Cerca

Il Risiko delle società torinesi: il Talent blinda la Pellerina, Sorrentino lancia i dadi per il Carrara, MoDeRNa verso l'Atletico

Tony-Tucci (1)
Se Torino fosse la mappa del Risiko, con le società torinesi pronte a darsi battaglia, sarebbero tantissimi gli spostamenti sul tabellone del gioco da tavola più famoso della storia. C’è chi ha già conquistato e chi sta per lanciare i famosi dadi rossi. La Cina. Rimanendo in tema Risiko, la Pellerina sarebbe la Cina, territorio centrale attorno a cui ruotano la maggior parte delle operazioni. C come Cina, C come Carrara, nella società di Luigi Giacometti c’è il possibile ingresso dei Sorrentino. Stefano e Roberto, lasciata la Torinese di Sante Squillace, avevano provato a prendere la Cbs (il Medio Oriente) di Renzo Zecchi circa due mesi fa, operazione che si è poi conclusa con un nulla di fatto. Adesso le mire dell’ex portiere del Chievo si spostano in corso Appio Claudio. Pare che ci sia pronto un progetto per ristrutturare l’impianto del Carrara e che la trattativa sia reale. A pochi passi dal Carrara, sempre alla Pellerina, c’è l’impianto dello Spazio Talent Soccer. Qui c’è la notizia concreta: il club del presidente Antonio Tucci si è assicurato la concessione della struttura per almeno dieci anni. Anche qui ci saranno sicuramente dei lavori di modernizzazione e ampliamento, tanto che lo stesso Tucci lascia momentaneamente tuta e panchina per dedicarsi esclusivamente a seguire gli sviluppi dei lavori. Un vero colpaccio che rilancia le quotazioni gialloblù, basta vedere lo spessore dei nuovi ingressi, nel Settore giovanile e non solo, che dimostra la crescita del Talent sotto tutti gli aspetti. Il Kamcatka. Spostandoci a Torino Sud c’è un altro territorio, seguendo ancora la metafora del Risiko, oggetto di “conquista”. Strada delle Cacce sarebbe la Kamcatka, a lanciare i dadi è il MoDeRNa di Riccardo De Maglianis e Natale Moncada, pronti a staccarsi dal Bacigalupo di Marco Palmiere per trovare una nuova casa in coabitazione con l’Atletico Mirafiori del presidente Luciano Ferramosca e del Dg tuttofare Angelo Licitra, attivissimo nel rilancio della società. Il nuovo club si chiamerebbe MoDeRNa Mirafiori sotto un’unica matricola con prima squadra e settore giovanile. La trattativa è in uno stadio avanzatissimo, tanto che il MoDeRNa sta già utilizzando i campi di Strada delle Cacce per gli allenamenti. La Siberia. Ancora a Torino Sud, dopo essersi sganciato da Mimmo Arcella, Fabio Tunno porta l’Accademia Real Torino in corso Tirreno, la nostra Siberia, dove ha sede il Santa Rita, il cui presidente è Galileo Illuminato. Accademia e Santa Rita giocheranno nello stesso impianto, come se fossero un’unica società, ma con due matricole differenti. «Via Tirreno sarà casa nostra a tutti gli effetti - rivela Tunno -, avremo il settore giovanile al completo e inoltre chiederemo ripescaggio dalla Seconda alla Prima Categoria per la prima squadra». Mimmo Arcella resta in via Palatucci come Beppe Viola e potrebbe ricomporsi il binomio con Mario Goglia, adesso al Mirafiori, per ricostruire le squadre delle giovanili e rilanciare le quotazioni del club. Gli Urali. Confinante con la Siberia ci sono gli Urali e Torino Sud è negli obiettivi anche di altri (nuovi) club. Ad attaccare con tre dadi è anche la neonata Resistenza Granata. La società di Fabrizio Bo (affiliata alla LND ufficialmente il 27 marzo, come avevamo già anticipato), che prenderà parte al campionato di Terza Categoria sotto la guida del tecnico Fabrizio Zecchi (ha allenato i 2005 del Cit Turin), ha siglato l’accordo con il Rapid Torino per disputare le partite casalinghe in via Osoppo che sarà quindi il quartier generale dei granata, ma solo la domenica; gli allenamenti infatti continueranno a svolgersi sull’ex campo dell’Onnisport in via Prali a Nichelino (Afghanistan). Chiaramente, Resistenza Granata e la prima squadra del Rapid giocheranno a domeniche alterne sul campo di via Osoppo. Territori del Nord Ovest. Infine, in zona Torino Nord (Territori del Nord Ovest, seppure ci spostiamo verso Est) troviamo il Sanmauro del presidente Gerardo Angelicchio, che dopo essere stato ospitato per un breve periodo dal Barcanova via Occimiano (Alaska), è già operativo per il suo ritorno al Parco Einaudi di San Mauro Torinese. I gialloblù sono al lavoro per risalire la china sia nel settore giovanile che in Promozione, sulla cui panchina si è appena insediato Vincenzo Piazzoli.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400