Cerca

Cinisellese-Vigor Milano Pulcini: Marco Vitari alla Gigio Donnarumma, Lorenzo Solenne alla Gareth Bale, Leonardo Lavrati alla Christian Eriksen

Lorenzo Solenne, Vigor Milano Pulcini 2010
La partita dei duelli. Quello di Marco Vitari, portiere di immenso talento della Cinisellese, contro Lorenzo Solenne, esterno devastante della Vigor Milano. Quello di Alessandro Colli, centravanti completo dei rossoneri, contro Davide Clerici, estremo difensore di gran caratura dei biancocelesti. Valentino Rossi contro Jorge Lorenzo. Roger Federer contro Rafael Nadal. Ayrton Senna contro Alain Prost. Tre dei duelli che hanno scritto la storia dello sport, recente e non, ai quali vanno aggiunti senza dubbio Vitari contro Solenne e Colli contro Clerici. Nessun vincitore, nessun vinto: in qualsiasi modo la si voglia guardare, sia i due estremi difensori - Vitari e Clerici - che i due centravanti - Solenne e Colli - hanno di che sorridere. La prestazioni dei quattro giovani calciatori sono state di livello assoluto, a dimostrazione del talento che sicuramente non manca. Nel mezzo tanti gol, altrettanti legni e occasioni da gol a valanga. C'è chi ne ha fatti addirittura tre come Zanfardino e Bardelli, rispettivamente centravanti ed esterno della Vigor, glaciali a trasformare in oro qualsiasi pallone. Chi ne ha fatti due come Batelli, centrocampista a tutto campo degli ospiti, protagonista di una prova maiuscola. Chi ne ha fatto uno, come Solenne per i biancocelesti e Lavrati per la Cinisellese, con il gol di quest'ultimo che ha il sapore di un premio più che meritato per una partita - quella dei ragazzi di Napolitano (decisamente bravo a trasmettere ai suoi ragazzi la determinazione che lo contraddistingue) - dalla quali gli spunti non possono che essere positivi. Ai gol finisce 9-1 per la Vigor, guidata da un tecnico giovane e preparato come Salvi, in una mattinata di grande calcio: l'ultimo weekend di tre, i quali ci hanno regalato uno spettacolo che ci mancava da tanto, troppo tempo. Vitari contro Solenne. Valentino Rossi contro Jorge Lorenzo. Roger Federer contro Rafael Nadal. Ayrton Senna contro Alain Prost. Tre tra le più grandi rivalità che hanno scritto la storia dello sport, contemporaneo e non. La lista andrebbe però aggiornata, soprattutto in virtù di ciò che ci ha raccontato Cinisellese-Vigor Milano. Il motivo? Il duello - tanto avvincente quanto emozionante - tra Marco Vitari e Lorenzo Solenne. Il primo è in versione "Benji": tra i pali è una sicurezza per i rossoneri, parando con talento diversi tentativi della Vigor. Su tutti - ed ecco il motivo del dualismo con Solenne - quelli del dieci ospite. Dopo tre minuti è miracoloso con un intervento basso, all'8' è caparbio nel respingere sulla traversa un gran tiro da fuori area, mentre sessanta secondi dopo si esibisce in un altro autentico miracolo. Il secondo è in versione "Holly": sulla sinistra è imprendibile, esibendosi in discese poderose ricordando il miglior Gareth Bale ai tempi del Real Madrid. Se in occasione dei tre tentativi sopra elencati si è trovato di fronte a sé un grande Vitari, al 7' il "diez" ospite trova il gol con un diagonale mancino da fuori area. Il minuto del gol non è un caso: tale numero (il 7) racconta infatti lo show del sette ospite, ovvero Zanfardino. Al 9' - assistito da Solenne - trova un gran gol, mentre al 15' si mette in proprio e da fuori infila Vitari. Attacco ma non solo. La Vigor gioca bene, copre con ordine tutti gli spazi e difende con talento: Poltronieri prima, Pastorello poi, sono dei muri, Salem in mediana dimostra grande tecnica e Iriciuc è decisivo sulla destra. Nel secondo tempo sale in cattedra anche Bardelli, che dopo un minuto - assistito da Solenne - trova un gran gol, oltre a Batelli, che al 4' infila sotto la traversa un gran destro da fuori area. Gol - sia per Bardelli che per Batelli - che diventano due al 17' (sigillo del mediano da fuori) e al 19' (tap-in dell'esterno dopo la traversa di Zanfardino. Chi invece ne fa tre è lo stesso Zanfardino, che all'inizio del terzo tempo ribadisce in gol un tentativo di Bardelli, il quale ha colpito inizialmente la traversa. Discoso simile per Bardelli, che al 18' del terzo tempo firma la personale tripletta, infilando Vitari con un gran destro. Colli contro Clerici. La lista va dunque aggiornata. Valentino Rossi contro Jorge Lorenzo. Roger Federer contro Rafael Nadal. Ayrton Senna contro Alain Prost. Marco Vitari contro Lorenzo Solenne. Finita qui? Macché, tutt'altro. Nel secondo tempo la lista va (di nuovo) rivista con un altro duello. Questa volta i protagonisti sono Alessandro Colli e Davide Clerici. Il primo centravanti della Cinisellese, autentico faro del reparto offensivo rossonero, il secondo portiere della Vigor, autore di un secondo tempo da cineteca. A differenza della prima rivalità, durante la quale si sono viste sia grandi parate che grandi gol, in questa ci sono solamente le grandi parate. Ciò che manca - come detto - sono i gol. Complice un po' di sfortuna, Colli sfiora il gol in ben quattro occasioni. Nel primo tempo - dopo una punizione ben calciata da Lavrati - non trova la porta, mentre nel finale trova di fronte a sé un grande Clerici. Nella ripresa ci prova al 4' (grande uscita del portiere ospite) e al 6' (assistito da Lavrati, con il tiro che finisce a lato). Nel mezzo altre prestazioni di rilievo. Il trio difensivo Busnati-Di Benedetto-Longoni (al quale si è aggiunto poi Ioani) - a difesa della porta di Vitari - non molla un centimetro, dimostrando caparbietà e grande tenacia. In mediana Zuanel è un muro, Del Prete tecnicamente è super (va anche vicino al gol con un gran tiro al 12' del secondo tempo), così come Lavrati (decisamente un supereroe quando c'è da assistere i compagni) e Colli. Il giusto premio alla mentalità messa in campo dai rossoneri è il gol. Tanto meritato quanto sudato, a pochi minuti dal triplice fischio è Lavrati - servito da un gran pallone di Del Prete - a battere Clerici.

IL TABELLINO

CINISELLESE-VIGOR MILANO 1-9 RETI: 7' Solenne (V), 9' Zanfardino (V), 15' Zanfardino (V), 1' st Bardelli (V), 4' st Batelli (V), 17' st Batelli (V), 19' Bardelli (V), 1' tt Zanfardino (V), 18' tt Bardelli V), 19' tt Lavrati (C). CINISELLESE: Vitari, Busnati, Di Benedetto, Longoni, Ioani, Lavrati, Zuanel, Colli, Del Prete. All. Napolitano-Lavrati. Dir. Busnati. VIGOR MILANO: Clerici, Iriciuc, Dangaj, Batelli, Salem, Pastorello, Zanfardino, Solenne, Bardelli, Poltronieri. All. Salvi. Dir. Batelli-Solenne.
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400