Cerca

Varese e Varesina non deludono le aspettative

schermata-2016-09-22-alle-12-58-46

Poche sorprese e tutti i pronostici rispettati in questa prima giornata per i Giovanissimi Fascia B. Nel girone A partono col piede giusto le due favorite, Varese e Lavena. La prima, all'esordio nella categoria, fa quattordici reti alla malcapitata Malnatese: scatenato Colicchio, che balza subito in testa alla classifica marcatori con i sei gol segnati; la seconda, invece, trascinata dal duo Pivato-Morosini, chiude la su prima gara con nove gol alla ''nuova'' Academy Rfiorente. Lanciati, sempre nello stesso girone, il Laveno di coach D'Ambrosio, col bel 3-0 in casa contro l'Aurora, il Taino (quattro reti al Biandronno) e il Gavirate di Spriano. C'era attesa anche nel girone B per vedere come sarebbe partita la Varesina di Felice Piccoli in casa contro la Sestese: la squadra non ha tradito le aspettative e, con trame di gioco raffinate, ha vinto in bellezza, come spiegato dal vice-allenatore Borsatto: «Siamo partiti bene, con un primo tempo a buon livello, poi è calata la tensione visto il risultato. Siamo andati abbastanza bene anche a livello di gioco, considerando che era la prima uscita. C'è fiducia». Dall'altra parte, l'allenatore Caretti, è un po' rammaricato per non essere riuscito a contenere la squadra rossoblu: «Non abbiamo giocato male, forse il risultato è un po' troppo ampio: fino al tre a uno ci stava, di più no. I ragazzi si sono impegnati contro una squadra più avanti di noi sia fisicamente che tecnicamente». Scatenata anche l'Insubria, che comincia l'opera con quattordici reti ad una Mozzatese fin troppo arrendevole, ma per Anzani le partite da vincere saranno altre. Bene l'Olgiatese, mentre la Solbiatese, come ampiamente annunciato, non si è presentata a Morazzone. Anche nell'ultimo raggruppamento zero sorprese: Accademia Varesina e Torino Club portano a casa i primi tre punti senza problemi; la prima contro la Fulgor di Lo Piccolo, che ha voluto complimentarsi con i suoi per l'impegno: «E' stata una buona partita la nostra contro una squadra più organizzata di noi: non posso rimproverare nulla ai ragazzi». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400