Cerca

Under 15 Regionale Élite girone A, le pagelle della 9ª giornata: Olginatese da capogiro!

Under 15 regionale Élite

I ragazzi dell'Olginatese in posa prima del match contro la Vis Nova

Ecco il nuovo appuntamento con il pagellone settimanale per il Girone A della categoria Under 15 Regionale Élite. Chi si sarà comportato bene e avrà preso la sufficienza a pieni voti? Chi sarà rimandato? Scopritelo leggendo qui sotto! (Avete già letto il giornale? Altrimenti potete leggerla sull 'edizione digitale). LOMBARDIA UNO 8.5 Ancora tu, Lombardia Uno! Vetta mantenuta da Gagliardi e soci, nel difficile match casalingo contro la Masseroni. Brava la squadra a reagire dopo il gol lampo subito: un rigore del solito Pagni (La classifica marcatori completa la potete trovare gratuitamente sulla nostra app) e il gol di Casiroli hanno permesso il sorpasso. Il prossimo turno presenta un’occasione ghiotta per provare la fuga visto il big match tra Accademia Inter e Pro Sesto. Ma la sfida non è delle più facili: l’Olginatese non farà sconti. OLGINATESE 8.5 La squadra avrà ancora come obiettivo la salvezza come sostiene coach Conca, ma le zone alte sembrano piacerle alla grande. Fa la voce grossa l’Olginatese nel girone A, salita al quarto posto (a pari punti con l’Accademia Inter) dopo la vittoria esterna sul campo della Varesina. La coesione fra staff e giocatori cresce giorno dopo giorno: chissà dove potranno arrivare? Il match contro la Lombardia Uno occasione per continuare a sognare in grande. PRO SESTO 8 Torna a vincere la Pro sesto di coach Angellotti. Dopo un punto in due partite, la gara contro il Seguro era una di quelle da non fallire, visto che settimana prossima arriva l’Accademia Inter. In attesa di uno dei match verità dell’anno, torna a segnare il piccolo Grossi, classe 2006: per lui una splendida doppietta. Timbra il cartellino anche il metronomo Brognara. Insomma, l’Accademia è avvisata: la Pro è pronta. Ora, che vada in scena lo spettacolo. RHODENSE 7.5 Adesso la classifica per i ragazzi alleanti dalla coppia Merlo-Perelli inizia a farsi davvero golosa. Tra le big ci sono anche loro, grazie ai 14 punti totalizzati. Positiva anche la trasferta in casa della Folgore, partita guidata da un Castillo davvero in ottima forma. La Vis Nova è avvisata: batterli sarà davvero difficile. VIS NOVA 7 Un tempo a testa contro un Alcione in crescita. Questo il giudizio del campo per una Vis Nova che rallenta solo a livello di punti la propria risalita in classifica. La squadra è viva, mostra dei visibili miglioramenti rispetto ad inizio stagione è sarà una grande protagonista. Punto giusto nel big match. La trasferta con la Rhodense non sarà una delle più facili: si potrà capire se i ragazzi di Morgandi avranno fatto il salto anche sotto il punto di vista della mentalità. ALCIONE 7 Giocare contro la Vis Nova dopo che in settimana ci si era allenati in 14 è la dimostrazione di come l’Alcione sia cresciuto molto in queste prime giornate. Tonani&co, dopo essere andati sotto, hanno avuto la forza di reagire andando a recuperare il risultato e giocando una ripresa di altissimo livello. Tanti complimenti. Il prossimo match contro il Sondrio non è da fallire vista la grande opportunità di avvicinarsi alle zone nobili. SONDRIO 6.5 Lo stadio dove il Sondrio gioca le partite casalinghe è un vero e proprio fortino. Sei punti su sei conquistati tra le proprie mura: non può essere un caso. Anche l’Aldini, a caccia di punti, si è dovuta limitare ad una X. I ragazzi di coach Di Tillio non sono riusciti a sfruttare nel secondo tempo la superiorità numerica per conquistare i tre punti. Prossimo turno in casa dell’Alcione: iniziare a fare punti in trasferta su quel campo non sarebbe male. ALDINI 6.5 «Abbiamo giocato la miglior partita dell’anno» questo il commento amaro di Ruggiero a fine gara. Che l’Aldini sia in crescita nelle ultime giornate non è un mistero. Giocare a Sondrio non è facile per nessuno. Farlo in inferiorità numerica nemmeno. Ruggiero e soci hanno tirato fuori una grande prova di personalità. La strada intrapresa è quella giusta: urgono vittorie per alzare il morale. La Varesina è avvisata. Il match sarà molto delicato, ma spettacolare. SEREGNO 6.5 Continua il percorso di crescita della squadra di Melinte, che si divide la posta in palio con la Solbiatese. Il Seregno ha giocato un buon primo tempo, trovando via via le misure. Nella ripresa, è mancato solo il gol per tornare a casa con il bottino pieno. La classifica è ancora tranquilla: la sfida contro la Masseroni per rasserenarsi ancor di più. SOLBIATESE CALCIO 6.5 Punto prezioso in chiave salvezza per i ragazzi allenati da Carnaghi, che pareggiano fuori casa con un avversario di tutto rispetto come il Seregno. Pareggio che fa bene anche al reparto difensivo, meno forse a quello offensivo dove i meccanismi devono essere ancora un pò oliati. Nelle prossime due settimane (la Solbiatese riposerà) ci sarà tutto il tempo per lavorarci su. MASSERONI 6 Sconfitta si, ma contro la capolista. La Masseroni non esce certo ridimensionata dall’ultimo turno. Peccato non aver sfruttato meglio il vantaggio iniziale, ma la Lombardia Uno è avversario ostico quest’anno. Un’altra nota lieta riguarda la classifica: la zona playoff dista ancora quattro punti. Si ripartirà con il Seregno. VARESINA 5.5 I quattro gol contro il Sondrio avevano dato l’impressione che la squadra di Piccoli si fosse sciolta anche sotto il punto di vista dei risultati. La sconfitta con l’Olginatese ha riportato tutti subito con i piedi per terra: c’è ancora da lavorare tanto per migliorare sia il morale sia la classifica. La prossima giornata ecco l’Aldini: in un gara fra due deluse può succedere di tutto. Vietato staccare la spina. FOLGORE CARATESE 5.5 Continua il momento no della Folgore Caratese, ancora fanalino di coda nonostante i tanti complimenti ricevuti dai tecnici che l’hanno sfidata. Nel match contro la Rhodense, però, ancora una volta il migliore in campo è il portiere Bellumé. La fase offensiva è sicuramente quella che necessita le cure maggiori. Il match con la Folgore è da dentro o fuori. SEGURO 5.5 Dopo l’esonero di Bozzi, per la squadra affidata momentaneamente al duo Silipo-Albano, ripartire dalla Pro Sesto non era un’impresa facile. La squadra ha lottato e ha provato a giocarsela con le unghie e con i denti come ha confermato Silipo a fine gara, ma purtroppo non è bastato. In attesa del nuovo allenatore, la partita contro la Folgore tra le proprie mura non si può davvero sbagliare.
Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400