Cerca

Rappresentative

Gabriele Peccati, altri 41 motivi per poter sognare con l'Under 15: Demrozi col booster, Gotti inventa calcio, Occhionero e Anon due sentenze

Il raduno est della selezione 2007 si è svolto questo pomeriggio a Vimercate: l'amichevole casalinga terminata con un pareggio (2-2)

Luca Oggionni e Loris Cavalleri

Luca Oggionni (Folgore Caratese) e Loris Cavalleri (Ponte San Pietro) in azione a Vimercate

Partiamo da un dato di fatto: il rientro a Lodi di Gabriele Peccati sarà caratterizzato da un mix di pensieri, idee, strategie, piani per il futuro. "Certo che Occhionero è proprio un ottimo attaccante, Goffi sa fare reparto da solo e Demrozi quando parte è quasi impossibile prenderlo. Poi in mediana Gotti sa fare praticamente tutto, Barchiesi è ovunque e Belotti ha una qualità immensa. In porta c'è l'imbarazzo della scelta: Casiraghi ha fatto almeno un paio di ottimi interventi, così come Comi nella ripresa". Se siano stati questi i pensieri nella testa del selezionatore dell'Under 15 non ci è dato saperlo, certo è che il viaggio di ritorno da Vimercate avrà visto nel volto di Peccati un sorriso a 32 denti. Meglio dire a 41 denti, come i classe 2007 visionati nel centro sportivo dell'Ac Leon nel secondo raduno stagionale in vista del Torneo delle Regioni, avvenuto appena una settimana dopo quello di Pero nel quale sono stati protagonisti i giovani appartenenti alle squadre più ad ovest della regione. Forse non sarà una scienza esatta quanto la matematica, ma la geografia - in questo caso calcistica - della nostra regione conferma una celebre legge alla base dell'aritmetica: in una somma, scambiando i due addendi, il risultato non cambia. Gli addendi sono il 42 e il 41: il primo rappresenta il numero di ragazzi visionati sei giorni fa a Pero, il secondo i protagonisti al comunale di Vimercate. Se sommati, il risultato è pressoché lo stesso: grandissimo talento. Certo, la vera e propria somma - o divisione, dipende dai punti di vista ma la matematica è meglio lasciarla da parte - avverrà con ogni probabilità tra tre settimane, quando avrà luogo il primo raduno regionale nel senso stretto del termine. I migliori dell'ovest uniti ai migliori dell'est, il tutto racchiuso in una certezza: la Nazionale Regionale dell'Under 15 sta pian piano prendendo forma. 

Numeri. E lo sta facendo nel nome di Gabriele Peccati, la cui mano si è vista già qualche secondo prima del fischio d'inizio del direttore di gara. Arancio contro verdi: l'ormai celebre amichevole interna racconta tuttavia di una particolarità negli schieramenti tattici, la quale riguarda proprio gli orange. Se il modulo - di partenza, va sottolineato - della squadra verde è il canonico e mai banale 4-3-3, gli arancio si schierano con un inedito 3-5-2: Demrozi (a destra, Lumezzane) e Rossi (a sinistra, Uesse Sarnico) sono i "quinti", mentre in avanti la coppia-gol è formata da Occhionero della Mario Rigamonti - bomber tra i più prolifici in questo inizio di stagione - e Pellittieri de La Dominante. L'aggettivo "canonico" utilizzato per descrivere la formazione verde, tuttavia, non è del tutto esatto: di canonico in una squadra di questo talento c'è ben poco, soprattutto in avanti. Il tris formato da Papa dello Schuster, Pontiggia dell'Arcellasco e Goffi della Voluntas Montichiari sa essere devastante, come dimostrato dopo appena cinque minuti: Goffi serve in mezzo un cioccolatino a Pontiggia che non non si fa pregare, batte Casiraghi e fa 1-1. Poco prima il vantaggio arancio, con Occhionero bravo ad approfittare di una dormita difensiva verde a battere Nikolli in modo tanto rocambolesco quanto efficace (4'). Tale gol fortuito non rende giustizia al primo tempo orange, nel quale spicca l'asse di destra formato da Gotti del Villa Valle (mezzala di destra) e Demrozi: il primo inventa calcio, il secondo sa essere devastante quando parte in velocità. Ad andare vicino al gol è però il solito Occhionero, che alla mezz'ora colpisce una clamorosa traversa a seguito di una ripartenza (quasi) perfetta.

Ripresa. Nella ripresa cambia ovviamente (quasi) tutto: nuovi interpreti, nuove individualità, nuove caratteristiche ma vecchio risultato: 1-1. Ma andiamo con ordine. Quanto visto nel secondo tempo è qualcosa di eccezionale per ritmo, coraggio e qualità. Il primo è imposto dalle due linee mediane, opposte per caratteristiche ma unite dal risultato finale. A guidare gli arancio c'è una vecchia conoscenza del primo tempo: Federico Rocca del Mapello. Centrale nei tre prima, regista poi: in poche parole, un vero tuttofare. Al suo fianco Patelli del Sarnico e Barcella del Brusa, in una linea mediana tutta bergamasca. Un volto già visto nel primo tempo anche nel reparto mezzano verde, Emanuele Muzzi della Tritium, coadiuvato da Nicolò Barchiesi del Mapello (regista) e Matteo Carminato dello Scanzorosciate (mezzo di sinistra). Il secondo è invece delle linee difensive, protagoniste - sulla falsariga dei predecessori del primo tempo - di una prova eccezionale: negli arancio Gipponi (Lume) e Di Palma (Segrate) guidano il reparto completato da Cavalleri (Ponte San Pietro) e Rossi (Sarnico); nei verdi la coppia lecchese-bergamasca formata da Masciadri (Brianza Olginatese) e Carrara (Virtus Ciserano Bergamo) è coadiuvata da Fanin della Vis Nova a destra e Facchinetti del Villa Valle a sinistra. Il terzo, ovviamente, racconta dei reparti offensivi: entrambi in gol, entrambi di talento, entrambi devastanti. I primi ad andare a segno sono i verdi: Anon della Football Leon salta di netto Demrozi, se la sposta sul mancino e la mette all'incrocio laddove Montagna della Virtus non può arrivare (11'). Al 34' è il turno degli arancio, che la pareggiano nel finale grazie ad una rete a giro straordinaria di Demrozi, arrivata a coronamento di un pomeriggio da assoluto protagonista.

IL TABELLINO

ARANCIO-VERDI 2-2
RETI:
4' Occhionero (A), 5' Pontiggia (V), 11' st Anon (V), 34' st Demrozi (A).
ARANCIO (3-5-2): Casiraghi, Hllava, Rocca, Mazzucchetti, Demrozi, Filipponi, Belotti, Gotti, Occhionero, Pellitteri, Montagna, Gipponi, Di Palma, Rossi, Patelli, Cavalleri, Barcella, Ghisalberti, Gamba, Ronchi.
VERDI (4-3-3): Nikolli, Finazzi, Russo, Stival, gavazzi, Sina, Michelini, Muzzi, Papa, Pontiggia, Goffi, Comi, Fanin, Masciadri, Carrara, Facchinetti, Anon, Barchiesi, Carminati, Simeone, Oggionni.

CLICCA PER LA FOTOGALLERY DEL RADUNO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400