Cerca

Coppa Promozione

Dopo 10 anni riecco il derby: un palo, occasioni e tutto resta aperto per il ritorno

Nel primo tempo un destro di Brugnera si infrange sul legno ad Appendino superato, all'«Ariagno» match a tratti vibrante tra squadre che non ci stavano a perdere

Bianzè-LG Trino

Anis Azhar e Mattia Federico del Bianzè in marcatura stretta su Giovanni Bernabino, eterno attaccante del LG Trino

Né vincitori e né vinti per il primo derby stagionale di Coppa tra il Bianzè ed il LG Trino dei tanti ex. Più potenziale e più occasioni per la squadra di Ugo Yon, ma il giovane organico di Alberto Costanzo ha tenuto botta ribattendo ai colpi in qualche circostanza. La chance più ghiotta per sbloccare la gara l'ha avuta Brugnera, con un diagonale terminato contro il palo in maniera sfortunata nel primo tempo. Per il resto molte conclusioni fuori. Nella ripresa si è visto molto poco, con le due squadre stanche e con poca inventiva. Il match ritornava dopo 10 anni di assenza, dal momento che Bianzè e LG Trino (allora Le Grange) si erano fronteggiate per l'ultima volta nella stagione 2012-2013 nel Girone E di Prima Categoria, con un 2-2 a Bianzè e un 2-1 a Trino. 

LA TATTICA I padroni di casa si schierano con un coperto 4-4-1-1 nel quale debuttano le novità Ghannay (classe 2003 basso a sinistra) e Carena (classe 2004 alto a destra). Il terzo fuoriquota è il rientrante Appendino. In avanti si punta sulla rapidità di Marteddu, sostenuto da Azhar. A centrocampo buona la coppia Federico-Provera. Gli ospiti invece mostrano un quadrato 4-4-2, con Vergnasco e Bernabino punte di ruolo e Brugnera e Passannante larghi rispettivamente a sinistra e destra. Poche le sorprese, con l’invidiabile coppia Meo Defilippi-Birolo centrale e il classe 2003 Verbano ancora adattato basso a sinistra.

LEGNO DI BRUGNERA In avvio il LG Trino sembra più organizzato da subito e al 4' ha la prima occasione: apertura di Vergnasco sulla destra, raccoglie Passannante ma spara fuori misura a lato. Il Bianzè tenta la carta del tiro da fuori al 13' e la conclusione di Provera per poco non gioca un brutto scherzo a Cerruti. I pericoli maggiori li porta comunque la formazione di Yon, che al 19' usufruisce di una punizione dai 25 metri battuta di destro a giro da Brugnera sulla quale Appendino è bravo a deviare in corner. Dall'angolo a seguire invece colpo di testa a centro area di Bernabino e palla non di molto oltre la traversa. Poi due contropiedi. Sul primo al 31' il destro di Vergnasco è deviato in angolo. Sul secondo al 34' rasoterra da destra di Bernabino per l'accorrente Verbano che a botta sicura calcia clamorosamente fuori. La difesa bianzinese è in bambola e al 35’ Brugnera penetra facilmente da sinistra e a tu per tu con Appendino coglie un clamoroso palo, Birolo raccoglie la respinta ma viene fermato prima di battere a rete. Episodiche le fiammate del Bianzè, che al 40' impegna Cerruti direttamente dalla bandierina con un velenoso corner di Tornari, smanacciato dal portiere ospite.

RIPRESA NON ALL’ALTEZZA Nel secondo tempo invece subito un colpo di testa di Bernabino da posizione defilata, troppo sul primo palo per impensierire Appendino. Al 3' risponde Provera con un destro da fuori che termina a lato non di molto alla destra di Cerruti. I ritmi non sono più quelli alti del primo tempo, anche a causa del gran caldo, e si vede meno manovra. Al 15' però bella fiammata di Brugnera da sinistra, tocco arretrato per Bernabino che da buona posizione spara oltre la traversa. La mezz'ora finale è davvero al piccolo trotto e nonostante i molti cambi il punteggio non si schioda dallo 0-0. Non che le squadre tirino i remi in banca, semplicemente affiora una gran stanchezza per tutti. Discorso di passaggio del turno rimandato perciò al ritorno a Trino di giovedì 15.

IL TABELLINO

c c c c c c c c

La terna arbitrale del derby vercellese: il direttore di gara Davide Tapparo della sezione di Ivrea, con i collaboratori Vito Gaetani e Roberto Brivitello di Novara

BIANZÈ-LG TRINO 0-0
BIANZÈ (4-4-1-1):
Appendino 6.5, Tornari 6.5, Ghannay 6.5, Geminardi 7, Rega 6.5, Federico 6.5 (22' st Raffa 6), Valrosso 6 (25' st Perinetti 6), Provera 7, Azhar 6 (44' st Corinaldesi sv), Marteddu 6 (37' st Parrinello sv), Carena 6.5. A disp. Perucca, Giorgi, Lanfredini, Mahmood, Squara. All. Costanzo 6.5.
LG TRINO (4-4-2):
Cerruti 6.5, Albino 6.5 (30' st Zannotti 6), Verbano 7, Baggio 7, Pane 6.5, Birolo 6 (16' st Pasini A. 6), Passannante 6.5 (34' st Chiaria sv), Meo Defilippi 7, Vergnasco 6.5 (22' st Osenga 6), Bernabino 6.5, Brugnera 6.5. A disp. Berruti A., Buscaglia, Maino Giordano, Ferrara, Pallavidino. All. Yon 6.5.
ARBITRO:
Tapparo di Ivrea  6.5.
COLLABORATORI:
Brivitello  e Gaetani.
AMMONITI:
Marteddu, Azhar, Federico, Tornari (B), Baggio (LT).

LE PAGELLE 

 BIANZÈ

a a a a a a a

L'undici di partenza del Bianzè, scelto dal tecnico Alberto Costanzo per il debutto stagionale tra le mura amiche


Appendino 6.5
Una bella parata su punizione di Brugnera. Poi poco altro.
Tornari 6.5
Se la cava come può con Brugnera, mai senza lottare però.
Ghannay 6.5
Buon debutto in Promozione, contiene bene Passannante.
Geminardi 7
Diventa il fulcro assoluto della difesa e riesce a sbagliare pochissimo.
Rega 6.5
Tanta lotta in retroguardia, bravo soprattutto in anticipo.
Federico 6.5 
Insieme a Provera forma un buon centrocampo di sostanza. Chiude in appoggio della punta.
22' st Raffa 6
Subito un giallo, in attesa di carburare.
Valrosso 6
Potrebbe sfruttare meglio qualche indecisione trinese a sinistra.
25' st Perinetti 6
Qualche incursione da sinistra.
Provera 7
Già pronto alla battaglia. Va alla conclusione più di tutti tra i suoi e sembra sappia sempre cosa deve fare.
Azhar 6
Opera discretamente sulla tre quarti prima e in mezzo al campo poi. Da trovare ritmo dopo un anno di Csi. (44’ st Corinaldesi sv)
Marteddu 6
Molto solo in attacco, generoso e fa quello che può. (37’ st Parrinello sv)
Carena 6.5
Debutto volenteroso in fascia. Lunghe leve, potrebbe essere una bella scoperta mettesse più grinta.
All. Costanzo 6.5
Un buon esordio, la necessità è però quella di trovare soluzioni d’attacco più concrete.

LG TRINO

b b b b b b b b b b

Il LG Trino schierato da Ugo Yon per l'esordio in Coppa, nell'anno del ritorno in Promozione dei biancoazzurri dopo 7 anni di Eccellenza

Cerruti 6.5 Sempre attento, non compie praticamente interventi.
Albino 6.5
Discreta amalgama con i compagni di difesa. Soffre poco dalla sua parte.
30’ st Zannotti 6
Buona copertura a destra.
Verbano 7
Bravo a calarsi nella parte di terzino sinistro con generosità.
Baggio 7
Di testa non ne sbaglia una, grande prova difensiva.
Pane 6.5
Governa tutto sommato bene la retroguardia, badando al concreto.
Birolo 6
Buona la conquista della palla, le geometrie invece latitano ancora.
16’ st Pasini 6
Ci mette tanta grinta ma a livello generale le energie calano.
Passannante 6.5
Discreto debutto, ha anche un’occasione che però non sfrutta a dovere. (34’ st Chiaria sv)
Meo Defilippi 7
Si avventa subito sulla sfera e fa subito vedere la categoria in più che meriterebbe. Passaggi e sgroppate utili a portare la squadra in attacco.
Vergnasco 6.5
Sgomita con astuzia in attacco, lavoro di sponda.
22’ st Osenga 6
Largo a sinistra, ha pochi palloni giocabili.
Bernabino 6.5 Un ottimo appoggio per i compagni, le occasioni migliore del LG Trino sono le sue.
Brugnera 6.5
Croce e delizia, si fa strada e crea pericoli per gli avversari, ma a volte è troppo solista.
All. Yon 6.5
Squadra ben disposta, da affinare qualche meccanismo in avanti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400