatura fissa su di lui. Si innervosisce a metà ripresa e da lì in poi è un continuo lamento fino a quando non esce.
Azzarone 7 Il suo sinistro è la cosa più pericolosa che l'Assago deve affrontare oggi. Lo dimostra dopo soli quattro minuti sfornando l'assist per il momentaneo vantaggio di capitan Turconi. Prova anche lui, come Petrolà, a colpire dalla distanza ma gli manca un pizzico di precisione per centrare il bersaglio.
Scotti 6 Tutto sommato non è negativa la sua prestazione, anche se da un esterno d'attacco ci si aspetta che sia decisivo nella metà campo avversaria più che in fase di ripiegamento. Sacrificato da Martino per dare più peso in attacco, ma la mossa non porta i frutti sperati.
13' st Sow 5.5 L'ex di turno ci mette volontà, ma poco altro. Non che venga aiutato con dei palloni comodi da giocare. Quelli che gli arrivano rimbalzano e lo costringono a lottare contro tutta la fase difensiva della sua vecchia squadra.
All. Martino 5.5 Un inizio che faceva ben sperare che sbatte contro due episodi sfortunati che ribaltano la gara. Da lì in poi la maggiore qualità dell'Assago fa pendere la bilancia verso Gallanti e la sua squadra non ha la forza di riportare l'inerzia verso di sé.

ASSAGO

Ghirardelli 6 Qualche piccola responsabilità sul gol incassato, visto che il colpo di testa di Turconi arriva in piena area piccola. Ecco proprio le uscite alte da calcio piazzato sembrano essere il suo tallone d'Achille. Per il resto non deve compiere alcuna parata visto che le conclusioni dalla distanza del Vighignolo sono pericolose, ma non centrano lo specchio della sua porta.
Battaini 6.5 L'asse di destra è l'arma che fa vincere la partita all'Assago. Che sia in difesa che in attacco, compie sempre delle giocate giuste, come il raddoppio sistematico su Lolli e le combinazioni con Bandini per aprirsi la corsia.
Di Biase 6 Più attacco alle zolle difensive rispetto al compagno. Non sbaglia praticamente nulla e quando le cose si mettono male non gli importa di mandare il pallone nella campagna di fianco al campo di Vighignolo. (41' st De Andreis sv).
Mangiarotti 6.5 Guida la retroguardia alla perfezione facendola alzare e mai abbassare troppo. Nonostante la differenza di stazza con Sow non si tira indietro a duellare con il gigante ex Assago.
Falsini 6.5 Segue alla perfezione Mangiarotti e compone una cerniera centrale perfetta su cui vanno a sbattere gli attaccanti di casa. I veri pericoli arrivano da delle conclusioni da fuori.
Galletti 6.5 Pulisce una quantità di palloni industriale. Quando gli altri abbassano i giri del motore, lui li alza e dalla metà della ripresa in avanti è l'unico vero padrone della mediana. (47' st Magri sv).
Bandini 7 Il gol che fissa il risultato sull'1-4 finale è la classica ciliegina su una prestazione maiuscola fatta di scorribande continue sulla fascia. Duetta molto bene con Battaini con cui si scambia anche la posizione per colpire e sorprendere la fase difensiva del Vighignolo.
Putignano 6.5 Il capitano dei gialloblù è il classico giocatore di esperienza che si fa sentire e ascoltare dai compagni. Chiama sua di sé una enorme quantità di giocatori e gestisce molto bene ogni singola fase della partita.
31' st Annoni 6.5 Entra e in poco più di un quarto d'ora, compreso di recupero, compie alcune buonissime giocate in mezzo al campo. La più importante è il recupero palla a centrocampo e lo scarico per Iacuaniello che porta al gol di Bandini.
Magistrelli 7 Scarica il sinistro del vantaggio, che Lella può solo vedere passare. In movimento continuo davanti, scambiandosi la posizione con Iacuaniello, per non dare punti di riferimento ai difensori del Vighignolo.
34' st Teta 6 La punta dell'Under 19 dell'Assago dimostra in pochissimi minuti perché può stare tranqullamente in questa categoria. Fisico e movimenti giusti a dare la profondità ai compagni. Il suo taglio verso l'esterno apre alla perfezione lo spazio per Iacuaniello sulla destra che porta all'ultima rete di giornata.
Schiavoni 7 Inizio sottotono per il trequartista di Gallanti. Ma una volta preso confidenza inizia a fare da raccordo fra centrocampo e attacco, andandosi a prendere il pallone anche nel cerchio di centrocampo. Prova anche a mettersi in proprio con qualche conclusione pericolosa, ma per oggi va bene così.
Iacuaniello 8 Due gol e un assist che lo decretano migliore in campo di giornata. La doppietta lo porta a quota 20 gol in campionato. Se il primato è ormai andato, il secondo posto della Virtus Binasco è alla portata dei gialloblù, visto che hanno a disposizione un attaccante come lui. (37' st Zito sv).
All. Gallanti 7 Inizio difficile per i suoi visto il gol subito a freddo. La reazione è immediata è arriva dalla fascia destra che è il vero punto di forza della sua squadra nel pomeriggio di oggi. Ha una coppia d'attacco di prima categoria che riesce a far muovere molto bene insieme andando a creare degli spazi invitati sia sulla trequarti che sulle fasce. 

ARBITRO

Pigozzi di Lomellina 6 Non deve prendere nessuna decisione difficile per una partita veloce, ma non difficile da dirigere. Fischia leggermente troppo nel primo tempo, sanzionando ogni minimo contatto. Riesce a tenere a bada gli animi nella ripresa quando la gara si scalda senza usare i cartellini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400