Cerca

L'intervista

Dalla Serie D per riformare la coppia vincente: «La Promo è la mia Champions League»

Il tecnico sulle mosse di mercato: «Presto ci saranno grosse novità, penso che la squadra sarà rivoluzionata»

Tricarico Viganò FBC Saronno

A sinistra il tecnico Danilo Tricarico, a destra il ds Fabio Viganò, pronti per l'avventura di Saronno dopo aver fatto le fortune della Casatese

In quel di Saronno si fa decisamente sul serio: dopo le nomine a Direttore Generale di Marco Proserpio, proveniente dall'Ardor Lazzate, e dell'ex Casatese Fabio Viganò come Direttore Sportivo, ecco anche un nome per la panchina, e chi a questo punto se non Danilo Tricarico? Il tecnico, proveniente da una parentesi alla Tritium, aveva fatto le fortune della Casatese proprio insieme a Viganò, portando la società fino ai playoff di Serie D. La coppia che scoppia è formata nuovamente, gestita da un profilo importante come Proserpio: per gli Amaretti si prospettano dunque tempi decisamente interessanti, e Tricarico lo sa bene.

Come nasce questa opportunità di allenare a Saronno?
«Il contatto iniziale con Fabio e Marco risale a qualche tempo fa; ci conosciamo da tanti anni e c'era la volontà di tornare a lavorare insieme. Sapevo della volontà di fare un qualcosa di importante qui a Saronno e ho accettato senza pensarci due volte».

Dalla Serie D alla Promozione, una scelta non da tutti.
«Scendere di due categorie per me non è assolutamente stato un problema. Siamo convinti che questa piazza abbia tutto per essere protagonista, e se uno conosce le persone che stanno entrando nella società capisce subito che in questa categoria saremo di passaggio».

Dopo questi anni di D come vedi il ritorno in Promo?
«Alleno ormai da vent'anni, sono partito dai Pulcini dell'Iris, facendomi tutte le categorie fino ad arrivare alla Rhodense, con la quale sono salito dalla Promozione all'Eccellenza; poi la mia esperienza alla Casatese. Da quando ho deciso di venire qui la Promo è la mia Champions League, presto la conoscerò bene».

Sul mercato siete ancora fermi rispetto ad altre società, qualche idea all'orizzonte?
«Pensiamo solo a casa nostra senza guardare molto fuori, poi da metà agostoo vviamente lavoreremo sodo per vincere. Riguardo al mercato per ora abbiamo giusto iniziato a fare le nostre valutazioni riguardanti la rosa, abbiamo diverse idee in cantiere, quel che è certo è che presto ci saranno grosse novità. Chiaramente il contributo richiesto dalla società, anche per le esperienze già fatte, sarà importante. L'obiettivo iniziale sarà dare alla squadra una propria identità: poi dal momento in cui avremo tanta fame e giocatori sicuramente forti pronti a fare la differenza. Penso che la squadra sarà rivoluzionata, con giocatori di altra categoria pronti a dare qualcosa in più».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400