Cerca

Le debuttanti partono forte, Luino Maccagno nel segno di Morandi

morandi

Di Andrea Morandi la rete del momentaneo vantaggio del Luino a Ternate

Caravate, Luino Maccagno, Ispra e Malnatese: le quattro debuttanti della Juniores varesina partono subito col piede giusto. D'accordo che si tratta solo della prima giornata e che per i giudizi bisognerà attendere almeno un mese, ma queste realtà hanno tutti i mezzi per ben figurare. La più attesa del lotto è sicuramente la Malnatese di Daniele Trivellato che, a differenza delle altre tre, può contare su una buona base di giocatori rodati, oltre che di alcuni fuoriquota. E al debutto i bianconeri hanno dato subito una dimostrazione di forza con il 3-1 esterno sul campo della retrocessa Aurora Induno. «Non era un campo facile ma abbiamo fatto una buona prestazione. Obiettivo? Proviamo a divertirci», ha detto il tecnico malnatese. Obiettivo condiviso anche dal Luino Maccagno di Nezret Rudi che, al ritorno in Italia dopo l'avventura svizzera, si conferma uno stratega come pochi fin dal derby con il Tre Valli, vinto grazie alla tripletta di Andrea "Icio" Morandi. L'ex giocatore della France Sport si è confermato un crack per la categoria anche nella nuova posizione di prima punta e dopo novanta minuti è al comando della classifica cannonieri del girone A con De Rosa del Viggiù e Battistel del Caravate. Nel girone B le due favorite, Besnatese e Fagnano, hanno superato in trasferta gli ostacoli Azzurra Locate e Jeraghese. Mario Magni, condottiero della Besnatese, dopo il 4-0 esterno ha detto: «Siamo partiti bene, cercando di giocare a calcio fin dalla prima partita». Il risultato della giornata è stato certamente il colpo esterno dell'Arnate in casa del Tradate, con Malvezzi e l'ex portiere Halil Erceylan che hanno decretato il 3-2 della squadra gallaratese sull'undici di Fabrizio Cerana. Cas.Mo-Vergherese, sfida tra gli allenatori al debutto in categoria, ha visto la vittoria dei padroni di casa guidati da Stefano Di Pasqua: «Partita tranquilla, bravi a chiuderla nel primo tempo e a gestirla nel secondo», mentre il suo omologo Virgilio Asturi ha commentato: «Nel primo tempo abbiamo pagato la tensione e qualche errore di troppo. Nel secondo ci siamo sistemati»

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400