Cerca

Promozione

Una botta sotto l'incrocio vale il doppio vantaggio nel duello salvezza

I padroni di casa recriminano per un palo e qualche episodio, ma adesso per non retrocedere servono due gol di scarto

Todeschini Vibe Ronchese Promozione

Fabio Todeschini, autore della perla che regala alla Vibe Ronchese un buon vantaggio in vista del ritorno

Alla Vibe Ronchese basta una magia di Todeschini per aggiudicarsi il primo round dei playout con la Cob 91. Un successo di vitale importanza perché costringe la formazione di Provasi a vincere con almeno 2 gol di scarto in casa dei brianzoli, favoriti in caso di parità nella differenza reti dalla miglior posizione in campionato. Parità che sul campo viene infranta dalla legge del 7: quello milanese, Panin, colpisce il palo in apertura di ripresa, quello brianzolo la mette sotto al sette per la rete che decide un match senza altre occasioni clamorose. La Vibe si fa preferire per solidità difensiva e convinzione sulle seconde palle, quelle che mancano a una Cob che può appellarsi al palo preso sullo 0-0, che avrebbe potuto cambiare la partita, e a qualche episodio discutibile, ma a conti fatti i tiri in porta sono troppo pochi.

BALUARDO GENOVESE, IULIANO SMANACCIA

La Cob 91 gioca in casa il primo atto di una doppia sfida che la vede obbligata a vincere visto il peggior posizionamento in classifica rispetto alla Vibe Ronchese e i ragazzi di Provasi provano a far la partita palla a terra, oppure alzando a sinistra per Di Nunno, con troppa imprecisione. I brianzoli schermano bene l’iniziativa di casa e dopo poco minuti mettono a referto il primo tiro del match, ovvero un tentativo al volo fuori misura di Ferrigno. La risposta dei biancocelesti arriva al 13’, con Lossani che da sinistra si incunea tra due avversari, con tanto di tunnel, e appoggia al centro per Panin, che di mancino calcia alto. Non inquadra lo specchio neanche una conclusione da posizione defilata di Intrieri, mentre la punizione ancor più sull’out di sinistra di Bixheku è facile preda di Coppo. Sono i primi spunti di una gara che al 22’ vede due episodi dubbi da una parte e dall’altra: prima Di Nunno si accentra da sinistra verso destra e va giù sulla zampata di Citterio, poi Todeschini sul ribaltamento di fronte serve dal lato opposto Intrieri, che cade sul contatto con Genovese. Col passare dei minuti l’intensità della gara cresce, e al 26’ Iuliano deve levare da sotto la traversa un insidioso cross di Lossani su schema da calcio di punizione. Tre minuti più tardi, invece, il numero 1 viene scavalcato da un tocco aereo di Picone e serve la spazzata di Airoldi per evitare guai peggiori. La risposta della Vibe passa invece dai piedi di Andrea Panzeri, che al 32’ va fino in fondo a sinistra, si accentra e calcia col mancino, costringendo Coppo alla respinta; la sfera esce in zona Todeschini, che di mancino non inquadra lo specchio per poco. È un buon momento per i brianzoli, che nell’arco di altri sei minuti vanno per due volte al tiro, sempre respinto: prima ci prova Intrieri su una rimessa rimasta in area e murata da Strafezza, poi Andrea Panzeri si fa quasi tutto il campo in solitaria accentrandosi e saltando proprio Strafezza, ma Genovese in spaccata respinge la conclusione. Negli ultimi minuti Coppo è costretto a una deviazione in corner su un tiro da destra di Todeschini, ma poco prima è la Cob a essere potenzialmente pericolosa. Al 43’, infatti, Panin cambia gioco da destra verso sinistra per Di Nunno, che difende palla e la lascia a Romano, puntuale nell’assist centrale per Picone, il cui controllo non è dei migliori; sul proseguimento dell’azione il numero 9 scambia però bene con Panin, che di controbalzo spara alle stelle e manda in archivio un primo tempo da 0-0.


LA LEGGE DEL NUMERO 7

A inizio secondo tempo Provasi tenta subito di cambiare le carte in tavola togliendo un Pjetrushi probabilmente non al top fisicamente per inserire Tlili nelle retrovie, facendo scalare Strafezza terzino destro, abbassando Lossani a play davanti alla retroguardia e alzando Del Rosso a mezzala di un centrocampo a 3 completato da Romano. A creare il primo brivido, però, è Panin, che al 4’ si fionda su un filtrante a destra, entra in area e calcia a giro sul secondo palo, centrandolo in pieno. Sempre il numero 7 perde palla al 10’ sull’out di destra e da lì prende in vita la ripartenza letale della Vibe Ronchese: palla a Caspani, che la tiene viva, tocco al centro per Todeschini e destro che si incastona sotto l’incrocio dei pali. È la giocata classica che serve per sbloccare un match così, la stessa che Panin cerca calciando una punizione rasoterra, conquistando un corner che scatena qualche protesta in casa Cob: dopo la battuta corta su Di Nunno, infatti, la sfera schizza al centro forse sul braccio di Riu. È il penultimo squillo di un match che non vive più di grandi clamori, spezzettato dalla classica serie di cambi per cercare di pescare dalla panchina l’uomo giusto per riaccendere la sfida. La fiamma, però, resta sul fuoco lento, con le due squadre che combattono molto senza trovare lo spunto giusto per raddoppiare, lato Vibe, o per pareggiare, sponda Cob. Negli ultimi minuti c'è giusto il tempo per l'ultimo brivido, con Rampoldi che di testa su calcio d'angolo sfiora il palo, ma alla fine è la perla di Todeschini a decidere la sfida. Un gol che vale doppio, perché adesso a Provasi e ai suoi uomini servono due reti di vantaggio per difendere la categoria.

IL TABELLINO

COB 91-VIBE RONCHESE 0-1
RETE: 10’ st Todeschini (V).
COB 91 (4-2-4): Coppo 6, Del Rosso 6 (27’ st Bortolotti 6), Pinto 6.5, Pjetrushi 5.5 (1’ st Tlili 6), Genovese M. 7, Strafezza 6, Panin 6, Romano 7, Picone 6 (42’ st Cesarotti sv), Lossani 6 (19’ st Rampoldi 6), Di Nunno 6.5 (27’ st Palusci 6). A disp.: Ciabattini, Manici, Mazzeo, Battaglini. All. Provasi 6.
VIBE RONCHESE (3-5-2): Iuliano 6, Colombo M. 6.5 (45’ st Colombo N. sv), Panzeri A. 6.5, Botta 7, Citterio 7, Airoldi 7, Todeschini 7.5, Bixheku 6 (17’ st Korri 6), Intrieri 6, Riu 6.5 (42’ st Panzeri D. sv), Ferrigno 5.5 (4’ st Caspani 6.5). A disp.: Origo, Wadja, Tombari, Merlini, Bourmila. All. Donghi 7.
ARBITRO: Sciolti di Bergamo 5.5.
ASSISTENTI: Molino e Conti.

AMMONITI: Romano (C), Botta (V).

LE PAGELLE

COB 91

Coppo 6 Copre bene il suo palo, rispondendo presente ai primi squilli. Il tiro di Todeschini invece è imprendibile.

Del Rosso 6 Soffre un po’ nell’uno contro uno, spostato a centrocampo dimostra buona corsa.
Pinto 6.5
Cresce col passare dei minuti, mettendo in mostra anche qualche bella giocata e spingendo sull’out di sinistra.
Pjetrushi 5.5
Un po’ fuori dal gioco, forse non al massimo fisicamente, viene sostituito all’intervallo.
1’ st Tlili 6
Dietro in qualche modo se la cava sempre.
Genovese M. 7
È sempre nel posto giusto al momento giusto, risolvendo le situazioni più spinose dentro e fuori dall’area di rigore.
Strafezza 6
A volte rompe troppo presto la linea difensiva, lasciando un po’ di spazio alle sue spalle. Da terzino si fa valere.

Panin 6 Un po’ lento nel giro palla e in qualche giocata, ma quando l’azzecca sa essere pericoloso, come dimostra il palo colpito.
Romano 7
Pitbull di centrocampo, mette ordine e richiama i compagni quando manca supporto in fase di pressing. In qualche modo tiene sempre palla nei contrasti.

Picone 6
Tanto pressing, ruba un paio di buoni palloni. Gli manca il guizzo in area, ma per vie centrali è dura passare.
Lossani 6
A destra deve fare tanto movimento e non sempre riesce a tenere il ritmo alto. Arretrato dannati alla difesa ha modo di lustrare il destro per qualche buon lancio.

Di Nunno 6.5
Viene spesso cercato, ma con poca precisione. Quando gli arriva palla crea sempre qualcosa di utile là davanti, anche se poi cala fisiologicamente.
All. Provasi 6
Sfortunato negli episodi, ma il palo di Panin resta l'unica vera occasione del match. Dietro non vengono concesse troppe chance alla Vibe, che passa con una perla, però Coppo deve fare qualche parata, non complicata, in più. Lo 0-1 non vieta l'impresa a Bernareggio.

VIBE RONCHESE

Iuliano 6 Attento sull’insidioso cross di Lossani, poi praticamente nessun pericolo, anche se deve ringraziare il palosul tiro di Panin.
Colombo M. 6.5
Propositivo sulla destra, tiene a bada Di Nunno a tratti.
Panzeri A. 6.5
Un legno lo grazia, ma in generale fa un buon lavoro nelle due fasi. Dà il via all’azione del gol e ha il fiato per sovrapporsi anche nella ripresa.
Botta 7
Intercetta le linee di passaggio e gestisce con calma. Sempre al posto giusto.
Citterio 7
Dirige la fase difensiva richiamando i compagni e tenendo alta la soglia dell’attenzione.A livello di interventi è sempre pulito.
Airoldi 7
Meno impegnato rispetto ai compagni, nella ripresa gioca bene d’anticipoe contribuisce a tenere salda una catena che non si spezza mai.
Todeschini 7.5
Si districa in mezzo al campo con quella qualità che prende vita nel destro del vantaggio: forte e all'incrocio. Un gol tanto bello quanto pesante.
Bixheku 6
Fa più fatica degli altri a emergere, ma non commette grosse sbavature.
Intrieri 6
Cerca il pallone e si fa vedere, però Genovese e compagni lo limitano sugli esterni, dove alterna buone sponde e qualche intestardimento palla al piede.
Riu 6.5
Tesse le trame di gioco, senza però rischiare la giocata. Non tira mai indietro il piede nei contrasti.
Ferrigno 5.5
Fatica ad accendersi, uscendo dal campo senza aver lasciato il segno.
4’ st Caspani 6.5
Cambio azzeccato, entrato non da molto tiene vivo un pallone sulla linea laterale per poi servire l'assist del gol vittoria.
All. Donghi 7
Vincere non era d’obbligo visto il fattore classifica, ma i suoi ragazzi giocano una bella partita e si semplificano la vita per il ritorno. Guai però a considerare la pratica chiusa perché la Cob ha dimostrato di avere tanta qualità sugli esterni e domenica quel palo potrebbe tramutarsi in gol.

ARBITRO

Sciolti di Bergamo 5.5 I dubbi su un rigore di qua e di là restano, ma anche qualche scelta sui falli.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400