Cerca

Promozione

Feriolo Re del mercato: colpi in successione per rivoluzionare la rosa

La neo promossa società bavenese vuole fare il salto di qualità e ha effettuato un restyling dell'organico, sopratutto a centrocampo, per essere la rivelazione del girone

Luca Cherchi

Luca Cherchi, centrocampista classe 1985, elemento di grande esperienza nel panorama del Girone A di Promozione

Salto di categoria, salto di qualità. Dopo aver conquistato il passaggio in Promozione, grazie alla vittoria del Girone A della Prima Categoria nell'arco dell'ultima annata, il Feriolo è una delle società più attive sul mercato, se non la più attiva. La neo promossa compagine bavenese ha svolto un profondo restyling della rosa per incrementare il tasso tecnico complessivo e ampliare le soluzioni disponibili per il tecnico Pissardo. La dirigenza gialloblù ha puntato su profili che hanno già militato in Promozione e in Eccellenza oltre alle giovani promesse in ottica futura.

DIFESA

Il primo innesto per rinforzare il reparto arretrato è Edoardo Ferrario, terzino classe 2003 reduce dell'esperienza al Baveno, società con la quale ha prima svolto tutta la trafila delle giovanili e successivamente ha debuttato in Eccellenza l'annata antecedente. Di ruolo terzino sulla corsia sinistra ,è polivalente dato che è in grado sia di agire anche sulla fascia opposta opposta. E' un esterno basso più di copertura che di spinta, legge bene l'azione ed è dotato di un gran senso del posizionamento.

Per quanto concerne la zona centrale della retroguardia difensiva, la dirigenza ha puntato su Ivan Zingaro, classe 1989 proveniente dal Verbania. Difensore centrale di grande esperienza, è un libero, bravo nei contrasti aerei e nel comandare il reparto arretrato grazie alle sue doti comunicative e all'ampia esperienza professionale maturata. Nella marcatura è abile nel contrastare l'avversario in velocità.

CENTROCAMPO

Passando al centrocampo, questo è il reparto che ha subito il restyling più approfondito all'interno della rosa. I gialloblù hanno formalizzato l'accordo col Baveno per il trasferimento di Matteo Genesini, società con la quale ha avuto modo di disputare molteplici partite in Eccellenza quando sulla panchina dei bavenesi sedeva Pissardo, attuale tecnico del Feriolo. A centrocampo gioca come centrale in qualità di regista. Il suo raggio di azione è ampio dato che con la sua visione di gioco rappresenterà il fulcro del gioco della compagine gialloblù. 

Il Feriolo, oltre ai profili più navigati, ha volto lo sguardo al futuro investendo su tre giovani promesse classe 2004 per incrementare le soluzioni disponibili sulla mediana. In questo senso, il primo rinforzo è Marco Limido, reduce dall'annata alla Cannobiese in Prima Categoria. A centrocampo gioca come esterno alto su ambedue la corsie, dove spicca per il suo dinamismo e la capacità di svariare sul fronte offensivo non concedendo punti di riferimento alla retroguardia difensiva avversaria. È Bravo nell'uno contro uno e nel dribblare l'avversario in velocità.

Il secondo innesto è Tommaso Ferraris, proveniente dal settore giovanile del San Francesco Verbania. A centrocampo ricopre il ruolo di mezz'ala di contenimento, aggiunge sostanza alla mediana dove si contraddistingue per la sua capacità di recuperare palloni. Infine, è stato ufficializzato l'ingaggio di Samuele Lilla dal San Pietro Gravellona. Sulla mediana agisce come mezz'ala di inserimento, data la sua predisposizione ad attaccare la profondità negli spazi aperti inserendosi con tempismo impeccabile.

Successivamente ai giovani talenti, gli ossolani hanno formalizzato il duplice colpo in casa Omegna ingaggiando Luca Paganini e Luca Cherchi. Il primo è di ruolo mezz'ala e può essere adattato come esterno grazie alla sua polivalenza tattica. Si destreggia sia in fase di contenimento, fornendo supporto in copertura, sia in fase offensiva, dove è in grado di attaccare la profondità negli inserimenti. Il secondo, invece, è un centrocampista esperto, carismatico e uomo spogliatoio vista l'esperienza maturata date le sue 37 primavere. Gioca come centrale, dove da ordine in fase di possesso ed è in grado di fare da filtro in fase di copertura. Destro educato, è abile nell'impostazione e nel verticalizzare. Può abbassarsi ricoprendo il ruolo di vertice basso davanti alla mediana.

ATTACCO

Novità anche sul fronte offensivo. Dal Solduno, compagine del panorama calcistico dilettantistico svizzero, arriva Gabriele Ingignoli. Di ruolo attaccante, è una prima punta di presenza all'interno dell'area di rigore grazie anche alla sua prestanza fisica che lo rende un osso duro nei contrasti e abile nel gestire la sfera. Tecnicamente, il suo marchio di fabbrica è la precisione nel tiro, anche dalle lunghe distanze. Ha già avuto modo di giocare in Promozione dato che nel corso dell'ultima annata ha militato nel Vogogna sino dicembre.

Proseguendo sulla linea giovane, la società gialloblù ha prelevato dal Baveno l'attaccante classe 2003 Alessandro Gnata. La sua duttilità sul fronte offensivo, dove sa destreggiarsi sia come centravanti sia come esterno offensivo, amplierà le soluzioni a disposizione del tecnico gialloblù sul reparto avanzato. Quando viene schierato come prima punta funge da regista avanzato, si abbassa sulla trequarti per ricevere la sfera, gestisce la palla e la sa smistare. Quando invece agisce come ala cerca di verticalizzare la giocata con imbucate tra le linee a sostegno della punta di riferimento. 

Infine, il Feriolo ha formalizzato il doppio colpo di prospettiva ingaggiando i classe 2004 Luca Falciola, esterno sia basso sia alto, e Andrea Bertolotti, ala, ambedue provenienti dal settore giovanile del San Francesco Verbania.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400