Cerca

Calciomercato Promozione

Bomber con le valigie in mano: i botti arrivano da D ed Eccellenza

Greco non abbandona la nave e alza l’asticella con dei grandi colpi dal mercato. Nuova linfa nel cuneese per l'esordiente Redento

CALCIOMERCATO PROMOZIONE PIEMONTE DIEGO CAPONE

CALCIOMERCATO PROMOZIONE PIEMONTE: Diego Capone, ex Asti, colpaccio offensivo della Santostefanese

"Venghino signori, venghino..." è partito il calciomercato ed è partito col botto. In questi primi 12 giorni di luglio che coincidono con lo start della campagna acquisti, le big del Girone D sono state protagoniste assolute delle calde trattative. 

CAPITOLO NOVESE

Greco voleva e ha ricevuto le sue garanzie: «Era una situazione delicata che bisognava definire al più presto. Volevo capire le reali ambizioni della Novese e sono molto contento della comunione di intenti tra di noi - spiega Greco - Con l'arrivo in Promozione avevamo capito di avere una squadra importante per la categoria e quest'anno, nonostante i tanti problemi l'abbiamo dimostrato alla grande». Problema infortuni che ha perseguitato la squadra di Novi che ha dovuto fare a meno di giocatori di spessore come Motta, Clementini e soprattutto Merlano, che si allaccia perfettamente con la conseguente difficoltà di andare in rete: «Clementini e Merlano sono due giocatori di peso ed i alto livello che ci sono mancati molto. Per fortuna, ma anche per loro merito, abbiamo avuto delle grandi risposte dai nostri giovani come Bosic, Vinces, Bisio, Rossi, Paini, Frattoni e Pintabona, secondo me vera rivelazione della categoria. Giovani e veterani si sono amalgamati bene e abbiamo consolidato il gruppo, questo è il segreto, siamo molto uniti, la quadratura tattica della squadra è solo una conseguenza».

Parole di orgoglio di Greco che ora vuole alzare l'asticella per portare altri grandi risultati in una piazza importante e "esigente" come Novi. Come si alza l'asticella per una squadra arrivata terza a 56 punti, un girone di ritorno con una sola sconfitta, e la migliore difesa della categoria? Semplice. Conferme su conferme e acquisti mirati: ecco che dunque "il più forte portiere della categoria" Canegallo continuerà a difendere la porta della Novese, come 3/4 della retroguardia biancoceleste che dovrà fare a meno di Cimino, pronto a tornare a Castellazzo, ma prontamente rimpiazzato da un veterano come Camussi, in arrivo dall'Acqui.

Conferme anche a centrocampo che però sarà privo di Daniele Oliveri e di un pezzo grosso come Lazar Bosic: «Purtroppo con le nuove regole dei fuori quota non potevo garantirgli il posto da titolare. È un bravissimo ragazzo, si è sempre messo a grande disposizione e non posso che accontentarlo nelle sue richieste» afferma il tecnico. Per Bosic è pronto un posto nell'Ovadese di Carosio. Saluta bomber Tony Russo, ma Greco si "consola" con due grandi, anzi grandissime conferme arrivano in attacco e un big in arrivo: Ivaldi e Merlano comporranno anche nella prossima stagione due terzi del tridente biancoceleste che vedranno un nuovo grande protagonista che ha fatto molto bene ad Arquata nella passata stagione: Simone Torre è un nuovo attaccante della Novese e porta nel suo bagaglio i freschi 12 gol messi a segno nella passata stagione con la maglia dell’Arquatese. 

Due "vecchi" in arrivo che faranno da chioccia ai giovanissimi biancocelesti promossi in pianta stabile in Prima dalla Juniores Frattoni, Corsaletti, Rossi (tutti 2004) e Caneva (classe 2005). Un mix di esperienza e gioventù che si vuole ripetere ai livelli top, ma la concorrenza è ugualmente agguerrita e attrezzata come la Novese che parte dalla sua solidità e con Torre, Merlano, Ivaldi e Oberti vuole sopperire al mal di gol.

RESTYLING SANTOSTEFANESE 

La Santostefanese del patron Margaglio, che sta seguendo in prima persona insieme a Madeo il mercato, e del neo tecnico Alessandro Redento si sta muovendo bene nei fitti sentieri del mercato. Il progetto di ringiovanimento della rosa mantenendo alta l'asticella della qualità sta proseguendo a gonfie vele: confermatissimi infatti i biancoblù nati nel nuovo millennio Macaione, Tassone, Bortoletto e Claps, insieme agli esperti Tarantini, Bregaj, Galuppo, Boschiero e Mondo che conoscono bene l'ambiente belbese.

La dirigenza si sta facendo in quattro per mettere a disposizione di Redento una squadra "fresca" e affamata che possa migliora il 6° posto della scorsa annata: è il classe '98 Diego Capone, in arrivo dall'Asti, il grande acquisto da copertina dei biancoblù, che si assicurano un attaccante totale, forte nel gioco aereo e abilissimo col pallone fra i piedi lavorando molto con e per la squadra anche lontano dalla porta. L'ex San Giacomo Chieri, con cui ha esultato ben 13 volte in 30 gettoni stagionali, va a rinforzare un attacco che oltre alla garanzia Gomez, per cui non è ancora stata annunciata la conferma, vedrà anche Alessandro Ramello (leva 2000) in arrivo dal Felizzano neopromosso.

Un parco attaccanti di tutto rispetto che sarà sorretto da un mediana che possiamo definire muscolosa: Vuerich e Bortoletto condivideranno il centrocampo infatti con un mastino che di nome fa Ousseynou Thiao ('96), scuola Toro e campione nazionale con la Primavera di Moreno Longo in arrivo dal San Domenico Savio Asti, da cui proviene anche il giovanissimo difensore Giacomo Sega, 6 presenze in Eccellenza per il classe '03. Difesa belbese che riabbraccia il 2000 Lorenzo Mazzon, praticamente sempre presente la scorsa stagione con 29 gettoni e assento solo nel match di ritorno proprio contro la Santostefanese. Insomma un lavoro molto, molto interessante della società di Santo Stefano Belbo che apre il nuovo, giovane e ambizioso corso targato Redento sta facendo la voce grossa sul mercato.

RAFFICA DI MERCATO

Ma non stanno a guardare le altre.
Il sopracitato San Giacomo Chieri riparte, e riparte dalle fondamenta: è ufficiale l'arrivo in panchina di Pastore, ex allenatore del Borgaro U17, con cui si vuole proseguire il progetto "km0" e green dei Leoni. Confermati in massa i biancorossoblù protagonisti della scorsa stagione come Romano, Raimondo, Longo, Sicchiero e Lanza mentre si attendono novità per Veglia e Del Conte. Sfumata la trattiva per fare tornare fra i Leoni Capone, la società ha virato su Umberto Riggi, giovanissimo attaccante classe '04 del Chieri già da 6 mesi al San Giacomo e riconfermato in Prima Squadra, così come Iosif, Cavicchioli e Fabbrini.

In quel di Ovada invece Carosio è pronto a partire con i suoi giovanissimi già allenati nei 6 mesi in Juniores: Cannonero, Massari, Mazzotta, Regini, Visentin, Merialdo, Barletto, Leone e aggiungono al parco attaccanti un talento come Coletti, ala ex Acqui classe 2003, oltre al già citato Bosic dalla Novese, per il nuovo centrocampo biancostellato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400