Cerca

Promozione

Oltre 20 anni di differenza tra i marcatori: i rossoblù vincono con l'alleanza tra generazioni

Esordio felice per il Lucento al Riconda: dopo un primo tempo bloccato cala il tris sul neopromosso Colleretto

LUCENTO COLLERETTO PROMOZIONE Tucci D'Agostino Salerno

LUCENTO COLLERETTO PROMOZIONE; Tucci (20059, D'Agostino (1982) e Salerno (2001): generazioni a confronto e prima vittoria in campionato

Lucento promosso anche alla prima di campionato al Riconda: Maione vince 3-0 sul Colleretto non senza sofferenza, spazzata via nel secondo tempo dopo aver tirato fuori i colpi giusti al punto giusto per scardinare l'ottima prestazione canavesana. D'Agostino, Salerno e Tucci firmano i 3 punti rossoblù, nonostante un primo tempo dove sembrava maggiormente sul pezzo il Colleretto, anche se con tanta fatica nel creare vere palle gol.

I gialloblù di Conta mostrano una buona prestazione, ma davanti è mancato qualcosa: Amoruso impalpabile nel primo tempo e una squadra ben concentrata nei primi 70 metri, meno dalla trequarti in avanti. Tolte due palle gol a inizio ripresa il Colleretto non è riuscito ad impensierire davvero Sperandio, ma nonostante ciò le buone idee per il seguito della stagione ci sono. Serve trovare lucidità davanti per mettere punti pesanti in cascina.

STALLO ALLA MESSICANA

Lucento fresco di vittoria in coppa contro il Carrara e voglioso di iniziare subito al top la propria stagione: senza tanti ragazzi impegnati con l’Under 19 arrivata seconda al SuperOscar Maione schiera un mix di fuoriquota e veterani, dagli ex BSR Sperandio tra i pali e Zammuto in difesa passando per bomber D’Agostino davanti. I rossoblù infatti provano a condurre l’incontro, ma tra le fila del Colleretto si sente già la mano di Luca Conta: gioco rapido centralmente e sulle corsie esterne, con la scelta di Riccardo Valsecchi nel ruolo di cervello del 4-3-3 canavesano. Di occasioni però ce ne sono poche: le due squadre fanno bene nei primi 70 metri di campo, per poi mancare di quel pizzico di precisione decisiva dalla trequarti in su. Merito anche delle difese, che ben fanno schermo a Bono da un lato e a Sperandio dall’altro e che mettono in difficoltà le punte centrali D’Agostino e Amoruso.

Gli spazi si trovano sul lungo periodo. Qualche fischio in più e primi gialli che volano figli di giocate individuali che iniziano a riuscire. A faticare di più a trovare soluzioni offensive è il Lucento, che tolto un buon Epifani che a destra mette in scena un gran duello con Vetri (tra i migliori, a sua volta, nella retroguardia del Colleretto) fatica a mettere in difficoltà seria Bono, anche nei piazzati (buona mattonella per Concilio al 39’, alta di molto). Dall’altro lato Valsecchi sale in cattedra e riesce con buona frequenza ad innescare i mobili Susbenso e Luca Soster, così come le ali Actis Grande e Mantoan, che però non riescono a concludere a dovere le azioni ben costruite. Malissimo invece Andrea Amoruso, con tanti errori grossolani e poco aiuto alla squadra sia di sponda che nel computo delle occasioni create. Primo tempo chiuso quindi senza veri acuti, tolto un lampo al 46' messo in scena da Marco Salerno, lanciato a destra e rapido nel concludere sul primo palo, trovando un concentrato Sebastiano Bono.

UN TRIS DA BIG

Ripresa che promette decisamente qualcosa in più rispetto ai primi 45’. Così come aveva chiuso il primo tempo il Colleretto inizia bene, grazie soprattutto ad Amoruso che sembra leggermente rinfrancato dalla sosta. Prima chance creata al 3’ con l’attaccante ex Ivrea che salta un uomo a destra e calcia potente all’angolino, trovando un gran Sperandino; il portiere del BSR poco dopo si ripete con una parata mostruosa su Mantoan in tuffo, neutralizzando al 13’ un colpo di testa da distanza molto ravvicinata (con tanto di infortunio rischiato durante l’allungo). I due grossi rischi servono al Lucento a dare una scossa probabilmente decisiva, perché dopo il miracolo di Sperandio la partita rossoblù entra nei binari giusti. Al 18’ contropiede rapido, condotto inizialmente da Epifani che lancia D’Agostino a sinistra, lo scatto dell’attaccante quarantenne è bruciante al punto che l’ex Moretta entra in area da solo e incrocia con un siluro all’angolino, battendo Bono.

Colpo pesante per il Colleretto, che dopo l’imbucata di D’Agostino perde lucidità. Il colpo di grazia lo dà al 24’ l’eurogol di Salerno, che con una fucilata da distanza siderale batte Bono dando un bacio alla traversa e insaccando di precisione. Una rete bella e psicologicamente decisiva, portando il Lucento a giocare sul velluto per i restanti 20’ più recupero. Entrano Ciurca e bomber Tucci dalla panchina e la partita resta in mano ai rossoblù, con Conta che nonostante i richiami ai suoi non riesci a far rientrare in partita il suo Colleretto. Occasione ancora per Palumbo (lanciato da un super cambio di gioco di Salerno) che salta il proprio marcatore al 33’ ma spara alto una volta arrivato al limite dell’area sinistro, mentre a trovare la gioia dopo giorni di goduria in Juniores e bomber Gabriele Tucci, che nell’incomprensione generale tra Bono e Sartoretto li beffa staccando e insaccando il tris rossoblù. Un abbraccio meritato per chi, tra poco tempo, farà sentire i suoi gol anche tra i grandi. Gioco, partita e incontro: il Lucento cala il tris e si prepara al big match di Ivrea.

IL TABELLINO

LUCENTO-COLLERETTO 3-0
RETI: 18' st D'Agostino V. (L), 24' st Salerno (L), 41' st Tucci (L).
LUCENTO (4-3-3): Sperandio 6.5, Borraccino 6, Concilio 6, Trevor 6, De Stefano 6.5, Zammuto 6.5, Salerno 7.5, Saracco 6.5 (1' st Borgotallo 6.5), Epifani 6.5 (27' st Ciurca 6.5), D'Agostino V. 7.5 (31' st Tucci 7), Buffone 6 (1' st Palumbo 6.5, 38' st Filograno sv). A disp. Massari, Merlo. All. Maione 7.
COLLERETTO (4-3-3): Bono 6, Pavan 6.5, Vetri 6, Susbenso 6.5, Sartoretto 5.5, Vitale 5.5, Soster L. 6 (29' st Laboroi A. 6), Valsecchi 6.5, Mantoan 6.5 (34' st Bertaglia sv), Amoruso 5, Actis Grande 6.5. A disp. Landorno, Gillio , Cirincione, Barbagallo, Lamce, Fontanarosa. All. Conta 6.
ARBITRO: Sullo di Pinerolo 6.
COLLABORATORI: Serra e Cardillo.
AMMONITI: 22' De Stefano (L), 24' Valsecchi (C), 35' Borraccino[05] (L), 37' Concilio (L).

LE PAGELLE

LUCENTO

LUCENTO PROMOZIONE SQUADRA

Sperandio 6.5 Si prende la scena a inizio ripresa con due super interventi prima su Amoruso e poi su Mantoan: i suoi guantoni sono sulla vittoria del Lucento.
Borraccino 6 Le corsie esterne faticano a tratti nel contenere le uscite dell'Ivrea. Duelli divertenti con Mantoan dal suo lato.
Concilio 6 Battaglia con Actis Grande che si allunga su tutta la partita: spesso si trova bloccato a coprire, ma non rinuncia ad attaccare quando ha la possibilità.
Trevor 6 Mezz'ala dinamica, dedita soprattutto a spezzare il gioco: arma utile per recuperare il possesso e ripartire.
De Stefano 6.5 Coppia inedita per il nuovo Lucento, argina con successo Amoruso e soci portando a casa il massimo risultato per il pacchetto arretrato.
Zammuto 6.5 Dopo tanti anni al BSR Grugliasco bagna l'esordio in campionato con 3 punti pesanti. Costanza e leadership dietro.
Salerno 7.5 Un gol da ricordare per tante domenica: botta micidiale da fuori, bacino alla traversa e gol che spezza definitivamente le gambe al Colleretto.
Saracco 6.5 Nonostante giochi un solo tempo si fa sentire con continuità in mezzo al campo. Non semplice, vista la carenza di occasioni.
1' st Borgotallo 6.5 Il secondo tempo super del Lucento passa anche dal suo ingresso. Dona una marcia in più al reparto mediano.
Epifani 6.5 Poco da dire sul solito Pippo: grandi giocate in rapidità, poi la mossa del cambio di gioco per D'Agostino vale il vantaggio del Lucento.
27' st Ciurca 6.5 Un buon ingresso, dettato anche da qualche spazio extra lasciato libero dal Lucento. Troverà maggiore continuità
D'Agostino V. 7.5 Lo scatto che fa per andarsi a prendere l'assist di Epifani e per segnare va fatto vedere ai ventenni che sentono acciacchi alla schiena. Ha ancora tanta benzina da spendere e si vede: eterno.
31' st Tucci 7 17 anni e un futuro a dir poco glorioso davanti: dopo aver svolto il proprio lavoro in Juniores va tra i grandi e segna il primo gol in prima squadra della sua storia. Sempre più uomo Lucento.
Buffone 6 Tanto lavoro sporco più che offensivo, si piazza in regia per far girar meglio tutta la squadra dalle retrovie.
1' st Palumbo 6.5  Alza il ritmo insieme a tutto il collettivo di Maione nella ripresa. Ottimo in entrambe le fasi. ( 38' st Filograno sv)
All. Maione 7 Modo perfetto per esordire: 3 gol e tanti spunti positivi soprattutto nel secondo tempo. C'è ancora qualcosa da riassettare, ma c'è tempo.

COLLERETTO

COLLERETTO PROMOZIONE SQUADRA

Bono 6 Un paio di interventi precisi sventano dei pericoli dalle sue parti, sui primi due gol può fare poco meglio. Sul terzo risulta un po' distratto.
Pavan 6.5 I terzini si comportano bene contro le ali del Lucento: concentrato su Salerno, nonostante la sconfitta porta a casa una buona prestazione.
Vetri 6 Non giocava da un po' di tempo e va comunque lodato per la costanza e la voglia di mettersi in gioco. Con Epifani soffre, ma non sfigura.
Susbenso 6.5 Con Valsecchi incaricato di fare il regista si sente più libero di giostrare davanti. Come mezzala svolge a dovere le proprie mansioni.
Sartoretto 5.5 Un po' troppa fatica dopo un buon primo tempo, il Lucento cresce e non riesce a prendere le misure in tutte le situazioni. Un suo errore sul terzo gol.
Vitale 5.5 Analogamente a Sartoretto alterna una gara a due facce: prima parte discreta e seconda dove il calo è netto.
Soster L. 6 Ci si aspetta sempre tantissimo, anche se è meno incisivo negli inserimenti ci mette la faccia e dà una mano agli altri compagni.
29' st Laboroi A. 6 Un discreto ingresso per mettere minuti nelle gambe.
Valsecchi 6.5 Conta lo vede regista e i numeri li ha tranquillamente: gara pulita e ordinata, tra i migliori di tutto il Colleretto per costanza e precisione.
Mantoan 6.5 Nonostante la giovane età mette anche in difficoltà calciatori ben più esperti. Sfiora per poco il gol del possibile vantaggio. ( 34' st Bertaglia sv)
Amoruso 5 Male, eccezion fatta per una manciata di minuti nel secondo tempo dove per poco non segna. Nel primo tempo pare la brutta copia di sé stesso.
Actis Grande 6.5 Discorso simile a Mantoan ma dal lato opposto: tanti spunti interessanti per un ragazzo giovane e con grande potenziale.
All. Conta 6 Il gioco e le intenzioni di poter e voler fare la partita ci sono. Serve solo essere più precisi davanti, altrimenti viene vanificato tutto: la strada è però tracciata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400