Cerca

Promozione

Sconfitto in finale ed esonerato, ora la nuova avventura: «Nessun rimpianto, ora alzo l'asticella»

Nonostante il finale amaro contro l'Alpignano, Thomas Forzatti è orgoglioso: «Ringrazio tutti i ragazzi per quanto fatto. Bulè Bellinzago?Ci saranno grosse rivoluzioni»

Thomas Forzatti Bulè Bellinzago

Thomas Forzatti Bulè Bellinzago: l'ex allenatore del Città di Cossato cambia casacca, ma resta nel girone A di Promozione (foto Cunazza)

La stagione si è appena conclusa, ma i fari sono già puntati su quella che verrà. Gli ultimi giorni sono stati decisamente movimentati per Thomas Forzatti, ufficializzato il 29 giugno come nuovo allenatore del Bulè Bellinzago successivamente alla decisione del Città di Cossato di non confermarlo per la prossima annata, che sarebbe stata la quarta consecutiva alla guida dei gialloblù. Il finale dell'esperienza con la società della provincia di Biella è stata piuttosto amara, dato che proprio sulla linea del traguardo è sfumata la promozione in Eccellenza. Infatti, nella finale play-off, l'Alpignano si è imposto ai calci di rigore proprio ai danni del Cossato col risultato finale di 6-4 . Un'altra atroce beffa dopo il mancato salto di categoria nella regular season nonostante i ben 70 punti conquistati.

UN NUOVO FORZATTI

thomas forzatti bulè bellinzago

Prima di addentrarsi nella nuova realtà professionale, il nuovo tecnico del Bulè Bellinzago si è soffermato sulla cocente sconfitta contro i biancocelesti alpignanesi: «Non ho ancora rivisto la partita, probabilmente la rivedrò tra un mese e mezzo o due. Non ho nulla da dire in merito, se non che abbiamo disputato un’ottima prova complessivamente. Già dalla seconda metà della prima frazione di gioco ci siamo impossessati del pallino del gioco, gestendo molto bene il possesso e costruendo molteplici occasioni sopratutto usufruendo della fascia mancina dove avevamo una marcia in più. Nell’arco della ripresa avevamo la situazione sotto controllo, nonostante lo spessore dell’avversario. Fondamentalmente abbiamo peccato di precisione sotto porta, ci è mancato lo spunto offensivo decisivo nell’arco dei centoventi minuti. L’Alpignano ci ha creduto e ha sfruttato ogni occasione. Onore a loro, non hanno rubato nulla».

Forzatti ha voluto porre l'accento sul rapporto professionale ma sopratutto umano instaurato con i componenti della rosa: «Io dal canto mio non ho nulla da rimproverare ai miei giocatori nell’arco dell’annata, anzi. Si sono impegnati a fondo in ogni allenamento e partita, nonostante io sia molto pretenzioso da ognuno di loro sotto questo aspetto, nessuno si è mai lamentato e anzi hanno cercato sempre di dare il massimo, comportandosi in maniera esemplare. Li ringrazio per lo straordinario percorso svolto in questi dieci mesi e ci tengo a sottolineare il grande legame umano che si è creato nel tempo con ognuno di loro. Li sto sentendo telefonicamente in questi giorni per ringraziarli, nonostante non sarò più io il loro allenatore. Questo testimonia il gruppo unito che ho avuto il privilegio di allenare, staff incluso».

Forzatti ha rivelato come sia stata una scelta della società quella di non proseguire il rapporto professionale: «Mi sarei preso qualche ora per riflettere successivamente al giorno seguente alla finale, ma martedì mattina mi è stata comunicata la scelta da parte della società di non confermarmi per la prossima stagione. In virtù della loro decisione, sino a quel momento la mia priorità era sempre il Cossato, di non proseguire il rapporto professionale e conseguentemente di non far più parte dei loro programmi futuri, nella serata di martedì 28 giugno ho avuto un primo colloquio col Bulè Bellinzago. In seguito, mi sono preso mezza giornata per riflettere sulla loro proposta. Mercoledì 29 abbiamo avuto un secondo summit al termine del quale abbiamo formalizzato l’accordo».

Sui prossimi obiettivi da perseguire in vista della nuova stagione, il neo tecnico della compagine cossatese non si è sbilanciato, complice il fatto che la rosa del Bulè Bellinzago sia un cantiere aperto: «E’ successo tutto abbastanza improvvisamente, quindi non ho ancora avuto modo di parlare con i ragazzi. La società si sta muovendo sul mercato, la rosa verrà rivoluzionata con svariati movimenti sia in entrata sia in uscita. La prossima settimana verranno ufficializzati alcuni nuovi acquisti. Sto cominciando ad addentrarmi nella nuova realtà e nei prossimi giorni avrò i primi colloqui individuali con i giocatori che faranno parte del progetto tecnico della stagione che verrà. Non posso ancora sbilanciarmi su quali possano essere gli obiettivi della prossima annata, è un cantiere aperto e in continua evoluzione. Terrò il primo allenamento con la squadra nei giorni antecedenti a Ferragosto e avrò un quadro molto più chiaro della situazione».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400