Cerca

Rapp Under 19, Maio e Brunod guidano il raduno al San Giorgio

Rapp Under 19

Rapp Under 19

È l'Under 19 a chiudere il giro settimanale di raduni della Rapp Piemonte Vda. Agli ordini di Alessandro Goria e del suo staff erano presenti 36 ragazzi (assenti giustificati Gianluca Cicogna del LG Trino, Loris Papagno del Venaria, Valentino Soplantai del Vanchiglia e Cristian Torin della Ro.Ce.). Consueto riscaldamento e via. Nei due tempi dell'amichevole Goria inverte i due moduli con i quali intende tastare ritmo e versatilità dei suoi convocati. I gialli, iniziano con un 3-5-2 affidandosi a Benfadel tra i pali, Andrea Giuliano circondato [caption id="attachment_188860" align="alignright" width="261"] Distinta Rapp under 19 Distinta Rapp under 19[/caption] da Spadaro e Verlucca nella linea dei centrali. Lapis e Facchetti a fare da scudieri in mediana a Toma e davanti Cerutti e Brunod (90' per lui). A tutta fascia invece Gerardi del Borgaro e Ettore del Settimo a fare da guardia agli esterni blu Preiata e Cherchi sulla linea di centrocampo, più Porcu e Cipriani come terzini di spinta. La compagine blu si dimostra molto solida sulle vie centrali con la mediana formata da Ventafridda (più incursore) e Maio (più frangiflutti e rubapalloni) e un attacco di qualità e fisico come quello composto da Brunod e Molfetta. Tre dei quattro gol si vedono nella prima frazione e due nascono da imprecisioni difensive. Apre subito Cherchi con un taglio da destra su lancio di Maio, approfittando di una mancata uscita di Benfadel. I gialli replicano pochi minuti dopo con Masoello Perlino dell'Asti, che coglie al volo un rinvio pericoloso di Grande (messo nei pasticci a sua volta da un retropassaggio di Porcu). Porta sguarnita e 1-1. I blu macinano meglio avvicinandosi alla porta di Benfadel o con palloni preziosi recuperati da Maio, o con incursioni tecniche e leggere di Preiata dalla sinistra. La rete di Molfetta nel finale di tempo sancisce il predominio. GIALLI-BLU PRIMO TEMPO 1-2 RETI: 2' Cherchi (B), 6' Masoello Perlino (G), 35' Molfetta (B). GIALLI (3-5-2): Benfadel; Spadaro, Giuliano, Verlucca; Gerardi, Lapis, Toma, Facchetti, Ettore; Cerutti, Masoello Perlino. BLU (4-4-2): Grande; Cipriani, Del Piano, Cantarella, Porcu; Cherchi, Ventafridda, Maio, Preiata; Brunod, Molfetta. Nella ripresa cambiano i moduli e i gialli passano a un 4-3-3 dove Lapis scende a fare il play basso in mezzo a Garcetti e Totaro. In palla sembra Pacchiardo che sul lato destro si intende bene con Garcetti arrivando spesso al cross o alla conclusione. Anche nella squadra blu funziona bene la catena di destra con Arkaxhiu (buona interpretazione delle due fasi) e Mazzi (preziosa qualche sua rottura e ripartenza). I gialli si dimostrano più cinici a concretizzare le occasioni (Garcetti percussione centrale, rimpallo vinto e tiro letale dal limite), mentre i Blu costruiscono tanto sul tandem d'attacco. Brunod, infatti, si intende bene anche con la potenza di Anchisi (più sottopunta che pariruolo). Brunod infatti fa sudare i guanti a Micelli, prima incrociando troppo da sinistra a destra, poi trovando l'opposizione del portiere del Rivoli e infine bollando la traversa dal limite dell'area. GIALLI-BLU SECONDO TEMPO 1-0 RETE: 32' Garcetti (G). GIALLI (4-3-3): Micelli; Fasano, Giuliano, Spadaro, Ettore; Totaro, Lapis, Garcetti; Seletto, Carrer, Pacchiardo. BLU (3-5-2): Favaro; Cantarella, Delpiano, Porcu; Tornari, Forneris, Meti, Mazzi, Arkaxhiu; Anchisi, Brunod.  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400