Cerca

Promozione

Dopo l'ampia salvezza ecco la riconferma: «Pronti per un'altra grande annata»

C'è attesa per il rinnovo del direttore sportivo, mentre dal mercato arriva già il primo cambio a centrocampo

Luca Valente Lentatese

Luca Valente, tecnico della Lentatese che ha appena rinnovato per un altro anno

Dopo la grande stagione disputata, con una salvezza raggiunta con ampio anticipo visti i 44 punti ottenuti, frutto di 12 vittorie, 8 pareggi e 10 sconfitte, la Lentatese riparte dal suo condottiero, confermato in pieno, Luca Valente: «Sono molto felice di aver trovato un'intesa con la società e di rimanere qui a Lentate dove mi trovo alla perfezione». L'obiettivo per la stagione a venire, neanche a dirlo, è migliorare il pur buon piazzamento dell'annata appena conclusa: «Vogliamo come è naturale alzare ulteriormente l'asticella e provare a fare meglio del settimo posto; la società mi ha convinto dandomi garanzie importanti per quanto riguarda il mercato e penso avremo una rosa più che all'altezza per provare a fare un'altra grande annata». Altro rinnovo in vista quello del Direttore Sportivo Ivan Fagone, figura fondamentale per il team creatosi in questi anni. Per ora si è solo parlato, ma la firma dovrebbe arrivare a breve.

Valente torna poi sui cambiamenti da attuare in vista della stagione 2022-2023: «Vorremmo riuscire a tenere tutte le nostre pedine migliori, puntellando dove serve con tre o quattro giocatori di qualità ed esperienza, che onestamente un po' ci è mancata quest'anno». Per quanto riguarda le quote invece serve giusto qualche ritocco: «Con i 2004 penso che siamo a posto, ci servirebbe solo qualche classe 2003 per avere più possibilità di scelta all'occorrenza».

Il mantra societario e del tecnico però non cambia rispetto al passato: «Vogliamo sì migliorarci, ma mantenendo i piedi ben piantati per terra. Qui cerchiamo persone giuste che sposino in tutto e per tutto la nostra causa e che abbiano voglia di fare bene, di certo non faremo il passo più lungo della gamba mettendo in campo budget spropositati». D'altronde l'ambiente Lentatese è ottimo per proporre calcio, come sottolinea il condottiero: «Qui abbiamo strutture fantastiche per chi vuole fare calcio, ci alleniamo sul sintetico e per le gare abbiamo un bellissimo campo d'erba. Qui ci sono tutti i presupposti per allenarsi e fare bene».

Cambiando argomento, il mercato è già più che mai aperto e caldo. Dopo l'addio di Matteo Ballabio, centrocampista classe '99 tra i migliori della passata stagione, il primo acquisto dei sevesini non si è fatto attendere: il profilo è quello di Davide Riboldi, mediano classe '92 proveniente da una buonissima annata alla Solese. Il centrocampista è un volto noto per Valente, che lo ha già allenato nel 2016 quando era secondo in panchina proprio a Lentate. Con le sue oltre 200 presenze in categoria questo è proprio il profilo adatto per il tecnico sevesino: grande palleggio, personalità ed esperienza. Inoltre, proviene da un calcio fortemente propositivo come quello proposto da Massimiliano Villa. Le premesse dunque sono delle migliori, ora bisognerà aspettare ancora qualche settimana per i rinnovi ufficiali di gran parte della rose e dello staff, ma si respira aria ottimista.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400