Cerca

Promozione

Fa tutto Merlano: sbaglia un rigore ma si riscatta segnando il gol decisivo

I biancocelesti di Greco sbattono ripetutamente su un super Sommi, ma riescono a portare a casa i tre punti

Fa tutto Merlano: sbaglia un rigore ma si riscatta segnando il gol decisivo

Giulio Merlano ('85), croce e delizia dei biancocelesti di Mattia Greco

La Novese rischia ma porta a casa il bottino pieno. I biancolesti di Mattia Greco hanno dovuto faticare molto, specialmente nel primo tempo, per avere la meglio su un battagliero Bacigalupo, trascinato dai miracoli del classe 2004 Andrea Sommi. Il portiere nerazzurro è stato il protagonista assoluto della gara, anche ma non solo per il rigore parato a Merlano, ma i suoi interventi non sono bastati. Alla rete flash di Taverniti, arrivata dopo neanche un minuto di gioco, gli ospiti sono riusciti a rispondere grazie alle reti di Francesco Cimino e di Merlano, che si è fatto perdonare l’errore dal dischetto. La Novese vendica così la sconfitta dell’andata ed accorcia a -1 dalla Luese, bloccata sullo 0-0 dall’Asca nell’anticipo del sabato sera.


Merlano croce e delizia. Greco rilancia Bisio (‘02), Bosic (‘01) e Oliveri nell’undici titolare rispetto al pareggio con la Pro Villafranca, mentre il Baci cambia quattro effettivi rispetto alla debacle con il Cit Turin, schierando dall’inizio il portiere Sommi (‘04), Puppione (‘01), Musio (‘03) e Trussardi (‘00). Pronti-via e dopo dieci secondi i padroni di casa vanno subito vicino al vantaggio, con Gennaro che testa subito i riflessi di Canegallo che manda in angolo. Dal successivo corner però arriva una parabola insidiosa, con la palla che arriva sui piedi di Taverniti, il quale trafigge il portiere biancoceleste con un destro preciso. Avvio shock per gli ospiti: dopo neanche un minuto il Baci è giá in vantaggio. I nerazzurri sembrano spiritati: dopo due minuti è il classe 2004 Palmiere a superare Bisio con un sombrero ed a provare l’eurogol, sfiorando però solamente la traversa. Dopo qualche minuto di assestamento, la reazione dei biancocelesti si fa rabbiosa. Prima ci prova Merlano con un destro secco da dentro l’area, su cui però Sommi si fa trovare pronto; successivamente su calcio d’angolo è Bonanno a centrare il palo pieno ed a sfiorare il pareggio. Il gol del pareggio è però nell’aria, e al 13’ arriva puntuale: punizione di Mezzanotte, palla che arriva sul secondo palo a Merlano, sponda dentro per Cimino che a porta vuota fa 1-1. Passano cinque minuti e la Novese potrebbe giá ribaltarla: Puppione affossa Merlano in area, il bomber classe ‘85 si presenta dal dischetto ma trova sulla sua strada ancora una volta un super Sommi, che respinge di piede e tiene il risultato in parità. La parata del classe 2004 nerazzurro dà nuova linfa vitale al Baci, che torna a spingere e va vicino al nuovo vantaggio con un colpo di testa di Rizzo. È però solamente un fuoco di paglia: al 27’ su una palla innocua Mar scivola e permette a Merlano di involarsi tutto solo davanti a Sommi, che viene trafitto con un chirurgico rasoterra. L’ultimo quarto d’ora di primo tempo vive giustamente di gestione, dopo una prima mezz’ora giocata su ritmi forsennati, con gli ospiti che rientrano negli spogliatoi in vantaggio di una rete.

Il Baci non punge. La Novese riparte con gli stessi undici che hanno iniziato la gara, mentre il Baci cambia subito: fuori un evanescente Trussardi, dentro al suo posto Sylla. A livello tattico invece non cambia nulla: entrambe le squadre che continuano con il 4-3-3, con l’unica differenza che, per i nerazzurri, Gennaro scala ad esterno sinistro per far posto da punta centrale proprio a Sylla. A non cambiare è inoltre la giornata di grazia di Sommi, che ad inizio ripresa con un sensazionale colpo di reni salva praticamente sulla linea una palla sporca che si stava insaccando in rete. Il portiere classe 2004 si ripete poco dopo, respingendo una conclusione di Ivaldi, ma la sensazione è che il vento stia decisamente soffiando sulle vele biancocelesti, che spingono con rinnovato vigore in cerca del gol che chiuderebbe probabilmente la partita. Attorno al quarto d’ora parte la girandola di cambi. I padroni di casa provano a pescare qualcosa dal mazzo in panchina, buttando nella mischia Rizzitano e La Rosa al posto di Musio e Gennaro e passando al 4-3-1-2; Greco invece risponde sostituendo Bisio e Olivieri con Paini e Merli. La spinta iniziale ospite, che ad inizio ripresa sembrava poter portare al terzo gol, si affievolisce leggermente con il passare dei minuti, con lo spettro del pareggio che continua ad aleggiare sul campo di via Bossoli. La difesa della Novese però, guidata da un ottimo Cimino, riesce a reggere fino al triplice fischio dell’arbitro, che sancisce il ritorno alla vittoria dei biancocelesti.

IL TABELLINO

BACIGALUPO-NOVESE 1-2
RETI (0-2, 1-2): 13' Cimino Fr. (N), 27' Merlano (N), 1' st Taverniti (B).
BACIGALUPO (4-3-3): Sommi 8, Taverniti 7.5, Puppione 6, Musio 6 (9' st Rizzitano 6), Mar 5, Porcelli 7, Palmiere 6.5 (28' st Scomparin sv), Rizzo 6.5, Gennaro 7 (17' st La Rosa 5.5), Parlapiano 6 (46' st Mollo sv), Trussardi 5 (1' st Sylla 6). A disp. Comorasu, De Bianchi, Ghirardi, Ferro. All. Palazzesi 6.5.
NOVESE (4-3-3): Canegallo 6.5, Bonanno 6.5, Bisio 5.5 (17' st Merli 6.5), Olivieri L. 6 (17' st Paini 5.5), Pintabona 6, Cimino Fr. 7.5, Bosic 5.5, Oliveri 6, Merlano 6.5 (38' st Russo sv), Ivaldi 5.5, Mezzanotte 7 (40' st Corsaletti sv). A disp. Marchelli, Rossi, Persano, Barbieri, Frattoni. All. Greco 6.5.
ARBITRO: Talamo di Cuneo 6.5.
COLLABORATORI: Locapo e Lisbo.
AMMONITI: 3' st Bisio (N), 11' st Rizzo (B), 24' st Porcelli (B), 32' st Paini (N), 41' st Oliveri (N), 43' st Bonanno (N), 49' st Mollo (B).

LE PAGELLE

BACIGALUPO
Sommi 8 Ottima parata plastica nel primo tempo su Merlano, su cui poi si esalta respingendone il calcio di rigore di piede. Sulla rete del 2-1 non può oggettivamente nullla, mentre ad inizio ripresa con un sensazionale colpo di reni salva ancora i suoi.
Taverniti 7.5 Il capitano nerazzurro suona subito la carica trovando il gol del vantaggio dopo neanche un minuto e stravincendo il duello personale con Bosic.
Puppione 6 Affossa Merlano in area di rigore, dopo che l’esperto attaccante biancoceleste gli aveva preso il tempo. Sommi lo grazia parando il rigore, cosa che gli ridá fiducia e lo fa chiudere in crescendo.
Musio 6 Fa da schermo davanti alla difesa, lasciando ai compagni il compito di provare a rifornire il tridente offensivo.
9’ st Rizzitano 6 Entra con sostanzialmente le stesse direttive del compagno che va a sostituire, limitandosi a fare da frangiflutti da vertice basso del centrocampo.
Mar 5 Un mix di sfortuna ed errato tempismo lo porta a scivolare su una palla innocua che manda Merlano a tu per tu con Sommi, che non può fare nulla per evitare lo svantaggio.
Porcelli 7 Prova in tutti i modi a contenere Merlano, cosa che gli riesce tutto sommato in maniera efficace, dato che solo una sfortunata scivolata di Mar permette al capitano biancoceleste di segnare. Molto bene nella ripresa, in cui anticipa ogni pallone che arriva dalle sue parti.
Palmiere 6.5 Una furia nel primo tempo: manda completamente in tilt Bisio e sfiora l’eurogol dopo aver superato quest’ultimo con un sombrero da applausi. Cala leggermente nella ripresa. (28’ st Scomparin sv)
Rizzo 6.5 Molto attivo nel primo tempo, in cui impegna Canegallo con un paio di conclusioni, sia di testa che di piede.
Gennaro 7 Pronti-via e prova immediatamente il tiro a giro che Canegallo manda in angolo. Lavora tantissimo di fisico e tiene su la squadra quando può, dando una buona palla a Rizzo che sbatte su Canegallo.
17’ st La Rosa 5.5 Lo si vede solo quando ci prova su punizione, calciando però a lato dal limite dell’area.
Parlapiano 6 Agisce da mezzala destra rendendosi utile in fase di appoggio alla manovra offensiva. (46’ st Mollo sv)
Trussardi 5 Fatica troppo ad entrare in partita, finendo per eclissarsi sulla fascia sinistra senza ricevere nè prendersi palloni interessanti.
1’ st Sylla 6 Si esibisce in un paio di spunti in velocitá e nello stretto, che fanno correre qualche brivido alla retroguardia biancoceleste.
All. Palazzesi 6.5 Trascinati da Sommi, i suoi giocano un primo tempo decisamente gagliardo, salvo poi finire le energie troppo presto e senza trovare nuova linfa con gli ingressi dalla panchina.

NOVESE
Canegallo 6.5 Gennaro testa subito i suoi riflessi dopo dieci secondi con un tiro a giro che il portierone biancoceleste manda in angolo. Sulla successiva rete di Taverniti non può nulla, ma si riscatta più tardi su un colpo di testa di Rizzo.
Bonanno 6.5 Colpisce in pieno il palo con un imperioso stacco di testa che aveva lasciato immobile Sommi.
Bisio 5.5 Palmiere lo ubriaca ripetutamente sulla sua fascia di competenza nei primi minuti, andandogli via spesso in uno contro uno. Prende un giallo ad inizio ripresa che non lo lascia riprendere le misure in maniera serena.
17’ st Merli 6.5 Buon ingresso, dalle sue parti il Baci prova a sfondare ma non riesce a passare.
Olivieri 6 Gara di lotta e sacrificio in mezzo al campo, dove ingaggia un bel duello tutto corsa e fiato con Rizzo.
17’ st Paini 5.5 Spreca un paio di contropiedi golosi in cui temporeggia troppo palla al piede invece di servire compagni meglio piazzati.
Pintabona 6 Gennaro gli crea qualche grattacapo nel primo tempo, mentre nella ripresa il Baci si spegne lentamente facendogli passare un secondo tempo tranquillo.
Cimino Fr. 7.5 Si fa trovare al posto giusto nel momento giusto, segnando a porta vuota su assist di Merlano. Sale di ritmo con il passare dei minuti, guidando la difesa senza concedere spazi.
Bosic 5.5 Taverniti gli si francobolla addosso senza dargli tempo e modo di azionare la sua falcata. Leggermente meglio da mezzala, senza però esaltarsi troppo neanche in quella posizione.
Oliveri 6 Si piazza in cabina di regia con il compito di cambiare spesso e velocemente gioco per raggiungere i tre là davanti.
Merlano 6.5 Sommi gli dice di no con un intervento decisivo, allora decide di trasformarsi in uomo assist, servendo l’assist a Cimino per il pareggio. Si guadagna ma sbaglia un calcio di rigore, ma si riscatta poco dopo segnando il gol del 2-1. (38’ st Russo sv)
Ivaldi 5.5 Non riesce quasi mai a mettere in mezzo palloni golosi per i compagni, venendo spesso anticipato poco prima di entrare in possesso della sfera.
Mezzanotte 7 I suoi calci piazzati sono sempre pericolosi. Mette un cioccolatino sulla testa di Bonanno e dal suo piede parte la punizione che porta al pareggio di Cimino. Le sue giocate abbinano sempre qualitá e concretezza. (40’ st Corsaletti sv)
All. Greco 6.5 Bravi i suoi a non perdere la calma nonostante lo svantaggio subito dopo neanche un minuto ed il rigore sbagliato da Merlano. Qualche brivido di troppo nella ripresa, in cui però i suoi sono andati in gestione senza particolari patemi.

ARBITRO: Talamo di Cuneo 6.5 Direzione tutto sommato corretta della gara, così come corretto è il fischio con cui assegna il calcio di rigore, poi sbagliato da Merlano, alla Novese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400