Cerca

Promozione

Manca il pubblico, ma non lo spettacolo: una cannonata dal limite regala i primi tre punti

A Lolli risponde Gjonaj, chiude tutto il subentrato Cicola che regala i tre punti ai bianconeri

Lolli Meda

PROMOZIONE MEDA: Nicolò Lolli, apre lui le danze durante la prima giornata (FOTO CASTAGNA)

Si gioca a porte chiuse, ma lo show c'è tutto: finisce 2-1 al Busnelli tra Meda e Base 96. Una partita equa, sporcata forse da un arbitraggio poco preciso. Aprono le danze proprio i padroni di casa con Lolli (8'), al quale risponde prontamente il rigore di capitan Gjonaj. Ma il Meda dilaga durante la seconda frazione di gioco e la sassata del subentrato Cicola chiude la prima giornata di campionato.

APRE LOLLI, RISPONDE CAPITAN GJONAJ

Ping-pong: questa la parola perfetta per descrivere i ritmi iniziali della gara. Da un lato, il Meda di Cairoli dimostra tanta velocità sulle fasce, complice un Lolli che oggi non ha paura di nulla. Dall’altro lato, i rossoverdi di Varaldi sfoggiano tanta tecnica e qualità. Non è un caso, infatti, se dopo 7’ arriva la prima grande occasione ospite, con la conclusione di punta di Riboldi che vede i guantoni del prodigioso Chierico. Basta un giro d’orologio al Meda per dimenticare questo brutto sogno e scriverne uno più felice con la firma di Lolli (8’). Lancio in avanti per il 7 bianconero – dubbia la posizione al momento della partenza -, controllo e dribbling su Tomasello: è 1-0 al Busnelli. Gli ospiti non abbassano il ritmo, anzi lo alzano e basta. Arriva al 19’ l’occasione del pareggio: Cazzaniga s’invola sulla fascia sinistra, salta più avversari possibili e scarica in area, solo il salvataggio di Arienti quasi sulla linea lascia invariato il risultato. Il Base 96 continua ad acquistare campo, e quasi scoccata la mezz’ora i conti si pareggiano. Il contatto in area tra Riboldi-Arienti viene giudicato falloso dal direttore di gara: sulla zolla è capitan Gjonaj, che spiazza Chierico. Come si è aperto, così si chiude la prima frazione di gioco: qualità e grinta da entrambe le parti, sporcate forse da un arbitraggio non sempre corretto.

CICOLA, CHE CANNONATA!

Se i ritmi del primo tempo sembravano alti, quelli del secondo li superano di gran lunga. La seconda frazione si apre con un doppio cambio in casa Meda: l’uscita di Ponti e Barbera favorisce l’ingresso di Palumbo e Tartaglione. I padroni di casa sembrano controllare alla perfezione la gara, trovando dopo 5’ il palo esterno con la sassata di Filomeno. Cambi anche in casa Base 96: entrano Rescaldani (grande protagonista) per Staffoni e Carraro per l’ammonito Siviero. I rossoverdi alzano il livello del gioco, complice un Cazzaniga che ha tanta voglia di segnare, ma il Meda non ha nessuna voglia di stare in silenzio. La risposta di casa arriva, e che risposta bisognerebbe dire. Palla al limite dell’area, arriva il subentrato Cicola: la sua cannonata riporta i bianconeri in vantaggio (34’). Sembrerebbe già tutto archiviato, ma al 36’ l’ennesima decisione arbitrale che alza non poche urla dai pochi presenti. Su una svirgolata indietro, Tomasello blocca con i guantoni: il direttore Tosi fischia l’incorrettezza con una punizione-rigore che non cambia però il risultato.

IL TABELLINO

MEDA-BASE 96 2-1
RETI: 8’ Lolli (M), 26’ rig. Gjonaj (B), 34’ st Cicola (M).
MEDA (4-1-3-2): Chierico 7.5, Molteni 6.5 (15’ st Ronzoni 6), Arienti 6 (25’ st Cicola 8), Michi 7, Nardone 6.5, Ponti 6.5, Lolli 7.5, Ballabio 6.5 (15’ st Guarnaccia 6), Ponti A. 6 (1’ st Palumbo 6), Filomeno 6.5, Barbera 6 (1’ st Tartaglione 6). A disp. Allievi, Guidi, Sciascia, Barzaghi. All. Cairoli 7.5.
BASE 96 (4-3-3): Tomasello 7, Scilingo 6.5 (25’ st Reyes 6.5), De Petri 7, Gjonaj 7, Arienti R. 6.5, Villa 6.5, Staffoni 7 (10’ st Rescaldani 7), Siviero 5.5 (10’ st Carraro 6), Riboldi 7 (20’ st Ferè 6), Rossi 6 (30’ st Cutuli 6), Cazzaniga 7.5. A disp. Porro, Cappanera, Grassi, Buran. All. Varaldi 7.
ARBITRO: Tosi di Busto Arsizio 5.5.
AMMONITI: Siviero (B), Ponti A. (M), Lolli (M), Barbera (M), Carraro (B), Palumbo (M), Michi (M).

LE PAGELLE


MEDA
 
Chierico 7.5 Stu-pen-do dopo 7’ sulla conclusione dell’avversario Riboldi, così come al 23’ su quella di Cazzaniga dalla distanza. Stesso discorso durante la seconda frazione di gioco quando è importante mantenere il risultato inviolato.
Molteni 6.5 Interventi efficaci che arrivano al momento giusto. Sicuramente il fattore altezza gioca anche dalla sua parte.
15’ st Ronzoni 6 Ingresso positivo, il subentrato recupera qualche pallone interessante in momenti di pressing.
Arienti 6 Preciso, è suo il salvataggio al 19’ che mantiene la squadra in vantaggio. Meno preciso sull’intervento che regala il rigore agli avversari, nonché il pareggio.
25’ st Cicola 8 Entra e dopo 10' decide la gara con una sassata imprendibile: applausi!
Michi 7 10 e lode per un difensore centrale che ha il merito di bloccare il talentuoso Riboldi in ogni occasione possibile.
Nardone 6.5 Pazienza e calma. Dà lui il ritmo in fase di ripartenza, capendo quando accelerare e quando ragionare.
Ponti 6.5 Stesso discorso del compagno Nardone. Ha intelligenza ed efficacia in fase difensiva, quella che serve per non prendere altri gol.
Lolli 7.5 Un motorino senza alcun freno inibitore sulla fascia destra. Suo il gol che apre le danze della prima giornata, suoi i tanti spunti fino alla fine della gara.
Ballabio 6.5 Recupera troppi palloni a centrocampo per essere contati. Utilizza la propria fisicità nel modo migliore, s'invola più di una volta al centro del campo.
15’ st Guarnaccia 6 I pochi presenti sugli spalti lo acclamano. Esperienza dalla sua parte, gli interventi sulla fascia sono puliti. Tanti i lanci in avanti.
Ponti A. 6 Grinta e tecnica, controlla bene il pallone spalle alla porta riuscendo a mantenere la propria posizione ma non incide abbastanza.
1’ st Palumbo 6 Il classe 2002 cerca di farsi trovare al posto giusto nel momento giusto. Prestazione sufficiente.
Filomeno 6.5 Tanta qualità, ma soprattutto un ritmo senza pari che a fatica viene contenuto dalla difesa rossoverde. Un po’ il fantasista dei bianconeri, sul pallone danza, peccato l'assenza di gol.
Barbera 6 Un po' lo stesso discorso del compagno Ponti A., la tecnica c'è e si vede, i dribbling sono perfetti, ma manca qualcosa alla fine.
1’ st Tartaglione 6 Bei controlli e dribbling in avanti, gioca un tempo in meno ma dice la sua.
All. Cairoli 7.5 Un inizio stagione scoppiettante, all'insegna della tecnica e qualità. Al Meda non manca tanto, forse qualche imprecisione al centro del campo. Ma la squadra c'è e il tabellino lo dimostra.

 
BASE 96


Tomasello 7 Non compie molti interventi durante la prima frazione di gioco, così come durante il tempo successivo non è troppo impegnato. Risponde bene alla conclusione finale di Filomeno.
Scilingo 6.5 Cerca di chiudere le porte sulla fascia sinistra come può, con interventi puliti e precisi senza commettere falli.
25’ st Reyes 6.5 Chiude a dovere la fascia destra, colpi di testa in anticipo con un uso perfetto del corpo.
De Petri 7 Altezza mezza forza in campo, e si vede. Ma il terzino offre anche tanti spunti in avanti per i compagni di squadra.
Gjonaj 7 Il capitano dà la giusta calma e tranquillità ai suoi nei momenti più difficili, gestendo a dovere le sfere. Offre giocate da applausi durante la prima frazione di gioco. Grintoso per 90 minuti.
Arienti R. 6.5 Nel corpo a corpo è difficile superarlo. Con la fisicità dalla sua parte, riuscire a passargli oltre non è semplice per nessuno.
Villa 6.5 Oggi non brilla al 100% però la sua presenza c'è. Da rivedere qualcosina là dietro, ma il tempo non manca sicuramente.
Staffoni 7 Bene sulla fascia destra, si rende sempre disponibile e offre palloni interessanti al centro dell’area. Buone chiusure anche in fase offensiva.
10’ st Rescaldani 7 È l'ingresso migliore in campo. Dà una velocità assurda alla manovra dei suoi, salta a dovere ogni avversario gli si pianti davanti.
Siviero 5.5 Pecca di troppa fisicità durante la prima frazione di gioco, portandosi sulle spalle non pochi falli. Stesso discorso durante i primi minuti del secondo tempo, viene prontamente sostituito
10’ st Carraro 6 Fisico dalla sua parte, con la sua altezza anticipa di testa tutti. Forse un po' nervoso a centrocampo però.
Riboldi 7 Wow. Se alla prima giornata questo è il livello, chissà cosa riserveranno le prossime. Giocatore completo, dalla testa ai piedi. Manca però il gol.
20’ st Ferè 6 Ci prova a dire la sua, ma il tempo stringe e la difesa del Meda lo chiude a dovere.
Rossi 6 Il meno presente in campo durante la prima parte della gara. Non tocca molti palloni e si fa vedere poco, nessun'azione o iniziativa personale.
30’ st Cutuli 6 Quindici minuti non bastano per cercare di fare qualcosa, soprattutto con il nervosismo in campo. Amministra bene tuttavia i pochi palloni che tocca.
Cazzaniga 7.5 Forse il più tecnico degli ospiti. Sulla fascia sinistra è un gran pericolo per il Meda. Protagonista assoluto nel secondo tempo, ha caratteristiche e giocate, peccato per la conclusione finale che non trova mai la porta.
All.Cairoli 7 Una partenza di stagione positiva, sporcata da pochi errori e tanto nervosismo causato dal fischietto di gara. Tanti i protagonisti della squadra, non sarà sicuramente questa sconfitta a segnare il percorso dei rossoverdi.
 
ARBITRO
Tosi di Busto Arsizio 5.5
Restano alcune perplessità sul primo gol del Meda, così come su quella punizione-rigore data quasi allo scadere. Utilizza un metro proprio nel fischiare falli e cartellini. La sua condizione accende sicuramente gli animi in campo e non.

LE INTERVISTE

Al termine della gara, il tecnico di casa Cairoli commenta così la partita: «Non abbiamo giocato una bellissima partita. Il risultato però è a favore nostro quindi prendiamo come positiva questa prima giornata e andiamo avanti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400