Cerca

Promozione

Premio Giovani, ecco le 32 linee verdi vincitrici

Con le ultime retrocessioni tramite playout si possono tirare le somme per i premi nei quattro gironi

Premio Giovani, ecco le 32 linee verdi vincitrici

Il Lascaris di Andrea La Cava (2004) chiude secondo in classifica nel girone B

Il dado è tratto, nuovamente. Con l'ultimo Comunicato arrivano le ufficialità anche per la classifica del Premio Giovani 2021/22 dedicata alla Promozione, che ricordiamo essere la speciale graduatoria che premia l'utilizzo dei fuoriquota (per questa stagione considerati nel conteggio l'utilizzo di un calciatore nato nel 2001 e di uno nato nel 2002, esclusi i 2000) nei campionati di Eccellenza e Promozione. Così come avevamo spiegato per l'articolo dedicato all'Eccellenza quest'anno si è deciso di allargare il premio in denaro alle prime 8 società di ogni girone (qui sotto tutte le info del regolamento), con la prima squadra in classifica che ha ottenuto la somma di € 6.500. Premiate poi le società classificate fino all'ottava posizione, con premi a scalare.

IL REGOLAMENTO IN BREVE

Sono stati assegnati determinati punti in base a quanti minuti è sceso in campo un fuoriquota nel corso di una partita. Assegnato 1 punto per un fuoriquota schierato almeno 30' dall'inizio della stessa; 3 punti per un fuoriquota sceso in campo per l'intera durata del primo tempo o per l'intera durata del secondo; 4 punti per un fuoriquota utilizzato almeno 60' dall'inizio della stessa; 6 punti per un fuoriquota utilizzato per l'intera durata della gara. I punti non sono cumulabili tra loro.
Punti assegnati per ciascun giocatore fuoriquota schierato, a condizione che sia partito da titolare a inizio partita: per raccogliere dei punti senza partire da titolare il calciatore doveva giocare almeno un tempo intero di gioco. Non conteggiate nel calcolo del punteggio le ultime tre gare di campionato, gli eventuali spareggi, i play-off e i play-out.

Assegnati dei punti bonus alle società che svolgono attività di settore giovanile, rispettivamente nelle categorie Allievi (Under 17) e Giovanissimi (Under 15), indipendentemente se regionale o provinciale. Il bonus consiste nel 20% in più dei punti totalizzati (COLONNA BONUS NELLA TABELLA).

I premi verranno corrisposti alle società vincitrici entro il 30 settembre 2022, purché le stesse siano regolarmente iscritte ai campionati di competenza (Eccellenza in caso di promozione o Promozione). Escluse dal premio, come regolamento vuole, le società retrocesse.

PREMIO GIOVANI, GIRONE A

POSIZIONE SOCIETA' PUNTI BONUS TOTALE PREMIO
RETROCESSO SANTHIA' 269 53,8 322,8 -
BIANZE' 205 / 205 6500 €
SPARTA NOVARA 138 27,6 165,6 5000 €
VIGLIANO 143 / 143 4000 €
CITTA' DI COSSATO 81 16,2 97,2 3000 €
JUVE DOMO 71 14,2 85,2 2000 €
BULE' BELLINZAGO 63 12,6 75,6 1700 €
OMEGNA 45 9 54 1300 €
PIEDIMULERA 53 / 53 1000 €

Una vercellese va giù e una ne "approfitta" sul premio giovani. Il Santhià chiude primo in classifica con 322,8 punti, ma ad ottenere i 6500 € sono i "cugini" del Bianzè in virtù della retrocessione in Prima Categoria dei granata. Un risultato importantissimo per la formazione di Ugo Yon, che nonostante l'assenza dei punti provenienti dalle formazioni del settore giovanile hanno ottenuto l'ottimo score di 205 punti. Pesano le 29 presenze di Osegna (2002) e le 26 di Urena (2001), a cui si aggiungono le oltre 20 di Perinetti, Tornari, Provera e Giacomo Pasini.

Alle spalle dei vercellesi la Sparta Novara, che non ha bisogno di presentazioni per quanto riguarda il settore giovanile. Gli Spartans sono un fiore all'occhiello della zona e oltre alla promozione della Juniores ai Regionali arriva anche il secondo posto nel Premio Giovani dedicato al girone A. Premio ulteriore da dare alla società novarese per l'utilizzo massiccio di 2003 e 2004, tra cui spiccano Bondenari (2003, 29 presenze), De Collibus (2003, 26 presenze), Garda (2003, 24 presenze) e gli altri 7 ragazzi con oltre 10 presenze stagionali in prima squadra. La strada è già tracciata per la prossima stagione.

Sul podio anche il Vigliano che, nonostante la deludente stagione chiusa al decimo posto, guadagna la terza piazza e 4000 € di premio. Pesa la titolarità di Fasso tra i pali (2001), oltre alla sicurezza rappresentata da Rmouz (2003, 28 presenze), Grupallo (2002, 26 presenze), Botalla (2003, 25 presenze) e Caravello (2004, 24 presenze).

A premio, a scalare, anche Cossato (in lotta per la promozione in Eccellenza), Juve Domo, Bulè Bellinzago, Omegna e Piedimulera. Fuori il Briga, campione del girone (chiuso decimo in classifica).

PREMIO GIOVANI, GIRONE B

POSIZIONE SOCIETA' PUNTI BONUS TOTALE PREMIO
VDA CHARVENSOD 317 63,4 380,4 6500 €
LASCARIS 293 58,6 351,6 5000 €
QUINCITAVA 177 35,4 212,4 4000 €
ALPIGNANO 147 29,4 176,4 3000 €
CARRARA 176 / 176 2000 €
VOLPIANO 116 23,2 139,2 1700 €
PIANEZZA 111 22,2 133,2 1300 €
IVREA 93 18,6 111,6 1000 €

Hanno dominato tutto l'anno e alla fine della fiera hanno stravinto la classifica. Lo Charvensod ha iniziato l'annata in cima alla classifica Premio Giovani del girone B e ha chiuso con un divario minimo dal Lascaris, che ha battagliato fino all'ultimo con i valdostani. Tanti meriti alla linea verde che la società gialloblù, insieme al tecnico Claudio Fermanelli, ha voluto mantenere per la prima squadra, soprattutto grazie all'impiego di tanti ragazzi a cavallo tra Juniores e Promozione. Calciatori come Camelliti, classe 2001, non ha saltato nemmeno una partita (32 presenze totali), mentre ragazzi come Jotaz (2004, 28 presenze), Jorrioz (2001, 25 presenze), Alessio Maruca (2003, 23 presenze), Gabriel Gazzera (2003, 22 presenze) e Gerardo Mammoliti (2004, 22 presenze) hanno brillato per costanza e dedizione alla causa. Tanti anche i 2005 che hanno esordito come il portiere Stefano Maruca (13 presenze) e i vari Thomas Gazzera, Nastasi e Gobbo.

Secondi per pochi punti il Lascaris di Vincenzo Gaeta, che ancora una volta si conferma cantera di lusso in zona Torino. La lista di fuoriquota definitivamente consacrati in Promozione è lunga, a partire da Leonardo Pretti, classe 2003 autore di 30 presenze e 4 gol, e Andrea La Cava, classe 2004 anche lui in campo 30 volte e in gol 9 volte. Seguono poi la certezza Giambertone (2001, 29 presenze e 20 gol stagionali), la grande stagione di Filippo Di Carlo (2003, 24 presenze e fresco di doppietta contro l'Ivrea nei playoff) e la costanza di Marginean (2001), Marchesini (2003) e Vassallo (2003). Una garanzia che, con questa linea, resterà tale anche la prossima stagione.

Terzo in classifica il Quincitava, che mantiene alto il rendimento della propria stagione anche in prima squadra, valorizzando ulteriormente l'ottimo terzo posto in Under 19 con Vallomy in panchina. La squadra di Marco Vernetti totalizza 212,4 punti, lanciando tanti ragazzi del 2003 e del 2004 che si sono messi in mostra con Under 19 e Under 18 nel corso dell'annata. Francesco Vergano (classe 2003) in cima alle presenze per i fuoriquota nerostellati con 30 apparizioni, segue poi Alessio Yon (2004) con 28 presenze e a scendere la "banda" dei 2002 Scaglia Rat, Giglio Tos e Enrico Ferrari, tutti con oltre 20 presenze.

Completano le premiate gli ottimi risultati di Alpignano e Carrara, soprattutto dei Verdi vista l'assenza di punti bonus, a cui seguono Volpiano, Pianezza e Ivrea.

PREMIO GIOVANI, GIRONE C

POSIZIONE SOCIETA' PUNTI BONUS TOTALE PREMIO
RETROCESSA NICHELINO HESPERIA 358 71,6 429,6 -
PEDONA 311 62,2 373,2 6500 €
RETROCESSA MONTATESE 199 / 199 -
BUSCA 139 27,8 166,8 5000 €
CAVOUR 133 / 133 4000 €
BSR GRUGLIASCO 105 21 126 3000 €
PANCALIERI CASTAGNOLE 122 / 122 2000 €
RETROCESSA VILLARBASSE 83 16,6 99,6 -
CARIGNANO 72 / 72 1700 €
CHERASCHESE 50 10 60 1300 €
SCARNAFIGI 43 / 43 1000 €

Non solo salta il primo posto, ma anche il terzo. I grandi risultati ottenuti da Nichelino Hesperia e Montatese sono risultati vani per via della retrocessione di entrambe le formazioni, per i nichelinesi durante la regular season (decisivo l'ultimo posto) e per i langaroli dopo il playoff contro il Carignano. Sorridono quindi Pedona e tutte le altre a cascata, che scalano di due posizioni: primo posto che va quindi alla squadra di Giacobbe Zappatore, con la cifra di 373,2 punti. Certezza per Rizzo, classe 2001 con 28 presenze, e per Barbero, classe 2002 con 27 presenze, a cui seguono i vari Gazzera (portiere titolare del Pedona, classe 2001 con 26 presenze), Pallara (2001, 24 presenze) e Petris (2002, 23 presenze).

Secondo il Busca con il buon risultato di 166,8 punti: spicca il dato di Peano con 24 presenze (2001), Reinaudo con 23 presenze (2002) e Delpiano con 21 (2001). Si piazzano poco sotto i campioni del Cavour, che arrivano al terzo posto festeggiando il ritorno in Eccellenza con i 4000 euro di premio. Capogruppo dei fuoriquota utilizzati dai giallorossi di Pino Di Leone l'ex Pinerolo Bosio, con 28 presenze e 2 gol (classe 2003). Segue poi il dato importante di Giay, classe 2002 con 25 presenze, e dell'estremo difensore Ballario, in campo 19 volte (classe 2001). Da segnalare anche le prime gare in prima squadra di Zummo, classe 2004.

Chiudono la classifica BSR Grugliasco, PancaCasta, Carignano, Cheraschese e Scarnafigi. Out il Villarbasse, sesto in classifica ma retrocesso.

PREMIO GIOVANI, GIRONE D

POSIZIONE SOCIETA' PUNTI BONUS TOTALE PREMIO
RETROCESSO CIT TURIN 646 129,2 775,2 -
SAN GIACOMO CHIERI 411 53,4 493,2 6500 €
RETROCESSO BACIGALUPO 348 69,6 417,6 -
RETROCESSO MIRAFIORI 288 57,6 345,6 -
POZZOMAINA 267 53,4 320,4 5000 €
TROFARELLO 276 - 276 4000 €
NOVESE 150 30 180 3000 €
VALENZANA MADO 94 18,8 146,4 2000 €
PASTORFRIGOR STAY 118 - 118 1700 €
OVADESE 32 - 32 1300 €
GAVIESE 6 - 6 1000 €

Il risultato pazzesco del Cit Turin, che sulla carta stravince ogni tipo di classifica di Eccellenza e Promozione con 775,2 punti raccolti, viene vanificato per via della retrocessione della società di Angelo Frau in Prima Categoria. Sale quindi al posto del Cit il San Giacomo Chieri, che ottiene 6500 € grazie al costante investimento sui giovani che continuano a fare i collinari. Le fortune del San Giacomo le fanno i 2002, con 8 ragazzi con oltre 10 presenze nel corso della stagione appena conclusa. Guidano dall'alto Lanza, Longo e Sicchiero, tutti e tre con 28 presenze, seguiti poi da Raimondo (25 apparizioni), Calindo (19), Mastrandrea (17), Vergnano (15) e Scaturro (13). Si somma poi al grande risultato dei 2002 anche le 23 presenze di Bai, classe 2001, tutti elementi importanti per la salvezza del San Giacomo che, tra le premiate, ha chiuso con il punteggio più alto in assoluto di tutta la categoria

Tagliate fuori dal discorso premi anche Bacigalupo e Mirafiori, che sulla carta avevano ottenuto un gran punteggio che però non verrà considerato anche in questo caso per via della retrocessione. Sale al secondo posto il Pozzomaina, fresco di salvezza ai playout proprio contro il Mirafiori. Qua a farla da padrone sono i "terribili 2003" del Pozzo, gruppo unitissimo e ben collaudato che adesso si è preso in mano la squadra: Covello e Panetta mettono a referto 24 presenze, seguiti poi da Pavia (22), Renacco (20), e i fratelli Cazzuola entrambi con 17.

Lavora bene il Trofarello terzo, nonostante i punti mancanti dalla sezione bonus. Top presenze per Tafaro (27, classe 2001), Roncato (24, classe 2002), Ricci (21, 2001) e Leo (20, 2002), lavoro che la dirigenza biancorossa proverà a continuare a seguire anche il prossimo anno grazie anche alla promozione ai regionali della Juniores.

Le otto vincitrici completate dal quintetto alessandrino composto da Novese, Valenzana Mado, Pastorfrigor Stay, Ovadese e Gaviese

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400