Cerca

Under 15

Monza-Rappresentativa Regionale: Ghisalberti disegna calcio, Bianchi, Cucinelli e Gamba finalizzano e firmano l'impresa della selezione di Peccati

Il gol di Ivan nella ripresa rende meno amaro il pomeriggio dei biancorossi, pieni di assenze per preparare la sfida di Cagliari di domenica

Rappresentativa Under 15

I ventidue convocati da Gabriele Peccati prima del fischio d'inizio

I dilettanti battono i professionisti: la Rappresentativa Regionale fa la voce grossa contro pari età del Monza, s'impone con un sonoro 3-1 firmato da Bianchi, Cucinelli e Gamba e, nonostante siano più di tre i mesi che ci separano dall'impegno di Bolzano, si candida ad un ruolo di protagonista al Torneo delle Regioni. E non potrebbe essere altrimenti considerando quanto visto a Biassono: una partita a tratti dominata, un gioco spumeggiate e la mano del selezionatore - Gabriele Peccati - che, nonostante quello monzese fosse solamente il quarto appuntamento della stagione, il secondo full regionale, si vede già. Eccome se si vede, soprattutto per l'organizzazione espressa visto che dal primo all'ultimo minuto i 2007 in maglia verde hanno dato la sensazione di giocare insieme da anni. Poi la qualità, ma qui i dubbi rasentavano lo zero già alla vigilia: Ghisalberti è stato devastante sulla destra, Bottani e Romanini hanno fatto la differenza in mediana mentre Curto e Maccarone - coppia centrale dell'Alcione di Tonani - ha blindato la difesa. Senza dimenticare poi la velocità di Arouna Rossi, la tecnica di Barchiesi e il senso del gol di Bianchi, Cucinelli e Gamba: Gabriele Peccati, questo è poco ma sicuro, potrà dormire sonni tranquilli. Chissà, magari sognando di emulare l'impresa di un ex Rapp, ora guida del Monza Under 15 e campione d'Italia proprio con la selezione lombarda: Vito Lasalandra. Che nella testa dell'ex Accademia Inter ci fosse la delicata trasferta di Cagliari è fuori discussione, e lo si coglie in primis dalle assenze di alcuni dei pilastri come Colombo, Monguzzi e Principe. I biancorossi hanno poi pagato soprattutto a centrocampo, laddove il pallone non ha girato al solito ritmo senza riuscire a servire con costanza l'attacco, come dimostrato dal gol - quasi fortuito ma meraviglioso - di Ivan, che accorcia le distanze nella ripresa ma che rimane l'unico sussulto degno di nota dei brianzoli.

A memoria. L'undici messo in campo da Peccati è quanto di più simile ad una squadra di club ci possa essere quando si parla di selezioni, considerato che la formazione con la quale la Rapp ha approcciato alla sfida di lusso ai pari età del Monza è frutto di soli tre raduni dai quali sono usciti quelli che, almeno ad oggi, sono i migliori ventidue classe 2007 della regione. Dato per certa la presenza significativa di talento, il compito di Peccati era quello di farlo fruttare al meglio facendo coesistere tanti singoli di qualità per formare un undici di qualità, che giochi con qualità contro una formazione di qualità. Missione compiuta: lo dimostra il primo tempo concluso in vantaggio grazie al gran gol di Bianchi, la fluidità della manovra, un gioco a tratti spumeggiante e una solidità difensiva impressionante. Il momento più alto coincide ovviamente con il sigillo di Bianchi, che si ritrova il pallone sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Ghisalberti e infila Vailati con un mancino in diagonale (20'), portando avanti i suoi dopo le chance non sfruttate da Ghisalberti (1' e 9') e Rossi (18'). Il tutto a coronamento di un primo tempo pressoché perfetto, durante il quale gli aspetti sopra citati hanno quasi annichilito il Monza: la fluidità di manovra è merito del reparto capitanato da Paris e completato da Romanini e Bottani, il gioco spumeggiate porta i nomi di Bianchi, Rossi e Ghisalberti, da sinistra a destra nell'ordine il tridente offensivo, la solidità difensiva è resa marchio di fabbrica dalla coppia centrale quasi insuperabile Curto-Maccarone (chiedere all'Alcione di Tonani) ma anche dai terzini Cavalleri e Carrara. 

Furia. D'altro canto sponda Monza c'è indubbiamente la qualità e il gioco, mentre manca forse un po' di coraggio nel provare giocate finalizzate a servire il tris d'assi Del Duca-Bracesco-Santoro: conseguentemente la linea a quattro capitanata da Cardellini appare friabile e allo stesso tempo disattenta in fase di costruzione, come dimostra l'occasione grossa come una casa capitata a Rossi poco prima del 20'. Nella ripresa cambia inevitabilmente tutto: sponda Monza Lasalandra ne cambia otto, affidando le chiavi dell'attacco al talento di Zissis, Penna e Sorrentino; sponda Rapp, come previsto, Peccati schiera un undici tutto nuovo che approccia come una furia il secondo tempo, trascinato da tutte le qualità viste nel primo tempo più una: la fame, soprattutto quella di gol. Il tentativo dopo meno di un minuto da parte di Leonardo Rossi crea non pochi pericoli alla porta difesa da Vailati, costretto però ad arrendersi poco dopo quando un suo errore spiana la strada a Bottani, che serve Cucinelli il cui destro trova l'interno del palo e fa 2-0. Il 4-4-2 di Peccati funziona bene quanto il 4-3-3: Bottani e Leonardo Rossi sono esentati da compiti difensivi e agiscono da spalle della coppia Gamba-Cucinelli, Angelo Curto e Barchiesi sopperiscono con dedizione all'inferiorità numerica gestendo bene il possesso e rappresentando il primo muro difensivo, coadiuvando e non poco il reparto guidato da Beretta e Pascarella, completato poi sulle corsie da Fanin e Gipponi. Tant'è che i pericoli per Trevisani - erede di Sadiku - sono praticamente nulli sia prima che dopo il quarto d'ora, quando il Monza accorcia le distanza con un gol splendido di Ivan. Prima del triplice fischio c'è gloria anche per Gamba, il cui tocco - probabilmente fortuito - evidenzia l'errore da matita rossa di Vailati (33') e regala il tris a Peccati.

IL TABELLINO

MONZA-RAPPRESENTATIVA 1-3
RETI: 20' Bianchi (R), 3' st Cucinelli (R), 15' st Ivan (M), 33' st Gamba (R).
MONZA (4-3-2-1): Vailati, Castelli, Mele, Sirtori, Cardellini, Porta, Del Duca, Piloni, Bracesco, Mout, Santoro, Poirè, Bigoni, Bonaiuto, Gattuso, Ivan, Zissis, Penna, Sorrentino. All. Lasalandra. Dir. D'angelis.
RAPPRESENTATIVA (4-3-3): Sadiku, Cavalleri, Curto W., Maccarone, Paris, Carrara, Bottani, Romanini, Fanelli, Ghisalberti, Rossi A., Trevisani, Fanin, Beretta, Pascarella, Gipponi, Bianchi, Barchiesi, Curto A., Rossi L., Gamba, Cucinelli. All. Peccati. Dir. Mantegazza.
ARBITRO: Cascia di Monza 7.
ASSISTENTI: Beverari e Sala di Monza.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400