Cerca

Rappresentative

La Rapp guarda al futuro, Matteo Medici: «Soddisfatti, ricerchiamo la nostra identità»

Le parole del selezionatore tracciano la via maestra, direzione Torneo delle Regioni 2023

Jacopo Tumiatti

Jacopo Tumiatti, attaccante del Cinisello e presente al raduno della Rappresentativa Under 18

Si è svolto il 28 aprile in quel di Vimercate il raduno della Rappresentativa Under 18, con il gruppo dei classe 2004 convocati alla corte del selezionatore Matteo Medici. Un primo incontro finalizzato a tastare il terreno in ottica 2023. Sì, perché in quella data tornerà a disputarsi il Torneo delle Regioni (dopo l'annullamento di quest'anno) e, dunque, per il tecnico è necessario muoversi con questo obiettivo già in mente. I 44 giocatori (tranne 3-4 defezioni dell'ultimo momento) presenti all'appuntamento, quindi, hanno potuto mettere in campo tutte le proprie qualità nella classica partita di rito (con contrapposte maglie arancioni e verdi). Gara unica, con quattro mini-tempi da ventidue minuti ciascuna. Vincono gli orange per 3-2 ma, al di là del risultato, come sempre sono gli spunti tecnico-tattici emersi dall'evento a tenere banco. E, per l'appunto, ecco proprio il parere di Matteo Medici.

I CONVOCATI DI MATTEO MEDICI PER IL RADUNO DI VIMERCATE

Tommaso Tucci, centrocampista dell'Alcione

IDENTITÀ DI SQUADRA

Ormai lo sappiamo: non basta mettere assieme un certo numero di giocatori - per quanto bravi - ed essere certi che il risultato finale sarà eccellente. Concetto che, a maggior ragione, vale per l'ambito delle Rappresentative. L'amalgama o, se vogliamo chiamarla in altro modo, l'alchimia necessita di allenamento e tentativi multipli finalizzati a ricercare l'identità di squadra. In questo senso, le sensazioni del tecnico Medici sono le seguenti: «Il raduno è andato abbastanza bene, a mio giudizio. Se devo essere sincero, in questa selezione speravo di trovare qualcosa in più dal punto di vista qualitativo. Per esempio, giocatori che sappiano creare superiorità numerica, elemento da sfruttare negli ultimi venti metri. Viceversa, però, ho registrato buona fisicità e forza. Ci sono ragazzi interessanti, alcuni già con 20-30 presenze in Eccellenza, elemento che si percepisce chiaramente. Per quello che ho potuto osservare, non ho ancora un'identità tattica ben definita. Di certo, so che partiremo con la difesa a quattro, visto che permette un automatismo migliore della difesa a tre. Specialmente per ragazzi che non si conoscono e non hanno mai giocato assieme. Non partiremo con l'impostazione dal basso - di cui io non sono comunque un fautore - perché è, in ogni caso, un elemento che richiede allenamento e noi non abbiamo questo tempo a disposizione». 

Il selezionatore Matteo Medici, che si dice soddisfatto del raduno appena svolto in quel di Vimercate

TUTTO IN PROSPETTIVA 2023

Come accennato in apertura di articolo, il raduno appena trascorso si è svolto all'insegna del futuro. Un futuro non molto lontano: «È stata - proseguo Matteo Medici - una prima selezione in prospettiva Rappresentativa Under 19 in vista del 2023. Selezione nata da un lavoro di scouting svoltosi negli ultimi mesi e concentrato su gare di Juniores, oltre a visionare quei giocatori già presenti in prima squadra. Nel raduno di Vimercate ho visto tanti ragazzi con più quantità che qualità. Sulle corsie esterne, per esempio, ho visto buona qualità ma non ancora al livello che vorrei. Della difesa ho detto, partiremo a quattro, ma da metà campo in su il modulo sarà condizionato proprio dal grado di quantità e qualità che avrò a disposizione. Comunque, per fare un paragone con le serie televisive, siamo ancora alla Puntata Zero. La prossima selezione sarà nel mese di maggio e, credo, verso metà mese si conoscerà la data ufficiale del raduno. Dopodiché ci rivedremo a settembre e, prima di allora, molte cose potrebbero cambiare e tanti giocatori non essere, per esempio, più convocabili per vari motivi. Per cui dobbiamo concentrarci sul nostro obiettivo a lungo termine, iniziando a ragionare su quella che possiamo definire la Puntata Uno verso il 2023».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400