Cerca

Brescia-Varese Giovanissimi 1-2: Ribaltone con De Rosa, rabbia Brescia

La festa della Rappresentativa Under 15 di Varese

La festa della Rappresentativa Under 15 di Varese

Finisce con l’esultanza di Varese per una finale riconquistata a distanza di sei anni e con l’amarezza di Brescia per una sconfitta difficile da digerire per quanto visto in campo, soprattutto nel primo tempo. Questione di sfortuna, di errori di mira e di una serie di decisioni di Garatti di Lovere tutt’altro che facili da accettare. Tre episodi su tutti nel mirino dei bresciani: il 2-0 annullato a Idrissou per un fuorigioco che non c’era (forse c’era un contatto con Paglialonga, quello sì…), un rigore non concesso su Idrissou e il penalty conquistato (e poi realizzato) da De Rosa che ha permesso di ribaltare il risultato. Rigore che, va detto, è maturato all’altezza della linea di fondo campo per un contatto alquanto veniale. Episodi che hanno pesato nel risultato e lasciato Brescia con un’amarezza difficile da digerire anche perché, rispetto a Varese, si è dimostrata di un livello superiore. Occasioni, tante, propiziate dai “piccolini” Mora, Ignazzitto e Pernuzzo, con il solito Idrissou là davanti a fare sportellate e tenere sulla corda Paglialonga e Raso. Perché Varese balla, soprattutto in mezzo e sulla corsia di destra dove Antonelli è preda delle incursioni di Ignazzitto. Minuto 21: palla sradicata da Pasini proprio ad Antonelli, servizio per Pernuzzo che - dal fondo - serve Idrissuou. Il resto è coordinazione, mancino e palo-gol. Il centravanti bresciano pochi istanti dopo vede annullarsi il 2-0 e, in seguito, lo manca sparando addosso a Nisi. Nel mezzo, però, altra occasione mancata da Brescia con la punizione tesa calciata da Pasini sulla quale Castelnuovo arriva un attimo dopo all’altezza del secondo palo. Varese è bloccata, davanti Romano, De Rosa e Canaglia non hanno soluzioni. Ma partite simili “girano” con una giocata, e quella la pesca il centravanti del Morazzone che - dai quaranta metri - vede Pelanda non al suo posto e prova l’impossibile (1-1). La partita cambia direzione, De Rosa diventa un pericolo costante per Castelnuovo e, a un quarto d’ora dal termine, trova il penalty (molto generoso) che ribalta tutto. Brescia è come se fosse smarrita e Cardace manca il ko su punizione dal vertice. Ma Brescia ha mille risorse, oltre alla qualità c’è l’orgoglio e nel finale va per due volte vicina ai supplementari con le conclusioni ravvicinate di Sarasini e Lazzari sulle quali è straordinario Nisi. E domenica, a Cologno al Serio, potrebbe essere il giorno della storia per i Giovanissimi di Varese, per una Coppa spesso sfiorata ma mai arrivata.

BRESCIA-VARESE 1-2 RETI (1-0, 1-2): 21’ Idrissou (B), 4’ st De Rosa (V), 20’ st De Rosa (V). BRESCIA: Pelanda 5.5, Castelnuovo 6.5, Pasini 6.5, Mora 7, Alberti 6.5, Lazzari 6.5, Resinelli 6.5 (18’ st Gatti 6), Taglietti 6.5 (31’ st Sarasini 6.5), Idrissou 7, Ignazzitto 7.5, Pernuzzo 7 (11’ st Sola 6). A disp. Dikouk, Lecchi, Minessi, Alberga, Bertoglio, Ursea. All. Abate 7. VARESE: Nisi 8.5, Antonelli 5.5 (28’ Premoli 6), Moschetto 6.5, Municchi 5.5 (27’ Maresca 6), Raso 6.5, Paglialonga 7, Gardoni 6.5, Nappi 6 (18’ st Cardace 6), De Rosa 9, Romano 6 (32’ st Cioffi sv), Canaglia 6 (22’ st Pallaro 6). A disp. Mazzone, Schioppa, Esposito. All. Milani 7. ARBITRO: Garatti di Lovere 5. AMMONITI: Gardoni, Romano (V), Pasini, Alberti, Ignazzitto (B). [caption id="attachment_141698" align="aligncenter" width="900"] I ragazzi dell'Under 15 di Brescia I ragazzi dell'Under 15 di Brescia[/caption] [caption id="attachment_141703" align="aligncenter" width="900"] I ragazzi della Rappresentativa di Varese Under 15 I ragazzi della Rappresentativa di Varese Under 15[/caption]
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400