Cerca

Promozione

Altissima tensione, contropiedi e ripartenze: pari elettrizzante tra BSR e Villafranca

I grugliaschesi di Frattolillo rimontano i giallorossi, ma il colpo di coda degli uomini di Caputo arriva direttamente dal dischetto

Altissima tensione, contropiedi e ripartenze: pari elettrizzante tra BSR e Villafranca

Filippo Ciurca del BSR Grugliasco domina sulla corsia esterna: è lui il migliore in campo della partita

Un pari dalle mille emozioni quello tra BSR Grugliasco e Villafranca, partita conclusasi per 2-2. Le battute iniziali dell'incontro sono elettrizzanti e combattute, a sbloccare il risultato sono gli ospiti con Morero. I padroni di casa prima pareggiano con il colpo di testa vincente di Mastrojanni e poco dopo la ribaltano con Sillano sempre con un poderoso stacco di testa. La ripresa è più appannaggio della compagine di Caputo che ristabilisce le distanze grazie al rigore realizzato da Serra ma non trova lo spunto decisivo per cogliere il successo di tappa. Una sfida dalla posta in palio altissima.

Il match tra BSR Grugliasco e Villafranca, valevole per la 24esima giornata della Promozione girone C, si preannuncia elettrizzante date le posizioni in classifica delle due squadre e le ambizioni di ambedue le compagini per questo finale della stagione. I padroni di casa occupano l'undicesima posizione in graduatoria con sette lunghezze di vantaggio sulla prima delle squadre in zona play-out, la Montatese. La rosa capitanata da Frattolillo sta attraversando un momento decisamente positivo, dato che nell'arco delle ultime cinque giornate ha colto quattro successi e un pareggio. Una professione che ha consentito ai biancorossi di tirarsi fuori dai bassi fondi della classifica. Gli ospiti, invece, sono sesti nella graduatoria, prima delle formazioni fuori dalla zona play-off, ma a solamente un punto dalla terza posizione del Pancaliericastagnole. I ragazzi di Caputo sono incappati in due sconfitte consecutive negli ultimi due turni e cercheranno di riprendere subito la marcia per rimanere in piena lotta ai vertici della classifica. Il Villafranca può fare affidamento sulla spiccata vena realizzativa di Serra, autore di 12 reti nell'arco dell'annata in corso.

L'avvio del match una partenza sprint da parte di ambedue le squadre, i ritmi sono decisamente alti. A sbloccare il risultato sono gli ospiti con Morero che, lanciato in profondità, si invola verso la porta e batte l'estremo difensore avversario con freddezza con un mancino chirurgico. La posizione di partenza dell'attaccante biancoblu desta più di un dubbio ai padroni di casa, le cui proteste sono veementi. I biancorossi non si perdono d'animo e ribaltano il risultato prima della conclusione della prima frazione di gioco grazie ai colpi di testa vincenti rispettivamente di Mastrojanni e Sillano. La ripresa vede un avvio migliore da parte della compagine di Caputo, che ristabilisce la parità grazie al rigore trasformato da Serra, successivamente a un fallo in area di rigore ai danni di Morero. La seconda metà della ripresa vede il predominio territoriale del Villafranca che, però pecca d'imprecisione non trovando il guizzo decisivo, e fermandosi al pari per 2-2 col BSR Grugliasco. La rosa allenata da Frattolillo coglie il sesto risultato consecutivo con un margine di sicurezza sulla zona play-out, mentre i ragazzi di Caputo rimangono agganciati al treno per i play-off.

PRIMA FRAZIONE AL CARDIOPALMA

L'avvio del match vede ambedue le squadre attaccare subito la profondità alla ricerca della velocità delle corsie laterali, sono frequenti i capovolgimenti di fronte sia da una parte sia dall'altra. Il primo squillo offensivo della partita arriva all'8' minuto con il Villafranca che si propone in avanti con un'articolata azione: è protagonista di una discesa sulla corsia destra, serve Dominietto che dribbla un avversario e serve Ferrati, che calcia di mancino al limite dell'area senza, però, impensierire l'estremo difensore avversario data la conclusione debole e centrale. Gli ospiti cercano di imporre la propria filosofia calcistica dopo che le battute iniziali dell'incontro sono state caratterizzate da una fase di studio e dei rispettivi schemi tattici.

Il BSR Grugliasco si propone in fase avanzata sfruttando l'out mancino, con Sillano che autore di una buona progressione al culmine della quale serve Micelotta che calcia subito di prima con un destro potente che viene rimpallato. I biancoblu proseguono nel tentativo di alzare il pressing offensivo sfruttando anche i cross, come quello di Quttrocchio dalla destra per Morero, l'attaccante non riesce a imporre forza alla girata di testa e l'azione si conclude in un nulla di fatto. Poco dopo, da uno spiovente sempre dalla destra, Ferrati tenta l'eurogol di sinistro al volo ma la conclusione termina ampiamente fuori dalla specchio della porta. Al 16' Mastrojanni viene lanciato in profondità, il centravanti si districa bene tra i difensori avversari e serve Battaglia che, però, liscia il pallone e offre il fianco al contropiede del Villafranca, ma i biancoblu non concretizzano la ripartenza con Gili che imbuca per Morero, ma il passaggio chiave viene intercettato dal provvidenziale intervento di Marmo che chiude con tempismo chirurgico.

Morero è il più pericoloso del Villafranca sul fronte offensivo: prima gira di testa sfiorando il palo alla destra di Sperandio, successivamente calcia di sinistro dal limite dell'area di rigore ma il tiro viene ribattuto da Marmo. La partita è caratterizzata da una spiccata velocità del gioco: ripartenze, verticalizzazioni e capovolgimenti di fronte. Al 20' il Villafranca sfiora il vantaggio: Gili viene servito sulla profondità da uno spiovente impeccabile, controlla al volo, si gira e serve Morero, che, da posizione favorevole calcia di mancino a botta sicura non trovando la porta e fallendo, di fatto, un rigore in movimento. Due minuti gli ospiti si rendono nuovamente minacciosi in fase offensiva: spiovente dalla sinistra su un calcio d'angolo battuto da Serra, minchia in area di rigore ma nessuno dei biancoblu riesce a ribattere a rete.

Il BSR Grugliasco è vivo e risponde sul successivo capovolgimento di fronte: Donega si libera dai venti e conclude di destro a giro, Tulino para in due tempi. Donega comincia a creare scompiglio nella retroguardia difensiva avversaria con dribbling che creano più di un grattacapo al Villafranca: al 26' si mette in proprio sull'out mancino, dribbla tre avversari, si accentra e serve sul taglio in profondità Ciurca ma Allasia legge l'azione e riesce a intercettare l'imbucata. Al 27' il Villafranca sblocca il risultato: Morero viene lanciato in profondità e si invola verso la porta e questa volta, a tu per tu con Sperandio, batte l'estremo difensore avversario con notevole freddezza con un sinistro a incrocio. La posizione di partenze dell'attaccante biancoblu desta più di un dubbio ai padroni di casa, tanto che le proteste del BSR Grugliasco sono veementi. Un episodio da VAR.

I biancorossi non accusano il contraccolpo psicologico e ristabiliscono la parità al 31': Ciurca pennella uno spiovente di precisione millimetrica verso l'area di rigore che trova il colpo di testa vincente di Mastrojanni che gira di testa e batte Tulino. La partita è decisamente frizzante, senza esclusione di colpi: gli ospiti si ripropongono in avanti con un'iniziativa personale di Quttrocchio che crossa sul secondo palo per Morero, ma Cincinnato spizza di piede con un intervento decisivo. Sul successivo capovolgimento di fronte, Ciurca imbuca per Micelotta che prova a servire Mastrojanni già appostato, ma il provvidenziale intervento in chiusura di 2V sventa la minaccia.

I biancorossi sono molto propositivi sulla corsia destra, catena macina che vede l'asse Sillano-Donega molto ispirato, con l'esterno offensivo che ogni volta che prende palla rappresenta una minaccia. Al 40' il BSR Grugliasco passa in vantaggio: cross da calcio d'angolo dalla destra di Ciurca che trova lo stacco vincente di Sillano, la cui girata di testa colpisce la traversa ma varca la linea bianca. Da sottolineare nuovamente l'assist al bacio di destro di Ciurca, un'altra perla di destro a giro. Allo scadere della prima frazione di gioco, il Villafranca si rende pericoloso con un colpo di testa di Gili, su assist dalla calcio d'angolo dalla sinistra di Serra, la cui girata in anticipo sfiora il palo. I primi quarantacinque minuti si concludono con il vantaggio dei padroni di casa per 2-1.

PREDOMINIO VILLAFRANCA NELLA RIPRESA

Ambedue gli allenatori non effettuano alcun cambio all'intervallo e presentano i medesimi undici titolari visti nell'arco dei primi quarantacinque minuti. Complice lo svantaggio, il Villafranca si impossessa subito del pallino di gioco cercando di alzare il pressing offensivo per accelerare la costruzione della manovra offensiva. Sulla corsia mancina, Serra-Barbero fraseggiano al limite dell'area di rigore con quest'ultimo che prova il cross di prima, ma lo spiovente viene intercettato. Al 5' i biancoblu sfiorano la parità: da un cross dalla destra di Dominietto, Serra riceve sul secondo palo stoppa e tira di sinistro ma trova la parata superlativa di Sperandio che devia in calcio d'angolo con una reazione felina.

Sul seguente capovolgimento di fronte, Cincinnato recupera palla e lancia il profondità Donega che a sua volta imbuca per Mastrojanni, ma il passaggio è leggermente lungo e il c'entravanti biancorosso non riesce ad arrivarci. Gli ospiti non demordono e ci provano anche con conclusioni dalla distanza con Ferrati i cui tiri, però, vengono ambedue rimpallati. Il match è molto combattuto sulla mediana attualmente, con numerosi contrasti e duelli e poche verticalizzazioni a innescare la profondità dei rispettivi reparti avanzati. Ambedue squadre faticano nella costruzione del gioco dati gli svariati contrasti di gioco, tanto da costringere il direttore di gara ha interrompere il gioco.

Al 19' al Villafranca viene assegnato un calcio di rigore, cross dalla sinistra di Ferrati per Morero che viene atterrato in area di rigore, che Serra trasforma dagli undici metri con un sinistro che spiazza l'estremo difensore avversario. I biancoblu ristabiliscono la distanza portando il parziale sul 2-2. Così come avvenuto nell'arco della prima frazione di gioco, il BSR Grugliasco prova a reagire: Sillano crossa dalla sinistra, ma lo spiovente e leggermente lungo e Mastrojanni non riesce a impallare il pallone di testa. Sulla successiva ripartenza dei biancoblu, gli ospiti conquistano un calcio d'angolo dalla destra, Gili crossa sul palo opposto, Morero spizza di destra ma non inquadra lo specchio della porta da posizione più che favorevole. Al 25' al Villafranca viene annullato un gol per fuorigioco: Chiotti, successivamente a una notevole progressione sulla corsia destra, calcia sull'angolo opposto, Sperandio allunga la mano e devia ma Barbero ribatte in rete, ma la sua posizione di partenza è giudicata irregolare dal direttore di gara.

Il subentrato Chiotti è decisamente ispirato in fase avanzata e si rende minaccioso con una conclusione di sinistro a giro sulla quale Sperandio si allunga parando in presa sicura. Il Villafranca attualmente è molto più propositivo nella costruzione della manovra avanzata, con un predominio territoriale sempre più evidente. Il BSR Grugliasco, in questo scorcio del match, appare in sofferenza sia nel tenere il ritmo degli avversari sia nel creare gioco, tanto non creare più alcun grattacapo alla retroguardia avversaria. I biancoblu proseguono nel proprio pressing offensivo sfruttando prevalentemente le corsie laterali prima con Chiotti, che serve Morero la cui conclusione di mancino viene deviata, e in seguito con un cross a tagliare di Serra, ma Sperandio legge bene l'azione e anticipa tutti in uscita.

La formazione di Caputo ha il pieno controllo del gioco, mentre la compagine di Frattolillo gioca prevalentemente in ripartenza. Al 38' i biancoblu sfiorano nuovamente il vantaggio: Allasia crossa dalla destra, dagli sviluppi di un calcio di punizione, pennellando un assist al bacio per Barbero, ma quest'ultimo non trova clamorosamente la porta di testa da pochi passi. Cinque minuti dopo i biancorossi si ripropongono in fase offensiva con Ciurca è autore di un'azione personale che per due occasioni getta nel panico la difesa avversaria: nella prima serve di esterno destro Romano che non trova la porta di destro e successivamente sulla destra si incunea in area di rigore e calcia sul primo palo, con Tulino è ben posizionato e devia. Il triplice fischio del direttore di gara sancisce il 2-2 finale.

IL TABELLINO

BSR GRUGLIASCO-VILLAFRANCA 2-2
RETI (0-1, 2-1, 2-2): 27' Morero (V), 31' Mastrojanni (B), 40' Sillano (B), 19' st rig. Serra (V).
BSR GRUGLIASCO (4-3-3): Sperandio 7, Cappellazzo 6.5 (41' st Spadaro sv), Sillano 7, Marmo G. 6.5, Battaglia 7 (39' st Tempo sv), Agosta 6.5, Cincinnato 7, Micelotta 6.5 (33' st Zammuto sv), Mastrojanni 7, Donega 7 (13' st Romano A. 6), Ciurca 8. A disp. Vello, Ghione, Nordio, Garino, Parigi. All. Frattolillo 7.
VILLAFRANCA (4-4-2): Tulino 6.5, Allasia M. 7, Borgogno F. 6.5, Dominietto 6.5 (28' st Galetto F. 6), Barbero M. 6.5, Montemurro 6.5, Quatrocchi 7 (14' st Chiotti 7), Ferrati A. 6.5, Morero 7, Gili 7 (41' st Biasibetti sv), Serra 7. A disp. Ferrara, Rimondetto, Barbero A., Solera, Zomorroud, Ongaro. All. Caputo 7.
ARBITRO: Martinengo di Cuneo 5.
AMMONITI: 27' Battaglia (B), 46' Marmo G. (B), 10' st Dominietto[01] (V), 11' st Agosta (B), 44' st Biasibetti[02] (V).

LE PAGELLE

BSR GRUGLIASCO
Sperandio 7
Salva il risultato della sua squadra con una parata prodigiosa nel secondo tempo sul tiro al volo ravvicinato di Serra.
Cappellazzo 6.5
Sulla corsia destra gestisce bene ambedue le fasi senza correre rischi eccessivi, una prestazione di ordinaria amministrazione. (41' st Spadaro sv)
Sillano 7 Firma la rete che consente ai biancorossi di ribaltare il risultato. Oltre alla gioria personale della reta disputa una partita decisamente brillante sia in copertura sia in fase offensiva.
Marmo 6.5 Al centro della difesa non si scompone di fatto mai nonostante il dinamismo offensivo di Gili rappresenti una minaccia costante dato il fatto che non offra punti di riferimento.
Battaglia 7 Abbandona il rettangolo di gioco sul finire del match successivamente a una prova di qualità e quantità sulla mediana. (39' st Tempo sv)
Agosta 6.5 Al centro della difesa coordina le operazioni e riesce ad arginare il raggio d'azione di Morero, dato che quest'ultimo rappresenti con costanza un pericolo per la retroguardia biancorossa.
Cincinnato 6.5 Grande prova di sacrificio la sua, recupera palloni, cerca di velocizzare la manovra offensiva con delle verticalizzazioni e aiuta in fase di ripiego.
Micelotta 6.5 A centrocampo si distingue per i suoi tempi di inserimento e per il suo senso del posizionamento che lo porta a trovarsi quasi sempre al posto giusto al momento giusto. (33' st Zammuto sv)
Mastrojanni 7 Sigla la rete che ristabilisce le distanze con un colpo di testa a giro straordinario per gesto tecnico, tempismo e capacità di essere sempre ben posizionato all'interno dell'area di rigore.
Donega 7 Abbandona il rettangolo verde all'inizio della ripresa, sino a quel momento è stato uno dei più propositivi in fase offensiva della formazione padrona di casa. Dava l'idea di poter trovare la giocata decisiva da un momento all'altro.
13' st Romano 6 Disputa la mezz'ora finale ma non si rende protagonista di alcun spunto offensivo.
Ciurca 8 E' il migliore in campo per la sua abilità di creare scompiglio nella difesa avversaria e per il fatto che fornisca ambedue gli assist per i due gol del BSR Grugliasco con due cross dalla precisione chirurgica.
All. Frattolillo 7

VILLAFRANCA
Tulino 6.5
Sui due gol subiti può far ben poco, due torsioni di testa fondamentalmente perfette.
Allasia 7
Al centro della difesa mostra la sua leadership infondendo sicurezza a tutto il reparto. Mastrojanni è un avversario tosto, ma lui non si scompone e regge il confronto.
Borgogno 6.5
Sull'out mancino si focalizza prevalentemente sulla fase difensiva, di rado prova l'affondo.
Dominietto 6.5 Viene sostituito poco dopo la metà della ripresa, si accende solamente a tratti.
28' st Galetto 6
Si limita a seguire i dettami tattici imposti dal mister.
Barbero 6.5
A centrocampo lotta su ogni pallone, denotando uno spiccato agonismo. Gli viene annullato un gol per fuorigioco e ne sbaglia un altro da posizione favorevole sul finale.
Montemurro 6.5
Sui contrasti aerei riscontra qualche difficoltà quando si trova a fronteggiare gli avversari, per il resto appare sempre sicuro nelle chiusure.
Quattrocchio 7
Abbandona il campo nella ripresa, la sua prestazione è comunque ampiamente positiva dato che sulla fascia destra si mette in luce per cross, progressioni e tackle precisi.
14' st Chiotti 7
Il suo ingresso in campo è brillante: crea occasioni, prova l'azione personale e propizia la rete, annullata per fuorigioco di Barbero.
Ferrati 6.5
Nell'arco della prima frazione di gioco non lo si denota spesso, nella ripresa cresce e accelera la manovra offensiva con verticalizzazioni e imbucate per innescare la la velocità del reparto avanzato.
Morero 7
Segna la rete che apre le marcature con un sinistro preciso e con una freddezza da vero numero nove. Si procura il rigore che Serra trasforma che vale il pareggio.
Gili 7
Viene sostituito sul finale del match, la sua prestazione è ampiamente positiva: creatività, dinamismo e tanta corsa sul fronte offensivo. (41' st Biasibetti sv)
Serra 7 Trova il sigillo numero 13 in stagione trasformando con freddezza dagli undici metri. Gol a parte offre il suo apporto alla manovra offensiva con giocate di alto livello tecnico.
All. Caputo 7

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400