Cerca

Promozione

Due gol nell'ultimo quarto d'ora: primo round agli ospiti

L'allenatore Emidi a fine gara: «La partita di ritorno non sarà facile»

Miscioscia e Pardu

Miscioscia e Pardu, autori dei due gol rimonta per l'Atletico CVS

Pomeriggio caldissimo a sud di Milano, al centro sportivo La Spezia, dove va in scena la partita di andata dei playout tra La Spezia e Atletico CVS. I padroni di casa vanno in vantaggio dopo pochi minuti e creano molte occasioni sia nel primo che nel secondo tempo. Tuttavia, non riescono a concretizzare nessuna azione e non chiudono la partita. A questo punto entrano in campo gli ospiti che, dopo essere stati sotto nel punteggio per gran parte della gara, portano a casa il risultato segnando due gol nell'ultimo quarto d'ora. Decisivi per l'Atletico i cambi dell'allenatore Emidi, che con l'inserimento di Pardu svolta la gara. Il centrocampista classe 2001, infatti, sigla il gol del vantaggio a pochi istanti dalla fine. La partita termina 2-1 per l'Atletico CVS, con appuntamento alla decisiva gara di ritorno della prossima settimana.

SUBITO LA SPEZIA

I padroni di casa scendono in campo con un 4-3-3 offensivo, con il tridente formato da Monni, Celchini e Fumarolo, supportati da due mezzali offensive come Tommasi e Mutinelli. Gli ospiti, invece, utilizzano un 4-4-2 con Pesca e Negri in avanti e Miscioscia e Diassy sugli esterni. Parte subito forte La Spezia e dopo sette minuti è già in vantaggio. Sugli sviluppi di corner libera male la difesa dell'Atletico e al limite dell'area raccoglie il pallone Tommasi, che lascia partire un sinistro potentissimo e batte il portiere sul primo palo. Vantaggio importantissimo per la squadra di Quaranta nei primi istanti di gara. Passano cinque minuti e, sempre da corner, arriva la prima occasione pericolosa anche per gli ospiti. Sul calcio d'angolo battuto sul secondo palo arriva più in alto di tutti Lora, che tuttavia non inquadra la porta da pochi metri. Entrambe le squadre appaiono messe bene in campo, con un sistema di gioco ben preciso per sfruttare le qualità dei propri singoli. L'Atletico CVS prova spesso cambi di gioco lunghi per gli inserimenti degli esterni, mentre La Spezia utilizza di più la prima punta Celichini, che è molto bravo a venire incontro e duettare con i centrocampisti. Nonostante entrambe le formazioni offrano un buon calcio, le occasioni del primo tempo sono tutte per una squadra sola, ovvero La Spezia. A metà della prima frazione Piva parte in azione solitaria sull'out di sinistra, rientra sul destro e calcia forte sul secondo palo: la palla esce di poco vicino all'incrocio. All'ultimo minuto poi tocca a Celichini prendersi la scena. Lancio lungo per il numero 9 che lascia rimbalzare il pallone e calcia al volo di sinistro. Grandissima la risposta di Consiglio, che la tocca quel tanto che basta per mandarla il corner.

LA REMUNTADA

La seconda frazione di gara riparte come si era chiusa la precedente e la prima occasione ce l'hanno ancora i padroni di casa, questa volta con Fumarolo. Protagonista dell'azione ancora Piva che mette in mezzo all'area un tiro cross che il numero 10 devia di tacco, ma sfortunatamente per lui colpisce il palo pieno. L'Atletico prova una serie di manovre offensive in velocità, ma non riesce mai a concretizzare il buon lavoro fatto. Giunti a 15' dal termine, poi, arriva l'episodio chiave. La giocata la fa Pavia che va via in dribbling sulla sinistra, entra in area e calcia. Il suo tiro viene toccato dal portiere e attraversa tutta l'area di rigore ed arriva sul secondo palo dove arriva Miscioscia che deve solo spingerla dentro. È il gol dell'1-1 che cambia le carte in tavola, spiazza i padroni di casa e ridà energie mentali ed entusiasmo agli ospiti. Emidi mette mano alla panchina ed effettua una serie di cambi per mettere energie fresche e portare a casa la gara. A 5' dalla fine ci prova Petricciuolo da fuori area, con un tiro violentissimo diretto all'incrocio. Vola il portiere Selva, che mette in corner. L'Atletico continua ad insistere e dopo 3 minuti trova il gol partita, proprio con uno dei cambi dell'allenatore. Cross lungo sul secondo palo per Pardu che la stoppa e calcia di sinistro forte in porta. Esultanza sfrenata del tifo dell'Atletico CVS, che si porta a casa l'andata del playout, con la consapevolezza di poter gestire le sorti della salvezza la settimana prossima in casa.


IL TABELLINO

LA SPEZIA-ATLETICO CVS 1-2
RETI (1-0, 1-2): 7’ Tommasi, 31’ st Miscioscia, 43’ st Pardu
LA SPEZIA (4-3-3): Selva 6, Pischetola 6 (38’ st Montaruli sv), Piva 6.5, Rosa 6, Mutinelli 6.5 (35’ st Satraoui sv), Esmail 6, Monni 6.5 (20’ st Martinelli 6), Santobuono 6.5, Celichini 6.5, Fumarolo 6, Tommasi 7. A disp. Della Penna, Mateso, Camalle, Evangelisti, Grassi, Visani. All. Quaranta 6.5
ATLETICO CVS (4-4-2): Consiglio 7, Lora 6 (25’ st Mayulu 6), Petricciuolo 6.5, Pavia 7 (35’ st Pardu 7), Bongiorno 6, Mazzetti 6.5, Miscioscia 6.5 (39’ st Martini sv), Diassy 6, Negri 6, Marchini 6, Pesca 6.5 (42’ st Figlia sv). A disp. Dudiez, Ferrandi, Leone, Alio, Porcari. All. Emidi 7.
ARBITRO: Saffioti di Como 7.
ASSISTENTI: Barlocco e Filipponi.
AMMONITI: Celichini (S), Pesca (A), Mutinelli (S), Pardu (A), Camalle (S).


LE PAGELLE


LA SPEZIA
Selva 6 Una buona partita del portiere dei padroni di casa. Non molto impegnato, fa l'unica gran parata della gara al 40' del secondo tempo sul tiro all'incrocio di Petricciuolo. 
Pischetola 6 Ottima gara sulla destra. Attento difensivamente, spinge in fase offensiva e supporta la manovra dei suoi. (38’ st Montaruli sv).
Piva 6.5 Più frizzante del collega sulla fascia destra, ha dei guizzi importanti in avanti. Nel primo tempo un tiro che sfiora l'incrocio dei pali, nel secondo l'assist per Fumarolo che colpisce il palo.
Rosa 6 Al centro della difesa fa il suo dovere, senza troppi errori.
Mutinelli 6.5 Il classe 2003 spicca per personalità e qualità tecniche. Nonostante la giovane età si dimostra completo, bravo a tenere la posizione difensivamente, non toglie mai il piede nei contrasti. Ma la sua qualità più grande è in fase di possesso palla e di impostazione. Grande qualità. (35’ st Satraoui sv).
Esmail 6 Capitano e leader difensivo della squadra. Molto bravo a leggere le situazioni ed intervenire spesso in anticipo.
Monni 6.5 Mette in mostra le sue doti, soprattutto nel saltare l'uomo in dribbling e in velocità.
20’ st Martinelli 6 Gioca sulla destra, prima da esterno di centrocampo e poi da terzino. Dimostra di essere eclettico, ma non ha particolari squilli.
Santobuono 6.5 Centrocampista difensivo davanti alla difesa, abbina qualità e quantità. Molto bravo nei lanci lunghi e nell'impostazione.
Celichini 6.5 Classe 2002, dimostra grande personalità. Viene spesso incontro a prendere palla sui piedi e a duettare coi compagni di reparto. Si fa trovare pronto anche in area e crea diverse occasioni da gol, ma purtroppo per lui non riesce a segnare.
Fumarolo 6 A differenza di tutti i suoi compagni di squadra lui gioca un primo tempo un po' anonimo, senza particolari guizzi. Nel secondo invece si rivitalizza, colpisce un palo e in generale allunga sempre la squadra in attacco.
Tommasi 7 Sblocca il risultato con un gran sinistro dal limite dell'area. In generale dopo il gol gioca una partita di qualità e anche intensità. Molto bene soprattutto in fase offensiva.
All. Quaranta 6.5 La sua squadra gioca un'ottima partita, a tratti esprimendo un gioco migliore degli avversari. Gli episodi non lo premiano e ora dovrà cercare una grande rimonta nella sfida di ritorno.

ATLETICO CVS
Consiglio 7 Un'ottima partita, condita da un paio di miracoli che tengono a galla la sua squadra e le permettono di rimontare.
Lora 6 Buona gara del terzino destro dell'Atletico, che spinge molto sulla fascia e porta qualche cross all'interno dell'area.
25’ st Mayulu 6 Entra e gioca una partita difensivamente molto attenta, fatta di pochi inserimenti offensivi.
Petricciuolo 6.5 Leader emotivo della squadra, dà indicazioni a tutti. Blocca le scorrazzate offensive degli avversari e si propone in avanti in molte occasioni. Va vicino al gol con un tiro da fuori area diretto all'incrocio, a cui risponde benissimo il portiere. Gioca parte della gara da terzino sinistro e poi si sposta a destra.
Pavia 7 Uno dei migliori dei suoi. Imposta da centrocampista centrale davanti alla difesa. Si inserisce spesso in area in cerca del gol e mette in mostra ottime doti di dribbling. La sua azione solitaria porta al gol del momentaneo pareggio.
35’ st Pardu 7 Giornata da sogno per lui, entra, gioca 10 minuti e segna il gol decisivo a 2' dal termine. Bravo a crederci e ad inserirsi in area per andare a raccogliere quel cross profondo.
Bongiorno 6 Difesa attenta, spesso fatta di anticipi sugli attaccanti avversari.
Mazzetti 6.5 Capitano della squadra e leader della difesa. Dà molte indicazioni ai compagni di reparto e li guida durate la partita. Ha un piede molto educato, dimostrato dai molti lanci lunghi "alla Bonucci" e dal fatto che si incarichi di battere i calci di punizione.
Miscioscia 6.5 Una partita alquanto anonima, ma poi quella corsa in area per spingere il porta il pallone da due passi. Premiato per la tenacia. (39’ Martini sv).
Diassy 6 Ottime doti tecniche e atletiche, ma ogni tanto esagera nel voler per forza accelerare e saltare l'uomo. 
Negri 6 Il centravanti della formazione ospite non gioca una delle sue migliori partite. È spesso isolato e non riesce mai a smarcarsi bene.
Marchini 6 Anche per il numero 10 non una partita brillantissima. Sembra gli manchi un po' di frizzantezza nelle gambe.
Pesca 6.5 Centravanti che spesso viene incontro a duettare coi centrocampisti, si fa apprezzare per il lavoro sporco. (42’ st Figlia sv).
All. Emidi 7 La decide lui coi cambi, inserendo un classe 2001 che segna il gol del vantaggio a poco dal termine. La sua squadra ha la qualità di non perdere mai le speranze e crederci fino all'ultimo.


ARBITRO
Saffioti di Como 7 
Dirige in maniera eccellente, senza mai avere alcun dubbio sulle scelte da prendere. Fischietto molto sicuro e infatti nessuno gli rivolge mai proteste.



L’INTERVISTA

Le parole dell’allenatore dell’Atletico CVS, Igino Emidi, a fine gara: «Le partite come quella di oggi sono come delle finali e al ritorno per noi sarà molto dura. Sarà una partita tutt’altro che in discesa. I nostri avversari oggi hanno giocato molto bene, a viso aperto. Se la sono giocata alla pari con noi, ora vedremo nella partita di ritorno. Speriamo di mandare in campo una formazione competitiva e vincere anche settimana prossima. I cambi oggi sono stati molto decisivi, forze fresche che hanno determinato la partita. In settimana ci era sembrato di vedere tutti i giocatori molto in palla. Poi ovvio oggi non era semplice per nessuno giocare, sopratutto con queste temperature elevate. Però va bene così, sono soddisfatto e non si poteva chiedere di più a questi ragazzi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400